Essere noi stessi qui ed ora


lilly77
Essere noi stessi qui ed ora

Prestare attenzione, come uno spettatore,
a quali meccanismi si manifestano,
prendere atto di come la mente spesso inciampi
in un’ostinata voglia di giudicare, forse per timore
o perché ci si sente non adeguati
a quanto la vita ci chiede di fare,
è un modo per cambiare, per mettere in atto
un nuovo modo di essere,
di tentare di sciogliere quei legacci
che ci impediscono di essere noi stessi – qui ed ora.

06.01.2015 Poetyca
Be ourselves here and now

Be careful, as a spectator,
what mechanisms are manifested,
take note of how the mind often stumble
in an obstinate desire to judge, perhaps for fear
or because you feel inadequate
what life asks us to do,
is a way to change, to put in place
a new way of being,
groped to dissolve those ties
that prevent us from being ourselves – here and now.

06/01/2015 Poetyca

4 thoughts on “Essere noi stessi qui ed ora

  1. Sono molto d’accordo. Di come la “mente inciampi” o del “bisogno, per timore, di giudicare” penso di aver fatto esperienza. Chissà come potrebbe evolversi, se di questi “lacci” ci liberassimo.

    Mi piace

    • Grazie, l’esperienza è la prima maestra: è importante comprendere non solo i nostri sentimenti, il disagio o la rabbia, ma anche che spesso è inutile condannare gli altri.
      Osservando questi meccanismi possiamo solo impegnarci a fare di meglio.Immagino che liberarsi dai lacci sia accogliere una consapevolezza nuova, capace di farci cogliere come nulla sia separato ma siamo tutti parte di uno stesso organismo, siamo tutti in cerca della medesima armonia. 🙂

      Liked by 1 persona

        • Non esiste un unico piano, prettamente materiale,
          dove ogni cosa è destinata a mutare, a disfarsi,
          ma attraverso la possibilità di aprirci ad un’ampia visione,
          noi tutti conosciamo e diventiamo consapevoli
          che nella pienezza degli opposti, esiste tra gli altri,
          anche un piano nel quale all’ombra corrisponde la luce,
          la medesima che proiettandosi è origine di tale ombra,
          di confusione e di paura, di quel senso di smarrimento
          che ci lascia incapaci di comprendere che direzione prendere..
          Il caos è opposto all’armonia, ma anche un segno di lontananza
          dalla luce, della quale si è sempre in cerca,
          sebbene non sempre si è capaci di comprenderlo.
          In fondo, tutti noi, siamo opposti in cerca di unità.

          Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...