Archivio | 01/06/2019

★。¸-☆☆Buonanotte¸-☆☆


notte64

Occhi bambini



Occhi bambini

Illusi ed illusioni
per una strana vita
che srotola destini
– suole bucate della sorte-
che orienta lo sbarco
e come nella roulette
non si sa ancora
se tutto andrà bene

Era un sogno
pagato a caro prezzo
per giungere poi
dove gli occhi conoscono
solo nubi di disprezzo

Cose quotidiane
con un trafiletto
tra le pagine di un giornale:
ora gettato – incenerito e smarrito –
come gli occhi bambini
che volevano solo giocare

21.01.2004 Poetyca

Children’s Eyes

Illusions and delusions
a strange life
that unravels the destinies
– Holes in the soles of fate-
which directs the landing
and how the roulette
not yet known
if all goes well

It was a dream
paid dearly
then to reach
know where the eyes
only clouds of contempt

Everyday things
with a paragraph
the pages of a newspaper:
hours thrown – incinerated and lost –
As children’s eyes
they only wanted to play

21.01.2004 Poetyca

Tutto è Uno


Tutto è Uno

Di te stesso
sii sempre
discepolo e maestro
mentre la vita osservi
e raccogli nuova scoperta
Tutto é vita
La vita è Tutto
Il piccolo nel grande
il grande nel piccolo
e come in alto
così in basso
per essere goccia di mare
che all’oceano torna
con Amore

21.01.2004 Poetyca

All is One

Of yourself
Always be
pupil and teacher
while life watch
and collect new discovery
Everything is life
Life is Everything
The small in the large
great in the small
and as above
so low
for drop of sea
back to the ocean
With Love

21.01.2004 Poetyca

E non ho più


E non ho più

E non ho più
frecce da scoccare
ora che la mia faretra
è rimasta vuota

E non ho più
parole condite
con colori d’amore
e mi lasci i tuoi silenzi

Mi lasci il dubbio
e il peso della ragione
per tutto quello
che non mi hai saputo dire

Mi lasci nel deserto
di un silenzio che impiglia
ogni mio respiro
– senza ali per volare –

Mani vuote
che sbriciolano la fantasia
come foglie secche
senza più vita

Non ho voglia
di capire ancora
le ragioni di un cuore
che hai deluso

Non ho voglia
di regalare sorrisi
che svaniranno
in questa notte buia

Darò da bere
le mie lacrime
a quella rosa
che attende

Straccerò i ricordi
e li getterò lontano
nutrendo la speranza
con la forza del mio destino

28.01.2004 Poetyca


And I no longer

And I no longer
shoot arrows
Now that my quiver
remained empty

And I no longer
words seasoned
colors of love
and leave me your silences

Let me doubt
and the weight of reason
for everything
I have not been able to say

Let me in the desert
a silence that entangled
my every breath
– No wings to fly –

Empty
that crumble fantasy
like dry leaves
lifeless

I do not want
to understand more
the reasons of the heart
that you are disappointed

I do not want
to give smiles
that vanish
in this dark night

I will give to drink
my tears
in the pink
waiting

Straccerò memories
and throw them away
hopes
with the force of my destiny

28.01.2004 Poetyca

Operare con fede – Ability of faith working – Samyutta Nikaya


Operare con fede

È così, Venerabile Signore, che qualsiasi discepolo nobile che ha fede, che ha suscitato energia e stabilito consapevolezza e che è concentrato, capirà la realtà in questo modo: “Questo samsara è senza inizio individuabile. Ogni primo punto per gli esseri che vagano e vagano, accecati dall’ignoranza e legati dalla brama, non possono mai essere visti. ”

Ma ciò che può effettivamente essere sperimentato è lo sbiadire e cessare l’ignoranza senza traccia, questa enorme oscurità. Quello è lo stato pacifico, cioè lo stato supremo … cioè l’immobilismo di ogni costruzione mentale, l’abbandono di ogni acquisizione, l’eliminazione di ogni brama, la completa disillusione disincantata, la fine della sofferenza, il Nirvana.

