Archivio | 02/04/2018

Riflesso dello stesso Essere


Riflesso dello stesso Essere

Senza far correre la mente, che come l’elefante si agita, ma addestrandola bene, tutto diviene più semplice:
non si corre indietro al passato, non ci si proietta preoccupandosi al futuro.
Che spreco i rimpianti – i se avessi – che insensatezza il pre – occuparsi di un tempo non ancora vissuto.

Tutto è adesso, in questo istante, dove con la nostra completa attenzione possiamo imparare a vivere senza paure, aspettative, proiezioni di ” colpe ” su altri. Tutto è in questo respiro, da ascoltare con attenzione, in questo battito del cuore che ci fa vibrare oltre le pareti / prigione del tempo.

Che senso ha dare spazio alla mente che grida e vuole dominare con la sua voce, giudica, separa e alimenta il dualismo?
Nella corrente dell’amore incondizionato nulla ci appartiene, siamo interconnessi e riflesso dello stesso Essere.

04.09.2007 Poetyca

Reflection of the same Being

To run without the mind, which like the elephant shake, but training them well, everything becomes simpler:
you do not run back to the past, there is projected worrying about the future.
What a waste of regrets – if I had the – the senselessness that pre – care for a time not yet experienced.

Everything is now, at this moment, with our full attention where we can learn to live without fears, expectations, projections of “faults” on others. Everything is in this breath, to listen carefully, this beating of the heart which makes us vibrate beyond the walls / prison time.

What sense does it make room for the mind crying and wants to dominate with his voice, judges, separates and feeds the dualism?
In the current unconditional love nothing belongs to us, we are interconnected and reflection of the same Being.

04.09.2007 Poetyca

Scambio d’amore


Scambio d’amore

Nell’aprire gli occhi al giorno,
una sola cosa devo ricordare:
respiro amore, lo prendo e lo offro,
lo espando e lo riconosco.
Ogni gesto del mattino, ogni incontro
sarà salutato da un sorriso, dall’ascolto profondo
di tutti coloro che avranno qualcosa da dire.
Ogni risposta sarà trasformata in amore.

Conosco le antiche sensazioni legate al non sentirmi amata,
oggi, in questo attimo, con il lasciare andare – attaccamenti e paure –
quando in me sarà vuoto, raccolgo la consapevolezza
che non sono sola, tutto è interconnesso, tutto è scambio
e la gioia che posso provare nel donare amore è maggiore
del conteggiare se ho raccolto oggi tutto l’amore possibile.

Libera dal passato, libera da aspettative
io getto adesso ogni possibile seme di compassione
ed il cuore si apre, sboccia il loto di questo essere viva
ogni volta che posso guardare in profondità
la mia capacità di abbattere le mura della separazione.

05.02.2007 Poetyca

Exchange of love

By opening his eyes a day
I remember one thing:
breath love, and I take the offer,
it expands and I admit.
Every gesture of the morning, every meeting
will be greeted with a smile, by listening deeply
of all those who have something to say.
Any response will be transformed into love.

I know the old feelings related to not feeling loved,
Today, in this moment, with the letting go – attachments and fears –
when I will be empty, pick awareness
not alone, everything is interconnected, everything is an exchange
and joy that I feel in love is to give greater
count if I collected all the love you today.

Freedom from the past, free from expectations
now I cast every seed of compassion
and the heart opens, the lotus blossoms of this being alive
every time I look deep
my ability to break down walls of separation.

