Archivio | 22/12/2018

Il sasso nello stagno


zen-wallpaper-7

 

Il sasso nello stagno

Attraverso una semplice metafora
possiamo osservare alcuni meccanismi
della nostra mente che spesso ci sfuggono,
attraverso tale osservazione possiamo
assumerci le nostre personali responsabilità
riguardo quegli eventi che ci riguardano da vicino,
senza assumere l’atteggiamento da vittima,
sopratutto senza incolpare gli altri di quanto
ci accade:

Osserviamo come, lanciando un sasso in un stagno,
esso sia causa di una reazione dell’acqua, infatti
si vengono a formare dei cerchi concentrici e maggiore
e la spinta che imprimiamo al lancio
e maggiore è la reazione a tale spinta.
A volte si possono lanciare sassi con una tecnica
del tutto diversa, allora possiamo osservare come
il sasso possa rimbalzare sull’acqua.
Solo in nostro porre attenzione consapevolmente
permette di modificare traiettoria ed effetti.
Se ora attribuiamo ad ogni elemento la giusta collocazione,
ci accorgiamo che il sasso rappresenta il nostro ” Ego”,
quello che la mente considera essere un io,
una personalità, un soggetto pensante ed agente.
Dunque ad ogni nostra azione, spesso non ponderata nei suoi effetti,
dettata a volte come reazione o concausa ad eventi,
si scatenano dunque delle onde concentriche,
le quali coinvolgeranno tutto quel che incontrano.
Se, ad esempio, per un gesto di rabbia,
dettato dalla paura o dall’inconsapevolezza,
noi agiamo senza considerare che stiamo solo agendo
con il pilota automatico, senza conoscere le conseguenze,
siamo responsabili di quanto si genera.
Lo stesso accade quando, in una forma passiva,
dobbiamo subire le conseguenze degli atti di altre persone
( non consapevoli o vittime passive).
Se imparassimo ad usare attenzione,
a vivere con Compassione o Amorevolezza ( Metta)
verso coloro che agiscono senza sapere,
saremmo aperti ad un’alternativa molto importante.
Invece di farci risucchiare dal gorgo delle acque stagnanti
come quelle dell’odio, della rivalsa, della vendetta,
saremmo capaci di scelta, aprendoci a nuove prospettive.
Possiamo imparare a surfare sulle onde,
a stoppare la reazione a catena per operare in modo diverso,
un modo che faccia dello stagno un luogo limpido,
calmo,metafora per condurre la nostra pace interiore,
divenendo causa di amore incondizionato.

27.11. 2014 Poetyca
The stone in the pond

Through a simple metaphor
we can observe some mechanisms
of our mind that often elude us,
through this observation we can
assume our personal responsibility
about those events that concern us closely,
without assuming the attitude of the victim,
especially without blaming others than
happens to us:

We observe that, throwing a stone into a pond,
it is due to a reaction of water, in fact
are formed of concentric circles and greater
and the boost to the launch imprimiamo
and the greater the reaction to such a thrust.
Sometimes you can throw stones with a technique
completely different, then we can see how
the stone can bounce on water.
Only in our pay attention consciously
allows you to change the trajectory and spin.
If now we attribute to each element the right place,
we realize that the stone represents our “Ego”
what the mind sees as an I,
a personality, a thinking subject and agent.
So to all our actions, often unweighted in its effects,
dictated sometimes in reaction to events or contributing cause,
are unleashed therefore of concentric waves,
which will involve all I meet.
If, for example, for a gesture of anger,
dictated by fear or unconsciousness,
we act without considering that we are only acting
on autopilot, without knowing the consequences,
we are responsible for what you build.
The same happens when, in a passive form,
we must suffer the consequences of the acts of other persons
(Conscious or not passive victims).
If we learn to use attention,
to live with Compassion or Loving Kindness (Metta)
toward those who act without knowing,
we would be open to a very important alternative.
Instead of us sucked into the whirlpool of stagnant water
like those of hatred, revenge, revenge,
would be able to choice, opening up new perspectives.
We can learn to surf the waves,
to stop the chain reaction to operate in a different way,
a way that makes a place clear of the pond,
calm, metaphor to conduct our inner peace,
becoming a cause of unconditional love.

