Sensibilità


 

budda2

Mercoledi 19 marzo 2014

« Per vivere e affrontare tutte le condizioni dell’esistenza, è importante rafforzare il proprio carattere; altrimenti, cosa si può fare con persone che sono incapaci di sopportare la minima difficoltà, il minimo ostacolo? Quella sensibilità nevrastenica, che è nutrita dalla natura inferiore, rende molto difficile l’esistenza; ecco perché molti hanno tratto la conclusione che per essere felici è meglio rimanere insensibili.
In realtà, va fatta una differenza tra la vera sensibilità e quella sensibilità malaticcia che sarebbe più esatto definire “suscettibilità” o “sentimentalismo”. La vera sensibilità è una facoltà che ci rende capaci di elevarci molto in alto, al fine di avere accesso alla bellezza di regioni sempre più luminose e sottili. Il sentimentalismo è invece una manifestazione della natura inferiore di quegli esseri che, considerandosi il centro del mondo, trovano che nei propri confronti non si manifesti mai abbastanza considerazione; alla minima occasione si sentono frustrati, feriti, e diventano aggressivi. Chi ha realmente colto questa distinzione comprende di avere tutto un lavoro da fare sulla propria natura inferiore per dominarla: questo è l’unico modo per permettere alla propria vera sensibilità di svilupparsi. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Wednesday, March 19, 2014

« In order to live and confront all conditions in life, it is important to strengthen one’s character. Otherwise, what can be done about people who are unable to bear the slightest difficulty, the slightest obstacle? This nervous sensitivity, which is fed by their lower nature, makes life very difficult, which is why many have come to the conclusion that in order to be happy it is better to remain insensitive.
Actually, you should make the distinction between true sensitivity and the weak sensitivity that could more correctly be called susceptibility or sentimentality. True sensitivity is a faculty that enables us to rise very high and so gain access to the beauty of regions of ever greater luminosity and subtlety. Sentimentality, though, is an expression of the lower nature, where people think the world revolves around them and find they are never shown enough consideration; they feel frustrated and wounded at the slightest thing and become aggressive. Those who have grasped this distinction understand they have much work to do to control their lower nature: this is the only way to allow their true sensitivity to blossom. »

Omraam Mikhael Aivanhov

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.