05.02.2007 Poetyca

La visione profonda


La visione profonda

Sono tante le persone che invece di guardare – aspettative, delusioni,
momenti che hanno ferito, credono di dove forzare a tutti i costi un percorso,
allora passano da uno stato ad un altro ( euforico o categoricamente distante
da quello precedente) convinte di avere superato ogni cosa. Ma, in realtà questo
processo di trasformazione deve rispettare la visione profonda,
la capacità di cambiare davvero pelle e non solo una fuga per non guardare
in faccia la realtà. Non è la mente che deve analizzare, che deve creare
nuove attività esteriori, è infatti attraverso il cuore e il vivere
le emozioni ( anche se le temiamo) che possiamo imparare a comprendere,
a vivere aspetti di noi che abbiamo negato per tanto tempo.
Noi feriamo noi stessi, perchè abbiamo qualche aspettativa che non è stato
possibile realizzare – la delusione arriva perchè avevamo la porta aperta ad essa.
Nessuno è il nostro nemico, non ha senso reagire contro gli altri per le nostre
aspettativa. La vita, la gente è tutto come loro sono. Perché loro sono costretti
a cambiare? Solo per le nostre aspettative? Vivere in compassione è non reagire
e non farci del male, anche agli altri ovviamente a causa della nostra rabbia,
ma rispettare ogni scelta altrui.

22.05.2011 Poetyca

The insight

There are so many people that instead of looking – the expectations,
disappointments, moments that have hurt, think about where all costs to force a path,
then move from one state to another (or euphoric categorically distanteda the previous one)
believe they have exceeded all thing. But in reality this process of transformation
must respect the insight, the ability to change skin and not really just an escape
to avoid looking reality in the face. It is the mind that must be analyzed, which should
create new activities outside, and in fact through the heart and experience the thrill (even if the fear)
that we can learn to understand, live aspects of us that we have denied for so long.
We hurt us, cause we have some expectation and it was not possible to realize – disappoint coming cause
we had open door to it. Nobody is our enemy, no sense to react against each others
cause us expectation. Life, people all is like them are. Why them have to change?
Only cause us expectation? To live in Compassion is to not react and to hurt us
and of course others cause us anger but to respect each others chooses.

22.05.2011 Poetyca

Guarda la luna


Guarda la luna

“La verità non ha nulla a che fare con le parole. La verità può essere paragonata
sulla luna luminosa nel cielo. Le parole, in questo caso,
può essere paragonato a un dito. Il dito può puntare
alla posizione della luna. Tuttavia, il dito non è la luna.
Per guardare la luna, è necessario guardare oltre il dito, giusto?

Noi possiamo, attraverso la nostra esperienza o il buonsenso,
indicare ad una persona cosa forse aiuta,
cosa è un beneficio per tale persona ma…
Come possiamo noi sostituirci alla volontà della persona?

A volte alcune esperienze sono necessarie per guardare da
un punto di vista diverso la propria vita.
Noi guardiamo il panorama sempre verso la medesima
direzione ma se spostiamo il punto di vista ecco che incontriamo
con lo sguardo e con la nostra esperienza le cose che
noi non eravamo in grado di vedere.

Aiutare è importante, ma aggrapparci all’idea che senza il nostro aiuto
una persona non è in grado di badare a se stessa fa di noi le persone
che credono di essere indispensabili.Persone che coltivano attaccamento,
aspettative e dipendenza, persone non sono capaci
di manifestare la propria bellezza e luce interiore.
Per il bene degli altri io preferisco indicare qualcosa, senza aspettare che
questo sia talmente importante da credere me stessa ” la salvezza ” degli altri.

Ogni essere umano è im grado di aiutare gli altri, ma senza aspettare di essere,
per questo, considerato meglio di quando sia nella realtà.
Io provo a dare alcuni feedback ma questo non significa che
essi verranno presi in considerazione, che si possa pensare
il mio essere presente tanto importante, io non sto aiutando nessuno,
io sono solo un dito, sei tu che devi guardare la luna.

06.10.2011 Poetyca

Look at the moon

“Truth has nothing to do with words. Truth can be likened
to the bright moon in the sky. Words, in this case,
can be likened to a finger. The finger can point
to the moon’s location. However, the finger is not the moon.
To look at the moon, it is Necessary to gaze beyond the finger, right? “

We can, through our experience or common sense,
to indicate what a person might help, what is a benefit to that person, but …
How can we replace the will of the person?

Sometimes certain experiences are necessary to look from
a point of view other than his own life.
We always look at the view towards the same
direction, but if we move the point of view here is that we meet
with the look and the things that our experience
we were not able to see.

