Archivio | 13/04/2018

L’importanza della Compassione


Riflettendo…

La Riflessione

Non c’è un perché nella pioggia,
sussurro della realtà.
Che meraviglia il suo canto,
goccia dopo goccia!

Seduto o disteso, ascolto,
con la mente vuota.

Non ho bisogno di orecchie,
non ho bisogno di pioggia.

Maestro Chin’gak

————————-

Abbracciando la realtà
in me raccolgo l’attenzione
per essere cerchio aperto
che poi abbraccia quel che accade
– qui ed ora – oltre l’apparenza.

Poetyca

————————-

L’insegnamento

L’importanza della compassione

L’odio può essere il massimo impedimento
allo sviluppo della compassione e della felicità.

Se riusciste a imparare ad essere tolleranti e pazienti nei confronti dei vostri nemici,
allora le cose si semplificherebbero assai:
la compassione verso gli altri esseri comincerebbe a manifestarsi con naturalezza.

Tenzin Gyatzo, XIV Dalai Lama

——————————-

Nel mio cuore scavo un solco
per deporre il seme dell’esperienza
che colui che chiamo nemico
mi porge per imparare a comprendere
che ogni evento è neutro
e solo io scelgo che reazione
possa dare alimento a odio o compassione.

Nel mio cuore germoglia comprensione
per la mia e l’altrui sofferenza
che posso abbracciare con Metta
ed essere compassionevole per me
e per tutti coloro che sono nella sofferenza.

Poetyca

——————————-

19.10.2008 Poetyca

he Importance of Compassion

 
 
Reflecting …

Reflection

There is a reason in the rain,
whisper of reality.
How wonderful his song,
Drop by drop!

Sitting or lying down, listening,
with an empty mind.

I do not need ears,
I do not need rain.

Master Chin’gak

———

Embracing the reality
I gather in attention
to be open circle
then covers what happens
– Here and now – over the appearance.

Poetyca

———

The teaching

The importance of compassion

Hatred can be the greatest impediment
development of compassion and happiness.

If you could learn to be tolerant and patient towards your enemies,
then it would simplify things much:
compassion for other beings begin to occur naturally.

Tenzin Gyatzo, XIV Dalai Lama

———–

In my heart I dig a furrow
to lay the seed of the experience
I call that one enemy
hands me to learn and understand
that every event is neutral
and only I choose that reaction
able to nurture hatred or compassion.

In my heart sprouts understanding
for my and others’ suffering
I can embrace with Metta
and be compassionate to me
and for all those who are suffering.

Poetyca

———–

19.10.2008 Poetyca

texts from:


Prendere rifugio – Riflettendo


Il Fiore di Bodhidharma

La notte è finita


La notte è finita

La notte
è finita
e da qui
comincia
la salita
facendo varco
tra sogni
ed illusione
Tastando
la realtà
guardo oltre
vecchie ferite
ed appendo
anche l’ultimo
ricordo
per non inciampare
Allargo braccia
e cuore
alle stelle
ma adesso
scelgo
per non svendere
senza ragione
la mia anima

04.04.2018 Poetyca

The night is over

The night
it’s over
and from here
it starts
the climb
doing gap
between dreams
and illusion
feeling
reality
I look over
old wounds
and I hang out
also the last one
I remember
not to trip
Enlarge arms
and heart
to the stars
but now
I choose
not to sell off
with no reason
my soul

04.04.2018 Poetyca

Meditazione


Meditazione

Nella meditazione la prima cosa di cui ci rendiamo conto
è che non serve cercare;
‎infatti ciò che si cerca è predeterminato da ciò che si desidera.

J. Krishnamurti

Meditation

In meditation, the first thing we realize is that there is no need to look; in fact, what is sought is predetermined by what is desired.

J. Krishnamurti

Una perla al giorno – Nisargadatta Maharaj


mandala m
Dio dona il corpo e la mente,
e il maestro mostra il modo di usarli.
Ma il ritorno alla fonte è opera tua.

Nisargadatta Maharaj
God gives the body and mind,
and the teacher shows how to use them.
But the return to the source is your doing.

                                 Nisargadatta Maharaj