27.11. 2014 Poetyca

Dove tutto vive



Dove tutto vive

Davvero sei
speranza ed attesa
di un tempo
senza lancette
per cercarti
dove tutto vive

06.02.2027 Poetyca

Where everything lives

You really are
hope and expectation
of a time
without hands
looking for you
where everything lives

06/02/2027 Poetyca

Camminarsi dentro


19471_wallpaper280

Camminarsi dentro

Dobbiamo
camminarci dentro
ascoltarci
fermarci
prenderci per mano
per attraversare
ogni momento
come l’unico possibile
in punta di ciglia
accarezzare con uno sguardo
il mondo in attesa
del nostro percorso
Dobbiamo
camminare sempre
in punta di piedi
per non graffiare il cuore
dei nostri compagni di viaggio
accogliere ed ascoltare
la voce che soave
si racconta
essere piuma
leggera
in abbandono
in direzione del vento
Dobbiamo
camminare mano nella mano
con chi ci accogliere
spalanca l’anima
ci dona rifugio
senza chiedere nulla in cambio
Essere rugiada che scivola
disseta ogni timore
con la forza eterea
di chi ama senza nulla chiedere
perchè il viaggio
è eterno andare

21.03.2015 Poetyca

To walk in

We Must
walk in ourselves
hear us
stop us
take the hand
to cross
every moment
as the only possible
on tip of cilia
caress with a look
waiting world
of our path
We Must
always walk
tiptoed
not to scratch the heart
of our fellow travelers
welcome and listen
the voice that sweet
tells
to be feather
lightly
abandoned
in wind direction
We Must
walk hand in hand
with whom we welcome
opens the soul
gives us refuge
without asking anything in return
Be dew that slips
quenches all fear
with ethereal force
of those who love without asking anything
because the journey
is eternal going

03/21/2015 Poetyca

Foglie al suolo


Foglie al suolo

Siamo soli e non lo sappiamo:
immersi tra la folla, nel gioco della vita
dove si possa credere di afferrare qualcosa,
di essere qualcuno.

La voglia di compagnia,le ore sempre piene di mille cose
da organizzare,da fare, poi questo silenzio
che insopportabile va coperto di parole,
di immagini, di suoni che accenda pensieri,
moto perpetuo che non deve smettere o ci si
ritrova a precipitare nella paura.

La voce, il rumore,la fretta, presenze
incontenibili ed insopprimibili.

Ma qualcosa accade…L’inaspettato,
il temuto il rimandato e a volte
il maledetto incubo: il silenzio!

Silenzio che striscia lungo le pareti,
che ci rincorre come ombra e che vorremmo
tenere distante, che potremmo staccare di metri,
di kilometri ma ci doppia, ci afferra
facendoci sudare freddo nella notte.

Ecco,la musica sparata nelle orecchie,
che invenzione,che opportunità
– ci stacchiamo dal mondo caotico,
dal runore o da noi stessi? Non importa,
è attraverso le melodie, le note,
i turbini emotivi che emergono e che,
compostamente adagiamo sul cuore ovattato,
che scivolano, come foglie d’Autunno al suolo,
le tracce di cammino di riscoperta, di contatto
della nostra Anima verso la via perduta da troppo tempo.

21.08.2007 Poetyca

Vivi


wp-1466535954109.jpeg

Vivi pienamente la tua vita ogni singolo giorno. Fai esperienze, gioisci, sogna!
Abbi cura di te e dei tuoi amici. Divertiti, fai il pazzo, non aver paura di essere considerato strano. Esci, viaggia, impara! Vai dove desideri e godi ogni singolo istante, ogni singolo passo. Cogli l’opportunità di imparare dai tuoi errori, non essere così cocciuto da credere che non li farai. Immagina la vita come

tu la vuoi e costruiscila un mattoncino al giorno, te la meriti!
Non cercare di essere sempre perfetto, perchè ti do una buona notizia, nessuno lo è. Sii semplicemente un buon esempio per chi ti sta intorno.
Ama le cose che fai e sii felice. Stephen Littleword, La tecnologia dell’ovvio ♥ ♥ ♥ Live your life fully every single day. You experience, enjoy, dream!
Take care of yourself and your friends. Have fun, be a fool, do not be afraid of being considered weird. Exit, travel, learn! Go where you want and enjoy every moment, every single step. Take the opportunity to learn from your mistakes, do not be so stubborn as to believe that they do not. Imagine life as you want it and Build it brick a day, you deserve it!
Do not try to be perfect, because it’ll give you a good news, no one is. Just be a good example for those around you.
He loves the things you do and be happy.

