Sulla scia di stelle


Sulla scia di stelle

Sono stanca
di questo statico andare
tra sagome di cartone
senza occhi
senza cuore
dove le parole sono pretesto
per imbellettare il viso
dove si ruba l’essenza
a chi è sempre stato onesto
nel dirigere la rotta
all’interno dell’anima

Sono sbiadite tutte le bandiere
che si agitano al vento
senza una vera opinione
un vero tesoro da dare
troppe le apparenze
per attirare le mosche
che senza discernimento
accolgono tutto
e l’esatto contrario
senza capire
lo stato di contraddizione

Ma che mondo è questo?
Non lo specchio del mio sentire
io ho altre scelte da fare
percorsi e ricami di cielo
che non restano cementati
tra rovine di cartone
– palcoscenico antico –
di questo teatro senza regia
figlio del caos e della confusione
disarmonia blasfema
che separa invece di unire

Davanti a me
il viaggio continua
in perenne ricerca
di note ed ottave
per ricucire lo strappo
di questo vagare
oltre apparenze e fumo
dove nulla e come appare
nel gioco di specchi
di gente miope
con il dito da puntare

Ricordi e frammenti
di questo mosaico infinito
sono raccolta di pezzi
per la storia che ricompone
– Unità e Bellezza –
su armonie celesti
dove nulla si separa
dalla Fonte di VIta
sulla scia di stelle
che accompagna a casa
Tu dammi la mano è tempo di andare

29.06.2011 Poetyca

In the wake of stars

I’m tired
to this static going
between cardboard cutouts
eyeless
heartless
where words are a pretext
to rouge on the face
where it steals the essence
to those who has always been honest
in directing the course
within the soul

Have all faded flags
flapping in the wind
without a real opinion
a real treasure to give
too many appearances
to attract the flies
that indiscriminately
all welcome
and the exact opposite too
without understanding
the state of contradiction

What world is this?
Not the mirror in the my feelings
I have other choices to make
paths and embroidery of the sky
that are not cemented
among the ruins of cardboard
– Old stage –
of this theater without director
son of the chaos and confusion
blasphemous disharmony
that separates rather than unites

Before me
the journey continues
in perennial search
of notes and eighth
to mend the rift
of this wandering
beyond appearances and smoke
where nothing is as it seems
in the game of mirrors
myopia of people
the finger to point

Memories and fragments
of this infinite mosaic
are collection of pieces
for the history that recomposes
– Unity and Beauty –
on celestial harmonies
where nothing separates
from Source of Life
in the wake of stars
that carry to home
You give me your hand it is time to go

29.06.2011 Poetyca

Annunci

4 thoughts on “Sulla scia di stelle

  1. Ogni commento alle tue poesie è superfluo. Sei così profonda che cogli tutti gli aspetti della vita , sai tramettere emozioni . Non dico altro. Un abbraccio forte e grazie. Non ho mai perso la speranza di vedere pubblicato un tuo libro di poesie. Gli editori non sanno che si perdono.

    Liked by 1 persona

    • Grazie cara Lia, oltre le parole è il cuore a parlare, a trasmettere emozioni e a raccogliere quello che provo a liberare nell’etere.
      Chi legge ha la possibilità di prendere un pò di polvere di stelle e di farla propria.
      Io semplicemente esprimo il mio sentire.
      Un grande abbraccio
      Daniela

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...