Archivio | 08/03/2018

Amare


Amare

Amare è abbandonare le armi
e concludere ogni momento difficile con un abbraccio
(anche simbolico).
Se tutti noi usassimo
un atteggiamento
“occhio per occhio
e dente per dente”
saremmo tutti
dei perdenti ciechi.

27.02.2018 Poetyca

To love

To love is to abandon
the weapons
and finish every
hard moment with a hug
(also symbolic).
If we all used it
an attitude
“eye for an eye
and tooth for tooth ”
we would all be
blind losers.

27.02.2018 Poetyca

Il lavoro di Gisho


38. Il lavoro di Gisho

Gisho fu consacrata monaca quando aveva dieci anni. Fu sottoposta allo stesso tirocinio che facevano i maschietti della sua età. Quando compì sedici anni, si mise in viaggio e passò da un maestro di Zen all’altro, studiando con ognuno di loro.

Rimase tre anni con Unzan, sei anni con Gukei, ma non riuscì a ottenere una chiara visione. Infine andò dal maestro Inzan.

Inzan non si sognava nemmeno di farle dei riguardi perché era donna. La aggrediva con la furia di un uragano, la schiaffeggiava per destare la sua natura interiore.

Gisho rimase con Inzan tredici anni, e allora trovò quello che stava cercando!

In suo onore, Inzan scrisse una poesia:

Questa monaca studiò tredici anni sotto la mia guida.

A sera meditava i koan più profondi,

Al mattino era avviluppata in altri koan.

La monaca cinese Tetsuma superò chiunque l’aveva preceduta,

E dopo Mujaku nessuno fu mai schietto come questa Gisho!

Ma molti sono i cancelli che deve ancora attraversare.

Molti altri colpi dovrebbe ricevere dal mio pugno di ferro.

Dopo aver ricevuto l’Illuminazione Gisho andò nella provincia di Banshu, fondò il proprio tempio Zen e insegnò ad altre duecento monache sino alla sua morte, che un anno la colse nel mese di agosto.

Gisho’s Work

Gisho was ordained as a nun when she was ten years old. She received training just as the little boys did. When she reached the age of sixteen she traveled from one Zen master to another, studying with them all.

She remained three years with Unzan, six years with Gukei, but was unable to obtained a clear vision. At last she went to the master Inzan.

Inzan showed her no distinction at all on account of her sex. He scolded her like a thunderstorm. He cuffed her to awaken her inner nature.

Gisho remained with Inzan thirteen years, and then she found that which she was seeking!

In her honor, Inzan wrote a poem:

This nun studied thirteen years under my guidance.
In the evening she considered the deepest koans,
In the morning she was wrapped in other koans.
The Chinese nun Tetsuma surpassed all before her,
And since Mujaku none has been so genuine as this Gisho!
Yet there are many more gates for her to pass through.
She should receive still more blows from my iron fist.

After Gisho was enlightened she went to the province of Banshu, started her own Zen temple, and taught two hundred other nuns until she passed away one year in the month of August.

Errori


Errori

Quando noi osserviamo
l’operato degli altri
focalizzando solo errori,
invece di giudicare,
possiamo fare del nostro meglio
per non sovraccaricare
rabbia o separativitá.
È meglio essere aperti
alla comprensione
e ad un atteggiamento costruttivo.

27.02.2018 Poetyca

Mistakes

When we observe
the work of others
focusing only errors,
instead of judging,
we can do our best
not to overload
anger or separativeness.
It is better to be open
to understanding
and a constructive attitude.

27.02.2018 Poetyca

Il bene maggiore – Marco Aurelio


Il bene maggiore

«Il bene maggiore è operare secondo la legge della propria ragione. Ma questa legge ti comanda incessantemente di fare il bene degli altri, come il massimo bene per te stesso».

Marco Aurelio, cit. in Tolstoj, Pensieri per ogni giorno, op. cit, p. 79

The greater good

“The greater good is to operate according to the law of one’s reason. But this law incessantly commands you to do the good of others, as the greatest good for yourself. ”

Marcus Aurelius, cited in Tolstoy, Thoughts for every day, op cit, p.79

Prendere il cammino


Prendere il cammino

Nessuno ci salva
tranne che noi stessi.
Nessuno ne è capace
e nessuno potrebbe.
Noi stessi dobbiamo
prendere il cammino.

Buddha

Take the path

Nobody saves us
except ourselves.
Nobody is capable of it
and nobody could.
We ourselves must
take the path.

Buddha