E’ un problema suo, non mio


Zen  Monk
Una volta, mentre un maestro Zen camminava per la strada, un uomo si precipitò su di lui e lo colpì duramente. Il maestro cadde, poi si rialzò, e riprese a camminare nella stessa direzione di prima, senza neppure voltarsi indietro.  
Un discepolo che era con il maestro rimase molto colpito e chiese: “Chi è quell’uomo? Che cosa vuol dire tutto questo? Nessuno può voler uccidere un essere che vive come te; e tu non lo hai neppure guardato. Chi è, e perché l’ha fatto?”  
Il maestro rispose: “E’ un problema suo, non mio.”

                                                                               Storia Zen

Once, when a Zen master walked down the street, a man rushed up to him and hit him hard. The master fell, then got up and started walking in the same direction as before, without even looking back.
A disciple who was with the teacher was impressed and asked, “Who is that man? What does all this mean? Nobody can want to kill a living being like you, and you do not have even looked. Who is he, and why did he do? “
The master replied: “It ‘s his problem, not mine.”

                                                                                Zen story

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.