Archivio | 23/10/2017

Inconsapevole attesa


Inconsapevole attesa

Nessun punto fermo
fa da corazza al tempo
e fende in sordina l’anima

Incosapevole attesa
in malcelato subbuglio
infrange ora il silenzio

Parafrasi del senso
che non trova voce
tra manifeste paure

La sicurezza si scioglie
tra strali e tempeste
come sospiri battenti

Cerchio di nuove stagioni
dove un nome fa vacillare
confondendo ogni ragione

08.01.2007 Poetyca

Unaware Waiting

No full stop
time ago by armor
and cracking on the sly soul

Unconsciously waiting
ill-concealed in turmoil
now breaks silence

Paraphrase of the sense
that has no voice
between manifest fears

Security melts
between Australia and storms
sighs as flying

Circle of new season
where a name shakes
confusing every reason

08.01.2007 Poetyca

Giorno nuovo


Giorno nuovo

In questo grigio mattino
boccioli di rosa
spargono il loro profumo.

Ringraziando l’Universo
restituiscono vita
ad ogni giorno nuovo.

Con gli occhi catturo
immagine cara
che regala sorriso.

18.01.2002 Poetyca

New day

In this gray morning
rosebuds
spread their fragrance.

Thanking the Universe
return life
each new day.

With eye catching
image dear
that gives a smile.

18.01.2002 Poetyca

Caleidoscopio


Caleidoscopio

Vibrante emozione
con la penna catturi,
rendi vive le parole.

Occhi attenti colgono
immagini e pensieri
che cristallizzandosi
non si fermano sul foglio.

Piccole ali vengono fuori
abbracciando
un caleidoscopio di colori.

Mettendo la tua anima in scena
indossi un vestito di cielo,
in piccoli frammenti
colorate atmosfere
si proiettano.

31.01.2002 Poetyca

 

Kaleidoscope

Vibrant emotion
with the pen captures,
the words come alive.

Watchful eyes capture
images and thoughts
that crystallized
do not stop on the sheet.

Small wings are out
embracing
a kaleidoscope of colors.

Putting your soul on stage
wearing a dress of sky,
into small fragments
colorful atmosphere
are projected.

31.01.2002 Poetyca

Sera d’Autunno


Sera d’Autunno

Anche oggi
leggere
cadono
le foglie
dal ramo
L’Autunno
pettina
la sera
e tinge di rosso
il cielo
Canti nuovi
s’intrecciano
in saluti
chiassosi
in ogni nido

20.10.2017 Poetyca

Autumn Evening

Also today
light
fall
leaves
from the branch
The autumn
combing
the evening
and tinges red
the sky
New ones
interweave
in greetings
boisterous
in each nest

20.10.2017 Poetyca

Armonia


310460_235186913197396_183270601722361_633297_1357486340_n

Armonia

La mente non riposa
quando vorticano pensieri
il silenzio è rotto dal fragore
di ricordi e paure
Silenziosamente
sposto la mia attenzione
al suono impercettibile
di questo mio respiro
Scivolano via
tutte le tensioni
l’anima s’innalza in volo
abbracciando armonia

07.06.2015 Poetyca

Harmony

The mind is not resting
when swirling thoughts
the silence is broken by the roar
memories and fears
silently
I move my attention
sound imperceptible
of my breath
slip away
all voltages
the soul rises in flight
embracing harmony