La loro comprensione unica è radicata nella capacità di comprendere. E, Venerabile Signore, quando si sforzano ripetutamente in questo modo, ripetutamente si ricordano in questo modo, ancora e ancora concentrano la mente esattamente in questo modo, più e più volte capiscono solo questo in questo modo, poi i nobili discepoli guadagnano completa la fede così: “Riguardo alle cose di cui prima avevo solo sentito parlare, ora mi soffermo nel contattarle con i miei sensi, e dopo averle penetrate comprendendo, ora vedo e sperimento direttamente. Quella convinzione, venerabile signore, è la capacità di operare con fede “.

“Sadhu! Sadhu! Bene, vero e ben detto, Shariputra! “Disse il Buddha.

Samyutta Nikaya

Ability of faith working

It is so, Venerable Sir, that any noble disciples who have faith, who have aroused energy and established awareness, and who are concentrated, will understand reality thus: “This samsara is without discoverable beginning. Any first point for beings roaming and wandering on, blinded by ignorance and bound by craving cannot ever be seen.”

But what can indeed be experienced is the traceless fading and ceasing of ignorance, this massive darkness. That is the peaceful state, that is the supreme state … that is, the stilling of all mental construction, the relinquishment of all acquisition, the elimination of all craving, complete disenchanting disillusion, the end of suffering, Nirvana.

Their unique comprehension is rooted in the ability to understand. And, Venerable Sir, when they strive again and again along this very way, repeatedly recollect in that way, again and again concentrate the mind in exactly this way, over and over again understand only this in this very way, then the noble disciples gain complete faith thus: “Regarding things that I previously had only heard about, now I dwell having contacted them with my senses, and having penetrated them by understanding, I now see and directly experience. That conviction, Venerable Sir, is the ability of faith working.”

“Sadhu! Sadhu! Good, true and well-spoken, Shariputra!,” said the Buddha.

Samyutta Nikaya

Dhammapada 45


Dhammapada 45

Chi consapevole percorre la Via:
ecco chi vede la terra, il corpo
i mondi infernali e celesti
così come sono.
Ecco chi sa discernere
la Via della saggezza ben esposta.

Verse 45. The Seeker Understands

One Trained will comprehend this earth,
the world of Yama, and the gods,
One Trained discern the well-taught Dhamma
as one who’s skilled selects a flower.

Paura e amore- Osho


Text in picture:

Only compassion is therapeutic — because all that is ill in man is because of lack of love. All that is wrong with man is somewhere associated with love. He has not been able to love, or he has not been able to receive love. He has not been able to share his being. That’s the misery. That creates all sorts of complexes inside.

Those wounds inside can surface in many ways: they can become physical illness, they can become mental illness — but deep down man suffers from lack of love. Just as food is needed for the body, love is needed for the soul.

A SUDDEN CLASH OF THUNDER
Chapter 8  by  Bhagwan Shree Rajneesh ( Osho)

La paura e le quattro fasi dell’amore

La paura è una negatività, un’assenza. Questo deve essere compreso molto profondamente. Se ci si perde
non si sarà mai in grado di comprendere la natura della paura. Essa è come oscurità. l’ombra non esiste, essa è solo essenza. In realtà è solo una assenza di luce. La luce continua ad esistere, eliminata la luce – non vi è oscurità.
L’ombra non esiste, non è possibile rimuovere le tenebre. Fai qualsiasi cosa tu voglia fare, non è possibile rimuovere le tenebre. Non si può condurre, non puoi buttarle. Se avete a che fare qualcosa con le tenebre, si dovrà fare qualcosa con la luce, solo perché qualcosa che costituisce un soggetto possono essere collegati. Spegnete la luce , il buio è lì, accendete la luce, il buio non c’è più – ma fate qualcosa con la luce. Non si può fare nulla con il buio.

