Archivio | 11/04/2018

L’intuizione del buddhismo


Riflettendo…

La Riflessione

Proprio questo momento

Tutta la tua vita è proprio questo momento,
ma tu pensi che sia qualcos’altro.

Proprio da ciò proviene la sofferenza;
essa è generata dal pensare il “non – ora”.

Maestro Dae Kwang

———
Qui, adesso, in questo attimo, nell’attenzione del respiro,
cerca di non fuggire indietro, non correre avanti ma di donare
a questo momento tutto il tuo osservare.
Restare al laccio del passato, pre – occuparti del futuro
è non dare a te stesso l’opportunità di vivere dove sei adesso.

Poetyca

———

L’insegnamento

L’intuizione del Buddhismo

L’intuizione sempre rivoluzionaria del Buddhismo,
è che vita e morte sono nella mente e da nessun’altra parte.

La mente si rivela quale base universale dell’esperienza,
creatrice della felicità e della sofferenza,
creatrice di ciò che chiamiamo vita
e di ciò che chiamiamo morte.

Rigpa Glimpse

———–

Neutro è ogni evento, nulla influenza
ma nella nostra mente il tradurlo in agitazione
o in attaccamento, il rievocarne quanto esso somigli
ad un vissuto di dolore è increspare onde nel timore.
L’illusione è inganno che proietta effetti
senza avere bene compreso le cause.
In noi lasciare andare e vivere serenità, lontani
dalle apparenze, o ancorarci a reazioni
che sono la morte interiore a causa di un limite
che non ci permette di conoscere oltre il conoscibile.
La mente attenta, con la retta visione
accoglie senza giudizio e non si agita nella dualità,
perchè sa abbracciare la realtà così come essa è.
E’ respiro di vita che sa avanzare qui ed ora.

Poetyca

——–

Testi tratti da: http://www.bodhidharma.it/

Poetyca 04.03.2007

La via di mezzo


Riflettendo..

La Riflessione

L’educazione e crescita spirituale
è giungere a padroneggiare la propria mente.

Occorre mettere alla prova questa capacità
in situazioni di estrema collera,
felicità o pericolo.

Maestro, venerabile monaca Cheng-Yen

——-

Crediamo spesso
di essere al di sopra
di ogni situazione;
seppure non ci siamo collaudati,
credendoci maturi a tutto,
ma solo il fuoco dell’esperienza
potrà forgiare il nostro essere.
In condizioni estreme è da lì
che proviene ogni risposta;
ed è lì che possiamo
trovare il nostro essere
stracciando il velo dell’apparire.

Poetyca

La Via di mezzo

In tutte le cose dovremmo mantenere la via di mezzo.
Gli estremi sono un pericolo molto serio.

Tagliare la testa del nostro nemico,
non è un azione di persone spirituali.

La via di mezzo non è né bianca né nera.
Pratichiamo la Via di mezzo con serena consapevolezza.

Lasciamo tutte le cose sorgere e cadere,
gustiamo ogni momento così com’è.

Harvey So Daiho

——

Che senso avrebbe
voler cambiare
la natura delle cose?
Agitarsi verso una meta
o quella opposta,
cercare ed agitarsi
senza saper attendere?
Nulla diverrebbe
come noi vorremmo
e il dispendio di energia
a poco servirebbe.

Che senso avrebbe
gettare semi di ira
senza saper trasformare
quel che si agita
in placide acque?
Non è l’estremo
che ci possa dare
un riflesso di verità:
tutto è oscillazione
e non si ferma

Nel movimento
si può attendere
è nell’osservare
si vive quel che è.

Poetyca

06.11.2006 Poetyca

Testi tratti da: http://www.bhodhidarma.it

Te stesso


Te stesso

Puoi prendere a prestito la luna,
le stelle e quel che vivi;
puoi raccogliere emozioni
ed esperienza
ma siano le tue parole;
i tuoi pensieri e la tua essenza
a dare voce al tuo percorso.

La via di altri è una traccia,
un’indicazione le loro parole;
nessuno potrebbe dirti
chi tu sia realmente,
chi tu debba cercare
ed in che modo…
Per manifestare quel che sei.

Impegnati
non solo su bei discorsi
ma nella coerenza di essere
quel che dici
e che vorresti
gli altri siano con te.