06/07/2015 Poetyca

Il Dharma


Il Dharma

Nel Dharma non esistono esseri senzienti, poiché è libero dalla macchia dell’essere;
nel Dharma non esiste il sé poiché è libero dalla macchia dell’individualità.
Quando il saggio capisce questa verità e crede in essa, la sua vita è “in accordo al Dharma”.
Poiché nell’Essenza del Dharma non v’è desiderio di possesso, il saggio è sempre pronto a praticare la carità con il suo corpo, la sua vita e la sua proprietà, senza mai dare malvolentieri e senza sapere cos’è la carità non spontanea.
Conoscendo perfettamente la triplice natura del vuoto, egli è al di sopra della parzialità e dell’attaccamento.
Solo per la sua volontà di purificare gli esseri viene tra di essi come se fosse uno di loro, ma senza essere attaccato alla forma. Questa è la fase in cui compie benefici per se stesso, ma sa anche come compiere benefici per gli altri, e rendere gloria alla verità dell’illuminazione. Com’è per la virtù della carità, così è per le altre cinque. Il saggio pratica le sei virtù della perfezione per liberarsi dai pensieri confusi, ma da parte sua non v’é coscienza specifica di compiere degli atti meritori.
Questo si chiama “essere in accordo al Dharma”.

Manuale di Buddismo Zen – D.T. Suzuki

The Dharma

There are no sentient beings in the Dharma, since it is free from the stain of being;
in the Dharma there is no self because it is free from the stain of individuality.
When the essay understands this truth and believes in it, its life is “in accord with the Dharma.”
Since in the Absence of the Dharma there is no desire to possess, the essay is always ready to practice charity with his body, his life, and his property, without ever giving ill-ness and without knowing what is non-spontaneous charity .
Knowing perfectly the triple nature of the void, he is above partiality and attachment.
Only because of his will to purify the beings comes between them as though he were one of them, but without being attached to form. This is the stage where he makes benefits for himself, but also knows how to make benefits for others, and glorifies the truth of the illumination. As is the virtue of charity, so is the other five. The essay practices the six virtues of perfection to free himself from confused thoughts, but he does not have a specific conscience to do meritorious acts.
This is called “being in agreement with the Dharma”.

Zen Buddhism Handbook – D.T. Suzuki

Il Dharma


Il Dharma

Nel Dharma non esistono esseri senzienti, poiché è libero dalla macchia dell’essere;
nel Dharma non esiste il sé poiché è libero dalla macchia dell’individualità.
Quando il saggio capisce questa verità e crede in essa, la sua vita è “in accordo al Dharma”.
Poiché nell’Essenza del Dharma non v’è desiderio di possesso, il saggio è sempre pronto a praticare la carità con il suo corpo, la sua vita e la sua proprietà, senza mai dare malvolentieri e senza sapere cos’è la carità non spontanea.
Conoscendo perfettamente la triplice natura del vuoto, egli è al di sopra della parzialità e dell’attaccamento.
Solo per la sua volontà di purificare gli esseri viene tra di essi come se fosse uno di loro, ma senza essere attaccato alla forma. Questa è la fase in cui compie benefici per se stesso, ma sa anche come compiere benefici per gli altri, e rendere gloria alla verità dell’illuminazione. Com’è per la virtù della carità, così è per le altre cinque. Il saggio pratica le sei virtù della perfezione per liberarsi dai pensieri confusi, ma da parte sua non v’é coscienza specifica di compiere degli atti meritori.
Questo si chiama “essere in accordo al Dharma”.

Manuale di Buddismo Zen – D.T. Suzuki

The Dharma

There are no sentient beings in the Dharma, since it is free from the stain of being;
in the Dharma there is no self because it is free from the stain of individuality.
When the essay understands this truth and believes in it, its life is “in accord with the Dharma.”
Since in the Absence of the Dharma there is no desire to possess, the essay is always ready to practice charity with his body, his life, and his property, without ever giving ill-ness and without knowing what is non-spontaneous charity .
Knowing perfectly the triple nature of the void, he is above partiality and attachment.
Only because of his will to purify the beings comes between them as though he were one of them, but without being attached to form. This is the stage where he makes benefits for himself, but also knows how to make benefits for others, and glorifies the truth of the illumination. As is the virtue of charity, so is the other five. The essay practices the six virtues of perfection to free himself from confused thoughts, but he does not have a specific conscience to do meritorious acts.
This is called “being in agreement with the Dharma”.

Zen Buddhism Handbook – D.T. Suzuki