Mente spaziosa


Mente spaziosa

I rishi toccano l’essenza perchè sanno
oltrepassare le illusioni,
il velo di Maya che fa credere reale
l frutto della mente, delle paure.
Ma toccare quell’essenza, la descrizione
è dare forma e voce a quanto sia senza forma
e non facile da descrivere.
Ci voglio anni di pratica,
i percorso verso la consapevolezza,
solo per sfiorare un barlume
di quell’Essenza che è oltre le apparenze.

Noi camminiamo sul terreno delle nostre esperienze,
delle paure, della aspettative:
un modo per dare nomi alla realtà,
per cercare di ingabbiare in un concetto le cose,
gli avvenimenti, le persone.
Questo è un percorso duale, dove tutto è visto
come ” buono o cattivo” e la nostra mente
reagisce a quello che sente essere gioia o dolore.
Si deve imparare ad abbandonare concetti e forme
per trovare la realtà ed accoglierla come essa è.
Senza reagire, senza dare spazio alle delusioni,
all’attaccamento, alla paura.
Solo quando siamo liberi, quanto abbiamo fatto spazio in noi,
allora possiamo guardare l’essenza delle cose
ed accoglierle per come esse sono,enza nomi,
senza paradigmi della mente, senza paure.

La meditazione è il mezzo per lasciare andare tutto
e incontrare l’essenza,dove tutto è.

20.03.2011 Poetyca

Spacious Mind

The rishi touch the essence because they know
beyond the illusions,
the veil of Maya that makes you think real
the fruit of the mind, the fears.
But touching that essence, the description
is to give form and voice to what is formless
and not easy to describe.
It takes years of practice,
the path to awareness,
only to tap a glimmer
that essence which is beyond appearances.

We walk on the soil of our experiences,
fears, the expectations:
a way to give names to reality
to try to enclose things in a concept,
events, people.
This is a dual path, where everything is seen
as “good or bad” and our minds
reacts to what you feel is joy or pain.
You must learn to abandon concepts and forms
to find reality and accept it as it is.
Without reacting, without giving room for disappointment,
attachment, fear.
Only when we are free, as we made ​​room in us,
then we can look at the essence of things
and to welcome them as they are, enza names,
without paradigms of the mind, without fear.

Meditation is the means to let it all go
and encounter the essence, where everything is.

20.03.2011 Poetyca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...