Archivio | aprile 2018

La nostra attenzione interiore



La nostra attenzione interiore

Nel confronto tra noi stessi ed il mondo,
il percorso degli altri a volte ci si trova a disagio,
ci si allontana con la sensazione di non essere sulla stessa sintonia,
il nostro sforzo sembra non ricevere comprensione, se proviamo
ad immaginare di essere responsabili dello spazio interiore,
dove palpita il nostro cuore, immerso in un lago, gli strappi
con chi ci circonda avvengono proprio quando si tenta di tenere
limpido il nostro lago, dove la trasparenza, la serenità,
senza increspature dell’acqua ci permette di vedere in profondità
il nostro cuore palpitante e la sua partecipe presenza ad ogni nostro
proposito ed atto. Poi, malgrado tanto impegno, c’è sempre chi viene a sporcare,
ad agitare quella quiete che abbiamo costruito. Siamo del mondo e non si potrebbe
fuggire del tutto ad esso. Siamo chiamati a ricominciare, a comprendere
quel che ci accade e cosa accade agli altri, ogni piccola o grande esperienza
è importante per noi, si imprime sul nostro percorso ed anche per coloro
che ci permettono di sperimentare e di mettere alla prova ogni nostro momento.
Possiamo fare tesoro delle esperienze e aiutare chi sembra avvolto nella confusione.
Forse tutti dovrebbero collaborare e provare a fare chiarezza,
a tenere limpida la sorgente, ma spesso ci agitiamo o reagiamo
a chi è agitato con lo stesso atteggiamento, si ha timore
e non si guarda in profondità, non si prova a dare linfa alla quiete.
Siamo interconnessi, parte dello stesso riflesso della Vita e invece
di farci del male a vicenda dobbiamo imparare la compassione.

23.04.2011 Poetyca

Our inner attention

In the comparison between ourselves and the world,
the path of other sometimes it is uncomfortable,
you leave with the feeling of not being on the same line,
our effort seems not to receive understanding, if we try
to imagine being responsible for inner space, where our heart beats,
surrounded by a lake, the tears with those around us just happen when
you try to keep our clear lake, where transparency, serenity,
without ripples allows us to see deep our heart beating and
his presence to share our purpose and every act. Then, despite much effort,
there is always one who comes to dirty, to shake the peace we have built.
We are the world and you could not escape it entirely. We are called to begin again,
to understand what happens and what happens to others, any small or large experience
is important to us, is imprinted on our path and also for those who allow
us to experiment and to test all of our time. We can found a
treasure on the experience and help those who seems to be
shrouded in confusion. Maybe everyone should work together and try to make things clear,
to keep clear the source, but often we worry or react to those who are troubled
with the same attitude, you have fear and you do not look deeply, you do not try
to sap the peace. We are interconnected, part of the same reflection of life and
instead of us hurt each other we must learn compassion.

23.04.2011 Poetyca

Non è così difficile


Riflettendo…

La Riflessione

La natura della mente è sostanza e fondamento dell’insieme di vita e morte,
come il cielo che accoglie l’intero universo nel suo abbraccio.

Sogyal Rinpoche

—————————–

Essere capaci di guardare in profondità
come tutto sia impermanente, destinato
alla trasformazione e che a nulla ci possiamo aggrappare,
in particolare alla visione dualistica
che tutto cataloga e rende separato,
è comprendere anche l’interconnessione e la presenza
di qualcosa che trascente la mente per portare luce
alla realtà della presenza di una condizione di non separaritivà
e di non opposizione o contrasto dove tutto è realtà viva da accogliere,
oltre ogni apparenza ed illusione.

Poetyca

—————————–

L’insegnamento

Non è così difficile

Morire non è così difficile,
una volta che avete accettato la morte
come una parte della vita.

La morte non è separata dalla vita.

Des Boo-ngoh

———————————-

Moriamo ogni istante,
a noi stessi, alla realtà apparente,
per attraversare il confine tra illusione
e realtà che permea ogni passo
– qui ed ora – dove tutto è un intenso abbraccio
di comprensione e compassione verso ogni essere
e la non separazione che ci insegna a vivere quel che è.
Vita e morte sono sono due separate condizioni,
ma due punti di vista che si affacciano sulla medesima cosa.

