Archivio | dicembre 2016

Ora vivo


Ora vivo

Cercavo l’alba
nel cielo terso
chiedendomi
il senso
delle stelle
e del cammino.

Nessuno a darmi
risposte alle domande
che affondavo
nelle tasche.

Non voglio più
essere bagnata
dalla pioggia
di parole.

Nel silenzio
cerco i raggi
del mio sole.

Depongo
per terra i sogni
-saranno presto germogli-

Con questi
nuovi semi
ORA VIVO.

11.06.2002 Poetyca

Now I live

I was looking for the dawn
in the clear sky
wondering
sense
stars
and walking.

Nobody gave me
answers to questions
sinking
pockets.

I do not want more
be wet
rain
of words.

In the silence
Seeking rays
of my sun.

I place
ground for the dreams
-will soon sprout-

With these
new seeds
I now live.

11.06.2002 Poetyca

Questo mondo



Questo mondo

Da bambino
eri un libro aperto
con pagine piene
di colore
non nascondevi
mai nulla
come poi
ti fanno fare
in questo mondo
falso adulto

30.12.2016 Poetyca

This world

When you was a child
you were as an open book
with pages
full of color
not you hid
anything
as then
they make you do
in this world
fake adult

30/12/2016 Poetyca

Colori del tempo


Colori del tempo

Di meraviglia è l’attimo
che respira piano
nuove ali oggi indossa
per condurre lontano

Dell’anima soffi
– spezzate catene –
che nella brezza
raccontano sogni
che colorano il tempo

29.10.2003 Poetyca

Colors of time

Wonder is the moment
breathing plane
today wearing new wings
to conduct away

Soul murmurs
– Broken chains –
that in the breeze
tell dreams
coloring time

29.10.2003 Poetyca

In un cielo terso


In un cielo terso
Una frase
sola non basta
per esprimere
quello che resta
impigliato
nella nostra anima
e cerca spazio
per spiegare le ali
in un cielo terso

05.12.2016 Poetyca

In a clear sky

A phrase
alone is not enough
to express
what remains
caught
in our soul
and seeks space
to spread its wings
in a clear sky

12/05/2016 Poetyca

Presto


Presto

Respiri si cercano
nel freddo della notte
– armonie perdute –
di voci silenti

Tempo si sgretola
in ricordi svaniti
ed è poco
quel che resta
tra istanti morti

Sono bagliori
che s’insinuano
gli intrecci in ricerca
per costruire ora
istante dopo istante
nuove chimere

Perchè non sia buia
la notte che raffredda
le proiezioni d’anima
sullo schermo dei sogni

Non soffocherò oggi
le urla stridule
della mia anima
che s’aggrappa

Non conficcherò
le unghie nelle palme
mentre le mie labbra
s a n g u i n a n o

Getterò nel vento
tutte le paure
e presto…
…sarà
un nuovo giorno

02.02.2004 Poetyca

Soon

Breaths are sought
in the cold of night
– Lost harmonies –
silent voices

Time crumbles
faded into memories
and there is little
what remains
moments of dead

They glow
that creep
the plots in R
building hours
moment by moment
new chimeras

Why not be dark
the night cools
projections of soul
screen dreams

Do not suffocate day
the shrill screams
of my soul
that clings

Do not stick to
nails in the palms
while my lips
S an g i n

Throw in the wind
all fears
and soon …
Will …
a new day

02.02.2004 Poetyca

Macchie di colore


Macchie di colore
Macchie di colore
sulla tela del cuore
senza nulla da dire
senza risposte
eppure qualcosa resta
nello spazio intimo
come eterno spartiacque

20.12.2016 Poetyca

Spots of color

Spots of color
on canvas of heart
with nothing to say
no answers
Yet something remains
in the intimate space
as eternal watershed

12/20/2016 Poetyca

Il fascino della notte


Il fascino della notte
Respiri immutati
dal ritmo leggero
seguendo al buio
scie di stelle
per far fiorire
in questo silenzio
il fascino
della notte

18.12.2016 Poetyca

The charm of the night

Unchanged breathe
a light rhythm
following the dark
trails of stars
to flourish
in this silence
the charm
of the night

18/12/2016 Poetyca

Un voto natalizio di Paramhansa Yogananda


Paramhansaita

Un voto natalizio di Paramhansa Yogananda

Voglio prepararmi alla venuta dell’onnipre­sente Cristo Bambino lustrando la culla della mia coscienza, arrugginita dall’egoismo, dall’indifferen­za e dall’attaccamento ai sensi; voglio lucidarla con una profonda e divina meditazione quotidiana, con l’introspezione e la discriminazione. Rimetterò a nuovo la culla con le luminose qualità spirituali del­l’amore fraterno, dell’umiltà, della fede, del desi­derio di realizzare Dio e con la volontà, l’autocon­trollo, il distacco e l’altruismo, per poter degna mente celebrare la nascita del Bimbo Divino.

