Archivio | 11/09/2018

Speranza


Speranza

Speranza : Piccola grande fiamma che illumina le notti che mettono paura,
faro nella tempesta che conduce a casa…
Respiro che espande la forza verso il domani frastagliato di sogni…

Colori che riprendono vita
e sorridono d’arcobaleno…

Brezza e sole dopo la tempesta e respiro luminoso
che rinfranca il passo…

Mai vano è lo sperare e stringendo
con la voglia di essere presenza un’altra mano

– Nessuno è solo verso il percorso della vita –

26.09.2003 Poetyca

Hope

Hope great little flame that lights the nights that bring fear,
lighthouse in the storm that leads home …
Breath that expands the strength towards the dreams of tomorrow jagged …

Colors back to life
rainbow and smile …

Breeze and sunshine after the storm and breathing light
that freshens up …

Never in vain is the hope and tightening
with the desire to be there another hand

– No one is to the path of life –

26.09.2003 Poetyca

Io chi sono?


Mitakuye Oyasin
Siamo tutti fratelli e sorelle – We are all brothers and sisters


Io chi sono ?

Ho nostalgia di casa
quando guardo il cielo
ed un lacrima scivola
– forse ricordo lontano –

Vorrei comprendere
questo strano senso
di vortice infinito
che ora mi cattura

Strana sera fatta
di stelle lucenti
che occhieggiano
come richiamo

Strana voglia
di stringere un percorso
che mi riporti indietro
per svelare :
Io chi sono?

Siamo tutti figli
di questa polvere cosmica
che ci riporta verso
lo sfiorato mistero
e lo sento in fondo all’anima
nel sapore impalpabile
del vibrante esserci
in infinito intreccio
con i compagni di viaggio
di questo immoto spazio

11.12.2003 Poetyca

Who am I?

I’m homesick
when I watch the sky
and a tear slips
– Perhaps distant memory –

I would understand
this strange feeling
vortex of infinite
catch me now

Strange evening made
of bright stars
peep that
as a reminder

Strange desire
to forge a path
that takes me back
to reveal:
Who am I?

We are all children
This cosmic dust
Which brings us back to
touched the mystery
and feel in the depths
flavor impalpable
be the vibrant
in infinite plot
with fellow travelers
this motionless space

11.12.2003 Poetyca

Manifestazioni di pace – Expressions of Peace


Manifestazioni di pace

Un conto è credere, con umiltà aderire ed incontrarsi perchè si desidera con
i propri strumenti ( in questo caso i piedi che permettano di incamminarsi)
mostrare di esserci,fare anche un piccolo sacrificio e predisporsi alla
consapevolezza di quanto si stia facendo, credere nella pace è anche portare
la pace, non deve essere ridotto tutto a quel momento, passato il quale ci
si senta a posto.
Non deve essere nel mostrare o dimostrare per fare una passerella tv vicino
a parsone note o meno note, quanto portare la propria partecipazione
interiore. E’ diverso l’apparire dall’esserci, come è diverso fare qualcosa
che si sente davvero, nel mettersi in gioco, nell’attenzione alla
propria vita, evitando l’insulto gratuito al guidatore distratto al mattino
o il dispetto al vicino di casa, così come l’evitare il pettegolezzo o il
cercare gli aspetti antipatici negli altri e reagire di conseguenza.
La pace non è una manifestazione da indossare una volta l’anno, da rendere
pubblica in caso di guerre, insieme alla bandiera che era in naftalina, che
si spera di tirare fuori ogni tanto per poi dire di essere attivisti
pacifisti. La pace è qualcosa che, con la compassione e la benevolenza, con
l’amorevolezza si vive dentro di noi per poi portarla all’esterno, ogni
giorno. Non è facile, è qualcosa che cerca equilibrio nell’impatto del
quotidiano, dove gli altri ci fanno muovere moti di stizza o dove ci si
sente frustrati, malgrado questi piccoli o grandi ostacoli spetta a noi
cominciare a trasformare il nostro modo di vivere per poi allargare
il cerchio estendendo pace e amorevolezza agli altri, è una piccola goccia
ma se in tanti ci provassero sarebbe l’opportunità per capire davvero il
senso della solidarietà e della presenza mentale e profonda alle
manifestazioni, non sfilate ma manifestazioni di sè.
07.10.2007 Poetyca

Expressions of Peace
It is one thing to believe, with humility because you want to join and meet with
their instruments (in this case that allow your feet to walk)
show to be there, make a small sacrifice and prepare to
awareness of how you’re doing, believe in peace is also lead
peace, should not all be reduced to that time, after which we
feels right.
It should not be in the show or dimostare to make a walkway near the TV
Parsons notes to or may not know what to bring its stake
interior. And ‘other than the appearance on being, as it is to do somethingdifferent
that feels really get involved in, in attention to
their lives, avoiding the gratuitous insult to the driver distracted in the morning
or spite the neighbor, as well as to avoid gossip or
look unpleasant aspects in others and react accordingly.
Peace is not an event to wear once a year, to make
public in the event of war, along with the flag that was in mothballs, which
it hopes to pull out every now and then claim to be activists
pacifists. Peace is something that, with the compassion and benevolence, with
Loving kindness is the lives inside of us and then take it out, each
days. It is not easy, it’s something that seeks balance in the impact of
newspaper, where the other motions of anger to move us or where we are
frustrated, despite these obstacles small or large for us to
begin to transform the way we live and then expand
extending the circle of peace and kindness to others, is a small drop
but if they tried it in so many the opportunity to really understand the
solidarity and sense of mindfulness and the deep
demonstrations, no parades, but the events themselves.
07.10.2007 Poetyca

