Archivio | 25/05/2019

La storia di Fleming


La storia di Fleming

“La storia della penicillina ha qualcosa di romanzesco e aiuta a illustrare il peso
della sorte, della fortuna, del fato o del destino, come lo si vuole chiamare, nella
carriera di ogni persona”.

Alexander Fleming

 

Una diffusa leggenda nata negli anni cinquanta racconta che Fleming avrebbe
avuto la possibilità di intraprendere e completare gli studi universitari grazie a un
avvenimento casuale. Secondo questa leggenda Alexander (o suo padre, in altre
versioni) salvò la vita ad un bambino che, caduto in uno stagno, stava per affogare.
Il bambino tratto in salvo sarebbe stato Wiston Churchill, i cui genitori,
riconoscenti, avrebbero dato al giovane Alexander la possibilità di studiare che
altrimenti non avrebbe avuto. Tale leggenda ha un proseguimento: la vita di
Churchill sarebbe stata salvata una seconda volta da Fleming. Essendo l’ormai
anziano statista affetto da una grave forma di infezione, sarebbe stato uno dei primi
pazienti guariti dalla penicillina (in realtà la probabile origine dell’infezione
sarebbe stata virale e non batterica, e Churchill sarebbe stato curato con un diverso
farmaco).

Si chiamava Fleming ed era un povero contadino scozzese. Un giorno, mentre stava lavorando, sentì un grido d’aiuto venire da una palude vicina. Immediatamente lasciò i propri attrezzi e corse alla palude. Lì, bloccato fino alla cintola nella melma nerastra, c’era un ragazzino terrorizzato che urlava e cercava di liberarsi. Il fattore Fleming salvò il ragazzo da quella che avrebbe potuto essere una morte lenta e orribile.. Il giorno dopo una bella carrozza attraversò i miseri campi dello scozzese; ne scese un gentiluomo elegantemente vestito che si presentò come il padre del ragazzo che Fleming aveva salvato: “vorrei ripagarvi” gli disse il gentiluomo, “avete salvato la vita di mio figlio”. “Non posso accettare un pagamento per quello che ho fatto” replicò il contadino scozzese rifiutando l’offerta. In quel momento il figlio del contadino si affacciò alla porta della loro casupola. “E’ vostro figlio?” chiese il gentiluomo.” Si” rispose il padre orgoglioso.” “Vi propongo un patto: lasciate che provveda a dargli lo stesso livello di educazione che avrà mio figlio.Se il ragazzo somiglia al padre, non c’e dubbio che diventerà un uomo di cui entrambi saremo orgogliosi” E così accadde. Il figlio del fattore Fleming frequentò le migliori scuole dell’epoca, si laureò presso la scuola medica dell’ospedale St.Mary di Londra e diventò celebre nel mondo come sir Alexander Fleming, lo scopritore della penicillina. Anni dopo, lo stesso figlio del gentiluomo che era stato salvato dalla palude si ammalò di polmonite. Questa volta fu la penicillina a salvare la sua vita. Il nome del gentiluomo era lord Randolph Churchill e quello di suo figlio sir Winston Churchill.

Fleming’s story

“The story of penicillin has something novel and helps to explain the weight
of fate, luck, fate or destiny, you want to call in
career of each person. “

Alexander Fleming

A popular legend born in the fifties said that Fleming would
had the opportunity to undertake and complete their university studies with a
random event. According to this legend Alexander (or his father, in other
versions) saved the life of a child who fell into a pond, was about to drown.
The child was rescued Winston Churchill, whose parents,
grateful to the young Alexander would give the opportunity to study that
would not otherwise have had. This legend has a continuation: the life of
Churchill would have saved a second time by Fleming. Since the now
elder statesman who has a severe form of infection, was one of the first
patients cured by penicillin (actually the likely source of infection
was viral and not bacterial, and Churchill would have been treated with a different
drug).

His  name  was  Fleming,  and  he was a poor Scottish farmer. One day, while trying to make a living for his family, he heard a cry for help coming from a nearby thick marshy wet land. He dropped his tools and ran to the marshy area. There, mired to his waist in black & sticky muck, was a terrified boy, screaming and struggling to free himself. Farmer Fleming saved the lad from what could have been a slow and terrifying death. The  next  day, a fancy carriage pulled up to the Scotsman’s sparse surroundings. An elegantly dressed nobleman stepped out and introduced himself as the father of the boy Farmer Fleming had saved. “I want to repay you,” said the nobleman.”You saved my son’s life.” “No, I can’t accept payment for what I did,” the Scottish farmer replied, refusing the offer.                 At that moment, the farmer’s own son came to the door of the family hovel. “Is that your son?” the nobleman asked. “Yes,” the farmer replied proudly. “I have to help you anyway & please don’t refuse”. Let me provide your son with the same level of education as  my son will  enjoys. If  the lad is anything like his father, he’ll no doubt grow to be a  as good a man as you are & we both will be proud of. And that is what the noble person did exactly.

Farmer  Fleming’s  son attended the very best schools and in time, he graduated from St. Mary’s Hospital Medical School in  London, and  went  on  to  become known throughout the world as the noted Sir Alexander Fleming, the discoverer of Penicillin.    Years  afterwards,  the  same nobleman’s son who was saved from drowning in marsh was stricken with pneumonia and was saved again . What saved his life this time? Penicillin. The name of the nobleman? Lord Randolph Churchill. His son’s name? Sir Winston Churchill who became prime minister of Britain. Obliged due to help from an ordinary farmer, he has shown his greatness & his son reaped the benefit.

 

Possiamo


Possiamo

Possiamo dare un grande contributo scegliendo con il cuore

il nostro atteggiamento di fronte alle difficoltà della vita.

