Archivio | 14/09/2019

★★。¸.☆☆Buonanotte¸.☆☆


Annunci

Natura di Buddha


La Riflessione

La consapevolezza renderà la vita a voi stessi.
Potrete, poi, decidere cosa farne.

Diverrete più simili al cielo che alla tempesta.

Jon Kabat-Zinn

———-

Saper leggere oltre le apparenze,
raccogliere come testimoni
i nostri processi interiori per poi
scagliare rabbia come fosse difesa,
oppure lavorare per la serenità
è nella nostre scelte responsabili.
E’ il processo che semina la Pace
in noi e nel cuore di chi ci circonda.

Poetyca

———

L’insegnamento

Natura di Buddha

Quale che sia la nostra vita, la nostra natura di Buddha è sempre presente.
Ed è sempre perfetta.

Si dice:

“Né i Buddha la possono migliorare, nella loro infinita comprensione;
né possono gli esseri senzienti guastarla, nella loro apparente infinita confusione.”

Rigpa Glimpse

———-

Ci sentiamo spesso trascinare:
emozioni, aspettative e quella delusione
che ci fa reagire e spezza l’equilibrio,
attribuiamo ad altri la responsabilità
di questo alterato stato di purezza,
siamo chiara luce, amore e compassione,
ma ci aggrappiamo ad apparenze che offuscano
la serenità e la visione di quel che siamo.
Dovremmo imparare a non farci portare via
dalla confusione.

Poetyca

06.01.2007 Poetyca

Testi tratti da

Reflection

The awareness will make life for yourself.
Then you can decide what to do.

You will become more like the sky to the storm.

Jon Kabat-Zinn

———-

Being able to read beyond the appearances,
gather as witnesses
our internal processes and then
was throwing anger as defense,
or work for peace
is responsible in our choices.
And the process of planting the Peace
in us and in the hearts of those around us.

Poetyca

———

The teaching

Buddha Nature

Whatever our life, our Buddha nature is always present.
And it’s always perfect.

It says:

“Neither can improve the Buddha, in their infinite understanding;
nor can spoil sentient beings, infinite in their apparent confusion. “

rigpa Glimpse

———-

We are often drag:
emotions, expectations and the disappointment
that makes us react and break the balance,
attribute to others the responsibility
of this altered state of purity,
we are the clear light, love and compassion,
But we cling to appearances that obscure
the serenity and the vision of what we are.
We should learn not to make us take away
confusion.

Poetyca

06.01.2007 Poetyca

Il Fiore di Bodhidharma

In bilico


 

In bilico

Tra scelte
strade segnate
da voce che chiama:
Ego ed illusione
dipinte storie
sulla tela
Oppure…
Ricerca attenta
che tacita la mente
e senza preferenza
Scintilla viva
un silenzio
che al Sé conduca

25.06.2006 Poetyca

 Poised

Choices between
roads marked
by voice call:

Ego and illusion
painted stories
on canvas

Or …

Careful research
implied that the mind
and without preference

Spark alive
silence
which leads to the Self

25.06.2006 Poetyca 

La nostra immagine


 

La nostra immagine

“Prima della nascita, l’anima di ciascuno di noi
sceglie un’immagine o disegno che poi vivremo sulla terra, e riceve
un compagno che ci guidi quassù, un daimon, che è
unico e tipico nostro. Tuttavia, nel venire al mondo, dimentichiamo
tutto questo e crediamo di essere venuti vuoti. È il daimon
che ricorda il contenuto della nostra immagine, gli elementi del
disegno prescelto, è lui dunque il portatore del nostro
destino”.

J. Hillman, Il codice
dell’anima

Devi confrontarti con quello in cui credi riguardo la morte:
se finisce tutto,non esiste un oltre,oppure c’ė continuità
ma in modo diverso rispetto la corporeità.
Dunque una diversa esperienza percepibile con una sensibilità
che trascende la limitatezza di idee mentali e sensi fisici.
Allora nulla ė confrontabile e spiegabile
con l’esperienza da persone incarnate.
Mai nessuno potrebbe dirti in cosa credere o non credere:
Va sperimentato restando in ascolto.
Senza aspettative precise.

