Archivio | 25/07/2018

In sospensione


Paramhansa

In sospensione

Proiettate immagini
magnete ed emozione
briciole di lacrime
scaglie d’amore
dove tutto ritorna
in un nuovo giro di giostra

Distillato di parole
palpiti vivi
in cima al percorso
dove manca
il respiro
tra le pieghe della fatica

Riposo ed attesa
dietro lembi di cielo
sorpresa e deriva
pioggia e sole
a lavare adesso
vecchie ferite

Tutto rotea
perde senso
resta confuso
in sospensione
per ricominciare
in una prossima vita

18.09. 2013 Poetyca

In suspension

Project images
magnet and emotion
crumbs of tears
scales of love
where everything returns
in a new carousel ride

Distillate of words
alive heartbeats
on top of the path
where lacks
the breath
between the folds of fatigue

Rest and waiting
behind patches of sky
surprise and stems
rain and sun
to wash now
old wounds

All rolls
loses meaning
remains confused
in suspension
to start again
in the next life

18.09. 2013 Poetyca

#Sulla sabbia


image

#Sulla sabbia

Passi
#sulla sabbia
chiedendo
al cielo
sorriso e sole
Mani nelle tasche
spolverando
tutti i pensieri
trasformando paure
in resa paziente

03.05.2016 Poetyca

#On sand

Steps
#On sand
asking
to heaven
smile and sun
Hands in pockets
dusting
all thoughts
transforming fears
patiently yield

03/05/2016 Poetyca

Passi incisi nel tempo


7

Passi incisi nel tempo

Nessun Inverno
oscura o nasconde
la luce di un sogno
Conosco i passi
incisi nel tempo
disegnati in voli
di rondini sui tetti
a ricordare alla mente
nuove Primavere

13.06.2014 Poetyca

Steps engraved over time

No Winter
obscures or hides
the light of a dream
I know the steps
engraved over time
drawn in Flight
Swallows rooftops
to recall to mind
new Springs

06/13/2014 Poetyca

Alla brezza serale


Alla brezza serale

Parole di mare
parole d’amore
cullar di onde
alla brezza serale
all’infinito come l’orizzonte
che non ha confine
senza contorno
come un sogno surreale
e tra quel che eri
e quel che sei adesso
è la vita dentro
a restituire il senso
di ogni sentire

19.09.2003 Poetyca

In the evening breeze

Words of sea
words of love
rock wave
the evening breeze
infinity as the horizon
that has no boundaries
shapeless
like a surreal dream
and between what were
and what are you now
is life in
to restore a sense
of any perceived

19.09.2003 Poetyca

Adesso tutto tace


Adesso tutto tace

Come un cerchio nell’acqua
ed onde piane
ho sfiorato il sogno
senza cadere
Soffio di vita
che rincorre il senso
di un attimo appena vissuto
nello spazio d’ascolto
eterno e vivo
è goccia che scivola
senza fretta
rapita ed attratta
da questo espandersi lieve
come brivido
che alimenta la mia anima
lampo di luce
a ricordare che la vita
è adesso – dove tutto tace

06.08.2011 Poetyca

Now everything is silent

Like a circle in the water
and plane waves
I touched the dream
without falling
Breath of life
chasing the sense
just experienced a moment of
in the listening space
alive and forever
it is drop that slides
leisurely
kidnapped and attracted
expand slightly from this
how to thrill
that feeds my soul
flash of light
to remember that life
is now – where everything is silent

06.08.2011 Poetyca

Acrobata


acrobata

Acrobata

Acrobata
sul filo del non senso
in cerca di logica
senza perdere equilibrio
tu sei spartiacque
tra sogno e mistero

Passi a tentoni
voci strozzate in gola
nel segno del silenzio
dove tutto è magia
se non cerchi a tutti i costi
mille interpretazioni

Ricomponi tutto
come tessere di mosaico
pennellate di colore
linfa e virgulto
a dipingere la vita
come tu la vuoi

04.03.2013 Poetyca

Acrobat

Acrobat
on the edge of nonsense
looking for logic
without losing balance
you’re watershed
between dream and mystery

Groping steps
choked voices into throat
under sign of silence
where all is magic
if you looking not at all costs to
thousand interpretations

You reassemble all
as mosaic tiles
splashes of color
sap and shoot
to paint life
as you want

04.03.2013 Poetyca

Ricordo


396522_10150486400714646_742844645_9016239_2027262456_n

Ricordo

In mente resti
anche nel silenzio
non scivola via
il tuo ricordo
Come germoglio
rinasce sempre
a rinverdire l’adesso

17.11.2015 Poetyca

Memory

Mind remains
even in silence
  no slips away
your memory
as bud
always reborn
to revive the now

11/17/2015 Poetyca

Modi indefiniti


255894_10150196286514646_4011270_o

Modi indefiniti

Non possiamo
confondere
piccole voci stridule
figlie della mente confusa
con i modi indefiniti
ma silenziosi
del cuore