A  Christmas vote Paramhansa Yogananda

I want to prepare for the coming of the omnipresent Christ Child glazing the cradle of my consciousness, rusty selfishness, indifference and attachment to the senses; I want to polish it with a deep and divine daily meditation, introspection and discrimination. Rimetterò forward the cradle with the bright spiritual qualities of brotherly love, humility, faith, the desire to realize God and the will, self-control, detachment and selflessness, to celebrate the birth worthy mind the Divine Child.

Dialogo tra Discepolo neofita e Discepolo anziano.


Verso il Sentiero

Ti voglio bene ..e non solo per tutti i regali..(i libri), ma perché stiamo facendo questo percorso insieme. . Mano nella mano. .. Si ..tu sei un pó più avanti.. Ma io avevo bisogno di te. .. ero solo, sperduto io e la mia voglia di imparare … Imparare cosa? Non sapevo neppure io ma qualcosa (l’anima?) Mi diceva che dovevo andare avanti, leggere, studiare, capire.. Perché non potevo solo intuire ..non potevo fidarmi di ciò che avevo ..la verità era oltre ..la verità andava cercata.. E sei arrivato tu.. Quindi ..prendi questo sfogo come un espluat emozionale ..spero uno degli ultimi ..ma era doveroso .. Non reprimo mai quel che sento ..ma ora so come andare oltre… Un giorno hai sperato, tra le braccia della tua mamma spirituale, di poter essere come lei un giorno. . Io oggi ti dico che nn voglio deludere te ed il tuo proposito…

View original post 237 altre parole

Non sottovalutare


500005h

Non sottovalutare il male fatto, dicendo:
«Non me ne verrà nulla».
L’acqua, cadendo a goccia a goccia,
riempie anche una giara.
Lo stolto si riempie di malefici,
anche se li accumula a poco a poco.
Non sottovalutare il bene fatto, dicendo:
«Non me ne verrà nulla».
L’acqua, cadendo a goccia a goccia,
riempie anche una giara.
L’uomo probo si riempie di benefici,
anche se li accumula a poco a poco.

Buddha Sakyamuni, nel Dhammapada, 121-122
Do not underestimate the harm done, saying:
“I do will be nothing.”
The water, falling drop by drop,
also fills a jar.
The fool is full of evil,
even if they accumulate gradually.
Do not underestimate the good done, saying:
“I do will be nothing.”
The water, falling drop by drop,
also fills a jar.
The good man is full of benefits,
even if they accumulate gradually.

Sakyamuni Buddha in the Dhammapada, 121-122

Illusione


Dobbiamo comprendere che l’io-mio 
non ha realtà intrinseca, è una costruzione.
È un’illusione, come l’onda suscitata dal vento.
L’acqua e il vento sono reali, ma l’onda è un’illusione. 

                                                                                         Buddhadasa

 

Dobbiamo comprendere che l’io-mio
non ha realtà intrinseca, è una costruzione.
È un’illusione, come l’onda suscitata dal vento.
L’acqua e il vento sono reali, ma l’onda è un’illusione.

Buddhadasa

We must understand that the I-my
has no intrinsic reality, is a construction.
It is an illusion, as the wave stirred by the wind.
Water and wind are real, but the wave is an illusion.

Buddhadasa

Essere veri


Essere veri
Non dobbiamo mai
abbassare la guardia
malgrado questo
non vanno mai
innalzate mura
perché essere veri
permette di vivere

15.12.2016 Poetyca

Be real

We must never
let your guard down
despite this
should never
erected walls
because to be true
It allows to live

12/15/2016 Poetyca

Ho scelto l’amore


Ho scelto l’amore
Ogni volta
di fronte
ad un bivio
tra vie facili
ed un vero confronto
ho scelto l’amore
perché il cuore
possa aprire ali

15.12.2016 Poetyca

I chose love

Whenever
in front of
at a crossroads
between easy routes
and a true comparison
I chose love
because the heart
can open wings

12/15/2016 Poetyca

Non vi lamentate


oltretempocuore

“Non vi lamentate se non trovate luci, o immagini, nella meditazione.

