La conquista della penna d’aquila



 

La conquista della penna d’aquila

In un villaggio indiano, il consiglio dei saggi ha deciso che la “prova di forza e coraggio” che i giovani indiani dovranno superare l’indomani, consiste nel raggiungere in canoa la riva opposta del lago dove, in un posto segreto, e’ nascosta una penna d’aquila dorata: chi la troverà, avrà vinto .
Il mattino dopo, tutti sono indaffarati nei preparativi. Quand’ecco arrivare Falco Stanco, un vecchio indiano che abita dall’altra parte del lago. Egli si avvicina ai ragazzi e dice loro:”Devo tornare dalla mia tribù. Se dovessi fare il giro del lago a piedi non arriverei che a notte inoltrata. Qualcuno di voi mi potrebbe portare sulla sua canoa?”.
Tutti, chi prima, chi poi, si scusano dicendo che per via della gara, hanno fretta di arrivare per primi.
Ma uno di loro, Penna Bianca, non sa dirgli di no.
Viene dato il segnale di partenza e tutti balzano sulle loro canoe. E’ iniziata la grande prova.
Un po’ più di fatica fa Penna Bianca che deve remare per due; la sua canoa e’ più pesante, ora che con lui c’e’ anche Falco Stanco.
Gli altri commentano la sua poca furbizia. Proprio lui che e’ tra i ragazzi più abili e coraggiosi.
Anche Penna Bianca, vedendosi indietro, teme che arriverà troppo tardi. Ma poi guarda Falco Stanco che sorride felice e sente interiormente una voce che lo rassicura:”Hai fatto bene, Penna Bianca, hai fatto bene!”.
Uno dopo l’altro tutti arrivano e corrono a cercare nei posti più impensati la “penna d’aquila dorata”.
Arriva anche Penna Bianca. Teme che ormai i suoi compagni abbiano scovato il prezioso trofeo. Ma nessuno ancora l’ha trovato.
Saluta Falco Stanco e corre anche lui alla caccia.
Ma il vecchio indiano lo trattiene:” Ieri sera, Bisonte Nero, il grande capo, mi ha detto:”A quello dei piccoli indiani che ti porterà sull’altra sponda, consegnerai questa!”
E tira fuori, da sotto il suo poncho, fra lo stupore di tutti, una…meravigliosa penna d’aquila; la penna d’aquila dorata!”
“Sì- continua Falco Stanco, mettendo una mano sulla spalla di Penna Bianca- hai vinto la prova perché cio’ che più vale nella vita e’ la forza dell’amore e tu hai dimostrato di averla quando mi hai preso sulla tua canoa”.

Dal web 

The conquest of the eagle feather

In an Indian village, the council of wise men decided that the “test of strength and courage” that young Indians will have to pass the next day, the canoe is to reach the opposite bank of the lake where, in a secret place, and ‘hidden a golden eagle feather: who will find it, will have won.
The next morning, everyone is busy with preparations. Suddenly Falco get tired, an old Indian who lives across the lake. He approaches the boys and tells them: “I must get back from my tribe. If I were to walk around the lake did not arrive that night. Some of you I could bring on his canoe?”.
All, who first, who then apologized, saying that because of the race, they rush to be first.
But one of them, White Feather, he can not say no.
The starting signal is given and all jump in their canoes. It ‘started the big test.
A little ‘White Feather is more than hard work that needs to row for two, his canoe and’ heavier now that with him there ‘Falco also tired.
The other comment on his lack of smarts. And he who ‘among the most skilled and courageous children.
Even White Feather, seeing back, afraid that will come too late. But then he looks happy and smiling Hawk Tired feel inwardly a voice that reassures him: “You have done well, White Feather, you did well.”
One after another, all coming and run to look in unexpected places “the golden eagle feather.”
White Feather arrives. He fears that his friends have now discovered the precious trophy. But no one yet has found.
Tired greets Hawk and he also runs the hunt.
But the old Indian man holds him: “Last night, Black Bison, the big boss, told me:” A little of the Indians will take on the other side, entrusts this! “
It pulls out from under his poncho, to the amazement of all, a wonderful … eagle feather, the golden eagle feather! “
“Yes-Tired Hawk continues, putting a hand on the shoulder of Pen-White have won the test because that ‘that counts the most in life and’ the power of love, and you proved it when I’ve got on your canoe.”

From web

Annunci

4 thoughts on “La conquista della penna d’aquila

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.