Archivio | 22/01/2018

Semplici parole


Semplici parole

Tempo, attimi e senso
di una corsa per raccogliere
in un respiro solo
l’essenza della vita:
fuga e raccolta di cose
mentre come sabbia
il cuore si sbriciola
dimenticando di donare
alla tua rosa dentro l’anima
la stessa cura che tu puoi dare
a chi guarda oggi i tuoi occhi
e cerca semplici parole

12.06.2011 Poetyca

Simple words

Time, moments and sense
of a race to collect
in a single breath
the essence of life:
drain and gathering of things
such as sand
the heart crumbles
forgetting to donate
to rose inside your soul
the same care that you can give
to the viewer today your eyes
and look for simple words

12.06.2011 Poetyca

Il potere del nulla


Il potere del nulla

Parole incidono la verità sulla pietra
senza preamboli, senza fuga
sono di cartone le sagome di ali
strappate a questi silenti angeli
che come gregge non sanno cercare
un barlume di verità nella traccia confusa
di chi pasce l’ignoranza e la contrabbanda
su pagine di qualche improbabile giornale
e spaccia anche oggi cronaca fasulla
agli angoli di polverose strade
Nessuno ricorda come si usa la ragione
e ricorre scandali o vite di altri
sui rotocalchi che mischiano le carte
e fanno da grancassa a inarticolati suoni
che fanno il verso al potere del nulla

08.06.2011 Poetyca

The power of nothing

Words affect the truth in stone
without preamble, without escape
are made of cardboard silhouettes of wings
torn by these silent angels
that look like sheep do not know
a glimmer of truth in the track confused
Who feeds the ignorance and smuggling
on the pages of some unlikely newspapers
masquerading and fake news today
the corners of dusty roads
No one remembers how to use reason
recurring scandals and lives of others
magazines that mix on any cards
and act as a bass drum sounds inarticulate
who do towards to the power of nothing

08.06.2011 Poetyca

Fuori dalla prigione


Fuori dalla prigione

Volute di fumo
annebbiano il percorso
cerchi concentrici
che confondono
parole dette
quasi urlate
che si contraddicono
con la direzione
adesso scelta

Cammini alle spalle
di quello che indicavi
come via da percorrere
rinnegando tutto
perchè quel fumo
è la tua illusione
inganno perpetuo
che crei e ricrei
ogni istante

Segui ora come verità
proiettando su altri
la tua immagine specchiata
che non sai riconoscere
ed abbellisci di propositi
ed inganni – come bolla di sapone
imitata immagine di quel che non sei
giusto per attirare le mosche
ad un dolce apparire fuori dalla prigione

11.06.2011 Poetyca

Outside the prison

Plumes of smoke
clouded the path
concentric circles
confusing
spoken word
almost shouted
that contradict each
with the direction
now choose

You walk behind
as those expressing
as a way to go
denying all
because the smoke
is your illusion
perpetual deception
that you create and recreate
every moment

You follow now as the truth
projecting onto others
your mirror image
recognize that you do not know
of purpose and beautify
and deception – as a soap bubble
imitated image of what you are not
just to attract the flies
to a sweet look out of prison

11.06.2011 Poetyca

Tao te Ching XXII : L’umiltà che eleva


Tao te Ching XXII L’umiltà che eleva

Se ti pieghi ti conservi, se ti curvi ti raddrizzi, se t’incavi ti riempi, se ti logori ti rinnovi, se miri al poco ottieni se miri al molto resti deluso. Per questo il santo preserva l’Uno e diviene modello al mondo. Non da sé vede perciò è illuminato, non da se s’approva perciò splende, non da sé si gloria perciò ha merito, non da sé s’esalta perciò a lungo dura. Proprio perché non contende nessuno al mondo può muovergli contesa. Quel che dicevano gli antichi: se ti pieghi ti conservi, erano forse parole vuote? In verità, integri tornavano.

Tao Te Ching – chapter 22

Yield and overcome; Bend and be straight; Empty and be full; Wear out and be new; Have little and gain; Have much and be confused.

