Archivio | 20/06/2019

★★。¸.☆☆Buonanotte¸.☆☆


pensieriang4

A pugno chiuso


A pugno chiuso

Ti sento con le domande di sempre
– quelle dalla difficile risposta –
e con un velo che copre il cielo
Potresti essere tu gabbiano
che sovrasta ogni tempesta
e si libera nell’aria alla ricerca
del proprio spazio
Solo il tempo di sentire
l’odore delle emozioni
che ancora soffochi: gioia o lacrime
sono di te le sfaccettature
solo la forza di raccogliere
qualche fiore e non solo
i boccioli caduti
sul terreno troppo in fretta
Non ti stancare di cercare le lucciole
che nel buio ti possono guidare
Non trattenere la sabbia
a pugno chiuso
La vita aspetta

08.09.2003 Poetyca

A clenched fist

I feel you with questions as ever
– Those from hard to answer –
and with a veil covering the sky
Could it be you gull
above every storm
and free air in search
your space
Only time to hear
the smell of emotions
that still stifles joy or tears
you are the facets
only the strength to pick
some flowers and not just
buds killed
on the ground too fast
Are not you tired of searching for fireflies
that can guide you in the dark
Do not keep sand
a fist
Life is waiting

08.09.2003 Poetyca

Il tesoro della luce


249787_138097906266805_100001997889140_249071_29669_n.jpg

Il tocco della Luce del regno eterno si riconosce immediatamente

dal colpo di spada che porta alla nostra natura ordinaria.

È una vibrazione che proviene da un altro regno,

che non ha considerazione né per la natura dialettica né per l’io,

e non è né amabile né gradevole né magnifica,

come vuol farlo credere l’arte dialettica.

Essa provoca nel sistema vitale una tempesta, un formidabile turbine;

essa rompe i lacci della natura, e l’allievo

che sa sormontare questa tempesta riceve il manto del “tesoro della Luce”.

Jan van Rijckenborgh

The touch of the Light of the eternal kingdom is recognized immediately

the sword that leads to our ordinary nature.

It is a vibration that comes from another realm,

that did not account for either the dialectical nature nor for me,

and is neither sweet nor pleasant nor magnificent,

how does it do believe art dialectics.

It causes a storm in life system, a formidable turbines;

it breaks the bonds of nature, and the student

who knows how to overcome this storm receives the mantle of the “treasure of Light.”

Jan van Rijckenborgh

Speranza e Luce


Speranza e Luce

Nel crogiolo si manifesta
il fuoco per sedar tempesta
nell’acqua si ravviva
la vita che vive di vita nuova
E’ respiro d’infinito
che ti restituisce i colori
perduti nel cammino
…E sei tu
Energia d’Amore
che riprende fiato
nel tempo del dolore
gioia che rinnova
Speranza e Luce

09.01.2004 Poetyca

Hope and Light

Manifests itself in the crucible
fire storm for Sedar
water comes alive
life lives new life
And ‘breath of infinity
you return the color
lost on the way
And you are …
Energy of Love
that takes breath
in time of pain
joy renewing
Hope and Light

09.01.2004 Poetyca

William Shakespeare – Sonetto 116


William Shakespeare – Sonetto 116

Non sia mai ch’io ponga impedimenti
All’unione di due anime fedeli; Amore non è amore
Se muta quando scopre un mutamento
O tende a svanire quando l’altro s’allontana.

Oh no! Amore è un faro sempre fisso
Che sovrasta la tempesta e non vacilla mai;
È la stella che guida di ogni barca,
Il cui valore è sconosciuto, benché nota la distanza.

Amore non è soggetto al Tempo, pur se rosee labbra
E gote dovran cadere sotto la sua curva lama;
Amore non muta in poche ore o settimane,

Ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio;
Se questo è un errore e mi sarà provato,
Io non ho mai scritto, e nessuno ha mai amato.

William Shakespeare (1564 – 1616)



William Shakespeare – Sonet 116

Let me not to the marriage of true minds

Admit impediments. Love is not love

Which alters when it alteration finds,

Or bends with the remover to remove:

O no! it is an ever-fixed mark

That looks on tempests and is never shaken;

It is the star to every wandering bark,

Whose worth’s unknown, although his height be taken.