Help is important, but cling to the idea that without our help
a person is not able to take care of itself makes us people who believe
indispensabili.Persone who grow to be attached, expectations and dependence,
people are not able to express their inner beauty and light.
For the sake of others I like to point something out, without waiting for
This is so important to believe in myself, “salvation” of others.

Every human being is important to help others, but without waiting to be
therefore, considered better than when it is in reality.
I try to give some feedback but that does not mean
they will be taken into account, which you might think
my being in this so important, I’m not helping anyone,
I’m just a finger, are you that you look at the moon.

06.10.2011 Poetyca

Non dimenticate


Non dimenticate

Riflettendo…

La Riflessione

Questa vera mente, vasta e aperta,
illumina ogni cosa
in modo sottile e perfetto.

Hongzhi Zhengjue (1091–1157)

——————————–

Oltre i confini
e tutte le apparenze
è nel profondo del tuo essere
che la vita scorre
con limpida presenza
dove nulla è come sembra
e tutto è ricchezza
che abbraccia il silenzio
nella consapevole attenzione.
Poetyca

——————————–

L’insegnamento

Non dimenticate

Una volta che avete deciso di vivere il Buddhismo,
non dovete dimenticare di vivere.

Portate spesso l’attenzione sul respiro,
così non dimenticherete.

Des boo ngoh

——————————

Senza farsi trascinare
dai rimpianti del passato
senza farsi rapire
della forza delle illusioni
che la mente alimenta sul futuro
e le mille aspettative:
false immagini ed attaccamenti
dove liberi da lacci
è possibile la retta attenzione
– qui ed ora – nel profondo
di questo eterno presente
tu sai vivere quel che la realtà è.

Poetyca

——————————

03.10.2009 Poetyca

Testi tratti da: http://www.bodhidharma.it

Do not forget

Reflecting …

Reflection

This true mind, vast and open,
illuminates everything
so subtle and perfect.

Zhengjue Hongzhi (1091-1157)

———–

Beyond the borders
and all the appearances
is in the depths of your being
that life goes on
with a clear presence
where nothing is as it seems
and everything is wealth
which encompasses the silence
in conscious attention.
Poetyca

———–

The teaching

Do not forget

Once you have decided to live Buddhism,
do not forget to live.

Often brought attention to the breath,
so do not forget.

Des boo ngoh

———-

Without being drawn
by regrets about the past
without being kidnapped
the strength of illusions
that feeds the mind on the future
and the thousands of expectations:
false images and attachments
where free from laces
you can listen carefully to the
– Here and now – in the deep
to this eternal present
you know what the reality is living.

Poetyca

———-

03.10.2009 Poetyca

Text taken from

Il Fiore di Bodhidharma

Prove


Prove

A volte la vita sembra
un campo minato,
ovunque sembra di vedere ostacoli o eventi contrari,
come se essi volessero fare
uno sgambetto.
Ogni sgambetto è un test,
opportunità per mettere
in pratica le nostre capacità.
Meglio sorridere
perché il sorriso
ci rende aperti
e capaci di non innalzare
inutili mura.

21.03.2018 Poetyca

Evidence

Sometimes life seems
a minefield,
everywhere it seems to see obstacles or contrary events,
as if they wanted
to do a trip.
Every trip is a test,
opportunities to put
in practice our skills.
Better to smile
because the smile
it makes us open
and capable of not raising
useless walls.

21.03.2018 Poetyca

Un uomo saggio – Buddha


Un uomo saggio

Un uomo non è chiamato saggio perché parla e parla di nuovo;
ma se è pacifico, amorevole
e senza paura, in realtà è chiamato saggio.

Gautama Buddha,
Il Dhammapada: i detti del Buddha

A wise man – Buddha

A man is not called wise because he speaks and speaks again; but if it is peaceful, loving and fearless, it is actually called wise.

Gautama Buddha,
The Dhammapada: the sayings of the Buddha