Therefore wise men embrace the one And set an example to all. Not putting on a display, They shine forth. Not justifying themselves, They are distinguished. Not boasting, They receive recognition. Not bragging, They never falter. They do not quarrel, So no one quarrels with them. Therefore the ancients say, ‘Yield and overcome.’ Is that an empty saying? Be really whole, And all things will come to you.

Spazio al nuovo


Spazio al nuovo

È importante l’ausilio
della cultura,
il saper discernere
per fare scelte,
ma se ci riempiamo
di cognizioni pre impostate
si creano aspettative
e l’analisi ha il sopravvento
sulla spontaneità.
Dove lo stupore e la scoperta tipiche dei bambini
se ci riempiamo di concetti?
Il primo passo del ricercatore
è nello svuotarsi da quanto
si conosce per fare spazio
al nuovo.

12.01.2018 Poetyca

Space to the new

The aid is important
of culture,
knowing how to discern
to make choices,
but if we fill ourselves
of pre-set cognitions
expectations are created
and analysis has
the upper hand
on spontaneity.
Where the amazement
and discovery typical of children
if we are filled with concepts?
The first step of the researcher
it’s in emptying out of how much
you know to make room
to the new one.

12.01.2018 Poetyca

Unica


34232_406183594645_742844645_4689070_8317343_n

Unica

Unica
come musica
note ad illuminare
alba e mistero
nel respiro lieve
di spuma di mare
Unica
storia intessuta
nelle trame
della tua anima
vibrante scoperta
nella manifestazione
Unica
traccia nel cuore
immote onde
disegnano la storia
nello stupore
della tua anima

27.08.2015 Poetyca

Unique

Unique
as music
notes to illuminate
sunrise and mystery
in light breath
of sea foam
Unique
interwoven story
in the plots
of your soul
vibrant discovery
in the event
Unique
track in the heart
motionless waves
draw the story
the wonder
of your soul

08/27/2015 Poetyca

La volpe e il leone – Esopo


favolediesopo

La volpe e il leone

Una volpe che non aveva mai visto un leone, la prima volta che se lo trovò davanti, provò un tale spavento alla sua vista che quasi ne morì. La seconda volta che lo incontrò, si spaventò sì, ma non proprio come la prima. Quando poi lo vide per la terza volta, trovò tanto coraggio da avvicinarsi a lui ed attaccare persino bottone.

L’abitudine rende tollerabili anche le cose più spaventose.

Esopo

The fox and the lion 

A fox who had never seen a lion, the first time that if it was confronted, he felt such a fright at the sight that she nearly died. The second time I met him, was frightened, yes, but not exactly like the first. And when she saw him for the third time, he found a lot of courage to approach him and even attack button.

The habit makes it tolerable even the most frightening.

Aesop

Lezioni


Lezioni

Non abbiamo
certezze
a cui aggrapparsi
tutto cambia
in un solo istante
Sognamo
un mondo perfetto
lo immaginiamo
ma la realtà
delude
Accogliamo
gli eventi
come lezioni
che ci afferrano
la mano

11.01.2018 Poetyca

Lessons

We do not have
certainties
to hold on to
everything changes
in a single moment
We dream
a perfect world
we imagine it
but the reality
disappoints
We welcome
events
as lessons
that grab us
the hand

11.01.2018 Poetyca

Graham Nash – FULL ALBUM – Wild Tales


[youtube https://www.youtube.com/watch?v=NGHTYiw5eLc]

Graham William Nash (Blackpool, 2 febbraio 1942) è un cantautore, compositore e fotografo inglese naturalizzato statunitense.

Durante gli anni sessanta è uno dei membri principali del gruppo pop rock The Hollies, all’epoca fra i più conosciuti del panorama musicale inglese. Nonostante fosse l’autore di gran parte dei brani della band, raramente ne fu anche cantante.

Nel 1968, dopo un viaggio negli USA, iniziò in compagnia di David Crosby un’esperienza con le droghe. Successivamente lasciò gli Hollies per formare con Crosby eStills un nuovo gruppo che inizialmente fu un trio e successivamente, con l’apporto di Neil Young, si trasformò nel quartetto CSN&Y, uno dei più apprezzati gruppi del panorama rock mondiale.

Graham Nash, soprannominato dai compagni di gruppo ‘”Willy”, fu descritto come il collante che teneva unita la loro fragile alleanza. Una prova ne è l’aiuto spassionato dato da Nash al suo amico Crosby quando quest’ultimo fu sopraffatto dalla dipendenza dalla droga.

