Archivio | 18/10/2019

Saper perdonare


Saper perdonare

Tradimenti, umiliazioni, violenze… Alcune situazioni ci fanno soffrire e ci sembrano imperdonabili, anche se sono causate da persone care. Tuttavia, gli specialisti affermano che bisogna saper perdonare, per ritrovare la serenità interiore. Ecco i nostri consigli per riuscirci.

Cos’è il perdono?
Il perdono ha due sensi biblici: quando Dio perdona un uomo, gli risparmia la punizione prevista per il peccato. E quando un uomo perdona un altro uomo, si libera delle emozioni negative che provava nei confronti di chi lo ha offeso. Tuttavia, una delusione, una grande umiliazione, un tradimento sono difficilmente perdonabili. Atto di coraggio per alcuni, o di debolezza per altri, il perdono riesce a rompere il legame con la persona che amavamo. Un legame fatto ormai di risentimento, d’amarezza e di odio… saper perdonare, quindi, vuol dire voltare questa dolorosa pagina, senza amarezza. E significa anche accettare gli errori altrui. Se si pensa che tutti possono sbagliare, diventa impossibile odiare l’altro e si arriva addirittura, in alcuni casi, ad ammettere di avere una parte di responsabilità in quello che è successo. saper perdonare significa, quindi, dare prova di grande tolleranza e apertura mentale, ammettere l’errore dell’altro, e accettare che questa persona ci ha fatto soffrire.

Perché perdonare?
Perdonare non significa dimenticare, e nemmeno capire o scusare un difetto o un atto che ci ha ferito; si tratta ancora meno di un favore che si concede “al colpevole”, o di un modo perché lui possa stare meglio e ricominciare! Ecco le buone ragioni per perdonare:
– saper perdonare può essere un atto un po’ egoista, che si fa per se stessi, per sentirsi più leggeri e felici. Perché si sa: l’odio o la volontà di vendetta ci impediscono di dimenticare e, alla lunga, demoralizzano.
– saper perdonare, vuole anche dire perdonare se stessi e uscire da uno stato d’insofferenza per riprendere le redini del proprio destino. Perdonare permette di togliersi un peso, liberarsi di un passato che ci opprime, recuperare la propria autonomia.
– In alcuni casi, il perdono può portare a una riconciliazione. Una carissima amica che ci ha nascosto qualcosa di grave, un caro che ci ha messo in una situazione umiliante… a volte è possibile riallacciare i rapporti, prendendo le distanze dagli eventi che ci hanno offeso. Quando si tratta d’amore e di tradimento, invece, se spesso è possibile perdonare, riconciliarsi diventa più difficile. Il perdono serve semplicemente a farci capire che non serve a niente rimproverare l’ex a causa del fallimento della relazione, ma si deve piuttosto prendere atto della fine di una storia per andare avanti.

Le grandi tappe del perdono
Il perdono a volte è lungo e doloroso, e passa attraverso varie tappe:
• La consapevolezza: ti hanno fatto del male e inizi a prenderne coscienza. Alcuni soffrono e rimuginano in silenzio, altri scelgono di sviluppare strategie diverse, razionalizzano l’accaduto, o rifiutano di accettare l’evento.
• I rimproveri: hai scelto di prendere coscienza delle cose ed esprimere la tua rabbia e la tua indignazione. Questo è un passaggio doloroso ma importante per trasformare, in seguito, l’energia negativa in positiva. Esprimere l’odio e l’amarezza che provi, quindi, è necessario. Capita spesso di provare una vera e propria antipatia per la persona che ci ha ferito, il che a volte aiuta a superare la prova, ed è normale. Invece, è preferibile non rivedere la persona che ci ha offeso, almeno nei primi tempi. L’ideale è parlare ai propri cari di ciò che succede per scaricare le emozioni negative e, eventualmente, per ricevere consigli.
• Relativizzare: in seguito arriva il periodo cerniera, durante il quale si fa una specie d’inventario. S’inizia a riconsiderare l’evento che ci ha ferito e s’impara a relativizzare. L’importante è prendere le distanze da quello che è successo, evitando di sentirsi in colpa. Si inizia a imparare a staccarsi dall’altro e ad accettare la realtà di un legame ormai finito.
• Il perdono: bisogna accettare questo passaggio doloroso e uscire dal ruolo di vittima. Un’amica che ti ha tradita, un familiare che ti ha fatto del male, un uomo che ti ha abbandonata… riuscirai a perdonare solo a due condizioni: se non proverai più rancore nei confronti della persona che ti ha offesa, e se ti sentirai pronta a riprendere le redini della tua vita e ad andare avanti. A volte il perdono può renderti più forte… Per finire, è importante lasciar passare del tempo prima di perdonare, affinché il perdono sia una tappa naturale e definitiva.