La paura è il buio. E’ mancanza di amore. Non si può fare nulla al riguardo, e più si fa, più si diventa timoroso perché allora più si troverà impossibile.

Il problema diventerà sempre più complicato. Se si lotta con il buio si verrà sconfitto. È possibile portare una spada e cercare di uccidere il buio: e si sarà solo esausti e, infine, la mente penserà: La tenebra è così potente, è per questo che io sono sconfitto.

Questo è dove la logica è in errore. E ‘assolutamente logico che se si è lottato con il buio e non si è riusciti a sconfiggerlo, non si poteva distruggerlo, è assolutamente logico, venire poi alla conclusione che il buio è molto, molto potente. Io sono impotente dinanzi ad esso. Ma la realtà è esattamente l’opposto. Lei non è impotente, il buio è impotente. In realtà non c’è tenebra – è per questo che non si riusciva a sconfiggerle. Come si può sconfiggere qualcosa che non è?

Non combattere con la paura altrimenti diventerai sempre più pauroso la paura di nuovo entrerà nel tuo essere, essa è: la paura della paura, che è molto pericolosa. In primo luogo la paura è assenza e in secondo luogo la paura della paura è la paura della mancanza, di assenza. Poi si entra in una follia. Hai fatto un passo sbagliato.

La paura non è altro che mancanza d’amore. Fate qualcosa con amore, dimenticate la paura. Se fai bene, la paura scompare. Se ami profondamente, la paura non ti trova. Ogni volta che sono stato innamorato di qualcuno, mai per un solo momento, vi è stata paura? Non è mai stato trovato in tutti i rapporti – che anche se per un solo momento due persone sono siano in profondo amore e una riunione accade, sono sintonizzate tra loro, in quel momento, la paura non è mai stata trovata. Proprio come la luce è accesa e il buio non è stato trovato questa è la chiave segreta: l’amore in più. Se ritieni che di sia paura nel tuo essere – ama di più. Siate coraggiosi in amore, prendere il coraggio. Siate avventurosi in amore, amate di più, questo è l’amore incondizionato, perché più io ti amo di meno ci sarà la paura. E quando dico amore intendo tutti i quattro strati di amore: dal sesso al Samadhi.
Ama profondamente.

La paura dell’amore

Ci sono due modi di vivere. Uno: dominati dalla paura; l’altro: orientati verso l’amore.

Vivere dominato dalla paura non ti condurrà mai a un rapporto profondo. Resti impaurito e non tolleri l’altro, non permetti all’altro di arrivare fino al tuo centro. Gli dai il permesso fino a un certo punto – poi c’è un muro e tutto si ferma.

La persona orientata verso l’amore è la persona religiosa. Una persona orientata verso l’amore è una persona che non ha paura del futuro, che non ha paura dei risultati e delle conseguenze, che vive qui e ora.

Se sai vivere in questo momento, nel momento presente, in questa pienezza, solo allora sai amare. L’amore è un fiore raro. Fiorisce solo ogni tanto. Milioni e milioni di persone vivono nella falsa convinzione di essere innamorate. Credono di amare, ma è soltanto una loro idea.

L’amore è un fiore raro perché fiorisce soltanto quando non c’è paura, mai prima. Questo vuol dire che l’amore può accadere solo a una persona profondamente spirituale, religiosa. Il sesso è per tutti, la conoscenza superficiale è per tutti. L’amore no.

Solo quando non ti senti impaurito, allora non c’è nulla da nascondere, allora puoi aprirti, allora puoi eliminare tutti i confini. E allora puoi invitare l’altro a penetrare fino al tuo centro.
E ricorda: se permetti a qualcuno di penetrarti profondamente, anche l’altro ti permetterà di farlo, perché quando lasci che qualcuno ti penetri, crei fiducia. Quando non hai paura, l’altro diventa intrepido.

