Archivio | 27/03/2019

Credere


16

Credere in una dottrina significa perdere la libertà. Diventando dogmatici, si pensa che la propria dottrina sia l’unica giusta e si accusano le altre di eresia. L’attaccamento alle opinioni è il massimo ostacolo al sentiero spirituale. Benché il mio insegnamento non sia un dogma né una dottrina, certo alcuni lo intendono così. Devo spiegare chiaramente che insegno un metodo per sperimentare la realtà, e non la realtà medesima, così come un dito che indica la luna non è la luna. Una persona intelligente seguirà la direzione indicata dal dito per vedere la luna, ma chi vede soltanto il dito e lo scambia per la luna non vedrà mai la luna reale. Io insegno un metodo da mettere in pratica, non qualcosa in cui credere o da adorare. Il mio insegnamento si può paragonare a una zattera che serve ad attraversare il fiume.
Solo uno stolto rimarrà abbarbicato alla zattera una volta che sia approdato all’altra sponda, alla sponda della liberazione.

 Vita di Siddharta il Buddha  di Thich Nhat Hanh

❤ ❤ ❤

To believe in a doctrine lose my freedom. Becoming dogmatic, it is thought that their doctrine is the only right and accuse the other of heresy. Attachment to views is the greatest impediment to the spiritual path. Although my teaching is not a dogma or a doctrine, sure some understand it as well. I must make it clear that I teach a method to experience reality, not reality itself, as well as a finger pointing at the moon is not the moon. An intelligent person will follow the direction indicated by the finger to see the moon, but who sees only the finger and took it for the moon will never see the real moon. I teach a method to put into practice, not something to believe in or to worship. My teaching is like a raft used to cross the river.
Only a fool will remain clinging to the raft once it has arrived to the other shore, the shore of liberation.

  Life of Siddhartha, the Buddha Thich Nhat Hanh

Annunci

Questa Luce


tempolontano2

“E questa luce che brilla sopra questo cielo, più in alto di tutto, più in alto di ogni cosa, nel più elevato mondo al di sopra del quale non c’è nessun altro mondo, è la stessa luce che è nell’uomo.”

Upanishad

“And this light that shines above this heaven, higher than all, higher than everything in the world to the highest above which there is no other world, it is the same light that is in man. “

Upanishads

Chi siamo?


Chi siamo?

Perdere qualcosa o qualcuno ė viaggio a ritroso,ricerca di piccoli,infinitesimali lembi di memoria per ricostruire ogni tappa già percorsa.
Tu sai che nulla finisce veramente,anche se il vuoto sembra risucchiare e condurre ad una dimensione d’irrealtà, malgrado tutto sia lì..da qualche parte…ma non  si focalizza.
Non si perde mai nulla o nessuno,non quando si ė vissuto a pieno al punto da diventare parte dell’esperienza,come fosse una seconda pelle. Allora le parole diventano un fraseggio consueto, un ponte per condurre verso un nuova prospettiva, sino ad aprirsi al punto da confondere il contenitore con il contenuto e diventare allora la cosa stessa.
Ma senza i consueti punti di riferimento che confermino la presenza come reale ( quelle prerogative che passano al vaglio dei sensi fisici),ogni perdita ė come una scomparsa,un lutto,seppure consapevoli di non perdere mai davvero nulla.
Solo attraverso  il nostro senso dell’orientamento e specchiandoci di fronte alle nostre stesse sensazioni,
annichiliti,ci chiediamo:
 Chi siamo?

12.03.2016 Poetyca

 

Who we are?

Losing something or someone ė journey back, looking for small, infinitesimal memory flaps to reconstruct each stage already traveled.
You know that nothing really ends, even if the vacuum seems to suck and lead to a dimension of unreality, in spite of everything is lì..da somewhere … but it does not focus.
You never lose anything or anyone, not when you have lived in full to the point of becoming part of the experience, like a second skin. Then the words become a usual phrasing, a bridge to lead to a new perspective, to open themselves up to the point of confusing the container with the contents and become then the thing itself.
But without the usual points of reference confirming the presence as real (those prerogatives that pass the scrutiny of the physical senses), every loss is like a death, bereavement, although aware of never losing really nothing.
Only through our sense of direction and specchiandoci in front of our own feelings,
annihilated, we wonder:
Who we are?

12/03/2016 Poetyca

Liberare la mente – Free your mind – Budda


Liberare la mente

Liberate la mente da ciò che piace o non piace. Negarsi ciò che piace è doloroso così come. la presenza di ciò che non ci piace.

Budda

Free your mind

Free your mind from what you like or don’t like. Denying what you like is as painful as it is the presence of what we don’t like.

Buddha

Liberare la mente – Free your mind – Budda


Liberare la mente

Liberate la mente da ciò che piace o non piace. Negarsi ciò che piace è doloroso così come. la presenza di ciò che non ci piace.

Budda

Free your mind

Free your mind from what you like or don’t like. Denying what you like is as painful as it is the presence of what we don’t like.

Buddha

Risonanza


risonanza

Risonanza

Tutto l’Universo
ti appartiene
dammi la mano
cerchiamo insieme stelle
per contarle una ad una
non temere
 nessun ostacolo ti ferma
se sai dove cercare

 Saro il tuo eco ..
E tu il mio..

Allora sarà suono d’Universo
 a cantare sulle note
 del nostro cuore
oltre questo silenzio
ed oltre tutte le parole
da noi conosciute
 Tu ascolta senza pensiero:
La risonanza sarà Infinito

04.09.2013 Poetyca

Resonance

Whole Universe
belongs to you
give me your hand
together we seek stars
to count one by one
do not be afraid
no obstacle stop you
if you know where to look

I’ll be your eco ..
And you mine ..

Then it will be sound of Universe
to sing along to notes
of our hearts
over this silence
and over all words
which we know
You listen without mind:
The resonance will be Infinity

04.09.2013 Poetyca

#Per sperare


image

#Per sperare

Sigillo te
in un altro pensiero
così la corrente
in bottiglia
lo lascerà andare
Poi
a labbra serrate
accarezzerò
la luna
ancora
#per sperare

01.04.2016 Poetyca

# To hope

I seal you
in another thought
so the current
bottled
let it go
Then
with tight-lipped
I caress
the moon
still
# to hope

04/01/2016 Poetyca

~Poetyca