Archivio | 02/12/2018

Polvere nel vento


Polvere nel vento

Sperduta
polvere nel vento
sul sentiero dell’amarezza
colgo ora acini acerbi
d’ un disatteso attimo
Forse vissuto
o mai vissuto
– ma adesso
nulla importa –
E’ raggio d’un nuovo sole
che riscalderà la via
per compiere speranze

20.11.2003 Poetyca

Dust in the wind

Lost
Dust in the wind
on the path of bitterness
I take hours unripe berries
d ‘an unexpected moment
Perhaps living
or never lived
– But now
no matter –
It ‘a new range of sun
that heats the way
hopes to accomplish

20.11.2003 Poetyca

Adesso è vita


candido_giglio_1024

Adesso è vita

Dopo la notte scura
tra manciate di stelle
scorgo la perenne
prima mai distinta da altre
Lacrime e sudore
sono state caduta
tra polvere e sconfitta
ma oggi è slancio
Oggi è vita profonda
nel suono impercettibile
di un respiro univoco
tra me ed universo
Cadere è prendere la rincorsa
con la Luce sulle ali
infise nell’Anima
perchè Adesso è Vita

26.10.2013 Poetyca

Now is life

After the dark night
between handfuls of stars
I see the perennial
first ever distinguished from other
Tears and sweat
were fall
between dust and defeat
but today is momentum
Today is profound life
imperceptible in sound
a unique breath
between me and the universe
Falling is to take a run
with the Light on the wings
infise in the Soul
because Now is Life

26.10.2013 Poetyca

51. Il miso acido


51. Il miso acido

Il monaco cuoco Dairyo, nel monastero di Bankei, decise di prendersi cura della salute del suo vecchio insegnante e di servirgli soltanto miso fresco, una pasta di soia mescolata con grano e lievito che spesso fermenta. Bankei, notando che il miso servito a lui era migliore di quello dei suoi allievi, domandò: «Chi è il cuoco, oggi?».

Dairyo fu mandato a chiamare. E da lui Bankei seppe che, data la sua età e la sua posizione, doveva mangiare soltanto miso fresco. Allora disse al cuoco: «Dunque tu pensi che non devo mangiare affatto». E detto questo, entrò nella sua stanza e chiuse la porta a chiave.

Dairyo, seduto davanti alla porta, chiedeva perdono all’insegnante. Bankei non rispondeva. Per sette giorni rimasero Dairyo seduto fuori e Bankei chiuso dentro. Infine, per disperazione, un seguace gridò a Bankei: «Tu puoi anche star bene, vecchio maestro, ma questo giovane discepolo deve mangiare. Non può continuare a star digiuno per l’eternità!».

Allora Bankei aprì la porta. Sorrideva. Disse a Dairyo: «Io insisto per mangiare quello che mangia l’ultimo dei miei seguaci. Quando diventerai insegnante, voglio che non te ne dimentichi».

Sour Miso

The cook monk Dairyo, at Bankei’s monastery, decided that he would take good care of his old teacher’s health and give him only fresh miso, a paste of soy beans mixed with wheat and yeast that often ferments. Bankei, noticing that he was being served better miso than his pupils, asked: “Who is the cook today?”

Dairyo was sent before him. Bankei learned that according to his age and position he should eat only fresh miso. So he said to the cook: “Then you think I shouldn’t eat at all.” With this he entered his room and locked the door.

Dairyo, sitting outside the door, asked his teacher’s pardon. Bankei would not answer. For seven days Dairyo sat outside and Bankei within.

Finally in desperation an adherent called loudly to Bankei: “You may be all right, old teacher, but this young disciple here has to eat. He cannot go without food forever!”

At that Bankei opened the door. He was smiling. He told Dairyo: “I insist on eating the same food as the least of my followers. Whe you become the teacher I do not want you to forget this.”

Unisono d’intenti


image

Unisono d’intenti

Unisono d’intenti
  concetti impigliati
  in piccole
  semplici parole,
  per dare forma
   all’inesprimibile.

14.06.2016 Poetyca

Unison of intent

 Unison of intent
  entangled concepts
  in small
  Simply put,
  to shape
   to the inexpressible.

14/06/2016 Poetyca

La Provvidenza


La provvidenza

Ricordati, o Padre, che sono tua creatura,
ricordati che tu mi hai suscitato alla vita.
Io non ero
e tu mi hai pensato;
e tu mi hai chiamato dal nulla
e mi hai fatto questo dono di rispondere:
io sono.
Tu hai guidato con segreta provvidenza
la via della mia esistenza.
Tu hai disposto le tappe del mio cammino.
Da lontano mi hai chiamato
perché io ti rispondessi vicino.
Ed ecco sono, creatura delle tue mani,
argilla deforme e immagine del tuo volto.
Ricomponi in me le tue sembianze,
o Signore,
non giudicarmi se io le ho obliate.
Io sono fragile nelle tue mani potenti,
la mia infermità è indice del tuo dominio,
ma le tue mani sono pietose,
sono pietose anche quando ci opprimono,
le tue mani sorreggono e sostengono,
le tue mani puniscono e vivificano.
Io abbandonerò ad esse la mia vita,
il dono che tu mi hai fatto, io ti confiderò;
dove niente si perde, perderò l’essere mio,
in te, o Padre, mio principio e mia fine.

