Sincronicità e cuore


Sincronicità e Cuore

Di solito ad ogni accadimento si trova la causa che lo ha determinato.Siamo abituati a trovare una spiegazione ” logica” a tutto, eppure ci sono eventi che appaiono senza una causa determinante, si dice che siano acausali perchè non rientrano nella riconosciuta legge di causa- effetto.Accade a volte che senza una causa ( apparente) si possano sperimentare o osservare dei fenomeni che si manifestano contemporanei, addirittura sembrano perfettamente incastrati l’uno con l’altro da poterne cogliere una sorta di misterioso nesso. A volte si verificano intere catene di questi fenomeni e su questo si è giocato anche nella trama di film dove si descrive il viaggio nel tempo ( se nello spazio/tempo andassimo a modificare un’azione passata, si ipotizza che non possa esiste quella attuale) Se ad esempio un nostro avo non avesse sposato la consorte noi non saremmo nati.

Ma ecco in dettaglio di cosa si tratta:

“La sincronicità è un termine introdotto da C.G.Jung nel 1950 per descrivere una connessione fra eventi, psichici o oggettivi, che avvengono in modo sincrono, cioè nello stesso tempo, e tra i quali non vi è una relazione di causa-effetto ma una evidente comunanza di significato. La sincronicità è relativa quindi alle “coincidenze significative”. “

Nel suo trattato sulla Sincronicità Jung postula l’esistenza di un aspetto della realtà per cui, indipendentemente da qualsiasi nesso causale, il mondo per qualche oscuro motivo ci corrisponde, concordando in modo sorprendente con la nostra vicenda individuale. Jung chiama questi episodi coincidenze significative e suppone che la realtà possieda un lato creativo che si mostra a chi si predispone a riconoscerlo. ” Il prinipio di sincronicità formula un punto di vista diametralmente opposto alla causalità. Siccome quest’ultimo è una verità meramente statistica e non assoluta, essa è una specie di ipotesi di lavoro esprimente come gli eventi evolvono uno dall’altro, mentre la sincronicità considera la coincidenza degli eventi in spazio e tempo come significatore di qualche cosa di più di un mero caso, cioè di una peculiare interdipendenza di eventi oggettivi tra di loro, come pure fra essi e le condizioni soggettive (psichiche) dell’osservatore o degli osservatori(…).(…)Soltanto la radicata convinzione dell’onnipotenza della causalità crea difficoltà alla comprensione e fa apparire impensabile che possano verificarsi o esistere eventi privi di causa. Ma se essi esistono, dobbiamo definirli atti creativi nel senso di una creatio continua (…). Bisogna guardarsi ovviamente dal considerare acausale ogni evento la cui causa sia ignota.(…) Coincidenze significative sono pensabili come puri casi. Ma quanto più si assommano e quanto più grande e precisa è la corrispondenza, tanto più diminuisce la loro probabilità, e tanto più cresce la loro impensabilità: vale a dire, non possono più valere come puri e semplici casi, ma – in mancanza di una possibile spiegazione causale – debbono essere concepiti come ordinamenti”.
(C. G. Jung, La Sincronicità, Bollati Boringhieri 1992, pp. 114 sg).

Mi accade spesso di pensare a qualcosa ( evento psichico) o di avere una sensazione che, sistematicamente ha una ” risposta”. Ti è mai capitato di pensare, ad esempio a un evento o una persona e, accendendo la radio ascoltare la musica che la ricordi? Pensare a qualcuno che non senti da tempo e riceverne subito la telefonata?
A cosa ascrivere la causa? O persone che per un disguido all’ultimo momento non hanno preso un aereo e si sono salvate la vita, poichè questo ha un incidente?

In apparenza non vi sarebbe una causa, a meno che non volessimo pensare che noi stessi siamo tale causa con il nostro pensiero o con l’intuito consapevole delle cose.

Ritengo che se questo possa mettere in moto delle energie, è importante essere sempre ” positivi” ( ma che fatica! )perchè magari si possa trasmettere serenità, perchè la benevolenza sia fattore determnante di realtà accogliente.

Anche la preghiera è un mezzo per dare energia e determinare una significanza che spesso, con il collegamento al divino sa portare beneficio agli altri.

Se sappiamo entrare in noi stessi, con profondità, accade di saper trascendere lo spazio/tempo e di sinntonizzarci in questa sincronicità dove l’intuizione, l’ispirazione o la percezione determinano questa particolare realtà.Credo che la causa di ogni sincronicità si colleghi al nostro essere in sintonia con il Cuore.

25.08.2007 Poetyca

Annunci

4 thoughts on “Sincronicità e cuore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...