Archivio | 13/12/2018

In sintonia con il mio andare


natura2

In sintonia con il mio andare

Oramai ho inciso
tutte le rotte
sul palmo della mano
Non temo più le correnti
il grande frastuono
quello che solo la paura sa fare:
Volo al di sopra di tutto
per essere in sintonia
con il mio andare

29.10.2014 Poetyca

In keeping with my go

By now I recorded
all routes
the palm of your hand
No more fear to  currents
the big noise
one that only fear can do:
Flight above all
to be in tune
with my go

10/29/2014 Poetyca

L’amore


L‘ amore

L’ amore è il vero senso della vita, eppure non è facile metterlo in pratica, dare questo sapore ai nostri passi.

La paura paralizza, l’ego ci fa tenere stretto il nostro apparire.

Scavare nel profondo, lasciare andare gli attaccamenti e le aspettative.

Prendere per mano noi stessi per curare le ferite, per colmare l’amore mai ricevuto e poi…con gioia prendere la mano di chi soffre, di chi è smarrito – non per sentirci amorevoli – ma per esserlo davvero, è dare senso alla nostra vita.

Non dimentichiamo che quanto davvero ci sia necessario è l’amore, l’offrire amore incondizionato. L’accumulo di beni materiali, la fuga da se stessi attraverso mille illusioni, senza riparare le ferite profonde, senza riconoscere che siamo in cerca d’amore…a poco servirebbe.

13.10.2007 Poetyca


To love

Love is the true meaning of life, yet it is not easy to put into practice, to this taste in our footsteps.

Fear paralyzes, the ego makes us keep our close look.

Dig deep, let go of attachments and expectations.

Take the hand ourselves to heal wounds, to fill the love ever received with joy … and then take the hand of those who suffer, those who are lost – not to feel loving – but to be truly, is to give meaning to our lives.

Do not forget that what we really need is love, give unconditional love. The accumulation of material goods, the escape from themselves through a thousand illusions, without repairing the deep wounds, without recognizing that we are looking for love … just to serve.

13.10.2007 Poetyca

Cogli un fiore


Cogli un fiore

Sei vita che rinasce
si colora e respira
oltre i confini del tempo
oltre ogni paura
e sulle ali della speranza
mi porti a te

…E se ti chini
cogli un fiore
aroma sconosciuto che ora
è anche parte di te
di quel tuo mondo
che con serenità hai aperto agli altri

02.11.2003 Poetyca


Take a flower

You are life reborn
turns and breathes
beyond the boundaries of time
beyond fear
and on the wings of hope
bring me to you

… And if you bend
Take a flower
aroma unknown now
is also part of you
of what your world
with confidence that you open to others

02.11.2003 Poetyca

Visibile invisibile


image

Visibile invisibile

Visibile
l’invisibile
reso palese
da pazienti attese
Oltre parole
gesti eloquenti
a dissimulare
la paura del vuoto
Tutto ha senso
anche se sconosciuto
come il volto
non palese della luna

11.06.2016 Poetyca

Visible invisible

Visible
the invisible
made clear
by patient expectations
beyond words
eloquent gestures
to conceal
the fear of the void
It all makes sense
although unknown
as the face
not clear of moon

06/11/2016 Poetyca

Elevazione spirituale


Elevazione spirituale

La metafora dell’elevazione spirituale corrisponde a questo fatto. Se cammino sul fianco di una montagna posso vedere prima un lago, poi, dopo qualche passo un bosco. Bisogna scegliere il lago o il bosco; se voglio vedere insieme lago e bosco, debbo salire più in alto.
Però, la montagna non esiste. E’ fatta di aria. Non si può salire: bisogna essere sollevati in alto.
Non ho in me il principio ascensionale. Non posso arrampicarmi nell’aria fino in cielo. Solo orientando il mio pensiero verso qualcosa di migliore di me, questo qualcosa mi trae verso l’alto.
[…]Questo effetto dell’orientazione del pensiero non è affatto paragonabile alla suggestione. Se io mi dico ogni mattina: “Io sono coraggiosa, io non ho paura”, posso diventare coraggiosa; ma di un coraggio che sarà conforme a ciò che nella mia attuale imperfezione mi rappresento con quel nome e che, quindi, non andrà oltre quella imperfezione. Sarà una modificazione sul medesimo piano, non una mutazione di piano.
La contraddizione è il criterio. Non è possibile procurare cose incomparabili con la suggestione. Solo la grazia lo può. Un essere tenero che diventa coraggioso per suggestione si indurisce, non di rado si amputa anche della sua tenerezza con una specie di selvaggio piacere. Solo la grazia può dare il coraggio lasciando intatta la tenerezza o dando la tenerezza lasciando intatto il coraggio.