La carriera solista di Graham Nash è stata spesso interrotta da riunioni col “supergruppo”; nelle opere soliste di Nash si denota, comunque, un amore per la melodia e le ballate, e anche nelle sperimentazioni più orientate al Jazz o all’elettronica Nash non si allontana da uno stile tipicamente pop.

La militanza politica di Nash si accentuò dopo l’incontro con Crosby e Stills, e fra i suoi brani di quel periodo spiccano i temi legati all’antimilitarismo (Military Madness) ed al sociale (Chicago-We Can Change the World e Immigration Man cantata in duo con David Crosby, col quale ha condiviso alcuni album a loro nome durante gli anni ’70). Nash prese la cittadinanza statunitense il 14 agosto del 1978.

Nel 1979, Nash è stato fra i fondatori di Musicians United for Safe Energy; nel 2005 ha collaborato con i norvegesi A-ha per le canzoni Over the Treetops e Cosy Prisons.

Nel 2006 Nash ha collaborato con David Gilmour e David Crosby nella title track del terzo album solista di Gilmour, On an Island, che raggiunse il numero 1 nelle classifiche inglesi.

http://it.wikipedia.org/wiki/Graham_Nash

Graham William Nash, OBE (born 2 February 1942) is a British singer-songwriter known for his light tenor voice and for his songwriting contributions with the British pop group The Hollies, and with the folk-rock super group Crosby, Stills, Nash & Young. A dual citizen of the United Kingdom and United States, Nash became an American citizen on 14 August 1978.

Nash is a photography collector and a published photographer. He was inducted to the Rock and Roll Hall of Fame as a member of Crosby, Stills & Nash in 1997 and as a member of The Hollies in 2010.[2][3]

Nash was appointed an Officer of the Order of the British Empire (OBE) in the 2010 Birthday Honours List for services to music and to charity.[4]

Nash holds four honorary doctorates, including one in Music from the University of Salford in 2011.[5] and his latest Doctorate in Fine Arts from Lesley University in Cambridge, Massachusetts 

Nash was born in 1942 in Blackpool, Lancashire, England, his mother having been evacuated there from the Nashes’ hometown of Salford, Lancashire because of the Second World War. The family subsequently returned to Salford, where Graham grew up. In the early 1960s he co-founded The Hollies, one of the UK’s most successful pop groups, with schoolfriend Allan Clarke. Credited on the first album as “Group Leader”, he occasionally took a lead vocal. Nash was featured vocally on “Just One Look” in 1964, and sang his first lead vocal on the original Hollies song “To You My Love” on the band’s second album In The Hollies Style (1964). He then progressed to often singing featured bridge vocals on Hollies recordings; “So Lonely”, “I’ve Been Wrong”, “Pay You Back With Interest”. Also by 1966 Nash was providing a few solo lead vocals on Hollies albums & then from 1967 also on B-sides to singles, notably “On a Carousel” and “Carrie Anne“.

Nash encouraged The Hollies to write their own songs, initially with Clarke, then with Clarke and guitarist Tony Hicks. From 1964 to mid-1966 they wrote under the alias L. Ransford. Their own names were credited on songs from “Stop Stop Stop” from October 1966 onwards.

In 1965 Nash with Allan Clarke & guitarist Tony Hicks formed Gralto Music Ltd, a publishing company who handled their own songs and later signed the young Reg Dwight (aka ‘Elton John‘ – who played piano & organ on Hollies 1969 and 1970 recordings).

http://en.wikipedia.org/wiki/Graham_Nash

 

Una perla al giorno – Tirukkural


mandala14

L’ostilità annidata nel cuore causerà molto dolore e, da ultimo, finirà per uccidere.
Quando l’ostilità si presenta, la discordia distrugge l’unità
e gli uomini precipitano inevitabilmente verso la morte sempre pronta ad accoglierli.

Tirukkural, 885-886
Hostility nestled in the heart will cause a lot of pain and, ultimately, will eventually kill.
When hostility comes, discord destroys unity
and men fall inevitably towards death always ready to welcome them.

Tirukkural, 885-886