Sprofondatevi nella percezione della Beatitudine; colà troverete la

presenza attuale di Dio. Non cercate una porzione; ma, l’intero.”

Paramahansa Yogananda

“Do not complain if you do not find lights, or images, in meditation.

Sprofondatevi in the perception of Bliss, there you will find the

the actual presence of God not look for a part, but the whole. “

Paramahansa Yogananda

Interrogando il cuore


Interrogando il cuore
Interrogando
il cuore
smorzo paure
che la mente
ininterrottamente
accende e chiama
Ricerco l’attimo
lasciando andare
ogni dubbio
E vivo

14.12.2016 Poetyca

Interrogating the heart

Interrogating
the heart
I calm fears
that mind
uninterruptedly
on and calls
I look for the moment
letting go
all doubt
And I live

14/12/2016 Poetyca

Oltre le apparenze


Oltre l’apparenza
Tu sei qui
in quell’istante
trattenuto appena
nella vibrante
consapevolezza
del tuo essere
oltre l’apparenza
in amorevole
fremito perenne

04.10.2016 Poetyca

Beyond appearance

You are here
in that instant
held soon
the vibrant
awareness
of your being
beyond appearance
in loving
perennial thrill

04/10/2016 Poetyca

Slancio senza ali


Slancio senza ali
Ogni passo
è fatica
ma nell’altro
itinerario
è slancio
senza ali
per toccare
irraggiungibili vette
dove l’anima
attraversa
ogni confine

11.07.2016 Poetyca

Momentum without wings

every step
it is hard
but in the
itinerary
it is momentum
without wings
to touch
unreachable heights
where the soul
crossing
all boundaries

11/07/2016 Poetyca

Ricordo


8o_1024
Ricordo

Nella memoria
ondate di gioia
ora manifeste
Inciso momento
non muore
intrecciando sempre
i fili dorati
di questa storia
capace di scavalcare
le mura del tempo
Ali spalancate
per planare ed innalzarsi
dove tutto ha quel senso
impercettibile e vero
dove siamo stupiti
ed incapaci di dare forma
al disegno d’insieme
Passo dopo passo
s’incidono orme
di questa vita
dove le immagini
nutrono con un respiro
la delicata trama d’amore

27.02.2015 Poetyca

Memory

In memory
waves of joy
now manifest
Incidentally moment
does not die
weaving always
the golden threads
of this story
able to climb over
the walls of the time
wings wide open
to glide and soar
where everything has that sense
imperceptible and true
where we are amazed
and unable to give shape
the overall design
Step by step
s’incidono footsteps
this life
where images
feed with a breath
the delicate texture of love

02/27/2015 Poetyca

La cosa importante


Lunanuvola's Blog

Alcuni uomini hanno minacciato di usare incantesimi di magia nera contro di lei. Altri vanno da suo marito a consigliargli di picchiarla e si offrono di fare loro il “lavoro”, se lui è troppo tenero di cuore. Uno è arrivato alla sua porta con un machete, minacciando di ucciderla. “E non parlano neppure alle mie spalle, me lo dicono in faccia: Devi smettere di dire alle donne che hanno diritti, perché non ne hanno. E devi smettere di dire alle ragazze di lottare. Perché insisti con questa storia dell’eguaglianza?

tombo

Questa è la vita di Peninnah Tombo, 59enne, attivista kenyota per i diritti umani delle donne. La sua “colpa” è aiutare le ragazze Masai a evitare matrimoni precoci e mutilazioni genitali e a completare i loro studi. “Mi dicono che devo smettere di fare questo. Come se istruire le persone fosse una brutta cosa. Sono vecchi, pensano a dar via…

View original post 611 altre parole

Qoelet Ecclesiaste Capitolo 3


Ecclesiaste Capitolo 3

3:1 Per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.
3:2 C’è un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante.

3:3 Un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
un tempo per demolire e un tempo per costruire.

3:4 Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
un tempo per gemere e un tempo per ballare.

3:5 Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.

3:6 Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
un tempo per serbare e un tempo per buttar via.

3:7 Un tempo per stracciare e un tempo per cucire,
un tempo per tacere e un tempo per parlare.