Poetyca

———————————-

13.03.2010 Poetyca

Testi tratti da:

Reflecting … 

Reflection 

The nature of mind is the substance and foundation of all life and death, 
like the sky that welcomes the entire universe in his embrace. 

Sogyal Rinpoche 

—————————– 

Being able to look deeply 
that everything is impermanent, destined 
transformation and that we can cling to nothing, 
in particular the dualistic view 
that all catalogs and makes separate 
is to understand the interplay and the presence 
trascente the mind of something to bring light 
the reality of the presence of a condition not to separaritivà 
and not opposition or contrast where everything is a living reality to be accepted, 
beyond appearances and illusion. 

Poetyca 

—————————– 

Teaching 

It is not so difficult 

Dying is not so difficult, 
once you have accepted death 
as a part of life. 

Death is not separated from life. 

Boo-des ngoh 

———————————- 

We die every moment, 
to ourselves, to the apparent reality, 
to cross the border between illusion 
and reality that permeates every step 
– Here and now – where everything is an intense embrace 
of understanding and compassion for all beings 
and non-separation that teaches us to live what it is. 
Life and death are two separate conditions, 
but two points of view facing the same thing. 

Poetyca 

———————————- 

13.03.2010 Poetyca 

Text taken from:

Il Fiore di Bodhidharma

Il silenzio


Riflettendo….
La Riflessione
Sordo, egli ascolta la sua propria natura.
Cieco, egli vede la sua mente originale.
La luna vuota e chiara sorge nell’acqua
dove cuore e mente sono dimenticati.
Jungkwan Ilson (1533-1608)
—————————————–
Aprire le porte alla profondità,
alla capacità di attraversare ogni illusione
è comprendere l’inganno e camminare a passo fermo
dove tutto è accoglienza del vero,
senza costruire sagome illogiche cne allontanano
da quello che non vogliamo vedere per timore.
Poetyca
—————————————–
L’insegnamento
Il Silenzio
Il silenzio origina la parola autentica.
La calma silenziosa è il principio onnipresente della comprensione.
Insegnante di Dharma
——————————————-
Quando la barca si agita
essa sobbalza per effetto delle onde,
possiamo solo attendere che la corrente smetta,
senza timore e senza muovere maggiormente la superficie.
Nel silenzio si calma la reattività
e possiamo riconciliarci con il nostro vero essere.
Poetyca
——————————————-
22.05.2010 Poetyca
Reflecting ….
Reflection
Deaf, he listens to his own nature.
Blind, he sees his original mind.
The moon rises in the water and clear empty
where the heart and mind are forgotten.
Jungkwan Ilson (1533-1608)
—————————————–
Open the doors to the depth,
the ability to cross any illusion
is to understand the deception and walk in a firm step
where everything is the real host,
without building shapes illogical CNE away
from what we do not want to see fear.
Poetyca
—————————————–
Teaching
Silence
The silence gives rise to the word authentic.
The quiet calm is the omnipresent principle of understanding.
Teacher of Dharma
——————————————-
When the boat shake
it jumps as a result of the waves,
we can only wait until the current stops,
without fear and without moving more to the surface.
In the silence calms the reactivity
and we can reconcile ourselves with our true selves.
Poetyca
——————————————-
22.05.2010 Poetyca
Text taken from:

Maestosa purezza


Riflettendo…

La Riflessione

La vita è energia
e non è mai distrutta
nemmeno in seguito alla dissoluzione
di una singola esistenza.

L’energia non si distrugge,
ma si trasforma.

Nel Buddhismo
la forma è Vacuità.

La vita è, perciò,
anch’essa Vacuità.

Des boo ngoh

——————————-

Sperimentare l’attaccamento
a quanto sia destinato a dissolversi
è aprire la porta a delusione e sofferenza.

Quando ti aspetti che le cose restino
sempre identiche stai alimentando illusioni.

Nella trasformazione viaggia anche
la nostra capacità di comprensione
e di apertura verso la vacuità della quale siamo parte:
con compassione possiamo vedere oltre le apparenze
e abbracciare la realtà come essa è
per non vivere nella sofferenza
ma apprendendo la retta visione
che ci aiuti a liberarci dall’autoinganno.