18.11.2015 Poetyca

Undefined ways

We can not
confound
small shrill voices
daughters of confused mind
with the ways undefined
but silent
from the heart

11/18/2015 Poetyca

La vera essenza


La vera essenza

La vera ricerca scaturisce dall’ascolto interiore, dalla capacità di raccogliere intuizioni ed essenza intime per forgiare il nostro percorso. Non sono che indicazioni quelle che appartengono al passato, il frutto della conoscenza di altri uomini che hanno toccato la realizzazione. Come potremmo imitare qualcosa e convincerci che essere integralisti, radicati nel preservare qualcosa cristallizzandolo nel tempo sia una via giusta?
Sono tante, forse troppe le scissioni nate da questo, dal perseguire qualcosa che non si era del tutto compresa.
La vera via non contiene – ismi ma quella capacità di accoglienza, di integrazione che faccia un unico fiume dei tanti affluenti, che conosce una sola essenza: L’amore.

10.04.2007 Poetyca

The true essence

The real research comes from listening within, the ability to gather insights and intimate essence to forge our path. There are indications that those who belong to the past, the fruit of knowledge of other men who have touched their implementation. How can we imitate and convince us that something be fundamentalists, rooted in preserving something crystallized in time is a right way?
There are many, perhaps too many divisions born of this, from pursuing something that he had not fully understood.
The true path does not contain isms but the capacity of reception, integration that makes one of the many river tributaries that knows only one essence: Love.

10.04.2007 Poetyca

A raccontare


A raccontare

Se sono Aquila,sii vento
per vedere i miei voli
incontro al sole
Se sono passero ferito
sii un nido che accolga
per riprendere nel tempo
le mie forze nuove
Piccole gocce
sono le parole
che nutrono istanti
tra raggi argentei
di ogni luna nuova
…E tutto resta a raccontare
di vita e sogno senta confine

29.08.2003 Poetyca


telling

If I am Eagle, be wind
to see my flights
towards the sun
If  I m injured sparrow
Be a nest that welcomes
to resume in time
my new forces
Small drops
are the words
nourishing moments
silver rays between
each new moon
… And everything remains to tell
dream of life and feels border

29.08.2003 Poetyca

Tempo di iniziare


Tempo di iniziare

Sul sentiero di magia
ascolta la voce del cuore
e percorri la strada
che già è in te
dove pace ed amore
hanno preso dimora
da sempre e per sempre
saranno tracce di stelle
che dalla notte
ti condurranno all’Aurora
dove era la tua destinazione

Scelte arcane
dipingono la vita
e ci rendono protagonisti
sull’equilibrio tra stelle
e discese negli abissi
sino al giorno in cui
noi tutti apriremo gli occhi
e comprenderemo
che era tutto un sogno
ed oggi è il tempo di iniziare

17.12.2011 Poetyca

Time to start

On the path of magic
listen to the voice of the heart
and follow the road
which is already in you
where peace and love
have taken up residence
always and forever
are traces of stars
that from the night
will lead you to the Aurora
where was your destination

arcane choices
paint the life
and make us protagonists
on a balance between stars
and descended into the abyss
until the day when
we all open our eyes
and understand
that it was all a dream
and now is the time to start

17.12.2011 Poetyca

Tempo – Time


🌸Tempo🌸

Segni
sul volto
sono solchi
indelebili
lasciati
dal tempo
Dentro
gli occhi
è luce
d’anima
ad illuminare
ogni passo

18.07.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸Time

Signs
on the face
they are furrows
indelible
left
from the time
Inside
the eyes
it is light
soul
to illuminate
every step

07.07.2018 Poetyca

Tela bianca


Tela bianca

La nostra vita
è tela bianca
spazio vivo
da riempire
con mille
sfumature
Attimi
e respiro
per colorare
senso e sogno
del nostro andare
La nostra vita
è ricerca
per apprendere
il percorso
in equilibrio

08.04.2018 Poetyca

White canvas

Our life
is white canvas
living space
to be filled
with a thousand
shades
Instants
and breath
to color
sense and dream
of our going
Our life
it’s research
to learn
path
in balance

08.04.2018 Poetyca

L’ultima poesia di Hoshin


10. L’ultima poesia di Hoshin

Il maestro di Zen Hoshin visse in Cina per molti anni. Poi tornò nella parte nord-orientale del Giappone, dove si mise a insegnare ai suoi discepoli. Quando era ormai molto vecchio, raccontò agli allievi una storia che aveva sentita in Cina. Ecco la storia:

Il venticinque dicembre di un certo anno Tokufu, che era molto vecchio, disse ai suoi discepoli: «Poiché l’anno prossimo non sarò più vivo, dovreste trattarmi bene quest’anno».

Gli allievi pensarono che stesse scherzando, ma dato che era un insegnante di gran cuore, nei restanti giorni di quella fine d’anno tutti loro, a turno, lo invitarono a un gran pranzo.

