Archivio | 24/03/2019

Aquiloni


Aquiloni

A volte vorrei che potessimo diventare come aquiloni, capaci di vedere le cose da una diversa prospettiva; che portando con noi altre persone, si possa insieme comprendere che tutto quello che appariva in un modo, in realtà, era diverso. Si, non è facile…

Ma se sai conservare; malgrado tutto, i tuoi colori ,la tua leggerezza; se sai addomesticare il vento, avere resistenza anche di fronte a chi cerca di spezzare il tuo filo di speranza, a chi cerca di trattenerti troppo o non sa comprendere dove sia il tuo posto e ti vorrebbe con un filo troppo corto…
Comprendi che è meglio combattere contro il vento, che ormai conosci, che contro chi, invece di volare con te, cerca di trattenerti da quel filo.



© Poetyca

Annunci

Anelito silente


 

wp-1450202992958.jpeg
Anelito silente

Un balbettio di pace,
si ranicchia come un gatto,
offre l’attimo e lo svolge
come un foglio stropicciato.

Pieghe antiche
ritmano il silenzio
con movenze flessuose
per ridisegnare la memoria.

Un anelito silente
raggomitola il ricordo
di un aereoplanino
tra le dita di un bimbo.

Anche oggi è vita
che respira lieve
e si slancia in un sorriso
a raccogliere speranze.

© Poetyca

Placa la mente – Calms the mind – Budda


Placa la mente

“Non lasciare che la mente sia turbata da oggetti esterni né che si perda dietro le proprie idee. Sii libero da ogni attaccamento e da ogni timore. Questa è la via per superare la miseria del nascere e del morire.”

Budda

Calms the mind

“Do not let the mind be disturbed by external objects or be lost behind one’s own ideas. Be free from all attachment and all fear. This is the way to overcome the misery of birth and death.”

Buddha

Coraggio d’amare


Coraggio d’amare

La luna nel mare

il fuoco sulla spiaggia

tu amico che hai dentro

una domanda:

“ Dov’è il coraggio d’amare?”

Anche io ero bambina

e spesso al buio

piangevo

ma tra l’avvolgermi

in ferite

restando ferma

ad attendere amore

ho scelto d’amare.

Nel buio acceso

dalla fiamma

questa la mia risposta:

“Amare è perdonare

gettare pesi

per volare in alto”

L’Aquila

nata per il volo

apre le ali

quando lo fa

non si chiede

se ci vuole coraggio.

22.06.2002 Poetyca

Courage to love

The moon in the sea

fire on the beach

friend that you have inside

a question:

“Where is the courage to love?”

Also I was a child

and often in the dark

crying

but between the wrap

in wounds

remain firm

waiting for love

I chose to love.

In the dark on

the flame

this is my answer:

“To love is to forgive

throwing weights

to fly high “

L’Aquila

born to fly

spreads its wings

when it does

not asked

if you need courage.

22.06.2002 Poetyca

La scelta della libertà



La scelta della libertà.

La vera libertà è scelta,
non è percorso obbligato ma opportunità.
In noi la capacità di leggere nel profondo,
di applicare la presenza mentale
per cercare le origini della nostra sofferenza.

Non è attraverso la reazione che si trova la libertà,
essa fiorisce attraverso l’azione consapevole,
dove il nostro disagio possa essere letto
e con attenzione si possa trovare la soluzione ad esso.

Il Nobile Ottuplice Sentiero è strumento per essere capaci
di risalire la corrente di un fiume, di relazionarsi con la nostra mente
e da essa sciogliere le cause della sofferenza. Ogni effetto nuovo è fiore che conduce
ad amorevolezza e compassione verso noi stessi e tutti gli esseri senzienti.

© Poetyca

Percorsi nel tempo


Percorsi del tempo

Solitudine è per me polvere antica, di quando sola camminavo e la pioggia nel mio cuore si abbatteva.
Solitudine è stata speranza, di trovare per me una mano tesa che mai arrivava. Desiderio mi è nato, lo avevo già allora, di portare il sorriso a chi solo vagava tra le stagioni della vita.
Desiderio avevo, di regalar fiducia a chi il cuore aveva ferito.
Le tempeste ho conosciuto e mai questo mi ha abbattuta, schiantata, sempre verso l’alto il mio sguardo, e sempre nel cuore la voce. Si è vero anche uno sconosciuto è per me voglia di tendere una mano, voglia d’ascolto e di aprire il cuore.
La vita è fatta di mille sfumature, considerazioni ed ascolto di se stessi,quante volte i tuoi desideri hai frenato contro il muro di chi non ti ha mai capito?
Quante volte ti sei sentito diverso e senza ascolto?
Percorsi che non mi sono nuovi, ma io chi sono?
Mi presento con una mia piccola storia che ti faccia comprendere il mio percorso: Passero ferito ero, caduto dal nido, tenerezza e fragilità tra quelle piume.
Quanta difficoltà per sollevarmi in volo, io piccola creatura contro la durezza della vita.
Ma, anche se sembrava tutto difficile, mille ferite ho curato, sempre in me è stato desiderio di volo.
Volo che con fatica in gabbiano mi ha trasformata ed io tra gli scogli, tra l’azzurro del cielo ero più forte.
Ma qualcuno mi chiamava dicendo che il mio posto era più in alto. Aquila, che mi venne a cercare per volare ad altre aquile accanto,un mondo diverso di libero Spirito mi attendeva,ma il mio cuore era di passero e le ferite dall’alto vedevo su giovani passeri con il loro difficile percorso. Ho rimandato quel volo per cercare di risollevare con un sorriso ed una speranza nuova i piccoli passeri verso il cielo.
Ma sono stata chiamata a riprendere la mia rotta, il percorso interrotto; per essere aquila di nuovo in cammino.
In me la fiamma sempre arde: CUORE,MENTE e PASSIONE per ogni palpito di VITA.

© Poetyca