Archivio | 25/03/2019

Lo stesso amore


lilly1

Lo stesso amore

Un passo di danza
irresistibile movenza
al suono di una musica
leggiadra alchimia
tra anime in ascolto
dello stesso amore

16.02.2016 Poetyca

The same love

A dance step
irresistible move
the sound of music
graceful alchemy
between souls listening
the same love

16/02/2016 Poetyca

Il seme


 

Il seme

Un buon seme porta sempre la ricchezza di un albero colmo di preziose fronde,
di spazi per accogliere gli uccelli, di rami che facciano ombra al viandante stanco. Ogni persona che passa è grata per quell’albero e per quello che sa offrire,persino se morisse. Nel suo ultimo sacrificio è legna per il fuoco, per scaldare chi ha freddo. Così è chi ama incondizionatamente e sa dare ad altri la propria essenza: nulla potrebbe mutare la purezza delle intenzioni del suo cuore, neppure le tempeste o le contraddizioni di coloro che non sanno vedere e non comprendono il senso di quell’albero e dei semi che ha sparso intorno. Molti combattono con rabbia, nel tentativo di sottrarre quel dono ricevuto e che non sanno riconoscere come tale, credendo di essere stati derubati di un qualcosa che non hanno mai curato,perchè non lo hanno cercato in loro stessi e non l’hanno saputo apprezzare.

16.09.2007 Poetyca

The seed

A good seed always brings the richness of a tree full of precious leaves,
space to accommodate the birds, branches that do shade to tired traveler. Every person who passes is grateful for that tree and what it does offer, even if he died. In his last sacrifice is wood for the fire, to warm those who are cold. So it is those who love unconditionally and knows how to give up one’s essence: nothing could alter the purity of the intentions of his heart, storms or even contradictions of those who can not see and do not understand the meaning of that tree and seeds that scattered around. Many struggle with anger, in an attempt to steal the gift received and who fail to recognize it as such, believing that they have been robbed of something that they never cared, because they have not sought in themselves and have not been able to appreciate.

16.09.2007 Poetyca

Un sorriso


FB_IMG_1553384216753

Un sorriso

Il sorriso è uno stato d’animo, una consapevolezza che ci collega alla profondità della nostra mente: come un lago che nel suo profondo è calmo e non si fa toccare da quanto accada in superficie. Puoi vedere onde increspare la parte che è a contatto con il mondo, eppure è nel suo profondo che resta imperturbabile la forza di restare ancorati al proprio senso. Come un cielo che ospita nuvole: esse appaiono e presto se ne andranno, questo è il mondo delle apparenze dove a nulla ti aggrappi e sai che nulla è capace di farti turbare.

© Poetyca

A smile

The smile is a state of mind, an awareness that connects us to the depth of our mind: like a lake that in its depth is calm and does not let itself be touched by what happens on the surface. You can see to ripple the part that is in contact with the world, yet it is in its depth that the strength to remain anchored to its sense remains unperturbed. Like a sky that hosts clouds: they appear and soon they will leave, this is the world of appearances where you cling to nothing and know that nothing is able to make you upset.

© Poetyca

 

Verso il bene – Towards the good – Budda


Verso il bene

Si affretti l’uomo verso il bene, custodisca la mente dal male. Di chi fa il bene fiaccamente, la mente si delizia nel male.

Budda

Towards the good

Let us hasten the man towards the good, keep the mind from evil. Of those who do good weakly, the mind delights in evil.