Paolo VI

Providence

Remember, O Father, I am your creature,
You remember that you have caused me to life.
I was not
and thou hast thought;
and you called me out of nowhere
and you made me this gift to answer:
I am.
You have guided secret providence
the way of my existence.
You have specified the stages of my journey.
From a distance you called me
I answered that I will close.
And here they are, a creature of thy hands;
clay, and deformed image of your face.
Redial your likeness in me,
O Lord,
do not judge me if I have forgotten them.
I’m fragile in your hands, powerful,
my illness is a sign of your domain,
but your hands are pitiful,
they are pitiful when they oppress us,
hold up your hands and say,
your hands and give life to punish.
I will give away my life to them,
the gift that you have done to me, I will trust in you;
where nothing is lost, I will lose my being,
in thee, O Father, my beginning and my end.

Paul VI

Vita


VITA

Cos’è quella forza che ci spinge lontano dal conforto di ciò che è familiare e ci fa affrontare le sfide, pur nella consapevolezza che la gloria del mondo è transitoria? Credo che questo impulso sia la ricerca del senso della vita. Per anni ho cercato nei libri, nell’arte, nella scienza, nei pericolosi o facili cammini che ho percorso, una risposta definitiva a questa domanda. Ne ho trovate tante. Oggi sono convinto che una tale risposta non ci sarà mai data in questa esistenza, anche se alla fine, nel momento in cui ci troveremo di nuovo dinanzi al Creatore, ci renderemo conto di ogni opportunità che ci è stata offerta.

Paulo Coelho
Discorso d’insediamento alla Accademia Brasiliana di Lettere

LIFE

What is the force that drives us away from the comfort of the familiar and makes us face the challenges, while being aware that the glory of the world is transitory? I think this impulse is the search for meaning in life. For years I looked in books, art, science, hazardous or arduous paths in the path that I have a definite answer to this question. I found many. Today I am convinced that such a response there will never be given in this life, even if in the end, when we will be back before the Creator, we realize that every opportunity has been offered.

Paulo Coelho
Inaugural address to the Brazilian Academy of Letters

Volo libero – Free fly


🌼Volo libero🌼

Contro le catene
di chi cattura
ogni palpito
ogni respiro
è il volo libero
oltre il confine
cercato dall’occhio
di ogni mio pensiero

22.11.2018 Poetyca
🌼🌿🌼#Poetycamente
🌼Free fly🌼

Against the chains
of those who capture
every beat
every breath
it’s free flight
beyond the border
sought by the eye
of all my thoughts

22.11.2018 Poetyca

Ricami di cielo


Ricami di cielo

Per te
inattaccabili speranze
nella mano tesa
offerta di colore
ogni volta che appaiono
le tue inaspettate paure

Se potessi scegliere
sogni impigliati
tra le nuvole vaghe
ti regalerei il migliore

Spezza il tremore
raccogli ricami di cielo
E rendi quieti
tutti i sospiri di vento

che tendono un tranello
al mistero di questa notte

Se anche adesso
chiudi gli occhi
cerca la vita
tra gli aromi del cuore

Ma credici con forza
Non farti fermare ancora
dalle prime foglie fuggite
dalle pennellate d’Inverno

19.01.2003 Poetyca

Embroidery sky

For you
unassailable hopes
the outstretched hand
offering color
every time they appear
your unexpected fears

If you could choose
dreams caught
vague in the clouds
gives you the best

Break the tremor
collect embroidery sky
And make quiet
all the sighing of wind

tending a trap
the mystery of this night

If now
close your eyes
search for life
between the aromas of the heart

But believe strongly
Do not get stopped again
fled from the first leaves
strokes from the Winter

19.01.2003 Poetyca

Essere vivi – Be alive


🌸Essere vivi🌸

Sono i luoghi magici
sospesi nell’etere
senza tempo
tra la gioia
e l’azzardo
di voci e sogni
in anime vibranti
Sono la conseguenza
dei limiti caduti
a far varcare
lo spazio
oltre il conosciuto
in un abbraccio
per Essere vivi

21.11.2018 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Be alive

They are magical places
suspended in the ether
timeless
between joy
and gambling
of voices and dreams
in vibrating souls
They are the consequence
of the fallen limits
to cross over
space
beyond the known
in a hug
to be alive

11.11.2018 Poetyca

Fiducia – Confidence – Truman Capote


🌼Fiducia🌼

Devi molto
a chiunque
ti abbia mai
dato fiducia

Truman Capote
🌼🌿🌼#pensierieparole
🌼Confidence

You have a lot
to anyone
have you ever
given trust

Truman Capote