Archivio | 24/05/2019

Sii ciò che sei


Sii ciò che sei

Sii ciò che sei,se quanto sei non è più grande o meno di chiunque altro. Ma se ti rilassi in chi sei, chi sei, diventerà molto importante per te e la gelosia, il desiderio, l’ambizione periranno per la mancanza di radici.

La cosa più dolorosa nella vita è perdersi nel processo di valorizzare troppo qualcuno , e dimenticando che anche Tu sei speciale. Tu stesso, tanto quanto chiunque in tutto l’universo, meriti il tuo amore e affetto.

Quando gli esseri sentono il mio nome e pensano a me, io verrò e dare loro il benvenuto. Senza alcuna discriminante tra ricchi e poveri e la buona nascita, non discrimina tra le più bassi e di grandi talenti;
Non scegliere coloro che hanno imparato e chi sostiene i precetti puri. Non rifiutare coloro che spezzano il cammino dei precetti e chi è sprofondato su un cattivo karma
Unicamente fai girare l’abbondanza su tutti gli esseri pronuncia il nome, io posso fare a pezzi le macerie cambiandole in oro.

– Tz’u-min (8 ° secolo)

Be who you are

Be who you are, for who you are is not greater or lesser than anyone else. But if you’ll relax in who you are, who you are, will become very important to you, and jealousy, desire, and ambition will perish for the lack of root.

The most painful thing in life is losing yourself in the process of valuing someone too much , and forgeting that you are special too. You yourself, as much as anybody in the entire universe, deserve your love & affection.

When beings hear my name and think on me , I will come and welcome them. Not discriminating at all between the poor and the rich and the well born, Not discriminating between the inferior and highly gifted;
Not choosing the learned and those who uphold pure precepts. Not rejecting those who break precepts and whose evil karma is profound,
Solely making beings turn about and abundantly say the name, I can make bits of rubble change into gold.

– Tz’u-min ( 8th century )

Felicità – Happiness – Daisaku Ikeda


Felicità

è impossibile costruire la propria felicità sull’infelicità degli altri. Questa prospettiva è al centro degli insegnamenti buddisti.

Daisaku Ikeda

Happiness

it is impossible to build one’s own happiness on the unhappiness of others. This perspective is at the heart of Buddhist teachings.

Daisaku Ikeda

Canto brasiliano


Canto brasiliano

Dio solo può dare la fede;
tu, però, puoi dare la tua testimonianza.
Dio solo può dare la speranza;
tu, però, puoi infondere fiducia nei tuoi fratelli.
Dio solo può dare l’amore;
tu, però, puoi insegnare all’altro ad amare.
Dio solo può dare la pace;
tu, però, puoi seminare l’unione.
Dio solo può dare la forza;
tu, però, puoi dare sostegno ad uno scoraggiato.
Dio solo è la via;
tu, però, puoi indicarla agli altri.
Dio solo è la luce;
tu, però, puoi farla brillare agli occhi di tutti.
Dio solo è la vita;
tu, però, puoi far rinascere negli altri il desiderio di vivere.
Dio solo può fare ciò che appare impossibile;
tu, però, potrai fare il possibile.
Dio solo basta a se stesso;
egli, però, preferisce contare su di te.

Brazilian Song

Only God can give faith;
You, however, you can give your testimony.
God alone can give hope;
You, however, can instill confidence in your brothers.
God alone can give love;
You, however, can teach us to love each other.
God alone can give you peace;
You, however, you can sow the union.
God alone can give strength;
You, however, can give support to a discouraged.
God alone is the way;
You, however, you can point it out to others.
God is light;
You, however, you can make it shine for all to see.
God is life;
You, however, you can revive in others the desire to live.
Only God can do what seems impossible;
You, however, you can do.
God alone is sufficient for himself;
He, however, prefers to rely on you.

Siamo noi



Siamo noi

Siamo noi
a sollevare il capo
dalla polvere

Siamo noi
a rantolare al buio
quanto troppo grandi
sono le paure

Siamo noi…
ruggito silente
che accarezza il vento

Ancora una volta
per sperare ed accendere
tutte le stelle

© Poetyca

A piene mani 


A piene mani
Timore e tristezza
sono solo alcuni elementi
di quell’alchimia chiamata vita.
Possiamo guardare le nuvole
o soffiarle vie per ritrovare
quel sole che non ci ha mai abbandonato
ed il prezioso tesoro
di opportunità che la vita
ci regala a piene mani.