Buddha

Riflettere e costruire


2019-01-03-13-39-16
Riflettere e costruire

Riflettere è un passo per comprendere e costruire.
Perchè non si migliora il mondo per i propri figli? In realtà non si rende migliore neppure per noi stessi e per chi coabita in esso, seppure l’essere genitori possa fare leva per una migliore qualità della vita; questo non sembra essere sufficiente anzi a volte spinge a lavorare di più per produrre. Troppe le situazioni che fanno venire meno la fiducia, che pongono dei condizonamenti e non permettono di sentire che; nel proprio piccolo, realmente si possano avere delle soluzioni. Eppure basterebbe un controllo della qualità degli acquisti relativamente a cosa si introduca tra le proprie pareti domestiche ( ci sono più veleni in una casa che in un ambiente risaputo come insalubre), nel nostro piatto, e sulla qualità del tempo che spendiamo per ” ricaricarci”. Una vita che sia votata solo al lavoro, al produrre qualcosa che sia tangibile e releghi come ” perdita di tempo” la lettura, una passeggiata, il contatto con noi stessi e con un dialogo amorevole con chi ci circonda; spesso producendo sforzi solo per erigere barriere; con la convinzione che le cose ” astratte” contino poco, allontanando quello che possa distrarre o non coltivando dei rapporti umani costruttivi ed amichevoli per diffidenza o timore, è sicuramente un modo, non solo per seminare male nei confronti di noi stessi ma, di conseguenza per gli altri, non ultimi i nostri figli.
Uno sforzo produttivo nel cercare di non sprecare i beni; come l’acqua, il tempo, il denaro e quanto sia legato alle energie è un modo per essere capaci di collaborare con responsabilità.
Ma importante è la ricerca alla consapevolezza e alla trasformazione per migliorare noi stessi ed il rapporto con gli altri, facendo fiorire : gentilezza, compassione ed amore.
Quando avremo migliorato la qualità del nostro quotidiano, nello sforzo delle piccole cose, saremo in grado di riflettere e cogliere in cosa possiamo migliorare attimo per attimo;il nostro vivere e di conseguenza;saper proiettare serenità e pace interiore senza dualità per essere capaci di farne dono agli altri.. Ecco che si prospetta, a volte un capovolgimento di valori, un rendersi conto che piuttosto che l’accumulo di beni materiali, con conseguente stress e discutibile valore della vita, sai da preferire il rispetto e la conservazione; senza inutili sprechi dei beni esistenti e questo diverrebbe anche uno strumento ( da genitori) di educazione all’ecologia che sia capace di accorgersi di quello che abbiamo la fortuna di avere, ma senza dimenticare di alimentare il valore dell'” essere”; quello strumento che sappia farci condividere e offrire con compassione il nostro sentire.

© Poetyca

Reflect and build

Reflecting is a step to understand and build.
Why doesn’t the world improve for their children? In reality it is not even better for ourselves and for those who live in it, even if being a parent can leverage for a better quality of life; this does not seem to be sufficient; on the contrary, it sometimes leads to work harder to produce. Too many situations that cause the confidence to fail, that put conditions and do not allow us to feel that; in its own small way, we can really have solutions. Yet it would be enough to check the quality of purchases relative to what is introduced between one’s own home (there are more poisons in a home than in an environment known as unhealthy), on our plate, and on the quality of the time we spend to “recharge” . A life that is devoted only to work, to producing something that is tangible and relegate to reading, a walk, contact with ourselves and with a loving dialogue with those around us; often producing efforts only to erect barriers; with the conviction that “abstract” things count for little, removing what may distract or not cultivating constructive and friendly human relations out of mistrust or fear, it is certainly a way, not only to sow evil towards ourselves but, consequently for others, not least our children.
A productive effort in trying not to waste goods; like water, time, money and how much is tied to energy is a way to be able to collaborate with responsibility.
But the search for awareness and transformation is important to improve ourselves and the relationship with others, making flourish: kindness, compassion and love.
When we have improved the quality of our daily life, in the effort of little things, we will be able to reflect and grasp what we can improve moment by moment, our life and consequently, know how to project serenity and inner peace without duality to be able to make it gift to others. Here it is proposed, sometimes a reversal of values, a realization that rather than the accumulation of material goods, with consequent stress and questionable value of life, you know to prefer respect and conservation; without unnecessary waste of existing assets and this would also become an instrument (from parents) of education to ecology that is capable of realizing what we are fortunate to have, but without forgetting to nourish the value of “being”; that tool that can make us share and offer our feelings with compassion.
© Poetyca

#Cuore pulsante


wp-1458518406713.jpeg

#Cuore pulsante

Lo immagino così
il risveglio di Primavera:
#Cuore pulsante
accende vita

20.03.2016 Poetyca

#Beating heart

I guess so
the awakening of Spring:
#Beating heart
turn on life

20.03.2016 Poetyca

~Poetyca

Il primo passo – The first step


🌸Il primo passo🌸

Il primo passo
è nella ricerca sincera,
piuttosto che la ulteriore fuga
con espedienti nuovi.
Nulla è facile ma è importante
osservare e non temere,
tutto è impermanente
e dunque in trasformazione.

16.03.2019 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸The first step

The first step
is in the sincere search,
rather than the further escape
with new gimmicks.
Nothing is easy but it is important
observe and not fear,
everything is impermanent
and therefore in transformation.

16.03.2019 Poetyca