Devo perdonare tutto?
La nozione di perdono non dipende dall’atto. Indubbiamente un crimine, un incesto, uno stupro, un incidente grave possono essere coonsiderati degli eventi traumatizzanti e quindi imperdonabili. Non si tratta di sapere cosa si deve o non si deve perdonare, ma di capire se si è capaci di farlo. E’ tutta una questione di comprensione e di definizione del perdono.

Saper perdonare, un dibattito aperto…
La religione (in particolare il cristianesimo e il giudaismo) ricorda incessantemente che bisogna imparare a perdonare, senza peraltro negare la difficoltà di quest’atto. I seminari di sviluppo personale insistono anche sui vantaggi del perdono. Ma gli specialisti non sono sempre dello stesso parere. Secondo loro, questo concetto non ha nulla di clinico e, nei casi più gravi, può anche rappresentare un rischio per le vittime, che potrebbero sentirsi responsabili o colpevoli dei loro atti. La dimensione “zen” che caratterizza il perdono è molto complicata a livello inconscio. Infine, se succede qualcosa in famiglia e un membro decide di perdonare l’accaduto, questi rischia anche di farsi respingere dagli altri che non sono pronti a perdonare perché non hanno seguito lo stesso cammino interiore.

http://www.alfemminile.com


Knowing how to forgive

Betrayals, humiliations, violence … Some situations make us suffer and seem unforgivable, even if they are caused by loved ones. However, specialists say that one must know how to forgive, to find inner peace. Here are our tips to succeed.

What is forgiveness?
Biblical forgiveness has two senses: when God forgives a man, save the expected punishment for sin. And when a man forgives another man, gets rid of negative emotions that he felt towards those who offended him. However, a disappointment, a great humiliation, betrayal are hardly forgivable. For some act of courage, or other weakness, forgiveness can break the bond with the person we loved. A bond now made of resentment, of bitterness and hatred … know how to forgive, then, is to turn this painful page, without bitterness. It also means accepting others’ mistakes. If you think that everyone can make mistakes, it becomes impossible to hate the other and you get even, in some cases, to admit to having some responsibility in what happened. forgiving means, therefore, to show great tolerance and openness, to admit the error of the other, and accept that this person has made us suffer.

Why forgive?
Forgiving does not mean forgetting, nor understand or excuse a fault or an act that has hurt us, it is even less of a favor that you give “the guilty”, or a way for him to feel better and start again! Here are good reasons to forgive:
– Know how to forgive an act can be a bit ‘selfish, you do for themselves, to feel lighter and happier. Because we know: the hatred or the desire for revenge, and prevent us from forgetting the long run, demoralized.
– Know how to forgive, it also means forgiving yourself and get out of a state of impatience to resume the reins of their destiny. Forgiveness allows you to take off weight, get rid of a past that holds us down, regain their autonomy.
– In some cases, forgiveness may lead to a reconciliation. A dear friend who has hidden something serious, a loved one who has put us in a humiliating situation … at times you can renew ties, by distancing themselves from events that have hurt us. When it comes to love and betrayal, however, it is often possible to forgive, reconcile it becomes more difficult. Forgiveness is simply to make us understand that there is no point in blame the former due to the failure of the relationship, but rather should take note of the end of a story to go forward.

The main stages of forgiveness
Forgiveness is sometimes long and painful, and passes through various stages:
• Awareness: I have done wrong and you begin to become aware. Some brood and suffer in silence, others choose to develop different strategies, rationalize what happened, or refuse to accept the event.
• The reproach: you have chosen to become aware of things and express your anger and your outrage. This is a painful but important step to transform, then the negative energy into positive. Expressing hatred and bitterness you feel, then, is necessary. It’s common to feel a real dislike for the person who has hurt us, which sometimes helps to pass the test, and it is normal. Instead, it is preferable not to see the person who has offended us, at least at first. The ideal is to talk to loved ones about what happens to download the negative emotions and, possibly, for advice.
• Relativizing: Following the period arrives hinge, during which becomes a kind of inventory. We begin to reconsider the event that has hurt us and learn to relativize. The important thing is to distance themselves from what happened and avoid feeling guilty. You start to learn to detach from the other and to accept the reality of a relationship now over.
• Forgiveness: you have to accept this painful passage and exit from the role of victim. A friend has betrayed you, a family member who has hurt you, a man who has abandoned you … be able to forgive only on two conditions: if you will not have more resentment towards the person who has offended, and if you feel ready to resume the reins of your life and move on. Sometimes forgiveness can make you stronger … Finally, it is important to let some time to forgive, for forgiveness is a natural step and final.

