Verso casa


Verso casa

Al suon
di chete acque
zampilla l aurora

non lasciar
che la mente
si distolga
dal canto lieve

Note d arpa
disegnano respiri
nell immobile
luogo d anima

Danza ora
rimbalzando
l eco distante
del tempo andato

Percepite carezze
avvolgono di luce
il mio sorriso
che s estende

Senza peso
sprigiono vapori
senza meta
li protendo

Oltre quel che vedo
nulla conosco
ma è incanto
che richiama

Piuma soffice
è cullata
in un soffio
il suo Universo

Scintillio di stelle
che baluginano
sono casa
che m accoglie

08.01.2004 Poetyca

Homeward

The sound
quiet waters
gushes the aurora

not leave
the mind
will distract
part slightly

Harp Notes
draw breath
in property
place of soul

Dance hours
bouncing
The distant echo
time went

Feel caresses
wrap of light
my smile
extending

Weightless
shone out fumes
aimlessly
they stretch out

Beyond that I see
I know nothing
but it’s magic
recalls

Soft foam
is cradled
in a flash
his universe

Twinkle star
that glimmer
are home
that welcomes me

08.01.2004 Poetyca

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...