Archivio | 05/07/2019

La notte


La notte

Fatata è la notte
con stelle lattiginose
ricordi in tasca
bruciano la pelle

Sogni lontani
rincorrono il respiro
d’immagini desertiche

Paesi d’oriente
sospirano nel tempo
e tra polvere e fantasia
raccolgo i silenzi

08.04.2003 Poetyca

Night

Fairy is the night
milky with stars
memories in my pocket
burn skin

Distant dreams
chase your breath
Image desert

Countries of the East
sigh in time
and between dust and fantasy
I pick up the silence

08.04.2003 Poetyca

Nelle tue parole


Nelle tue parole

La vita nelle tue parole
prende il volo e traspare
i sorrisi spenti tra pareti
di questa strana prigione
Troppe domande
troppi silenzi senza volto
che lasciano scivolare
nelle tasche degli occhi
le fragili paure
Erano solo attimi
un ascolto senza fine
che poteva cancellare
con un soffio tanti anni
Ma se abbassi le mura
che lasciano muto
ogni dolore andato
ed accendi fiaccole
lungo i passi
accarezzerai ancora
i colorati sogni
che come aquiloni
tingono il cielo
e saremo noi
quegli aironi in volo
che nessun occhio
potrà separare

16.01.2003 Poetyca

in your words

Life in your words
takes off and is reflected
the smiles off of walls
of this strange prison
Too many questions
silences too many faceless
leaving slip
in the pockets of the eyes
the fragile fears
It was only moments
listening endlessly
which could cancel
with a breath so many years
But if you lower the walls
leaving dumb
all pain gone
and light torches
along the steps
you can stroke again
the colorful dreams
and as a kite
dye the sky
and we will
those herons in flight
no eye
can separate

16.01.2003 Poetyca

Un attimo



Un attimo

L’emozione è un attimo
come frullio d’ali
e neve che fiocca:
piccoli palpiti
lieve sapore

Tenera dolcezza
che nutre il cuore

Sottili reti di carezze
che sfiorano sogni
senza rumore

Poi tutto svanisce
e nel respiro
resta stupore

04.02.2003 Poetyca


A moment

Emotion is a moment
as a flutter of wings
and snow flakes:
small beats
mild flavor

Tender sweetness
who has a heart

Thin networks of strokes
dreams that reach
noiseless

Then it all fades away
and breath
still wonder

04.02.2003 Poetyca

Vivo


Vivo

Vivo di emozioni
che solleticano
restituisco stupore
e gioia che non si placa
Vivo di sogni
che pennelano il tempo
e ne conosco gli aliti
che confondono le sagome
Vivo di estese stagioni
piene di vita e mille colori
Vivo di pensieri
che indossano ali
per raggiungerti sempre
e di te fare il mio cielo
Vivo di stemperati istanti
con il loro valore
che resta scolpito dentro
Vivo delle tue parole
senza luogo e tempo
Vivo di respiri che scorrono
come brividi impazziti
sulla mia pelle
Vivo di armonie impalpabili
che mi fanno vedere
oltre ogni confine
Vivo di vita
che dell’anima
è il senso

13.09.2003 Poetyca

Live

Emotions live
tickling
I return amazement
and joy that is not subsiding
Living dreams
Time to brush
and I know the breaths
Confusing the shapes
Vivo expanded seasons
vibrant and colorful
Live thoughts
wearing wings
to reach ever
and you make my sky
Live moments dissolved
with their value
that is carved into
Live your words
without the time and place
Live breaths flowing
how crazy chills
on my skin
Live impalpable harmonies
that make me see
beyond borders
Live life
that the soul
is the sense

13.09.2003 Poetyca

Centro – Center – Budda


Centro

Ciascuno ha perso
il proprio centro,
ma se conosci te stesso,
nessuno può scuotere
questa conoscenza.

Budda

Center

Each has lost
your center,
but if you know yourself,
no one can shake
this knowledge.