Stephen Littleword, the technology of the obvious

Dentro il tuo sguardo


Dentro il tuo sguardo

Quando i tuoi occhi
non vedono le luci all’orizzonte
perché sono troppe le ombre che confondono
quando è una lacrima a lavare il tuo sguardo stanco
e sai che il tuo viso conosce altre emozioni
legate ad una promessa di luce
ad una vittoria sul cuore
per la giustizia e la libertà che cercavi
contro ogni ingiustizia
Tu ascolta nel silenzio
tu sai che non siedi in attesa
senza risposte
sai che sono annullate le distanze
per quella carezza che leggera si posa
sulla tua spalla
per quelle lacrime asciugate
dalla brezza che di te ha cura
Tu sai che anche se lontano
esiste chi ti ascolta
ed abbatte tutte le distanza
Sorelle nell’anima
luce di speranza
per la bellezza di un istante
che tutto colora e racchiude la forza
per il tuo cuore…
Senza parole
Nel tuo viso si ridipinge il colore
che rende la vita
oltre le barriere
oltre ogni tempo….
Per sempre
dentro il tuo sguardo

20.08.2004 Poetyca

Inside your eyes

When your eyes
do not see the lights on the horizon
because there are too many shadows that confuse
when a tear to wash your eyes tired
and you know your face know other emotions
linked to a promise of light
a victory over heart
for justice and freedom Wrong
against injustice
You listen in silence
You know I do not sit waiting
unanswered
know that the distances are canceled
for that rests lightly caress
on your shoulder
for those tears dry
the breeze that takes care of you
You know that although far
there who will listen
and breaks down all distance
Soul sisters
light of hope
for the beauty of a moment
which contains all colors and strength
for your heart …
Without words
In your face color repaints
makes life
beyond the barriers
over all time ….
Forever
in your eyes

20.08.2004 Poetyca

La politica del terrore 


La politica del terrore
Mondo diviso
strappato
dalla violenza
dalla paura
Filo spinato
nella mente
nel cuore
di chi trema
Moto perpetuo
di chi cieco
porta avanti
la politica del terrore
Cellule impazzite
tramano nell’ombra
per mettere in atto
la separazione
Mine vaganti
spazzano via
accoglienza
ed amore
Accendiamo
la nostra fiaccola
per disperdere
le tenebre

24.05.2017 Poetyca

The policy of terror

World divided
ripped
from violence
from fear
Barbed wire
in the mind
in the heart
of those who tremble
Perpetual motion
of blind people
keep moving
the policy of terror
Crazy cells
trampled in the shadows
to implement
the separation
Wandering bombs
sweep away
hospitality
and love
We light
our torch
to disperse
darkness

24.05.2017 Poetyca

Passo leggero – Light step


🌸Passo leggero🌸

Se il cuore
sempre ferito
in te brucia
tu avanza
con passo
leggero
Sgombra
tutte le nubi
ed accendi
nuova speranza
perché tutto
possa cambiare

06.12.2018 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Light step

If the heart
always hurt
in you it burns
you advance
with step
light
clear
all the clouds
and turn it on
new hope
because everything
can change

06.12.2018 Poetyca

Negli occhi


255894_10150196286514646_4011270_o

Negli occhi

E’ negli occhi la pace
il dono che ti sfiora
…ecco che ora
scende dritto al cuore

E’ negli occhi il colore
del nulla o dell’infinito
-cerco per te-
e con il calore di una sera
e del rosso tramonto
ti porto ormai dentro
-non ho dubbi-
nessuna incertezza mi sfiora
nessuna paura mi ferma
è nei tuoi occhi
lo specchio che mi riflette.

12.07.2002 Poetyca

In the eyes

It is in the eyes peace
the gift that touches you
… Here now
goes straight to the heart

It is in the eye color
of zero or infinity
-Searches-
and the warmth of an evening
and the red sunset
I’ll take you inside now
-I have no doubt-
no uncertainty comes to mind
no fear stops me
is in your eyes
the mirror that reflects me.