3:8 Un tempo per amare e un tempo per odiare,
un tempo per la guerra e un tempo per la pace.

3:9 Che vantaggio ha chi si dà da fare con fatica?
3:10 Ho considerato l’occupazione che Dio ha dato agli uomini, perché si occupino in essa.
3:11 Egli ha fatto bella ogni cosa a suo tempo, ma egli ha messo la nozione dell’eternità nel loro cuore, senza però che gli uomini possano capire l’opera compiuta da Dio dal principio alla fine.
3:12 Ho concluso che non c’è nulla di meglio per essi, che godere e agire bene nella loro vita;
3:13 ma che un uomo mangi, beva e goda del suo lavoro è un dono di Dio.
3:14 Riconosco che qualunque cosa Dio fa è immutabile; non c’è nulla da aggiungere, nulla da togliere. Dio agisce così perché si abbia timore di lui.
3:15 Ciò che è, già è stato; ciò che sarà, già è; Dio ricerca ciò che è già passato.
3:16 Ma ho anche notato che sotto il sole al posto del diritto c’è l’iniquità e al posto della giustizia c’è l’empietà.
3:17 Ho pensato: Dio giudicherà il giusto e l’empio, perché c’è un tempo per ogni cosa e per ogni azione.
3:18 Poi riguardo ai figli dell’uomo mi son detto: Dio vuol provarli e mostrare che essi di per sé sono come bestie.
3:19 Infatti la sorte degli uomini e quella delle bestie è la stessa; come muoiono queste muoiono quelli; c’è un solo soffio vitale per tutti. Non esiste superiorità dell’uomo rispetto alle bestie, perché tutto è vanità.

3:20 Tutti sono diretti verso la medesima dimora:
tutto è venuto dalla polvere
e tutto ritorna nella polvere.

3:21 Chi sa se il soffio vitale dell’uomo salga in alto e se quello della bestia scenda in basso nella terra?
3:22 Mi sono accorto che nulla c’è di meglio per l’uomo che godere delle sue opere, perché questa è la sua sorte. Chi potrà infatti condurlo a vedere ciò che avverrà dopo di lui?

Ecclesiastes Chapter 3

3:1 To every thing there is a season, and a time to every purpose under the heaven:
3:2 A time to be born, and a time to die; a time to plant, and a time to pluck up that which is planted;
3:3 A time to kill, and a time to heal; a time to break down, and a time to build up;
3:4 A time to weep, and a time to laugh; a time to mourn, and a time to dance;
3:5 A time to cast away stones, and a time to gather stones together; a time to embrace, and a time to refrain from embracing;
3:6 A time to get, and a time to lose; a time to keep, and a time to cast away;
3:7 A time to rend, and a time to sew; a time to keep silence, and a time to speak;
3:8 A time to love, and a time to hate; a time of war, and a time of peace.
3:9 What profit hath he that worketh in that wherein he laboureth?
3:10 I have seen the travail, which God hath given to the sons of men to be exercised in it.
3:11 He hath made every thing beautiful in his time: also he hath set the world in their heart, so that no man can find out the work that God maketh from the beginning to the end.
3:12 I know that there is no good in them, but for a man to rejoice, and to do good in his life.
3:13 And also that every man should eat and drink, and enjoy the good of all his labour, it is the gift of God.
3:14 I know that, whatsoever God doeth, it shall be for ever: nothing can be put to it, nor any thing taken from it: and God doeth it, that men should fear before him.
3:15 That which hath been is now; and that which is to be hath already been; and God requireth that which is past.
3:16 And moreover I saw under the sun the place of judgment, that wickedness was there; and the place of righteousness, that iniquity was there.
3:17 I said in mine heart, God shall judge the righteous and the wicked: for there is a time there for every purpose and for every work.
3:18 I said in mine heart concerning the estate of the sons of men, that God might manifest them, and that they might see that they themselves are beasts.
3:19 For that which befalleth the sons of men befalleth beasts; even one thing befalleth them: as the one dieth, so dieth the other; yea, they have all one breath; so that a man hath no preeminence above a beast: for all is vanity.
3:20 All go unto one place; all are of the dust, and all turn to dust again.
3:21 Who knoweth the spirit of man that goeth upward, and the spirit of the beast that goeth downward to the earth?
3:22 Wherefore I perceive that there is nothing better, than that a man should rejoice in his own works; for that is his portion: for who shall bring him to see what shall be after him?