Buddha

Ammutolendo


Ammutolendo

Forse sono brava
a “dipingere parole”
ma ci sono cose
che non saprei dire

Nascono dentro
ricordi e sogni
tempeste o sorrisi
emozionato sentire

Vibrante percorso
sfoglia l’animo
ammutolendo dentro
non trovo voce

Poco sarebbe
regalare rime
ma non ho altro
che uno sguardo e il cuore

29.08.2002 Poetyca


Speechless

Maybe I’m good
to paint the words ”
but there are things
I can not say that

Born in
memories and dreams
storms or smiles
feel excited

Vibrant location
Browse the soul
silenced in
I can not find entry

Soon it would be
give rhymes
but I have no other
one eye and the heart

29.08.2002 Poetyca

Finestre


Finestre

Non rinnegare
le parole dette
apri lo spiraglio
del cuore

Dalla tua finestra
occhi negli occhi
a riempire
-vuoto ancestrale-

Sfiorare di sogni
in mute paure
r i c e r c h e
compiono voli

Nella notte
l u c e
intreccio di menti
è il sogno che vive

09.08.2002 Poetyca

Windows

Do not deny
spoken words
open the crack
heart

From your window
eye to eye
to fill
Ancestral-empty-

Touch of dreams
muted fears
r i c e r c h and
perform flight

In the night
l i g h t
interweaving of minds
is living the dream

09.08.2002 Poetyca

Esistenza – Esistence – Proverbio Zen


Esistenza

In sostanza nulla esiste,
ma se c’è il tè
bevo il tè e se
c’è il riso mangio il riso.

Proverbio Zen

Existence

In essence, nothing exists,
but if there is tea
I drink tea and if
there is rice I eat rice.

Zen proverb

Avere cura di sè – Take care of yourself


🌸Avere cura di sé🌸

Non si deve inciampare nell’idea
che amare (aver cura)
di sè corrisponda ad un mero egoismo.
Se non si è maturi,capaci di conoscere
i propri limiti e punti di forza,
in fondo l’amare (il donarsi) diventa
una sorta di desiderio di ricevere
qualcosa in cambio.
L’amore incondizionato
è offerta di sè (di quello che è stato coltivato) senza volere nulla in cambio.
Non è da tutti riuscirci,per questo
è importante imparare a maturare
(avere qualcosa da donare)altrimenti
si dona solo un sacco vuoto.

20.06.2019 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Take care of yourself

One must not stumble in the idea that loving (caring) of oneself corresponds to a mere selfishness.
If you are not mature, capable of knowing your own limits and strengths, then loving (giving yourself) becomes a kind of desire to receive something in return.
Unconditional love is self-offering (of what has been cultivated) without wanting anything in return. It is not for everyone to succeed, so it is important to learn how to mature (to have something to donate) otherwise you give only an empty bag.

20.06.2019 Poetyca

Carezze di cielo


Carezze di cielo

Nell’unità di vite
i sogni saranno uguali
– specchio magico –
come acque placide
ed occhi nel lago
Riconosciuto sentire
che sorregga i passi
in un mondo nuovo

Svaniranno le ombre
tra vesti chiare
e scalzi su prati
saremo tutti
– la stessa musica-
in arpeggi armonici
sorrisi di stelle
e carezze di cielo

20.08.2003 Poetyca


Pats sky

Drive screw
dreams will be the same
– Magic Mirror –
as placid waters
and eyes in the lake
Feel recognized
which support the steps
into a new world

Shadows vanish
between light clothes
and barefoot on lawns
we all
– The same music-
arpeggios in harmonics
smiles of stars
and caress the sky

20.08.2003 Poetyca

Urla


Urla

Tanto amore
tanta vita spesa in sogni
in costruzioni di emozioni
che solcassero l’infinito
voli che fossero nello stesso cielo
e poi…
Era un’illusione
un calpestare l’anima
con i tacchi a spillo
e mentre le ferite bruciano
si sgretola ogni ricordo
nella voce che urla
che cerca la vendetta
che vorrebbe ripagare
ogni lacrima versata
Ancora legati
in cerca ora di restituire
tutte le ferite
i marchi a fuoco
che indelebili si contorcono

13.09.2003 Poetyca

Shouting

Much love
spending so much life into dreams
in construction of emotions
passing on the infinite
Flights that were in the same sky
and then …
It was an illusion
a walk on the soul
with high heels
and while the burn wounds
crumbles all memory
the voice screams
seeking revenge
that would repay
every tear shed
Still tied
looking forward to returning
all wounds
marks focus
that indelible writhe

13.09.2003 Poetyca

Semplicità – Simplicity


🌸Semplicità🌸

Piccole cose
sono la vera ricchezza:
Rendi tutto semplice
e sarai libero da pesi inutili

20.09.2019 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Simplicity

Little things
they are true wealth:
Make it easy
and you will be free
from unnecessary burdens

20.09.2019 Poetyca

Carezze di cielo


Carezze di cielo

Nell’unità di vite
i sogni saranno uguali
– specchio magico –
come acque placide
ed occhi nel lago
Riconosciuto sentire
che sorregga i passi
in un mondo nuovo

Svaniranno le ombre
tra vesti chiare
e scalzi su prati
saremo tutti
– la stessa musica-
in arpeggi armonici
sorrisi di stelle
e carezze di cielo

20.08.2003 Poetyca

 

Caresses of Heaven

In the unit lives
dreams will be the same
– Magic Mirror –
as placid waters
and eyes in the lake
Feel recognized
which support the steps
in a new world

