Archivio | giugno 2017

Una perla al giorno – Ajahn Sumedho


Give_with_your_Heart_by_trishvandenberg

 

La consapevolezza non è personale. L’idea che non siamo consapevoli e la necessità di sviluppare consapevolezza, è essa stessa una creazione.

Ajahn Sumedho

Awareness isn’t personal. The idea that we are not aware & need to develop awareness, is in itself a creation.

Ajahn Sumedho

Una perla al giorno – Buddha


buddha27

 

“Quello che tu sei è ciò che sei stato. Che cosa sarai è quello che fai ora. “

Budda

“What you are is what you have been. What you’ll be is what you do now.”

Buddha

Una perla al giorno – Proverbio Zen


rosone2_1024

“L’uomo si trova nella sua stessa ombra
e si chiede perché è buio.

Proverbio Zen (Entrate nella vostra luce)
“Man stands in his own shadow
and wonders why it’s dark.”

 Zen Proverb (Step into your light)

I cambiamenti


sorriso1

La rapidità con la quale i cambiamenti possono avvenire ti sbalordirà. Sei
stato preparato molto tempo fa a questi cambiamenti: in ogni epoca, giorno
dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno. Ho preparato pazientemente lo
scenario nel quale avverranno tali cambiamenti: ti è stata data ogni
opportunità per adeguarti e prepararti; dovresti perciò essere in grado di
avanzare senza alcuna difficoltà. E’ una questione di coscienza, bisogna
essere capace di elevarla e di adeguarla a quanto avviene. Le anime che sono
consapevoli della coscienza di Cristo si sentono ora attratte reciprocamente
come il ferro verso la calamita: può accadere che esse non ne siano conscie
al momento, ma lo saranno nei giorni a venire. E’ questa coscienza che fa sì
che sempre più anime si attraggano reciprocamente, affinchè tutti voi
possiate diventare consapevoli del Cristo interiore e possiate rendere
eternamente grazie per questa consapevolezza.

da: “Eileen Caddy – Le porte interiori” – Amrita

The rapidity with which changes can occur amaze you. six
been prepared long ago to these changes at any time, day
after day, month after month, year after year. I prepared patiently
scenario in which these changes will take place: you have been given every
opportunities for adeguarti and prepare; should therefore be able to
forward without any difficulty. It ‘a matter of conscience, we must
be able to raise it and to adapt it to what happens. Souls that are
aware of the Christ consciousness now feel attracted to each other
such as iron towards the magnet: it may happen that they are not conscious
at the moment, but will be in the days to come. And ‘this consciousness that makes
that more and more souls attract each other, so that all of you
may become aware of the indwelling Christ and you can make
eternally thank you for this awareness.

From: “Eileen Caddy – The inner doors” – Amrita

Fortuna


Fortuna
La vita
è una fortuna
che ci accade
per riconoscere
opportunità
e raddrizzare
le nostre vie
Guardando indietro
focalizziamo gli errori

08.10.2016 Poetyca

Luck

The life
is a luck
It happens to us
to recognize
opportunity
and straighten
our ways
To look back
We can focus mistakes

08/10/2016 Poetyca

Luce sui passi


Luce sui passi
Luce sui passi
per te
per me
per questo
mondo incerto
Luce nel cuore
con delicatezza
e per l’anima
carezza
senza eguale
Tutto intorno
ad un unico
centro
ad un unico
colore
Disciolte
emozioni
offrono vita
a tinte impalpabili
di un nuovo arcobaleno 

23.06.2017 Poetyca 

Light on the steps

Light on the steps
for you
for me
for this
uncertain world
Light in the heart
with delicacy
and for the soul
caress
without equal
All around
to one
center
to one
color
Dissolved
emotions
offer life
with impalpable colors
of a new rainbow

23.06.2017 Poetyca

Il giardino fiorito


Il giardino fiorito


Curare il giardino della nostra anima, significa irrorarlo,

nutrirlo di opportunità che sappiano coinvolgere energie positive .

Pensiero, emozione ed azione, poi, tutta la nostra volontà.

Spesso in questo lavoro si possono incontrare le brutte

stagioni: i momenti di assopimento, si possono incontrare

tempeste improvvise; non tutto dipende da noi ma

dall’ambiente esterno che, malgrado si tenti di accogliere,

di integrarsi ad esso, non è detto che sia poi come “essere

a casa”.

Quando accade che gli eventi, scatenati da persone non “in

linea” con il nostro modo di essere, con il nostro impegno,

possano deturpare il nostro giardino, semplicemente è

necessaria qualche potatura.

Le chiavi di questo luogo non si potrebbero consegnare a

tutti, solo a chi, sa camminare in punta di piedi e tenti

di non rovinare tutto il nostro lavoro.

Scopriamo poi il giardino degli altri: a volte rovinato,

pieno di erbacce, tentiamo, con umiltà, di aiutare a

migliorarlo,

Non sempre questo viene accolto e la cecità porta queste

persone alla pretesa di avere un giardino come il nostro,

estirpando le nostre piante senza aver preparato il loro

terreno; eppure basterebbe togliere le erbacce che

soffocano quelle meravigliose piante che crescono stentate;

tentiamo di farlo comprendere, eppure non vogliono .

Allora, ricordiamo sempre che, se volessimo aiutare, non

dovremmo estirpare le nostre piante, curate con amore, per

trapiantarle; possiamo solo dare dei semi.

Poi è compito di chi li riceve curarli e farli crescere.

Dobbiamo rispettare la scelta di chi, malgrado tutto,

continua a non curare il proprio giardino; ma è necessario,

quando ci accorgiamo che non rispetta il nostro, difenderlo

e non farlo calpestare.

Solo in questo modo si è capaci di avere rispetto per se stessi.


17.03.2005 Poetyca


The flower garden

Treating the garden of our soul, means spraying
opportunity to feed who can involve positive energy.
Thought, emotion and action, then all our will.
Often in this job you can find the bad
seasons: the moments of drowsiness, you may encounter
sudden storms, but not everything depends on us
from the external environment that, despite trying to accept,
integrate it, then it is said that “being
home.
When it happens that events, triggered by people “in
line with our way of being with our commitment,
to disfigure our garden, is simply
require some pruning.
The keys of this site may not deliver to
all, only those who can walk on tiptoe and tries
not to ruin all our work.
Then discover the gardens of others: sometimes ruined,
full of weeds, trying, with humility, to help
improve,
This is not always welcomed and blindness brings these
people claim to have a garden like ours,
uprooting our trees without having prepared their
land, yet sufficient to remove the weeds
stifle those wonderful plants that grow stunted;
try to understand it and yet do not want.
So, always remember that if we wanted help, not
we uproot our trees, treated with love,
transplant, we can only give seeds.
Then it is up to those who receive them and treat them grow.
We must respect the choice of who, despite everything,
still does not treat its own garden, but it is necessary
when we realize that does not respect our own, defend
and not to trample.
Only in this way one is able to have respect for themselves.

17.03.2005 Poetyca