Archivio | 24/05/2017

Come respiro


Come respiro
Come respiro
possiamo dare
prima di riempire
essere vuoti di tutto
per saper accogliere
Nulla ci appartiene
e tutto ci è dato
in prestito
dobbiamo soltanto
essere pronti ad andare

14.05.2017 Poetyca

Like breathing

Like breathing
we can give
before filling
be empty of everything
to know how to welcome
Nothing belongs to us
and everything is given to us
borrowed
We only have to
be ready to go

14.05.2017 Poetyca

L’artista


L’ Artista 

Quando un artista crea assomiglia ad uno sciamano. L’ispirazione gli giunge come un dono. I seguaci del Tao fanno lo stesso. La loro consapevolezza del Tao non è nulla di chiaramente formulato, né qualcosa che essi possiedono: è il Tao ad andare da loro come un dono. Per questo le arti e il Tao sono così saldamente alleati: perché l’atto del ricevere e dell’esprimere è il medesimo.
Proprio come un artista teme l’incapacità di fare arte, così il seguace ha il terrore di non sentire più il Tao.
Spesso le circostanze ci impongono di creare: come atleti sul campo di gara, come oratori di fronte ad un pubblico, come musicisti sul palcoscenico, come cuochi ai fornelli o genitori alle prese con i figli. In che modo mantenere vivo il flusso? Alcuni cercano di farlo conducendo una vita ordinata e regolare, altri mantenendosi costantemente attivi. Ognuno di noi è diverso, dunque non esiste nulla di assolutamente giusto o sbagliato. L’unica cosa che conta è sentire il Tao e tenere questa percezione in vita il più a lungo possibile. Se riusciamo a scoprire ciò che vi è di speciale e nascosto in noi, e a imparare ad esprimerlo, allora conosceremo il Tao.

“Il Tao per un anno” Deng Ming-Dao 

 

The Artist

When an artist creates resembles a shaman. The inspiration comes to him as a gift.The followers of the Tao do the same. Their awareness of the Tao is nothing clearly stated, nor something that they possess: the Tao is to come to them as a gift. For this reason the arts and the Tao are so tightly allied, because the act of receiving and expressing is the same.
Just as an artist fears an inability to make art, so the follower is terrified of no longer hearing the Tao.
Often the circumstances require us to create, as athletes on the racetrack, as speakers in front of an audience, as the musicians on stage, as cooks in the kitchenor parents struggling with their children. How to keep alive the flow? Some people try to do it by living a life orderly and regular, others remaining constantly active.Each of us is different, so there is nothing absolutely right or wrong. The only thing that matters is to hear the Tao, and keep this perception alive as long as possible. If we can discover what is special and hidden in us, and learn to express it, then we will know the Tao.

“The Tao for a year,” Deng Ming-Dao