Poetyca

——————————-

L’insegnamento

Maestosa purezza

Questa terra di Buddha è sempre pura, ma appare impura
perché io possa condurre alla salvezza gente dalla spiritualità inferiore.

Ciò è simile al cibo dei Deva che assume diversi colori
a seconda dei meriti di ogni consumatore individuale.

Quindi, Sariputra, l’uomo che ha la mente pura
vede questo mondo nella sua maestosa purezza.

Vimalakirti Nirdesa sutra I

—————————————

Cambiare, adattarsi, cogliere in profondità
la retta visione di una realtà che sfugge per alimentare
in purezza e compassione, la realtà profonda
della non separazione è dare all’amorevolezza
e alla purezza la sua giusta collocazione
perchè la mente non abbia spazio per interferire
gettando veleni e confusione in contraddizioni ed attaccamenti
sul cammino di chi è in ricerca profonda
oltre ogni apparenza ed illusione.

Poetyca

—————————————

30.01.2009 Poetyca

Testi tratti da:

Reflecting …

Reflection

Life is energy
and is never destroyed
even after the dissolution
of a single existence.

The energy is not destroyed,
but turns.

in Buddhism
form is emptiness.

Life is, therefore,
also Emptiness.

Des boo ngoh

——————————-

Experimenting with the attachment
to what is intended to dissolve
is to open the door to disappointment and suffering.

When you expect things to remain
feeding illusions are always identical.

The transformation also travels
our ability to understand
and opening to the emptiness of which we are part:
with compassion, we can see beyond appearances
and embrace reality as it is
not to live in suffering
but learning the right view
to help us free ourselves from self.

Poetyca

——————————-

teaching

majestic purity

This land of Buddha is always pure, but it appears impure
because I can lead people to salvation than spirituality.

This is similar to food that takes on different colors of the Devas
depending on the merits of each individual consumer.

So, Sariputra, the man who has a pure mind
sees this world in its majestic purity.

The sutras Vimalakirti Nirdesa

—————————————

Change, adapt, understand in depth
right view of a reality that escapes to feed
in purity and compassion, the profound reality
the separation is not giving all’amorevolezza
and the purity of its rightful place
because the mind has no room for interference
poisons and throwing confusion and contradictions attachments
on the path of those in deep search
beyond appearances and illusion.

Poetyca

—————————————

30.01.2009 Poetyca

Text taken from:

Il Fiore di Bodhidharma

Valori


Sri Sri Ravi Shankar

“I valori che rendono speciale la nostra vita sono la fiducia in sé e negli altri, la cooperazione, la compassione, l’amore, l’entusiasmo, la fede e la saggezza. Solo lo spirito può generare questi valori. Pensiamo di poter trovare felicità e confort in soluzioni materiali ma sappiamo che qualunque meta materiale è insufficiente, incompleta.

La felicità è una qualità della coscienza. Dipende anche dalle condizioni materiali, ma dipende molto di più dalla nostra attitudine e capacità di comprensione… vivendo i valori dello spirito la personalità diventa solida e forte.” – Sri Sri Ravi Shankar

Ancora bambino Sri Sri Ravi Shankar dimostra una particolare predisposizione alla spiritualità, già in tenera età viene spesso trovato in profonda meditazione. A quattro anni stupisce i suoi genitori recitando a memoria dei versi della Bhagavad Gita.

Durante l’adolescenza riceve gli insegnamenti di alcuni rinomati maestri spirituali, diventa uno studioso di letteratura vedica e, a diciassette anni, completa la sua formazione in scienze moderne, acquisendo un advanced degree.

Nel 1982 Sri Sri Ravi Shankar inizia ad insegnare il Sudarshan Kriya®, una tecnica di respirazione estremamente efficace e versatile che attualmente viene insegnata in più di 140 nazioni all’interno del corso Arte di Vivere. Ad oggi milioni di persone hanno sperimentato miglioramenti delle condizioni fisiche ed emotive grazie a questo corso che aiuta a eliminare stress e tensioni, in cui si crea un prezioso senso di appartenenza.

Sri Sri Ravi Shankar è il fondatore della Fondazione Internazionale Arte di Vivere e dell’Associazione Internazionale per i Valori Umani.