Alla vigilia del nuovo anno, Tokufu concluse: «Siete stati buoni con me. Io vi lascerò domani pomeriggio quando avrà smesso di nevicare».

I discepoli risero pensando che la vecchiaia lo facesse sragionare, perché era una serata limpida e senza neve. Ma a mezzanotte cominciò a nevicare, e l’indomani nessuno riusciva a trovare il maestro. Andarono tutti nella sala di meditazione. Il maestro era spirato là.

Hoshin, che aveva raccontato questa storia, disse ai discepoli: «Non è necessario che un maestro di Zen preannunci la propria morte, ma se veramente lo desidera, può farlo».

«Tu puoi farlo?» domandò qualcuno.

«Sì» rispose Hoshin. «Tra sette giorni vi mostrerò quello che posso fare».

Nessuno dei discepoli gli credette, e quando Hoshin tornò a riunirli, la maggior parte di loro aveva persino dimenticato quel discorso.

«Sette giorni fa» cominciò il maestro «ho detto che stavo per lasciarvi. È d’uso scrivere una poesia di commiato, ma io non sono né poeta né calligrafo. Che uno di voi scriva le mie ultime parole».

I discepoli pensarono che scherzasse, ma uno di loro si preparò a scrivere.

«Sei pronto?» domandò Hoshin.

«Sì, signore» rispose il giovane.

Allora Hoshin dettò:

Io venni dallo splendore
E torno allo splendore.
Cos’è questo?
La poesia mancava di un verso rispetto ai quattro tradizionali, e il discepolo disse: «Maestro, ci manca un verso».

Col ruggito di un leone vittorioso, Hoshin gridò: «Kaa!» ed era morto.

Tratto da 101 Storie Zen 

The Last Poem of Hoshin

The Zen master Hoshin lived in China many years. Then he returned to the northeastern part of Japan, where he taught his disciples. When he was getting very old, he told them a story he had heard in China. This is the story:

One year on the twenty-fifth of December, Tokufu, who was very old, said to his disciples: “I am not going to be alive next year so you fellows should treat me well this year.”

The pupils thought he was joking, but since he was a great-hearted teacher each of them in turn treated him to a feast on succeeding days of the departing year.

On the eve of the new year, Tokufu concluded: “You have been good to me. I shall leave you tomorrow afternoon when the snow has stopped.”

The disciples laughed, thinking he was aging and talking nonsense since the night was clear and without snow. But at midnight snow began to fall, and the next day they did not find their teacher about. They went to the meditation hall. There he had passed on.

Hoshin, who related this story, told his disciples: “It is not necessary for a Zen master to predict his passing, but if he really wishes to do so, he can.”

“Can you?” someone asked.

“Yes,” answered Hoshin. “I will show you what I can do seven days from now.”

None of the disciples believed him, and most of them had even forgotten the conversation when Hoshin next called them together.

“Seven days ago,” he remarked, “I said I was going to leave you. It is customary to write a farewell poem, but I am neither poet nor calligrapher. Let one of you inscribe my last words.”

His followers thought he was joking, but one of them started to write.

“Are you ready?” Hoshin asked.

“Yes, sir,” replied the writer.

Then Hoshin dictated:

I came from brilliancy.
And return to brilliancy.
What is this?

The poem was one line short of the customary four, so the disciple said: “Master, we are one line short.”

Hoshin, with the roar of a conquoring lion, shouted “Kaa!” and was gone.

Taken from 101 Zen Stories

Pioggia e luce


Pioggia e luce

Pioggia e luce
ristoro come le lacrime al dolore
come quel miracolo improvviso che disseta
come quella speranza che spezza le catene
Prigione del buio e del deserto

Pioggia e luce
per un mondo in attesa
eppure ne sono precluse

Pioggia e luce
per chi comprende
in che direzione andare
e poi…
Liberando il mondo
comincia la danza della gioia

08.01.2004 Poetyca

Rain and light


Rain and light
Refreshments such as tears of pain
as a sudden miracle that quenches
as the hope that breaks the chains
Prison of darkness and the desert

Rain and light
to a waiting world
yet they are closed

Rain and light
for people who understand
where to go
and then …
Freeing the world
begins the dance of joy

08.01.2004 Poetyca

Forme – Forms


🌸Forme🌸

Perse le forme
nulla ormai
si può temere
Tutto di snoda
– si manifesta –
oltre il conosciuto
Eppure…
nel nuovo volo
si ritorna a casa

18.07.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸Forms

Lost the forms
nothing now
one can fear
All of it winds
– manifests –
beyond the known
But yet…
in the new flight
we come back home

07.07.2018 Poetyca

Trovare l’amore – Find love


🌸Trovare l’amore🌸

La cosa più difficile
da trovare nei legami
amorosi è l’amore.

F. de La Rochefoucauld
🌸🍃🌸
🌸Find love

The hardest thing
to be found in bonds
love is love.

F. de La Rochefoucauld