Nell’amore che vediamo oggi intorno a noi, la paura è troppo spesso presente. Il marito ha paura della moglie, la moglie ha paura del marito. Gl’innamorati hanno sempre paura. Non si aprono, non eliminano i confini. Ma questo non è amore. È soltanto un contratto fra due persone impaurite, che dipendono l’una dall’altra, che si combattono, si sfruttano, si controllano, si dominano e si posseggono – ma non è amore.

Se puoi lasciare accadere l’amore, non c’è bisogno di preghiere, non c’è bisogno di meditazione, non c’è bisogno di nessuna chiesa, nessun tempio. Attraverso l’amore ti sarà successo tutto: meditazione, preghiera, dio. Ti sarà successo tutto. Questo è ciò che intende Gesú quando dice: L’Amore è dio. Ma l’amore è difficile. Bisogna abbandonare la paura. E questa è la stranezza: hai tanta paura ma non hai niente da perdere.

Cos’hai da perdere? Niente. Questo corpo sarà preso dalla morte. Prima che sia preso dalla morte, fanne dono all’amore. Tutto ciò che hai ti verrà tolto. Prima che ti sia tolto, perché non condividerlo? Questo è l’unico modo di possederlo davvero. Se sei capace di donare e condividere, sei il maestro. Ti verrà tolto. Non c’è niente che puoi tenere in eterno. La morte distruggerà tutto.

Così, se hai capito ciò che ho detto, la lotta è tra l’amore e la morte. Se sai donare, non ci sarà la morte. Prima che qualcosa ti sia tolta, l’avrai già donata, ne avrai fatto dono. Non può esserci morte. Per chi ama non c’è morte.

Allora cos’è questa paura? Perché hai così tanta paura?

Anche se si venisse a sapere tutto di te e tu diventassi come un libro aperto, perché aver paura? In quale maniera questo può farti del male? Sono solo idee sbagliate, condizionamenti dati dalla società – che ti devi nascondere, che ti devi proteggere, che devi stare sempre in guardia, che tutti sono dei nemici, che tutti sono contro di te.

Non c’è niente di cui avere paura. Questo deve essere compreso prima che possa accadere una vera relazione sentimentale. Non c’è niente di cui aver paura.

Meditaci su. E poi permetti all’altro di entrare in te, invitalo a entrare. Non creare barriere da nessuna parte, diventa un passaggio sempre aperto, senza porte, senza lucchetti. Allora l’amore è possibile.

Quando due centri s’incontrano, nasce una cosa nuova. Questa cosa nuova è l’amore. Ed è proprio come l’acqua – la sete di tante e tante vite viene appagata. Improvvisamente ti senti soddisfatto.

Quello è il segno visibile dell’amore; ti senti contento, come se avessi raggiunto tutto ciò che desideri. Non c’è più nulla da conseguire ora; sei arrivato alla meta. Non c’è un’altra meta, il destino si è compiuto. Il seme è diventato fiore, è arrivato alla completa fioritura.
Una profonda contentezza è il segno visibile dell’amore. Ogni qualvolta una persona è innamorata, si sente profondamente appagata. L’amore non si può vedere, ma la contentezza, la soddisfazione profonda tutt’intorno… ogni suo respiro, ogni suo atto, il suo essere stesso è contentezza.

Puoi sorprenderti quando dico che l’amore ti rende privo di desideri, ma il desiderio viene dall’insoddisfazione. Desìderi perché non hai. Desìderi perché pensi che se avrai qualcosa, sarai contento. Il desiderio viene dalla scontentezza.

Ma quando c’è l’amore e i due centri si sono incontrati, uniti e dissolti, ed è nata una nuova qualità alchemica, ti senti appagato. È come se l’intera esistenza si fosse fermata – non c’è più movimento. Allora, il momento presente è l’unico momento.

Per questo ti dico: l’amore fa sparire i desideri. Sii coraggioso, liberati dalla paura, sii aperto. Lascia che il centro di un altro s’incontri con quello che è in te e attraverso questo rinascerai, si creerà una nuova qualità dell’essere.

