La gioia di dare


 

La gioia di dare

Amare non significa aspirare ad investire se stessi solo se si ha un ritorno, una certezza sul sapersi creare un terreno che ci garantisca un futuro, una sicurezza, ma saper donare solo per la gioia di farlo e nessuno ha mai detto che amare sia facile.

Dobbiamo focalizzare il fatto che, centrati su noi stessi, su quello che siamo,che viviamo e che valiamo, dobbiamo sopratutto curare noi stessi; non solo come aspetto fisico,la parte appariscente, ma come Cuore, come essenza che aspira a cercare,vivere e manifestare il proprio contenuto. Il silenzio spesso ha più valore della parola,vive di ascolto, di una continua mutazione ed è questo ” incerto” ad essere una base solida per la scoperta continua, per lo spostamento del confine di quello che siamo, che aspiriamo ad essere, ed è dunque nel nostro viaggio che incontriamo quel compagno o quella compagna che ci consente di accogliere e comprendere, a volte con delle esperienze non sempre facili, noi stessi. Avere un buon rapporto con noi stessi è vivere con serenità la presenza dell’altro.

Senza diventare reattivi o pieni di aspettative, ma sereni perchè capaci di vivere noi stessi, non come qualcosa da riempire della presenza dell’altro ma come oggetto di condivisione,
di serena fiducia nella gioia di dare.

24.03.2011 Poetyca

 

The joy of giving

Love does not aspire to invest themselves only if you have a return, acertainty that we know how to create a land with a future, a safety, but to be able to give only the joy of it and nobody ever said that love iseasy.

We must focus on the fact that, centered on ourselves, on what we are, what we live and we are worth, we must above all take care ofourselves not only as physical appearance, the flashy part, but as the heart, which aspires to look like wood, living and show their contents.The silence often has more value than the word, she lives by listening to a constantly changing and this is “uncertain” to be a solid basis forthe discovery continues to move the boundary of what we are, whatwe aspire to be and is So on our journey we meet that partner or thatpartner that allows us to accept and understand, sometimes theexperiences are not always easy, ourselves. Having a goodrelationship with ourselves is to live with serenity the presence of the other.

Without becoming reactive or full of expectations, but able to livepeacefully in ourselves, not as something to fill the other’s presencebut as an object of sharing,
of serene confidence in the joy of giving.

24.03.2011 Poetyca

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.