12.03.2016 Poetyca

 

Our image


“Before birth, the soul of each of us
choose an image or design that we will live on the earth, and receives
a companion to guide us up here, a daemon, which is
Our unique and typical. However, in coming into the world, we forget
all this and we believe we have come empty. It’s the Daimon
reminiscent of the content of our image, the elements of the
design chosen, he is therefore the bearer of our
destiny”.

J. Hillman, The Code soul


You have to confront what you believe about death:
if it’s all over, there is no addition or no continuity
but in a different way than the corporeal.
Thus a different experience perceivable with a sensitivity
that transcends the limitations of mental ideas and physical senses.
Then nothing is comparable and understandable
with experience from incarnate people.
No one would ever tell you what to believe or not to believe:
It should be experienced by listening.
Without clear expectations.


12/03/2016 Poetyca

Amare se stessi


Amare se stessi

Amare se stessi spesso è tacciato come egoismo, a volte è puro spirito di sopravvivenza; ma sono realmente le nostre ferite, le esperienze passate che disgregano l’immagine che abbiamo di noi stessi, allora l’amore che dovremmo avere ( insegnato dai genitori) se siamo stati trascurati potrebbe divenire rabbia inespressa oppure apatia, senso di inferiorità e la convinzione di contare poco o nulla per gli altri.

Il cammino di autoguarigione è lungo, a volte impiega interi anni o cicli prima di poter capire che valiamo; a dispetto di quello che ci hanno fatto credere, che quel vuoto che cerchiamo di riempire a tutti i costi amando altre persone; in realtà è una voce che ci chiede di amarci, apprezzarci, scoprire chi siamo e tutto quello che ci hanno fatto soffocare : sensibilità, doti da non far emergere sono la nostra essenza – va rispettata da noi stessi – e fatta rispettare dagli altri.

Il dolore che per il buddhismo è qualcosa che noi stessi generiamo e ci rende schiavi è il frutto di attaccamento, di aspettative, di illusioni: sciogliendo questa schiavitù siamo realmente liberi di essere noi stessi.

Sopratutto quanto avvertiamo che qualcosa è fonte di disagio o dolore dobbiamo cercare in noi la causa e quando bussa avere tanta gratitudine perchè è opportunità di crescita per liberarci dalle bugie della mente. E’ processo di guarigione che ci da la via verso la crescita interiore; non si deve fuggire ma toccare la sua radice che spesso è più profonda di quel che pensiamo.

30.07.2006 Poetyca

Raccogliendo necessari momenti



Raccogliendo necessari momenti

Donare un sorriso a chi non ha nemmeno più quello.

Condividere momenti d’ilarità quindi.

Ascoltare,sempre e pazientemente ascoltare.

Trasfigurare una tristezza in gaudio.

Arricchire il discorso quando si parla; ma non parlare spesso.

Evitare chi ti ha tradito; perdonare, ma evitare…

Scegliere di vivere comunque, a trecentosessanta gradi.

Giuseppe Bustone

Pesi calibrati


Pesi calibrati

Ogni nostro passo
è una scelta nel sentiero della nostra vita:

– possiamo scegliere se prendere ogni peso oggi
e abbandonare quello che è inutile come apparenza ( senza sostanza)
oppure fare questo domani, quando attraverso la nostra esperienza
avremo imparato la lezione.

Se noi paragoniamo noi stessi a degli alpinisti possiamo vedere come
tutto quello che portiamo sulle nostre spalle deve avere un peso calibrato
o esso diventa nocivo.

Ma a me viene in mente anche come in un ideogramma cinese la parola crisi
significa opportunità, allora tutto quello che fa inciampare e soffrire noi,

a volte sino a spezzare il nostro cuore, è in realtà la scossa giusta per guardare meglio
come smettere di creare sofferenza attraverso il peso inutile delle aspettative.

13.12.2011 Poetyca

Calibrated weights

Every step we take
is a choice in the path of our lives:

– We can choose whether to take any weight today
and abandon what is useless as appearance (without substance)
Or do this tomorrow, when through our experience
we have learned the lesson.

If we compare ourselves to the mountaineers we can see how
everything that we carry on our shoulders must weigh calibrated
or it becomes damaged.

But I can think of a Chinese character as the word crisis
means opportunity, then everything that makes us stumble and suffer,

sometimes up to break our heart, the shock is actually just to look better
how to stop creating unnecessary suffering by the weight of expectations.

13.12.2011 Poetyca