20.12.2016 Poetyca

A handful

Fear and sadness
are just a few elements
of that alchemy called life.
We can watch the clouds
We can blow them
or ways to find
the sun that has never abandoned us
and the precious treasure
of opportunities that life
gives us profusely.

12/20/2016 Poetyca

Dhammapada 37


24 Maggio – 20

Dhammapada 37

Libera vagabonda
senza forma
la mente dimora nell’intima caverna del cuore.
Dominandola
si è liberi
dalle catene dell’ignoranza.

Verse 37. Death’s Snare Can Be Broken By Tamed Mind

Drifting far, straying all alone,
formless, recumbent in a cave.
They will be free from Mara’s bonds
who restrain this mind.

Libero arbitrio o destino?


preghiera

Libero arbitrio o destino?

“Nulla accade che non debba accadere, gli individui sono semplicemente dei personaggi all’interno di una commedia. Non c’è nessuno a cui dobbiamo nulla e nulla ci deve essere restituito;per questo non ha senso porre questioni riguardanti il biasimo o l’errore”.
“Quando un ricercatore analizza e pondera l’insegnamento di Ramesh per la prima volta,anche se ha iniziato la sua ricerca da moltissimi anni, resta spesso esterrefatto”.
“Certi Maestri insegnano a combattere l’ego o ad uccidere l’ego. Invece Ramesh suggerisce di accettarlo. Chi ha creato l’ego? La Sorgente lo ha creato e, in determinati casi, la Sorgente stessa lo sta distruggendo”.

Ramana Maharshi era solito dire: “La vostra testa è già in bocca alla tigre”. Questa sua famosa frase significa che non si può evitare il processo avviato dalla Sorgente e tanto meno tentare di combattere l’ego. Continuando a combattere l’ego, la tigre manterrà la bocca aperta per secoli. Accettando l’ego la tigre lo eliminerà in tre secondi, in un sol boccone.

RAMESH – Sotto certi punti di vista il mio insegnamento è molto particolare, oserei dire unico. Di solito quando si ricevono degli insegnamenti si prendono appunti, si studiano e memorizzano le spiegazioni e poi si cerca di metterli in pratica. Io, invece, vi suggerisco di dimenticare le mie spiegazioni e di lasciare che l’insegnamento penetri da solo.
Perché vi dico che è importante dimenticare l’insegnamento?

‘Chi’ vuole ricordarsi l’insegnamento? È l’ego.

Dimenticatevi l’insegnamento, perché l’ego vorrebbe usarlo per realizzare o raggiungere uno scopo! Viceversa, se dimenticate l’insegnamento, funzionerà da solo e vi porterà alla comprensione ultima

Ramesh Balkesar

Free will or destiny?

“Nothing happens that should not happen, people are simply characters in a play. There is no one to whom we owe nothing and nothing will be returned, why not make sense to put the blame or the issues’ error “.
“When an investigator analyzes and weighs the teaching of Ramesh for the first time, although he began his research for many years, is often shocked.”
“Some teachers are taught to fight to kill the ego or the ego. Instead Ramesh suggests accepting it. Who created the ego? The Source has created and, in certain cases, the same source is destroying it.”

Ramana Maharshi used to say: “Your head is already in the mouth of the tiger.” This his famous phrase means that you can not avoid the process initiated by the source, much less groped to fight the ego. Continuing to fight the ego, the tiger will retain the open mouth for centuries. By agreeing to eliminate the ego, the tiger in three seconds, in one gulp.

RAMESH – In some respects my teaching is very special, dare I say unique. Usually when you receive the lessons you take notes, you study and memorize the explanations and then try to put them into practice. I, however, I suggest you forget my explanation and let the penetrating teachings alone.
Why do you say it’s important to forget the teaching?

‘Who’ wants to remember the teaching? It is the ego.

Forget about teaching, because the ego wants to use it to make or reach a goal! Conversely, if you forget the teaching, work alone and take you to the ultimate understanding

Ramesh Balkesar