Love’s not Time’s fool, though rosy lips and cheeks

Within his bending sickle’s compass come:

Love alters not with his brief hours and weeks,

But bears it out even to the edge of doom.

If this be error and upon me proved,

I never writ, nor no man ever loved.


William Shakespeare (1564 – 1616)


Sofferenza – Suffering – Budda


Sofferenza

Perché infliggere
sofferenza agli altri,
quando noi stessi
cerchiamo di sfuggirla?

Budda

Suffering

Why inflict suffering
on others
when we ourselves
try to escape it?

Buddha

Smarrimento


SMARRIMENTO

A te che stringi forte il pugno
Per nascondere il dolore,
a te che senti l’angoscia in fondo al cuore
per quella giovane vita strappata,
tante cose vorrei dire, ma…
non incidono le mie parole,
non possono risanare
il tuo cuore ferito.

Dopo una lunga tempesta
Torna sempre il sereno,
nessun sole e nessun calore
possono alleviare
la tua sofferenza.

Due lacrime rigano
Il tuo viso e scivolando
Si disperdono,
ma non il tuo soffrire,
falle cadere sul tuo cuore ferito
e come balsamo penetreranno
risanando il tuo dolore.

Come rugiada in attesa dell’aurora,
attendi anche tu le prime luci dorate
dell’alba e la carezza del sole,
fai penetrare il suo calore
in fondo al suo cuore,
riempilo di speranza e di luce nuova.

Non è finito tutto,
una nuova vita è cominciata
un nuovo manto di Luce
protegge e rinnova tutta la terra,
lascia riscaldare il tuo dolore,
guardati intorno,
qualcuno ha ancora bisogno di te…
anche se nulla è più come prima,
devi trovare la forza di continuare,
sorridi ancora alla vita
anche se dovrai farlo con tanto dolore.

Credi anche tu che nulla è perduto
Che quel figlio che tanto hai amato
È lì che attende in una prossima alba
Senza dolore.

Sarà lui ad accoglierti e guidarti quel giorno
E ti riempirà d’amore,
per adesso anche se non ne comprendi la ragione
accetta questa cruda realtà.

Rimboccati le maniche
E continua a camminare
Su questa terra fredda e buia,
riscalda tu il cuore alla gente
e fa capire che il bene più grande
è quello dell’amore.

Non chiuderti nel tuo dolore
Ma apri le braccia a chi ti sta accanto,
non sei solo tu a soffrire
ma vicino a te c’è chi è smarrito
e cerca il tuo amore,
guardalo non l’ignorare.

Nessuno potrà colmare il vuoto
Che hai dentro,questo è vero,ma…
Solo donando amore sarai
Ancora capace di riempire il tuo cuore.

07.01.99 Poetyca

LOSS

To you who hold strong fist
To hide the pain,
that you feel the anguish in my heart
for that young life torn,
I would say many things, but …
not affect my words,
can not heal
your wounded heart.

After a long storm
Back always serene,
no sun and no heat
can alleviate
your suffering.

Two tears scratch
Your face and slipping
Disperse,
but your suffering,
holes fall on your wounded heart
and as a balm penetrate
healing your pain.

As dew until dawn,
wait too the golden dawn
dawn and the caress of the sun,
you penetrate its heat
the bottom of his heart,
fill it with hope and new light.

Not everything is finished,
A new life has begun
a new coat of Light
protects and renews the whole earth,
heat leaves your pain,
Look around
someone still need you …
although nothing is as before,
you must find the strength to continue,
smile still life
even if you do it with so much pain.

Believe too that nothing is lost
That this child you loved so much
It is there waiting in the next dawn
Without pain.

He’ll welcome you and guide you to that day
And fill you with love,
yet even if you do not understand why
accept this harsh reality.

Roll up your sleeves
He continues to walk
On this cold, dark earth,
warms my heart to you people
and suggests that the greater good
is love.

Do not close your pain
But open your arms to person next to you,
not only you to suffer
but some people close to you is lost
and look for your love,
Look not ignore.

Nobody can fill the void
What have you inside, this is true, but …
Just giving you love
Still able to fill your heart.

01/07/1999 Poetyca