L’eccezionale lavoro svolto da Sri Sri Ravi Shankar e dalle sue organizzazioni per portare sollievo alle popolazioni e gli individui afflitti dalla violenza, dal terrorismo e della guerre è valso a Sri Sri Ravi Shankar la Nomination al Premio Nobel per la Pace nel 2005 e nel 2006.

Gli interventi umanitari e di cooperazione allo sviluppo realizzati dalle due organizzazione hanno coinvolto dal 1996 ad oggi più di 20 milioni di persone dando particolare rilievo al coinvolgimento dei giovani delle popolazioni locali.

Sri Sri viaggia ed insegna instancabilmente in tutto il mondo, ricordando a chi lo incontra che le grandi tradizioni spirituali hanno obiettivi e valori comuni. Il suo semplice messaggio di amore, saggezza concreta e compassione continua ad ispirare persone provenienti da ogni retroterra ed esperienza di vita. Egli incoraggia ogni individuo a seguire la propria religione, il suo cammino spirituale, onorando e rispettando il percorso degli altri.

Itinerario


Itinerario

Vorrei spingermi
oltre il confine
dove dune di sabbia
sono itinerario
incerto
Cambiamento
da non temere
sgranando speranze
perché infine
tutto ha senso

21.04.2018 Poetyca

Itinerary

I would like to push myself
beyond the border
where sand dunes
are uncertain
itinerary
Change
not to be afraid
widening hopes
because finally
everything makes sense

21.04.2018 Poetyca

Ti auguro


Ti auguro

Ti auguro
una notte serena
perchè ho timore
del bussare della morte

Ti auguro
un giorno tranquillo
perchè quando tremo
le ansie danzano
giorno per giorno
davanti alla mia porta

Ti auguro
quello che non ho
perchè tutto il bello
che arriva
poi fugge in fretta
tra le ciglia
che palpitano
e cercano una ragione
di questo cambiamento

Ti auguro
di non stringere
mai troppo
momenti di certezza
perchè la vita
non è mai certa
ma danza
ad ogni respiro
sospesa
tra continuità
ed abbandono
e tu non ti potresti
aspettare nulla

Ti auguro
di capire
quanto prezioso
sia l’attimo
da vivere adesso
senza aspettare
carri di gioia
proprio quando basta
solo un cucchiaio
di serenità

Ti auguro
la ricchezza
della comprensione
che non è
l’attesa perenne
a pugni chiusi
nella speranza
di non far fuggire nulla
a rendere
sereno il passo
del nostro cammino
ma questo
sorridere di tutto
che lascia
il cuore aperto
alla gioia di essere

Oggi ho compreso
che augurando a te
quello che mi rende forte
ritrovo un’eredità
anche nel mio cuore
e che va sempre condivisa

Oggi non temo più
al furore della tempesta
ed accolgo ogni attimo
come il dono più bello
da abbracciare
con gratitudine
perchè le opportunità
non ritornano più
per chi è cieco
e non  sa vedere
il senso profondo
della vita

02.12.2011 Poetyca


I wish you

I wish you
a clear night
because I have fear
of the knock of death

I wish you
a quiet day
because when I tremble
anxieties dance
day by day
outside my door

I wish you
what I did not
because all the beauty
that arrives
then fled in a hurry
between the eyebrows
that beat
and look for a reason
of this change

I wish you
not to squeeze
never too much
moments of certainty
because life
is never certain
but dance
with each breath
suspended
between continuity
and abandonment
and you do not you
expect nothing

I wish you
to understand
how precious
is the moment
to live now
without waiting
chariots of joy
right when is enough
just a spoonful
of serenity

I wish you
the richness
to understand
which is not
waiting for permanent
with clenched fists
in the hope
not to escape anything
to make
clear the step
of our journey
but this
smile at all
that leaves
open heart
to the joy of being

Today I realized
by wishing it to you
what makes me strong
I find a legacy
in my heart
and that is always shared

Today I no longer fear
the fury of the storm
and I welcome every moment
as the most beautiful gift
to embrace
gratefully
because the opportunities
never come back
for who is blind
and not able to see
the deep sense
of life

02.12.2011 Poetyca