Archivio | 29/10/2017

Cavaliere senza tempo


 

Cavaliere senza tempo

“Fratello ricorda che devi morire”
Tu pentiti e cerca la fiamma che arde
che purifica questa effimera carne
invoca un carme, un canto, con voce sommessa
e a capo chino: cenere nel vento non ritorna
parole sgorgate dal cuore lavano tutte le ferite.

Cavaliere senza tempo
tu che conosci la tavola rotonda
dove la promessa di fedeltà
raccoglie anche l’ultima lacrima
e ne trasmette la forza
come sangue e sudore
tu che conosci il lavacro della passione
ricordi ancora il giorno
della eterna promessa
per trasformare le ombre
e far rinascere Araba Fenice
nel silenzio della passione trasformata?

Non è tempo
non è denaro
non è l’onore
a rendere libero un uomo
dagli inganni della mente
solo l’Anima pura come cristallo
nella trasparenza della pura intenzione
libera la vita dello spirito
è racchiude nella ampolla del Cuore
vita eterna ed eterno Amore

07.03.2011 Poetyca

Knight timeless

“Brother, remember that you must die”
You repent and find the flame that burns
purifying this ephemeral flesh
calls for a poem, a song, softly
and with bowed head: ashes in the wind does not return
words flowed from the heart wash all wounds.

Knight timeless
you know the round table
where the pledge of allegiance
also collects the last tear
and transmit the force
as blood and sweat
you know that the washing of the passion
still remember the day
the eternal promise
to turn the shadows
and boost Phoenix
in the silence of passion transformed?

No Time
not money
not honor
to make a free man
from the deceptions of the mind
Only the soul as pure as crystal
in the transparency of the pure intention
free life of the spirit
it encloses the bulb of the Heart
eternal life and eternal love

07.03.2011 Poetyca

Annunci

Otto


“ 8 “ (Otto)

Due cerchi
fusi in uno
correnti d’ininterrotto
C A M M I N O

Intercorrente
S C A M B I O
di linfa vitale

volto
all’infinito
A M O R E

Stretta
di mani
e continuo
A L I M E N T O

Porta
s e m p r e
a p e r t a
V E R S O
I L C I E L O

Scoperta
del Sé
in unione
T U T T O
fino al divenire
U N O

23.06.2002 Poetyca

“8” (Eight)

Two circles
merged into one
continuous currents
path

Lag
exchange
lifeblood of

face
infinity
love

Close
of hands
and continuous
food

Porta
always
open
to
the sky

Discovery
Self
in union
all
to become
one

23.06.2002 Poetyca

Silenzi


Silenzi

Sulle sponde
di idoli antichi
frugano sogni
senza sostare

Sulla pelle
ancora brividi
-questi silenzi-
vecchie paure

Sul nascere
dei pensieri
d e s i d e r i
da rammentare

Sulla sorgente
di tutti i passi
r i f l e s s i
da conservare

Su stanche lacrime
di vecchi percorsi
nuovi sorrisi
da accarezzare

13.08.2002 Poetyca

 

Silence 

On the banks
of ancient idols
rummage dreams
without stopping

On the skin
still chills
Silences-these-
old fears

The bud
thoughts
desires
and remember

The source
all steps
reflections
to preserve

On weary tears
old paths
new smiles
to caress

13.08.2002 Poetyca


L’uomo scontento


L’Uomo Scontento

C’era una volta un uomo molto scontento che si lamentava sempre della sua sfortuna e diceva: “Se mi capitasse la fortuna, potrei essere felice”.

Un giorno, camminando per la strada, trovò un sacchetto pieno di monete d’oro. L’uomo, tutto eccitato, esclamò: “Evviva, ora sono fortunato e ricco, e sarò finalmente felice”.

Decise allora di comprarsi una villa. Ciononostante continuava a sentirsi triste e annoiato, così decise di venderla e di comprarsi una bella casetta, ma anche con la casetta il suo stato d’animo non migliorò: “Neanche questa casa mi rende felice, la venderò e acquisterò una barca”.

Vendette quindi la casa e acquistò una barca, ma anche con quella fu lo stesso, perché venne cambiata con un cavallo, che a sua volta venne cambiato con una mucca, che venne cambiata con una capra che infine venne cambiata con un pollo.

Quando l’uomo prese in mano il pollo, questo gli scappò, e si ritrovò nuovamente senza niente.

Smettiamo di cercare la felicità fuori di noi: può nascere solo da dentro!

The Unhappy Man

There once was a very unhappy man who was always complaining of his bad luck and said: “If I were lucky enough, I could be happy.”

One day, walking down the street, he found a bag full of gold coins. The man, in his excitement, he exclaimed: “Hurrah, now I am lucky and rich, and I am finally happy.”

He decided to buy a villa. Nevertheless he continued to feel sad and bored, so he decided to sell it and buy a nice house, but also with the house on his mood did not improve: “Not this house makes me happy, sell them and will buy a boat.”

Then sold the house and bought a boat, but even with that it was the same,because it was changed to a horse, which in turn was changed to a cow, which was changed to a goat that was finally changed to a chicken.

When the man picked up the chicken, that he lost, and found himself back with nothing.

Let’s stop looking for happiness outside of ourselves: it can only come from within!

Solidarietà


awa1s

Solidarietà

Non servono
ventagli di parole
di fronte al dolore
basta un semplice gesto
per costruire ponti
di solidarietà
dal cuore

24.07.2015 Poetyca

Solidarity

No need
fans of words
face of pain
a simple gesture
to build bridges
of solidarity
from the heart

07/24/2015 Poetyca

Moti e maree


Moti e maree

Un sasso gettato
sul fondo
dello stagno
provoca
moti e maree
reazione di onde
all’emozione
del passato
Lascia andare
abbraccia tutto
in un respiro
vivi Adesso
e vedrai
la calma
allagare
tutto lo spazio

25.10.2017 Poetyca

Weather and tides

A rock thrown
on the bottom
of the pond
leads
weather and tides
wave reaction
cause emotion
of the past
Let it go
embraces everything
in a breath
live now
and you will see
the calm
flood
all the space

25.10.2017 Poetyca

Fare entrare la luce


6

 

Fare entrare la luce

Se restiamo ancorati ad impressioni, a distorsioni, senza approfondire,
se restiamo legati a quanto gli altri dicano di noi,
se non facciamo un passo senza chiedere ad altri conferme o opinioni,
lasciando che la nostra autostima sia lacerata, non apriamo le nostre ali per raggiungere mete migliori.
Siamo quello che crediamo di essere o quanto gli altri ci fanno credere.
E’ ora il momento di iniziare ad aprire la gabbia dei preconcetti per fare entrare la luce.

19.06.2014 Poetyca

Bringing the light

If we remain anchored to impressions, sprains, without elaborating,
if we stay connected to what others say to us,
if you do not take a step without asking for confirmations or other opinions,
letting our self-esteem is torn apart, we do not open our wings to reach the best destinations.
We are what we believe to be or what others make us believe.
It ‘now time to begin to open the cage preconceptions to let in the light.

06/19/2014 Poetyca