Se c’è l’amore, sentirai veramente per la prima volta che l’esistenza è divina e tutto il creato è una benedizione. Ma c’è molto da distruggere prima che ciò sia possibile. Molto dev’essere distrutto prima che ciò sia possibile. Devi abbattere tutto ciò che crea delle barriere dentro te.

Fai dell’amore un sadhana, una disciplina interiore. Non permettere che sia soltanto una cosa frivola, non permettere che sia solo un’occupazione della mente. Non permettere che sia soltanto una soddisfazione del corpo. Fanne una ricerca interiore.

La chiave di base è questa: devi permettere all’altro di penetrarti sin nel recesso più profondo del tuo intimo, fino alle fondamenta del tuo essere. La distruzione dell’ego è la meta. Da qualunque porta si entri nel mondo interiore – dall’amore, dalla meditazione, dallo yoga, dalla preghiera – qualunque sentiero si scelga, la meta è la stessa: la distruzione dell’ego, buttare via l’ego. Attraverso l’amore può essere fatto molto facilmente, ed è cosí naturale! L’amore è la religione naturale.

fonte: http://www.osho.com


Fear And The Four Stages Of Love

Fear is a negativity, an absence. This has to be understood very, very deeply. If you miss there you will never be able to understand the nature of fear. It is like darkness. Darkness does not exist, it only appears to be. In fact it is just an absence of light. Light exists; remove the light – there is darkness.
Darkness does not exist, you cannot remove darkness. Do whatsoever you want to do, you cannot remove darkness. You cannot bring it, you cannot throw it. If you have to do something with darkness, you will have to do something with light, because only something which has an existence can be related to. Put the light off, darkness is there; put the light on, darkness is not there – but you do something with LIGHT. You cannot do anything with darkness.

Fear is darkness. It is absence of love. You cannot do anything about it, and the more you do, the more you will become fearful because then the more you will find it impossible.

The problem will become more and more complicated. If you fight with darkness you will be defeated. You can bring a sword and try to kill the darkness: you will only be exhausted. And, finally, the mind will think: Darkness is so powerful, that’s why I am defeated.

This is where logic goes wrong. It is absolutely logical that if you have been struggling with darkness and you could not defeat it, could not destroy it; it is absolutely logical to come then to the conclusion that darkness is very, very powerful. I am impotent before it. But the reality is just the opposite. You are not impotent, darkness is impotent. In fact darkness is not there – that’s why you could not defeat it. How can you defeat something which is not?

Don’t fight with the fear otherwise you will become more and more afraid: and a new fear will enter into your being, that is: fear of fear, which is very dangerous. In the first place fear is absence and in the second place the fear of fear is the fear of the absence of absence. Then you go into a madness. You have taken a wrong step.

Fear is nothing but absence of love. Do something with love, forget about fear. If you love well, fear disappears. If you love deeply, fear is not found. Whenever you have been in love with someone, ever for a single moment, was there any fear? It has never been found in any relationship – if even for a single moment two persons are in deep love and a meeting happens, they are tuned to each other, in that moment fear has never been found. Just as if the light is on and darkness has not been found There is the secret key: Love more. If you feel there is fear in your being – love more. Be courageous in love, take courage. Be adventurous in love, love more, and love unconditionally, because the more you love the less will be the fear. And when I say love I mean all the four layers of love: from sex to samadhi.
Love deeply.

Fear of love

There are two ways of life. A: dominated by fear, the other: oriented towards love.

Living dominated by fear will not ever lead to a deep relationship. Remains frightened and not tolerate the other, not allowing others to get to your center. Give him permission to a certain point – then there is a wall and everything stops.

The person-oriented love is a religious person. A person-oriented, love is a person who is not afraid of the future that is not afraid of the results and consequences, who lives here and now.

