Saper perdonare


Saper perdonare

Tradimenti, umiliazioni, violenze… Alcune situazioni ci fanno soffrire e ci sembrano imperdonabili, anche se sono causate da persone care. Tuttavia, gli specialisti affermano che bisogna saper perdonare, per ritrovare la serenità interiore. Ecco i nostri consigli per riuscirci.

Cos’è il perdono?
Il perdono ha due sensi biblici: quando Dio perdona un uomo, gli risparmia la punizione prevista per il peccato. E quando un uomo perdona un altro uomo, si libera delle emozioni negative che provava nei confronti di chi lo ha offeso. Tuttavia, una delusione, una grande umiliazione, un tradimento sono difficilmente perdonabili. Atto di coraggio per alcuni, o di debolezza per altri, il perdono riesce a rompere il legame con la persona che amavamo. Un legame fatto ormai di risentimento, d’amarezza e di odio… saper perdonare, quindi, vuol dire voltare questa dolorosa pagina, senza amarezza. E significa anche accettare gli errori altrui. Se si pensa che tutti possono sbagliare, diventa impossibile odiare l’altro e si arriva addirittura, in alcuni casi, ad ammettere di avere una parte di responsabilità in quello che è successo. saper perdonare significa, quindi, dare prova di grande tolleranza e apertura mentale, ammettere l’errore dell’altro, e accettare che questa persona ci ha fatto soffrire.

Perché perdonare?
Perdonare non significa dimenticare, e nemmeno capire o scusare un difetto o un atto che ci ha ferito; si tratta ancora meno di un favore che si concede “al colpevole”, o di un modo perché lui possa stare meglio e ricominciare! Ecco le buone ragioni per perdonare:
– saper perdonare può essere un atto un po’ egoista, che si fa per se stessi, per sentirsi più leggeri e felici. Perché si sa: l’odio o la volontà di vendetta ci impediscono di dimenticare e, alla lunga, demoralizzano.
– saper perdonare, vuole anche dire perdonare se stessi e uscire da uno stato d’insofferenza per riprendere le redini del proprio destino. Perdonare permette di togliersi un peso, liberarsi di un passato che ci opprime, recuperare la propria autonomia.
– In alcuni casi, il perdono può portare a una riconciliazione. Una carissima amica che ci ha nascosto qualcosa di grave, un caro che ci ha messo in una situazione umiliante… a volte è possibile riallacciare i rapporti, prendendo le distanze dagli eventi che ci hanno offeso. Quando si tratta d’amore e di tradimento, invece, se spesso è possibile perdonare, riconciliarsi diventa più difficile. Il perdono serve semplicemente a farci capire che non serve a niente rimproverare l’ex a causa del fallimento della relazione, ma si deve piuttosto prendere atto della fine di una storia per andare avanti.

Le grandi tappe del perdono
Il perdono a volte è lungo e doloroso, e passa attraverso varie tappe:
• La consapevolezza: ti hanno fatto del male e inizi a prenderne coscienza. Alcuni soffrono e rimuginano in silenzio, altri scelgono di sviluppare strategie diverse, razionalizzano l’accaduto, o rifiutano di accettare l’evento.
• I rimproveri: hai scelto di prendere coscienza delle cose ed esprimere la tua rabbia e la tua indignazione. Questo è un passaggio doloroso ma importante per trasformare, in seguito, l’energia negativa in positiva. Esprimere l’odio e l’amarezza che provi, quindi, è necessario. Capita spesso di provare una vera e propria antipatia per la persona che ci ha ferito, il che a volte aiuta a superare la prova, ed è normale. Invece, è preferibile non rivedere la persona che ci ha offeso, almeno nei primi tempi. L’ideale è parlare ai propri cari di ciò che succede per scaricare le emozioni negative e, eventualmente, per ricevere consigli.
• Relativizzare: in seguito arriva il periodo cerniera, durante il quale si fa una specie d’inventario. S’inizia a riconsiderare l’evento che ci ha ferito e s’impara a relativizzare. L’importante è prendere le distanze da quello che è successo, evitando di sentirsi in colpa. Si inizia a imparare a staccarsi dall’altro e ad accettare la realtà di un legame ormai finito.
• Il perdono: bisogna accettare questo passaggio doloroso e uscire dal ruolo di vittima. Un’amica che ti ha tradita, un familiare che ti ha fatto del male, un uomo che ti ha abbandonata… riuscirai a perdonare solo a due condizioni: se non proverai più rancore nei confronti della persona che ti ha offesa, e se ti sentirai pronta a riprendere le redini della tua vita e ad andare avanti. A volte il perdono può renderti più forte… Per finire, è importante lasciar passare del tempo prima di perdonare, affinché il perdono sia una tappa naturale e definitiva.

Devo perdonare tutto?
La nozione di perdono non dipende dall’atto. Indubbiamente un crimine, un incesto, uno stupro, un incidente grave possono essere coonsiderati degli eventi traumatizzanti e quindi imperdonabili. Non si tratta di sapere cosa si deve o non si deve perdonare, ma di capire se si è capaci di farlo. E’ tutta una questione di comprensione e di definizione del perdono.