12.07.2002 Poetyca

Guerre


Guerre

Guerre lampo
guerre dei bottoni
guerre fiore all’occhiello
guerre cerniere
su territori in conflitto
e da sfruttare
senza tener conto
di popolazioni stanche
di essere smembrate
di venir fruttate
per essere divise
da false ideologie
che fanno lo shampoo
per meglio convincere
per giustificare
l’avidità del potere
oltre i confini
del territorio
Chiamano in causa
un Dio
che vorrebbe uccidere
le proprie creature
guerra paravento
per l’estenuante difesa
Guerra corsa folle
alle risorse da sfruttare
di una terra
patria di tutti
senza equità
tra figli
d’uno stesso padre
Guerre terrore
su gente innocente
senza confine alcuno
Guerre
ed ancora guerre!
Polipo senza testa
cervello del male
nell’irrazionale specchio
che non riflette
luce del cielo
e la terra pugnala
con fiumi di sangue
Guerre che vorrei bloccare
mentre le lacrime sgorgano
ed immagino
un cammino diverso
che conduca agli occhi
ed al cuore
di chi soffre
voce inascoltata
ed attende giustizia
nella luce dell’anima
che rende liberi
su tracce d’amore
incise per sempre
perché si riconosca in tutti
lo stesso destino :
Granelli di sabbia
in un deserto
che non sa nutrire
se è l’odio che domina
Attesa dell’acqua
che renda vivo
il seme della Speranza
E non è
un mondo a parte
quello dei fiori recisi
senza una ragione
Guarda bene Uomo
mentre l’ultimo avvoltoio
banchetta con le tue carni
Dimmi a che è servito
il tuo potere
e lo stupido orgoglio
quando è il nulla
che ti resta
a che è servita
la folle conquista
con le mani piene
di corrotta noia
giocando su vite
di gente innocente
– La tua fine è questa-
Perché hai distrutto
l’opportunità
di far fiorire Amore

21.03.2004 Poetyca

Wars

Blitzkrieg
war of the buttons
Wars pride
wars hinges
on the territories in conflict
and exploit
disregarding
tired of people
to be severed
to be fruity
to be divided
by false ideologies
making shampoo
in order to convince
to justify
greed of power
beyond
land
Call into question
a God
that would kill
their offspring
War screens
for exhausting defense
War mad rush
resources to be exploited
of a land
home to all
without equity
between children
of the same father
Terror war
on innocent people
without any boundary
Wars
and even wars!
Headless octopus
brain hurt
irrational mirror
that does not reflect
skylight
and stabs the earth
with rivers of blood
I want to stop wars
as the tears flow
and suppose
a different path
leading to the eyes
and heart
of those who suffer
unheard voice
and waits for justice
in light of the soul
that frees
on traces of love
etched forever
because it is recognized in all
the same fate:
Sand
in a desert
who can not feed
where is the hatred that dominates
Pending water
to make alive
the seed of Hope
It is not
a world apart
that of cut flowers
no reason
Looks good man
while the last vulture
feast with your meat
Tell me which is served
your power
and the stupid pride
when nothing
you have left
that is served
the mad conquest
hands full
of corrupt boredom
playing on vine
of innocent people
– Your order is this-
Why have you destroyed
the opportunity
Love to flower

21.03.2004 Poetyca

Senza colore


Senza colore

Scivola la solitudine
con nella mente parole
sguardi e derisione
Ferisce il silenzio
nel suo vuoto di valore
tra le macchine
tra occhi che sfuggono
amplificando l’alone
della calunniata sorte
Amore trafitto
da verità uccise
e ricerca di presenza
foss’anche per vendetta
ma che sia capace
di far smettere
questa paura
di un peso
che lascia solo
il cuore che ha creduto
ed ora agonizzante
non trova più nulla:
Mani vuote
senza colore

13.01.2004 Poetyca

Colorless

Slip solitude
with words in mind
stares and derision
The silence hurts
its vacuum value
between machines
between eyes beyond
amplifying the halo
slandered the fate
Love pierced
killed by truth
research and present
even if just for revenge
but which is capable
to stop
this fear
a weight
which leaves only
heart who believed
and now dying
can not find anything:
Empty
colorless

13.01.2004 Poetyca

Non sono mai lontano


Riflettendo…

La Riflessione

Non sono mai lontano

Non sono mai lontano da coloro che hanno fede,
o perfino da coloro che non ne hanno, perché non mi vedono.