Follia – Madness


🌸Follia🌸

Castelli
di carte
crollano
penetrando
nel profondo
di vite innocenti
Grida
e fumo
nella memoria
a tingere
il cielo
di follia
Vite rubate
senza vera
ragione
demoni
all’apice
dell’oscura via

04.09.2018 Poetyca
🌸🌿🌸
🌸Madness

Castles
of cards
collapse
penetrating
deep inside
of innocent lives
Shout
and smoke
in memory
to dye
the sky
of madness
Stolen lives
without true
reason
demons
apex
of the dark way

04.09.2018 Poetyca

Verità


soul

Verità

Ogni storia, ogni vissuto è traccia da percorrere e da leggere nella sua verità, è come una pepita d’oro da cercare tra la sabbia, uno specchio a cui togliere la polvere per ritrovarne la luminosità. Non sempre si è pronti per accogliere la verità, non sempre essa si manifesta in forma tangibile. Un esempio è nell’essere ” illuminati” improvvisamente e nel cogliere che quanto ci fosse sempre stato sotto gli occhi, senza una spiegazione sembra assumere una diversa percezione e l’oro che si cercava non era lontano da noi, inutile il viaggio che ci allontanasse dalla nostra casa, infatti era nascosto in un angolo e non ce ne accorgevamo, malgrado quell’angolo era da noi vissuto giorno dopo giorno. La verità assume la caratteristica di ” vissuto personale” e non si potrebbe indicare ad altri, in particolare se non pronti a cogliere cosa essa sia, non si potrebbe perchè chi ha timore non sa accoglierla. Possiamo invece offrire strumenti, “essere con” chi sia confuso e non ha imboccato ancora un sentiero che lo conduca verso la ricerca. Non serve che questo, insieme alla pazienza ed un giorno la Verità si rivelerà agli occhi ed al cuore di chi ha cercato con cuore puro, come un fanciullo.

© Poetyca

Every story, every track is lived to go and read it in its truth, it’s like a gold nugget to search from the sand, a mirror in which to remove the dust allowed to enjoy the brightness. Not always you are ready to accept the truth, it does not always manifested in tangible form. An example is being “enlightened” and suddenly grasp that what it had always been under the eyes, without an explanation seems to take a different perception and the gold that was sought was not far from us, the journey pointless that we might depart from our house, it was hidden in a corner and we do not accorgevamo, in spite of that angle was that we lived day after day. The truth takes on the characteristic of “personal experience” and you might not indicate to others, especially if they are ready to grasp what it is, because you might not fear those who can not accept it. Instead, we can provide tools, “being with” who is confused and has not yet embarked on a path that will lead him towards research. You do not have this along with the patience and one day the truth will prove to be the eyes and hearts of those who tried with a pure heart, like a child.

© Poetyca

Controcorrente – Countercurrent


🌸Controcorrente🌸

È aria
profumo
in aromi
indelebili
e senza tempo
Mulini
di pensieri
in un soffio
si placano
e trovano pace
Tutto passa
e va
non lo puoi
trattenere
con le mani
Tu
ritorna
se vuoi
nuotando
sempre
controcorrente

04.09.2018 Poetyca
🌸🌿🌸
🌸Countercurrent

It’s air
perfume
in indelible
aromas
and timeless
Mills
of thoughts
in a breath
they calm down
and find peace
All passes
and it goes
you can not
hold back
With the hands
You
come back
if you want
swimming
always
countercurrent

04.09.2018 Poetyca

Verdi foglie – Green leaves – Khalil Gibran


🌸Verdi foglie🌸

“Non chiamare stolto
nessuno tra voi,
giacchè in veritá
noi non siamo
né saggi nè stolti.
Siamo verdi foglie
sull’albero della vita,
e la vita stessa è
al di lá della saggezza
e, certo, al di lá
della stoltezza”

Khalil Gibran, filosofo libanese
🌸🌿🌸
🌸Green leaves

“Do not call fool
none among you,
because in truth
we are not
neither wise nor foolish.
We are green leaves
on the tree of life,
and life itself is
beyond wisdom
and, of course, beyond it
of folly ”

Khalil Gibran, a Lebanese philosopher

Una perla al giorno – Jack Kornfield


171058_498708279645_742844645_6377896_5663347_o_102

 

“Abbiamo solo l’adesso, solo questo singolo momento eterno di apertura ed esso si apre davanti a noi, giorno e notte.”

  Jack Kornfield

“We have only now, only this single eternal moment opening and unfolding before us, day and night.”

 Jack Kornfield