Saper perdonare, un dibattito aperto…
La religione (in particolare il cristianesimo e il giudaismo) ricorda incessantemente che bisogna imparare a perdonare, senza peraltro negare la difficoltà di quest’atto. I seminari di sviluppo personale insistono anche sui vantaggi del perdono. Ma gli specialisti non sono sempre dello stesso parere. Secondo loro, questo concetto non ha nulla di clinico e, nei casi più gravi, può anche rappresentare un rischio per le vittime, che potrebbero sentirsi responsabili o colpevoli dei loro atti. La dimensione “zen” che caratterizza il perdono è molto complicata a livello inconscio. Infine, se succede qualcosa in famiglia e un membro decide di perdonare l’accaduto, questi rischia anche di farsi respingere dagli altri che non sono pronti a perdonare perché non hanno seguito lo stesso cammino interiore.

http://www.alfemminile.com


Knowing how to forgive

Betrayals, humiliations, violence … Some situations make us suffer and seem unforgivable, even if they are caused by loved ones. However, specialists say that one must know how to forgive, to find inner peace. Here are our tips to succeed.

What is forgiveness?
Biblical forgiveness has two senses: when God forgives a man, save the expected punishment for sin. And when a man forgives another man, gets rid of negative emotions that he felt towards those who offended him. However, a disappointment, a great humiliation, betrayal are hardly forgivable. For some act of courage, or other weakness, forgiveness can break the bond with the person we loved. A bond now made of resentment, of bitterness and hatred … know how to forgive, then, is to turn this painful page, without bitterness. It also means accepting others’ mistakes. If you think that everyone can make mistakes, it becomes impossible to hate the other and you get even, in some cases, to admit to having some responsibility in what happened. forgiving means, therefore, to show great tolerance and openness, to admit the error of the other, and accept that this person has made us suffer.

Why forgive?
Forgiving does not mean forgetting, nor understand or excuse a fault or an act that has hurt us, it is even less of a favor that you give “the guilty”, or a way for him to feel better and start again! Here are good reasons to forgive:
– Know how to forgive an act can be a bit ‘selfish, you do for themselves, to feel lighter and happier. Because we know: the hatred or the desire for revenge, and prevent us from forgetting the long run, demoralized.
– Know how to forgive, it also means forgiving yourself and get out of a state of impatience to resume the reins of their destiny. Forgiveness allows you to take off weight, get rid of a past that holds us down, regain their autonomy.
– In some cases, forgiveness may lead to a reconciliation. A dear friend who has hidden something serious, a loved one who has put us in a humiliating situation … at times you can renew ties, by distancing themselves from events that have hurt us. When it comes to love and betrayal, however, it is often possible to forgive, reconcile it becomes more difficult. Forgiveness is simply to make us understand that there is no point in blame the former due to the failure of the relationship, but rather should take note of the end of a story to go forward.

The main stages of forgiveness
Forgiveness is sometimes long and painful, and passes through various stages:
• Awareness: I have done wrong and you begin to become aware. Some brood and suffer in silence, others choose to develop different strategies, rationalize what happened, or refuse to accept the event.
• The reproach: you have chosen to become aware of things and express your anger and your outrage. This is a painful but important step to transform, then the negative energy into positive. Expressing hatred and bitterness you feel, then, is necessary. It’s common to feel a real dislike for the person who has hurt us, which sometimes helps to pass the test, and it is normal. Instead, it is preferable not to see the person who has offended us, at least at first. The ideal is to talk to loved ones about what happens to download the negative emotions and, possibly, for advice.
• Relativizing: Following the period arrives hinge, during which becomes a kind of inventory. We begin to reconsider the event that has hurt us and learn to relativize. The important thing is to distance themselves from what happened and avoid feeling guilty. You start to learn to detach from the other and to accept the reality of a relationship now over.
• Forgiveness: you have to accept this painful passage and exit from the role of victim. A friend has betrayed you, a family member who has hurt you, a man who has abandoned you … be able to forgive only on two conditions: if you will not have more resentment towards the person who has offended, and if you feel ready to resume the reins of your life and move on. Sometimes forgiveness can make you stronger … Finally, it is important to let some time to forgive, for forgiveness is a natural step and final.

I forgive all?
The notion of forgiveness does not depend on the act. Undoubtedly a crime, incest, rape, a serious accident can be traumatizing event and then coonsiderati unforgivable. This is not to know what you should or should not be forgiven, but to find out if you are able to do so. It ‘s all a matter of understanding and definition of forgiveness.

Knowing how to forgive, open debate …
Religion (especially Christianity and Judaism), which incessantly reminds you must learn to forgive, without denying the difficulty of this act. The personal development seminars also insist on the benefits of forgiveness. But specialists are not always of the same opinion. According to them, this concept has nothing to report and, in severe cases, may also pose a risk to the victims, who may feel responsible or guilty for their acts. The size of “zen” that characterizes forgiveness is very complicated at the unconscious level. Finally, if something happens in the family and a member decides to forgive what had happened, they also risk being rejected by others who are not ready to forgive because they have followed the same inner journey.

http://www.alfemminile.com

Annunci

8 thoughts on “Saper perdonare

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.