Simone Weil, L’ombra e la grazia

Spiritual elevation

The metaphor of the spiritual elevation corresponds to that fact. If I walk on the side of a mountain I can see the lake first, then after a few steps a forest. You need to choose the lake or the woods, if I want to see along the lake and woods, I have to climb higher.
But the mountain does not exist. It ‘made of air. You can not go: you have to be raised up.
I do not have in me the principle of lift. I can not climb up into the air in the sky. Only directing my thoughts toward something better than me, something that draws me to the top.
[…] This effect of the orientation of thought is not at all comparable to the suggestion. If I tell myself every morning: “I am brave, I am not afraid,” I become brave, but a courage that will conform to what I represent in my present imperfections of that name and that, therefore, will not go beyond that imperfections. It will be a change on the same floor, not a change of plan.
The contradiction is the criterion. You can not get things with the incomparable beauty. Only grace can. A tender to be brave for becoming suggestion hardens, not infrequently even amputation of his tenderness with a kind of savage pleasure. Only grace can give the courage leaving intact giving affection tenderness or leaving intact the courage.

Simone Weil, Gravity and Grace

Una strada con un cuore



Citazione dal libro di Carlos Castaneda “Gli Insegnamenti di don Juan” a proposito di

Una strada con un cuore

DONN JUAN:

«Tutto è solo una strada tra tantissime possibili. Devi sempre tenere a mente che una strada è solo una strada; se senti che non dovresti seguirla, non devi restare con essa a nessuna condizione. Per raggiungere una chiarezza del genere devi condurre una vita disciplinata. Solo allora saprai che qualsiasi strada è solo una strada e che non c’è nessun affronto, a se stessi o agli altri, nel lasciarla andare se questo è ciò che il tuo cuore ti dice di fare. Ma il tuo desiderio di insistere sulla strada o di abbandonarla deve essere libero dalla paura o dall’ambizione.»

DON JUAN:
«Ti avverto. Guarda ogni strada attentamente e deliberatamente. Mettila alla prova tutte le volte che lo ritieni necessario. Quindi poni a te stesso, e a te stesso soltanto, una domanda. Questa è una domanda posta solo da un uomo molto vecchio. Il mio benefattore me l’ha detta una volta quando ero giovane, e il mio sangue era troppo vigoroso perché la comprendessi. Ora la comprendo. Ti dirò che cosa è:

Questa strada ha un cuore? Tutte le strade sono uguali; non portano da alcuna parte. Sono strade che passano attraverso la boscaglia o che vanno nella boscaglia. Nella mia vita posso dire di aver percorso strade lunghe, molto lunghe, ma io non sono da nessuna parte. La domanda del mio benefattore ha adesso un significato.”

Questa strada ha un cuore? Se lo ha la strada è buona. Se non lo ha non serve a niente. Entrambe le strade non portano da alcuna parte, ma una ha un cuore e l’altra no. Una porta un viaggio lieto; finché la segui sei una sola cosa con essa. L’altra ti farà maledire la tua vita. Una ti rende forte; l’altra ti indebolisce.» (…)

CARLOS CASTANEDA:
«Ma come si fa a sapere quando un sentiero non ha un cuore, don Juan?»

DON JUAN:
«Prima di inoltrarti in esso poniti la seguente domanda: “Questa strada ha un cuore?” Se la risposta è no, lo saprai, e allora dovrai scegliere un altro sentiero.»

CARLOS CASTANEDA:
«Ma come faccio a capirlo?»

