Archivio | 26/05/2017

Luce sui passi


Luce sui passi

Fare dono di sé:
Luce accesa sui passi
dove il vento spazza orme
di un passato antico
dove l’inciampo su ciottoli
ha fatto cadere l’orgoglio
ed aperto squarci tra mura
dove non filtrava il cuore

Vita nuova respira
tra petali di ciliegio
cullati dalla brezza
di questo attimo
su carezze d’aurora
che riaccendono speranza
sulla rotta dell’anima
ora libera di continuare

11.09.2011 Poetyca

Light on the steps

Self-giving:
Light on the steps
where the wind sweeps footsteps
of an ancient past
stumbling over pebbles
brought down the pride
and open passages between walls
where the heart was not filtered

New life breathes
between cherry petals
lulled by the breeze
of this moment
on caresses of of dawn
that rekindle hope
on the route of the soul
now free to continue

11.09.2011 Poetyca

Il gallo e la volpe – La Fointaine


favolefelafontaine

Il gallo e la volpe

Sul ramo di un grande albero stava l’astuto gallo a far da sentinella. Fu allora che la volpe, con aria da santarella, gli disse:
– Lo sai amico mio? Non siamo più in guerra adesso, c’è la pace universale. Scendi, ti voglio abbracciare. Fa presto, vieni giù perché devo portare questa notizia in cento luoghi e più. Ora siete liberi di andar dove volete, noi saremo come fratelli. Vi siano fuochi artificiali, allegria e buonumore! Scendi a prendere il bacio del fraterno amore!
– Amica – le rispose il furbo gallo – mi commuovono queste cose e te ne sono grato. Ma voglio fare la pace in modo più solenne e gaio abbracciando, insieme a te, anche quel levriero che corre verso di noi. Sarà sicuramente un corriere mandato a dare questo annuncio. Mentre egli arriva, io scendo dalla pianta, così potremo abbracciarci tutti quanti.
– Salutamelo – rispose la volpina – ho troppa fretta e la strada che devo fare è molto lunga. Nel caso, festeggeremo domattina. –
E, in fretta e furia, se la svignò per la campagna delusa dal fallimento del suo tranello.
Vedendo ciò il vecchio gallo sorrise e cantò questa celebre sentenza: è doppio il perdono quando inganni chi ti inganna.

La Fontaine

The rooster and the fox

On the branch of a large tree was the wily rooster to act as sentinel. It was then that the fox, with air from goody, said:
– Do you know my friend? We are no longer at war now, there is universal peace. Come down, I want to embrace. Hurry, come down because I have to bring this news and more in a hundred places. Now you are free to go where you want, we will be like brothers. There are fireworks, joy and good humor! Go down and take the kiss of brotherly love!
– Amica – he replied the crafty rooster – these things move me and I appreciate it. But I want to make peace in a more solemn and gay embracing, with you, even that greyhound racing toward us. It will surely be a courier sent to this ad. As he arrives, I go down from the tree, so we can embrace everyone.
– Say hello – said the fox – I hurry and the way I have to do it very long. In the event, we will celebrate tomorrow. –
And, in a hurry, he slunk off to the countryside disappointed by the failure of his catch.
Seeing this, the old cock smiled and sang this famous sentence: is double forgiveness when deceive those who are deceiving you.

La Fontaine

Fragile


 

Fragile

Fragile…
Fragile è il castello della malinconia,
aliti di vita che si nascondono
come gocce di pioggia sui vetri.
Mentre dietro cortine di nebbie
il cuore intirizzito
ascolta una nenia lontana.

Fragile…
è un vetro appena soffiato
da un vecchio maestro di Murano
che oramai lavora a memoria
e forgia animaletti per bambini distratti
che scalpitano per correre a giocare
tra pozzanghere che specchiano la luna.

Fragile…
fragile profumo speziato
inonda l’anima
sulle note di una ferita
mentre un callion suona
e la ballerina s’illude di essere l’etoile
sullo stacco finale della morte del cigno.

11.12.2010 Poetyca

 

Fragile

Fragile …
Fragile is the castle of melancholy
breath of life hide
like raindrops on glass.
While behind curtains of mist
numb the heart
listening to a distant lullaby.

Fragile …
is just a pane of glass blown
from an old master from Murano
who now works in memory
animals and molds for children distracted
prancing to run and play
between puddles that reflected the moon.

Fragile …
Delicate spicy
floods the soul
the notes of a wound
while playing a callion
and the illusion of being the dancer etoile
Out on the end of the Dying Swan.

11.12.2010 Poetyca

Sogni impalpabili


Sogni impalpabili

Melodia del cuore
in movimenti armonici
danza ed accoglie
senza fare rumore
questi eterni attimi
rimasti senza nome
sulla punta di mille comete
ad illuminare ali
alle nostre anime
che credono sempre
a sogni impalpabili

13.10.2011 Poetyca


Impalpable dreams

Melody of the heart
in harmonic movements
dance and welcomes
without a sound
these eternal moments
remained unnamed
on the tip of a thousand comets
wings to illuminate
to our souls
that always believe
in impalpable dreams

13.10.2011 Poetyca

Oceano


Oceano

Al suono
della campana
ho aperto gli occhi
a quest’alba nuova.

Un sogno reale
che non ha mai smesso
e ora esalto i suoi colori.

Abbandono
senza caduta
mani strette senza paure.

Il tutto riconosco
-Nel tempo senza tempo
non esistono confini –

07.06.2002 Poetyca

Ocean

At the sound
bell
I opened my eyes
new to this dawn.

A real dream
that has never stopped
and now brings out its colors.

Abandonment
free fall
hands clasped without fear.

All recognize
-In the timeless time
there are no boundaries –

07.06.2002 Poetyca

La nostra vera natura


La nostra vera natura
Perdiamo la capacità
di entrare in contatto
con noi stessi
e di manifestare
la nostra vera natura
per imitare ed accontentare
le aspettative di altri.

17.05.2017 Poetyca

Our true nature

We lose capacity
To get in touch
With ourselves
And to manifest
Our true nature
To imitate and content themselves
The expectations of others.

17.05.2017 Poetyca