Shadows vanish
between light clothes
and barefoot on lawns
we will all
– the same music-
arpeggios in harmonics
smiles of stars
and caresses of Heaven

20.08.2003 Poetyca

Voce persa tra mille


Voce persa tra mille

Sensibilità ferita
tangibile dolore
mentre la luce
si smorza in fondo
al sospeso cuore
Infranti i sogni
calpestati ancora
Carta crespa
che lascia ruvide paure
e solitudine che scivola
tra le dita aperte
Mancato sorriso
che sovrasta
oltre l’orizzonte
di un anima in frantumi
– Voce persa tra mille –
che cerca nuovo colore

23.08.2003 Poetyca


The voice lost among a thousand

Sensitivity wound
tangible pain
while the light
fades into background
the heart suspended
Broken dreams
trampled again
Crepe paper
leaving rough fears
and loneliness that slides
between the fingers open
Failure to smile
above
beyond the horizon
a broken soul
– This item is lost among a thousand –
looking for new color

23.08.2003 Poetyca

Nel palmo della tua mano – Into the palm of your hand


🌸Nel palmo della tua mano🌸

Se guardi profondamente
nel palmo della tua mano,
vedrai i nostri genitori
e tutte le generazioni
dei tuoi antenati
Tutti loro sono vivi
in questo momento.
Ognuno è presente nel tuo corpo.
Tu sei la continuazione
di ciascuna di queste persone.

Thich Nhat Hanh
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Into the palm of your hand

If you look deeply
into the palm of your hand,
you will see our parents
and all generations
of your ancestors.
All of them are alive
in this moment.
Each is present in your body.
You are the continuation
of each of these people.

Thich Nhat Hanh

Io sono me


Io sono me

In tutto il mondo non esiste nessuno che sia come me.
Tutto quello che proviene da me è autentico, perché sono soltanto io a sceglierlo.
Io possiedo tutto di me, il mio corpo, le mie sensazioni, la mia bocca, la mia voce, tutte le mie azioni, che siano per gli altri o per me stesso/ me stessa.
Possiedo le mie fantasie, i miei sogni, le mie speranze, le mie paure.
Possiedo tutti i miei trionfi e successi, tutti i miei fallimenti ed errori perché IO possiedo tutto di me e Io sono in grado di riconoscere intimamente me stesso/ me stessa.
Facendo questo IO posso amarmi e diventare mio amico/mia amica, in ogni mia parte.
So che ci sono aspetti di me che mi confondono, ed altri aspetti che non conosco – ma fino a quando continuo ad essere in amicizia ed in amore con me stesso e me stessa, IO posso cercare coraggiosamente e con speranza delle soluzioni alle incertezze e posso trovare strade per conoscere ancora di più su di me.
In qualsiasi modo io appaia e mi esprima, qualsiasi cosa io dica e faccia e qualsiasi cosa io pensi e senta, in un qualsiasi momento tutto ciò è ME, in maniera autentica.
Se in seguito alcune parti di come appaio, di come mi esprimo e di come io ho pensato, diventano sconvenienti, IO posso mettere da parte ciò che è sconveniente, tenere ciò che rimane ed inventare qualcosa di nuovo al posto di ciò che ho scartato.
Posso vedere, ascoltare, sentire, pensare, dire e fare.
Possiedo gli strumenti per sopravvivere, per essere vicino/vicina agli altri, per essere produttivo/produttiva, per dare un senso ed un ordine là fuori nel mondo delle persone ed alle cose al di fuori di me.
IO possiedo me stesso/me stessa ed allo stesso tempo posso ideare me stesso/me stessa.
IO sono me ed IO SONO GIUSTO / GIUSTA

Virginia Satir 1975

I am Me. In all the world, there is no one else exactly like me. Everything that comes out of me is authentically mine, because I alone chose it — I own everything about me: my body, my feelings, my mouth, my voice, all my actions, whether they be to others or myself. I own my fantasies, my dreams, my hopes, my fears. I own my triumphs and successes, all my failures and mistakes. Because I own all of me, I can become intimately acquainted with me. By so doing, I can love me and be friendly with all my parts. I know there are aspects about myself that puzzle me, and other aspects that I do not know — but as long as I am friendly and loving to myself, I can courageously and hopefully look for solutions to the puzzles and ways to find out more about me. However I look and sound, whatever I say and do, and whatever I think and feel at a given moment in time is authentically me. If later some parts of how I looked, sounded, thought, and felt turn out to be unfitting, I can discard that which is unfitting, keep the rest, and invent something new for that which I discarded. I can see, hear, feel, think, say, and do. I have the tools to survive, to be close to others, to be productive, and to make sense and order out of the world of people and things outside of me. I own me, and therefore, I can engineer me. I am me, and I am Okay.

Virginia Satir