25.06.2006 Poetyca

Yourself

You can borrow the moon
the stars and all that live;
you can pick up emotions
and experience
But are your words;
your thoughts and your essence
to give voice to your path.

The other way is a track,
an indication of their words;
nobody could tell
who you are really
who you should seek
and how …
To express what you are.

Committed
not only about the rhetoric
but the consistency to be
what you say
and would like
others are with you.

25.06.2006 Poetyca

Imparare la saggezza


2523211-buddha-in-a-state-of-zen-with-ambient-surroundings (2)

 

Esistono tre modi per imparare la saggezza: primo, con la riflessione, che è il metodo più nobile; secondo, con l’imitazione, che è il metodo più facile; terzo, con l’esperienza, che è il metodo più amaro.

Confucio

There are three ways to learn wisdom: First, by reflection, which is the most noble, and second, by imitation, which is easiest and third, by experience, which is the most bitter.

Confucius

Naufragio


Naufragio

Corse e rincorse
in cerca di senso
come pepite d’oro
nel deserto
Il silenzio è frastuono
– da sfuggire –
mentre sfuggi
te stesso
È naufragio
tra onde di vuoto
pronte a risucchiare
essenza e vita
Per questo si teme
il vero incontro
con il proprio
Essere

31.03.2018 Poetyca

Shipwreck

Races and chases
in search of meaning
like gold nuggets
in the desert
Silence is noise
– to escape –
while you escape
yourself
It is a shipwreck
between waves of emptiness
ready to suck
essence and life
This is why it is feared
the real meeting
with his own
Being

31.03.2018 Poetyca

Cerchio


cerchio

Cerchio

Ricomincia tutto
tra sorrisi e ferite
semi e lembi di cielo
compresi ed accarezzati
tra ali e passi
slanci e cadute
dove silenzi ricchi di senso
sedimentano attimi d’attesa

La  vita è cerchio
si stringe dove la fine
abbraccia l’inizio
dove l’essenza sfugge
ad occhi e cuore
in questo percorso
come figli ricchi ora
d’amore ed esperienza vera

03.02.2013 Poetyca

Circle

You restart all
between smiles and wounds
seeds and strips of sky
understood and cherished
between wings and steps
leaps and falls
where silences full of meaning
sediment moments of waiting

Life is a circle
it clings where the end
embraces the beginning
where the essence escapes
to eyes and heart
in this path
as children rich now
of love and true experience

03.02.2013 Poetyca

Sguardo d’anima


Sguardo d’anima

Slanci e cadute
ali e polvere
ecco la vita
lacrime e sudore
scavano la roccia
per cercare il nucleo
Da qualcuno è
chiamato destino
Nemesi ed otto
rovesciato per
uno scambio d’amore
pronto a partire
Dal centro dell’anima
perché nessuno
è abbandonato
in questa lotta
ma apre gli occhi
guarda il cielo
Di Maya noi tutti
possiamo strappare il velo
per comprendere
cosa è giusto
cosa è vero
in questo percorso
Irto d’ostacoli
per imparare
come la vita è lotta
in uno scambio
di reciproco dono
Questo il cammino
oltre il tempo
dove l’occhio non vede
passaggio sottile
di esperienza e
incondizionato amore

24.09.2012 Poetyca

Eyes of the soul

Leaps and falls
wings and dust
this is the life
sweat and tears
dig the rock
to search for the core
By someone is
called destiny
Nemesis and eight
overthrown for
an exchange of love
ready to go
From the center of the soul
because none
is abandoned
in this struggle
but it opens the eyes
to look at the sky
By Maya us all
can tear the veil
to understand
what is right
What is true
in this path
Fraught of obstacles
to learn
such as life is a struggle
in an exchange
of reciprocal gift
This is the path
over the time
where the eye does not see
thin light transition
of experience and
unconditional love

24.09.2012 Poetyca

Parole da scrivere


Parole da scrivere

Sono semplici
parole
da scrivere
con tratto
leggero
sulla lavagna
del cuore
Nel profumo
di Primavera
una carezza
oltre il silenzio
a donare colore
dove tutto
è spento
Un tocco
di magia
senza ragione
ed un gabbiano
prende il volo
portando con sè
le tue parole

