Archivio | 06/12/2016

Uomo sacro


Uomo sacro

Un uomo Sacro ama il silenzio,
ci si avvolge come in una coperta: un silenzio che parla,
con una voce forte come il tuono,
che gli insegna tante cose.
Uno sciamano desidera essere in un luogo dove si senta solo il ronzio degli insetti.
Se ne sta seduto, con il viso rivolto a ovest, e chiede aiuto.
Parla con le piante, ed esse rispondono.
Ascolta con attenzione le voci degli animali.
Diventa uno di loro.
Da ogni creatura affluisce qualcosa dentro di lui.
Anche lui emana qualcosa: come e che cosa io non lo so, ma è così.
Io l’ho vissuto.
Uno sciamano deve appartenere alla terra.
deve leggere la natura come un uomo bianco sa leggere un libro.

Cervo Zoppo Sioux

Holy man

A man loves the sacred silence,
As we wrapped in a blanket, a silence that speaks,
with a loud voice like thunder,
who taught him many things.
A shaman want to be a place where you hear only the buzzing of insects.
If he sits, with his face to the west, and asks for help.
Talk to the plants, and they respond.
Listen carefully to the voices of animals.
Become one of them.
From every creature pouring something into him.
He also exudes something: how and what I do not know, but true.
I have lived.
A shaman must belong to the earth.
to read nature as a white man can read a book.

Lame Deer Sioux

Oltre il silenzio 


Oltre il silenzio

Scrivi col cuore
parole
mai vane
incise nel tempo
Infisse nei ricordi
tra lacrime e sorrisi
Come abbraccio
ispirazione
oltre il silenzio

04.12.2016 Poetyca

Beyond to Silence

Write from the heart
words
never vain
etched in time
Stuck in the memories
between tears and smiles
as hug
inspiration
beyond the silence

12/04/2016 Poetyca

La non violenza


Chiunque può praticare un po ‘la non violenza, anche i soldati. Alcuni generali dell’esercito, per esempio, possono svolgere le loro operazioni in modo tale da evitare di uccidere persone innocenti, questo è una sorta di non-violenza “.

Thich Nhat Hanh,
Amore in Azione: Scritti sul cambiamento sociale non violento

✿¯`•.¸,¤°`°¤,¸.•✿✿¯`•.¸,¤°✿
“Anyone can practice some nonviolence, even soldiers. Some army generals, for example, conduct their operations in ways that avoid killing innocent people; this is a kind of nonviolence.”

Thich Nhat Hanh,
Love in Action: Writings on Nonviolent Social Change

Gioia e desiderio


Tutta la gioia del mondo nasce dal desiderio di gioia per gli altri, tutto il dolore dal desiderio di gioia per sé.

Shanti Deva

All the joy in the world comes from the desire of joy for others, all the pain from the desire of happiness for himself.

Shanti Deva

Dhammapada II




Dhammapada

II La consapevolezza

21 La consapevolezza conduce alla vita eterna,

l’inconsapevolezza alla morte.

Chi si è risvegliato alla propria vera natura

non muore.

L’inconsapevole vive come se fosse già morto.

22 Il saggio, colui che ha compreso,

trova la sua gioia nella consapevolezza,

trova la sua gioia

nel cammino tracciato dai Buddha.

23 Perciò medita con perseveranza

per raggiungere il nirvana,

la libertà ultima.

24 Perciò svegliati, osservati,

agisci con purezza e con attenzione

conformemente alla legge eterna

e la tua gloria crescerà.

25 Con la consapevolezza,

con la padronanza di sé,

il saggio si costruisce un’isola

che nessun diluvio può sommergere.

26 L’inconsapevole agisce distrattamente.

Il saggio invece custodisce la consapevolezza

come il suo tesoro più prezioso.

27 Perciò non lasciarti andare all’inerzia

e non lasciarti trascinare dai desideri.

Concentra la tua energia nella meditazione

e scopri la felicità più grande.

28 Squarciato il velo dell’inconsapevolezza,

dall’alto della torre della saggezza

il saggio contempla l’umanità sofferente

come chi dalla vetta di una montagna

guarda verso gli abitanti della pianura.

29 Attento fra i distratti,

desto fra i dormienti,

il saggio si stacca dalla massa

come un veloce cavallo da corsa.

30 Grazie alla consapevolezza

Indra è divenuto signore degli dei.

Sempre preziosa è la consapevolezza,

sempre rovinosa l’inconsapevolezza.

31 Perciò il bhikshu che ama la consapevolezza

e teme il sonno dell’inconsapevolezza

brucia ogni legame

con il fuoco della sua pratica.

32 Il bhikshu che ama la consapevolezza

e teme il sonno dell’inconsapevolezza

non può ricadere nell’illusione.

Ha trovato la via verso la liberazione.

Dhammapada

2. Wakefulness

Wakefulness is the way to life.

The fool sleeps

As if he were already dead,

But the master is awake

And he lives forever.

He watches.

He is clear.

How happy he is!

For he sees that wakefulness is life.

How happy he is,

Following the path of the awakened.

With great perseverance

He meditates, seeking

Freedom and happiness.

So awake, reflect, watch.

Work with care and attention.

Live in the way

And the light will grow in you.

By watching and working

The master makes for himself an island

Which the flood cannot overwhelm.

The fool is careless.

But the master guards his watching.

It is his most precious treasure.

He never gives in to desire.

He meditates.

And in the strength of his resolve

He discovers true happiness.

He overcomes desire –

And from the tower of his wisdom

He looks down with dispassion

Upon the sorrowing crowd.

From the mountain top

He looks down at those

Who live close to the ground.

Mindful among the mindless,

Awake while others dream,

Swift as the race horse

He outstrips the field.

By watching

Indra became king of the gods.

How wonderful it is to watch.

How foolish to sleep.

The beggar who guards his mind

And fears the waywardness of his thoughts

Burns through every bond

With the fire of his vigilance.

The beggar who guards his mind

And fears his own confusion

Cannot fall.

He has found his way to peace.