I miei figli saranno sempre e comunque protetti dalla mia compassione.

Padmasambhava

————————–

Solo chi resta ancorato alla difesa del proprio spazio,
chi vive di aspettative e alimenta la paura
tiene sigillata la porta del cuore.

Credere è socchiudere la porta,
sperare è oliare la serratura,
affinché non si chiuda ancora definitivamente.

Con la forza della compassione
si crea il percorso di ascolto interiore con fede,
si aprono prospettive nuove dove nulla è separato
ma ogni persona sarà in grado di comprendere profondamente
se stessa e coloro che vivono nella sofferenza.

Come per un fiore di loto, con al centro la luce della compassione
che rappresenta il Cuore ed intorno tutti i petali,
che rappresentano coloro ai quali offriamo la linfa vitale
della nostra presenta compassionevole,
nulla è separato, ed anche se non si vivesse in profondità,
non si fosse capaci di vivere questo, nel mondo sottile
questa è realtà che offre la propria bellezza ed accoglienza viva.

Poetyca

————————–

13.06.2010 Poetyca

Reflecting …

Reflection

I’m never far away

I’m  never far from those who have faith,

or even by those who have none, because I do not see it.

My children are always protected by my compassion.

Padmasambhava

————————–

Only those who remain anchored to the defense of their own space,
expectations of those who live and feeding the fear
keep sealed the door of the heart.

Believing is the door ajar,
hope for is to oil the lock,
that still does not close completely.

With the power of compassion
you create a path to inner listening with faith,
open new perspectives where nothing is separated
but each person will be able to understand deeply
herself and those who live in suffering.

Like a lotus flower, with a central light of compassion
that represents the heart and around all the petals,
representing those to whom we offer the lifeblood
presents our compassionate
nothing is separate, and even if you do not live in deep,
had not been able to live this world in thin
this is a reality that has its own beauty and hospitality alive.

Poetyca

————————–

13.06.2010 Poetyca

Text taken from:

Testo tratto da:

Il Fiore di Bodhidharma

Carezza di luce


Carezza di Luce

In questa silenziosa notte
tra puntini lontani
e palpiti di vita
dove la nebbia si dirada

Un frammento di stella
un sorriso che illumina
una carezza leggera
e trovi la presenza

Un attimo da respirare
per essere manifestazione
in attesa di voce interna
che indica l’infinito

Onda lieve che sfiora
tra mille disegni immoti
in avvolgente palpito
dove tutto è ora

Amore che riluce
tra luna e stelle
tra sole e nuvola
nel piccolo vortice

Su ali di vita
nell’interscambio del respiro
tutto è percorso
per ritrovare il sentiero

17.08.2007 Poetyca

Caress of Light

In this silent night
distance between dots
and heartbeats of life
where fog clears

A fragment of a star
a smile which lights
a light caress
and find the presence

A moment to breathe
for event
pending internal voice
indicating the infinite

Slight wave nearly
thousand drawings motionless
in the throb enveloping
where everything is now

Love shines
between the moon and stars
between sun and cloud
in the small vortex

On the wings of life
in the interchange of breath
everything is location
to find the path

17.08.2007 Poetyca

Vita – Life


🌸Vita🌸

Amore nutre
ogni giorno
emozione
si offre e dona
senza nulla chiedere
È vita accesa
di meraviglia
e colore
per dare linfa
alla nostra anima

07.12.2018 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Life

Love feeds
everyday
emotion
it offers and gives
without asking anything
It is a lively life
of wonder
and color
to give sap
to our soul

07.12.2018 Poetyca

Cambiare – To change – Lev Tolstoj


🌼Cambiare🌼

Tutti pensano
a cambiare il mondo,
ma nessuno pensa
a cambiare se stesso.

Lev Tolstoj
🌼🌿🌼#pensierieparole
🌼To change

Everyone thinks
to change the world,
but nobody thinks
to change himself.

Lev Tolstoj