31.03.2018 Poetyca

Words to write

They are simple
words
to write
with stroke
light
on the blackboard
of the heart
In the perfume
of Spring
a caress
beyond silence
to give color
where everything
it’s off
A touch
of magic
with no reason
and a seagull
take flight
bringing with him
your words

31.03.2018 Poetyca

Consapevole – Itivuttaka


Consapevole – Itivuttaka

Consapevole mentre cammina, consapevole mentre sta fermo, consapevole mentre sta seduto, consapevole mentre giace, consapevole nel distendere
e raccogliere le proprie membra – in alto, di fianco e in basso – dovunque vada nel mondo,
il praticante osserva il sorgere
e lo svanire di tutte le cose composte di elementi.
Chi vive in questo modo zelante, quieto e non esaltato, sempre mentalmente presente, esercitantesi nella tranquilla consapevolezza, vien definito “costantemente intento”.

Itivuttaka, 111

Aware – Itivuttaka

Conscious while walking, aware while standing still, conscious while sitting, aware while lying, conscious in stretching and gathering their limbs – upwards, at the side and down – wherever they go in the world, the practitioner observes the rising and fading of all things composed of elements. Those who live in this zealous, quiet and unexcited way, always mentally present, exercising in the quiet awareness, are called “constantly intent”.

Itivuttaka, 111

The Strawbs_ Hero & Heroine (1974) full album



Gli Strawbs sono un gruppo rock inglese fondato nel 1964. Originariamente noti come Strawberry Hill Boys, iniziarono come band bluegrass, per poi passare ad altri generi musicali come folk rock, glam rock, rock progressivo e hard rock. Il leader del gruppo è il cantante e chitarrista Dave Cousins, autore della maggior parte delle canzoni.

Oltre a Cousins, negli Strawbs suonarono musicisti come Tony Hooper, Ron Chesterman, Rick Wakeman (in seguito tastierista degli Yes), Blue Weaver (che suonò anche con gli Amen Corner, i Mott the Hoople e i Bee Gees), Richard Hudson (detto “Hud”) e John Ford (che in seguito scrissero alcune canzoni di successo insieme come Hudson-Ford), Dave Lambert, Brian Willoughby, Chas Cronk e John Hawken (che suonò anche nei Nashville Teens, Renaissance, Spooky Tooth, e nei Vinegar Joe). Gli Strawbs suonarono spesso anche con Sandy Denny (cantante di Fairport Convention e Fotheringay).

L’apice del successo degli Strawbs fu nel 1973, con la formazione Cousins, Lambert, Hudson, Ford e Weaver.

Verso la fine degli anni settanta, mentre l’ascesa del movimento punk causava la caduta di popolarità di tutti i grandi del rock progressivo, Hudson e Ford si unirono a Terry Cassidy e al batterista Clive Pearce formando il gruppo “pseudo-punk” Monks, che pubblicarono nel 1979 l’album Bad Habits. Da quell’album fu tratto il singolo Nice Legs, Shame About the Face, che ebbe un buon successo commerciale raggiungendo la posizione 19 nelle classifiche di vendita. Nel 1980 pubblicarono un altro album (di musica stile anni trenta) col nome High Society, e poi tornarono a pubblicare come Monk con l’album Suspended Animation (pubblicato solo in Canada), in cui comparivano anche Brian Willoughby alla chitarra e Chris Parren alle tastiere. L’album ebbe un enorme successo in Canada, diventando disco di platino.

All’inizio del 2005 gli Strawbs hanno intrapreso un tour in Inghilterra col nome Acoustic Strawbs. La formazione (secondo il loro sito web) è la ventiquattresima della loro carriera: Cousins, Lambert, Hudson, Ford, Weaver, e Willoughby.

https://it.wikipedia.org/wiki/Strawbs

Strawbs (or The Strawbs) are an English rock band founded in 1964. Although the band started out as a bluegrass group they eventually moved on to other styles such as folk rock, progressive rock, and (briefly) glam rock.

They are best known for their hit, “Part of the Union”, which reached number two in the UK charts in February 1973, as well as for “Lay Down” a popular Progressive Rock hit from the same LP. The Strawbs also toured with Supertramp in their “Crime of the Century” tour, doing their own “Hero and Heroine” tour, which drew musical similarities and themes.

https://en.wikipedia.org/wiki/Strawbs