Un cielo di cartone


Un cielo di cartone

Non si spegne
la stella che segnava
il cammino nella notte
per me giovane vagabondo
ma forse quello che fissavo
accendendo speranza
era solo un cielo di cartone

Non si estingue la voce
che nel silenzio  richiama
con una melodia senza tempo
proveniente dal cuore
ma forse le mie orecchie
confuse  ed in attesa
ascoltavano un altro suono

Non si disperde
neppure oggi
in una marea di pensieri
la voglia di combattere
e di scacciare dal mio percorso
tutte le vecchie ombre
che contaminano una ferita

Tutto dipende e segue
i contorni di questa mente
a volte confusa
o sazia di entusiasmo
che non sa disegnare
la Verità per distinguerla
dal mio prossimo sogno

17.11.2011 Poetyca


A cardboard sky

Do not turn off
the star that marked
the way in the night
for me young drifter
but perhaps that I stared
turning hope
was just a cardboard sky

Not extinguished the voice
that in silence recalls
with a timeless melody
comes from the heart
but maybe my ears
confused and waiting
heard another sound

Is not lost
even today
in a lot of thought
the will to fight
and, to drive from my path
all the old shadows
that contaminate a wound

It all depends on and follow
the contours of this mind
sometimes confused
or fill of enthusiasm
that can not draw
Truth to distinguish
from my next dream

17.11.2011 Poetyca

2 thoughts on “Un cielo di cartone

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.