Il nostro modo di guardare determina una serie di risposte

che mettono in moto le nostre azioni. Anche la fisica quantistica

ha dimostrato come spesso un esperimento avrà come risultato quanto

ci aspettiamo che accada: se non vi fosse l’osservatore

e il suo atteggiamento le cose non esisterebbero. Possiamo allora

aprire una breccia nel nostro cuore

e farvi entrare Luce perchè ogni nostra convinzione

ed ogni nostra azione sia amore incondizionato.

30.12.2010 Poetyca

We can

We can make a great contribution by choosing from the heart

Our attitude toward life’s difficulties.

The way we look at results in a series of responses

actually drive our actions. Even quantum physics

has shown how often a test will result in the

we expect to happen: if there were no observers

his attitude and things do not exist. We can then

knock a hole in our hearts

and let in light because all of our conviction

and every action we take is unconditional love.

30.12.2010 Poetyca

Il Dharma del Budda -The Buddha’s Dharma – Ajahn Chan


Il Dharma del Buddha

“Il Dharma del Buddha non si trova nei libri, se vuoi veramente vedere di persona ciò di cui parla il Buddha non c’è bisogno di libri, osserva la mente: esaminala, guarda come le emozioni vanno e vengono, come i pensieri vanno e vengono , non essere attaccato a nulla, solo essere consapevoli di tutto ciò che c’è da vedere. Questa è la via per le verità del Buddha, essere naturale. Tutto ciò che fai nella vita è una possibilità di pratica. Tutto è Dharma. i lavori, cerca di fare attenzione, se hai bisogno di svuotare una sputacchiera o di pulire una latrina, non senti di fare un favore a qualcun altro. C’è il Dharma nello svuotamento delle sputacchiere. Non pensi di esercitarti solo quando seduto a gambe incrociate Alcuni di voi si lamentano del fatto che il tempo non è sufficiente per meditare.Tempo sufficiente per respirare? Questa è la tua meditazione: consapevolezza e naturalezza in tutto ciò che fai. ”

Ajahn Chan

The Buddha’s Dharma

“The Buddha’s Dharma is not found in books, if you really want to see for yourself what the Buddha is talking about there is no need for books, watch the mind: examine it, see how emotions come and go, like thoughts come and go, do not be attached to anything, just be aware of whatever there is to see.This is the way to the truths of the Buddha, be natural.Everything you do in life is a possibility of practice.Everything is Dharma. When you do the jobs, try to be careful, if you need to empty a spittoon or clean a latrine do not feel like you’re doing someone else a favor.There is the Dharma in the emptying of spittoons.Don’t think to practice only when sitting at crossed legs Some of you complain that time is not enough to meditate.Time enough to breathe? This is your meditation: awareness and naturalness in everything you do. ”

Ajahn Chan

Oltre le sagome del pensiero


Oltre le sagome del pensiero

Il sorriso accende il passo
vita pervade questo istante
colorando di senso ogni respiro

Nulla è separato nell’interessere
che abbraccia ogni goccia d’Universo
e regala senso profondo oltre l’apparire

Tutto sboccia e fiorisce stupore
vivente vortice di forza nuova
con l’allontanarsi di sagome di pensiero.

14.04.2010 Poetyca

Over the shapes of thought

Her smile lights up the pace
life pervades this moment
coloring effect of each breath

Nothing is separate nell’interessere
that embraces every drop of Universe
and gives deeper meaning beyond the appearance

Everything blooms and blooms wonder
living vortex of new force
with the removal of shapes of thought.

14.04.2010 Poetyca

Dhammapada 38


Dhammapada 38

In chi ha la mente instabile
il cuore non lavorato
dai veri insegnamenti
e una fede immatura
non è ancora cresciuta
appieno la saggezza.

Verse 38. Wisdom Does Not Grow If the Mind Wavers

One of unsteady mind,
who doesn’t know True Dhamma,
who is of wavering confidence
wisdom fails to win.

Alpha Beta


Alpha Beta

Argentea la stella
Baluginava donando
Centellinati istanti
Dentro occhi attenti

Eterei respiri
Frantumavano il tempo
Gettando speranza

Ho raccolto vita
Illuminando anime
Legioni celesti
Manifestavano sogni

Nascosti legami
Offrivano il senso:
Preghiere attente
Quando non credi

Risalite oltre l’oscurità
Schegge vive
Testimoni del chiarore

Unico emblema che
Vittorioso raccoglie
Zone d’anima rinata

17.01.2006 Poetyca

Alpha Beta

Silver star
Flickered giving
Sipped instant
Inside watchful eyes

Ethereal breaths
Shattered time
Casting Hope

I collected life
Illuminating souls
Legions celestial
Manifested dreams

Hidden links
They offered the following lines:
Please be careful
When you do not believe

Climb over the darkness
Splinters lives
Witnesses flare

Single emblem
Victorious collects
Areas of soul reborn

17.01.2006 Poetyca

Attaccamento – Attachment – Buddha


Attaccamento

Colui che non ha attaccamento, che attraverso la perfetta conoscenza è libero dai dubbi e si è immerso nei Senza-morte: lo chiamerò un sant’uomo.
Colui che in questo mondo ha trasceso i legami sia del merito che del demerito, che è senza dolore, inossidabile e puro, io lo chiamo un sant’uomo.

Budda

Attachment

He who has no attachment, who through perfect knowledge is free from doubts and has plunged into the Deathless — him do I call a holy man.
He who in this world has transcended the ties of both merit and demerit, who is sorrowless, stainless and pure — him do I call a holy man.

Buddha