If you can live in this moment, in the present moment, in this fullness, then you know only love. Love is a rare flower. It blooms only occasionally. Millions and millions of people living in the false belief of being in love. They think they love, but it is only their idea.

Love is a rare flower blooms for only when there is no fear, never before. This means that love can happen only in a deeply spiritual, religious. Sex is for everyone, for all knowledge is superficial. Love does not.

Only when you do not feel afraid, then there is nothing to hide, then you open yourself, then you can eliminate all boundaries. Then you can invite others to penetrate your heart.
And remember: if you allow someone to penetrate deeply, the other will allow you to do so, because when you let someone penetrate, create confidence. When you’re not afraid, the other becomes fearless.

In the love that we see around us today, the fear is too often present. Her husband is afraid of his wife, the wife is afraid of her husband. Gl’innamorati are always afraid. Not open, do not eliminate the boundaries. But this is not love. It is only a contract between two people afraid, that depend on each other, you fight, exploit, they control, dominate and possess – but not love.

If you let love happen, no need of prayers, there is no need for meditation, you do not need no church, no temple. Through love you will all happened: meditation, prayer, god. You will all happened. This is what Jesus means when he says: Love is God. But love is difficult. We must abandon fear. And this is strange: you scared but you have nothing to lose.

What have you got to lose? Nothing. This body will be taken by death. Before being taken by death, and make a gift of love. Everything that you will be removed. Before you being removed, why not share it? This is the only way to really own it. Are you capable of giving and sharing, you’re the master. You will be removed. There is nothing that you can keep forever. Death will destroy everything.

So, if you understood what I said, the struggle between love and death. If you can donate, there is death. Before you something is closed, will have already donated, you will have a gift. There can be no death. For those who love there is no death.

So is this fear? Why you so afraid?

Even if you found out everything about you and you become like an open book, why be afraid? In what way can this hurt? I’m just misconceptions, data conditioning by society – that you have to hide, you must protect, you need to be constantly on guard, all are enemies, they are all against you.

There is nothing to fear. This must be understood before it can happen a real relationship. There is nothing to fear.

Meditaci about. And then allowing others to join you, invite them to join. Do not create barriers to nowhere, becomes a passage always open, no doors, no locks. Then love is possible.

When two centers meet, comes a new thing. This new thing is love. And it is like water – the thirst of many, many lives will be fulfilled. Suddenly you feel satisfied.

What is the visible sign of love, you feel happy, like I have achieved everything you want. There is nothing left to achieve now; you arrived at our destination. There is another destination, destiny was fulfilled. The seed has become a flower, has come to full bloom.
A deep contentment is the visible sign of love. Whenever a person is in love, you feel deeply satisfied. Love can not be seen, but contentment, deep satisfaction all round … every breath, every action, his very being and contentment.

You can be surprised when I say that love makes you free from desires, but the desire is dissatisfaction. Would it not have. Because you think that if you want something, you’ll be pleased. The desire comes from discontent.

But when there is love and the two centers met, merged and dissolved, and was born a new quality of alchemy, you feel satisfied. It is as if the whole existence had stopped – no more movement. Then, the moment this is the only time.

why you say love makes you want to disappear. Be brave, liberated from fear, be open. Let the center of another met with what is in you and through this rebirth, it will create a new quality of being.

If there is love, really feel for the first time the existence of God and all creation is a blessing. But there is much to destroy before possible. Much must be destroyed before this is possible. You have to kill anything that creates barriers within yourself.

You love a sadhana, an inner discipline. Do not allow it to be just a frivolous thing, do not let the mind is just a job. Do not allow it to be only one satisfaction of the body. Make it an inner search.

The key starting point is this: you must allow the other to penetrate even into the deepest recesses of your underwear, to the foundation of your being. The destruction of the ego is the goal. From any door to enter the inner world – love, meditation, yoga, prayer – whatever path you choose, the goal is the same: the destruction of ego, throw away the ego. Through love can be done very easily, and is so natural! Love is the natural religion.

Source: http://www.osho.com