DON JUAN:
«E’ una cosa che si sente. Il problema è che nessuno si pone questa domanda, e quando un uomo si accorge di aver intrapreso una strada senza cuore, essa è pronta per ucciderlo. Arrivati a quel punto, sono pochi quelli che si fermano a riflettere e abbandonano la strada.»

CARLOS CASTANEDA:
«Cosa devo fare per formulare la domanda nel modo giusto, don Juan?»

DON JUAN:
«Fallo e basta.»

CARLOS CASTANEDA:
«Quello che vorrei sapere è se esiste un metodo per non mentire a se stessi credendo che la risposta sia positiva quando in realtà non lo è.»

DON JUAN:
«Perché dovresti mentire?»

CARLOS CASTANEDA:
«Forse perché in quel momento la strada sembra piacevole e divertente.»

DON JUAN:
«Sciocchezze. Una strada senza cuore non è mai piacevole. Devi lavorare duramente anche per intraprenderla. D’altra parte è facile seguire una strada che ha un cuore, perché amarla non ti costa fatica.»

Carlos Castaneda, Gli Insegnamenti di don Juan, pagg. 145 e 211
A Scuola dallo Stregone pagg. 86 e 129

Quote from the book by Carlos Castaneda “The Teachings of Don Juan” about

A street with a heart

DON JUAN:
“Everything is just one among many possible way. You should always keep in mind that a path is only a road if you feel that you should follow, you must not stay with it under any condition. To achieve such clarity you must lead a disciplined life. Only then will you know that any path is only a path and there is no affront, to oneself or others, in dropping it if that is what your heart tells you to do. But your desire to keep on the path or leave it must be free from fear or ambition. “

DON JUAN:
“I warn you. Look at every path closely and deliberately. Try it as many times as necessary. Then ask yourself, and yourself alone, one question. This is a question only a very old man. My benefactor told me once when I was young, and my blood was too vigorous because the include. Now I understand. I’ll tell you what it is:

This road has a heart? All roads are the same: they lead nowhere. They are paths going through the bush or into the bush. In my life I can say I have traveled long roads, very long, but I’m not anywhere. My benefactor’s question has meaning now. “

This road has a heart? If it does, the path is good. If it is useless. Both paths lead nowhere, but one has a heart and the other is not. A door for a joyful journey; long as you follow you are one with it. The other will make you curse your life. One makes you strong, the other weakens you. “(…)

Carlos Castaneda:
“But how do you know when a path has no heart, Don Juan?”

DON JUAN:
“Before I sent it ask yourself the following question:” Does this path have a heart? ” If the answer is no, you know, and then you choose another path. “

Carlos Castaneda:
“But how do I know?”

DON JUAN:
“It ‘something that feels. The problem is that no one asks this question, and when a man realizes that he embarked on a path without heart, it is ready to kill him. Arrived at that point, there are few who stop to reflect and abandon the road. “

Carlos Castaneda:
“What do I ask the question in the right way, Don Juan?”

DON JUAN:
“Just do it.”

Carlos Castaneda:
“What I know is if there is a way to not lie to themselves believing that the answer is positive when in fact it is not.”

DON JUAN:
“Why would you lie?”

Carlos Castaneda:
“Maybe because that’s when the road looks nice and funny.”

DON JUAN:
“Nonsense. A road without a heart is never pleasant. You must also work hard to undertake. On the other hand is easy to follow a path that has heart, why do not you love her effort. “

Carlos Castaneda, The Teachings of Don Juan, pp. 145 and 211
Teachings of Don Juan pp. 86 and 129

Coraggio – Courage


🌼Coraggio🌼

Coraggio
nell’attesa
tra le nebbie
del cuore
Sfumate parole
goccíolano
in un gelo
glaciale
Dimenticanze
tra fenditure
dove verrà
nuova Primavera

30.11.2018 Poetyca
🌼🌿🌼#Poetycamente
🌼Courage

Courage
waiting
in the mists
of the heart
Feather words
drip
in a frost
glacial
forgetfulness
between slits
where will it come
new Spring

30.11.2018 Poetyca