I forgive all?
The notion of forgiveness does not depend on the act. Undoubtedly a crime, incest, rape, a serious accident can be traumatizing event and then coonsiderati unforgivable. This is not to know what you should or should not be forgiven, but to find out if you are able to do so. It ‘s all a matter of understanding and definition of forgiveness.

Knowing how to forgive, open debate …
Religion (especially Christianity and Judaism), which incessantly reminds you must learn to forgive, without denying the difficulty of this act. The personal development seminars also insist on the benefits of forgiveness. But specialists are not always of the same opinion. According to them, this concept has nothing to report and, in severe cases, may also pose a risk to the victims, who may feel responsible or guilty for their acts. The size of “zen” that characterizes forgiveness is very complicated at the unconscious level. Finally, if something happens in the family and a member decides to forgive what had happened, they also risk being rejected by others who are not ready to forgive because they have followed the same inner journey.

http://www.alfemminile.com

Lila


zcamera-20161006_154518

Lila

Lila
gioco della vita
nascosto nei silenzi
Poesia vibrante
per esprimere
l’inesprimibile
Arpeggio sottile
come carezza
che tutto impregna
Soffio armonico
che volteggia al di sopra
di tutte le domande

06.10.2016 Poetyca

Lila

Lila
game of life
hidden in the silence
vibrant poetry
to express
the inexpressible
arpeggio thin
as caress
that all impregnates
breath harmonious
circling above
of all the questions

10/06/2016 Poetyca

Pace


Pace

Perché ci sia pace nel mondo, è necessario che le nazioni vivano in pace.
Perché ci sia pace fra le nazioni, le città non devono battersi le une con le altre.
Perché ci sia pace fra le città, i vicini devono andare d’accordo.
Perché ci sia pace fra i vicini, è indispensabile che nelle case regni l’armonia.
Perché nelle case ci sia pace, bisogna trovarla nel proprio cuore.

Lao-tze, VI secolo a.C

Peace

If there is to be peace in the world,
There must be peace in the nations.

If there is to be peace in the nations,
There must be peace in the cities.

If there is to be peace in the cities,
There must be peace between neighbors.

If there is to be peace between neighbors,
There must be peace in the home.

If there is to be peace in the home,
There must be peace in the heart.

chinese philospher – lao-tse – 6th century bce

Riflessi


🌸Riflessi🌸

La luce
gioca
nei riflessi
Disegna
colori
d’alba
Essa tace
nel silenzio
in attesa
Bussa
spezzando
paura ed oscurità

23.04.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸Reflexes

The light
plays
in reflexes
Draw
colors
dawn
He is silent
in the silence
waiting
knocks
slashing
fear and darkness

23.04.2018 Poetyca

Parole


image

Parole

Parole
soffio leggero
manifestazione
ad abbracciare
ogni giorno
silenzi
ricchi di presenza
Istanti
mutevoli nuvole
a solfeggiate
impalpabili
respiri di vita
nell’ascolto
di questo mistero
tra stelle nascoste
nei nostri pensieri

25.06.2016 Poetyca

Words

Words
light breath
demonstration
to embrace
everyday
silences
rich presence
moments
changing clouds
to solfeggiate
impalpable
breath of life
in listening
of this mystery
including hidden stars
in our thoughts

06/25/2016 Poetyca

Danza senza confine


Danza senza confine

Nelle notti di diamante
pacato è il flusso delle maree
dove la luce si diffonde
oltre la cortina del silenzio
e sbocciano colori

Nel segreto della pazienza
si annullano distanze
al tuo saper ascoltare
anche l’impercettibile respiro
che armonia manifesta

Nei colori pastello delle vita
hai disteso le ombre
dove la gioia a preso il posto
di tremore e di paura
impigliate tra ali di farfalla

Tutto è incondizionato amore
oltre le apparenze
in una danza senza parole:
umile goccia di rugiada
che si offre e nulla chiede

21.11.2010 Poetyca

Dance without borders

In the nights diamond
calm the flow of the tides
where the light is diffused
beyond the curtain of silence
and bloom colors

The secret of patience
cancel distances
to listen to your
even the subtle breath
harmony that manifests

In the pastel colors of life
have stretched the shadows
where joy took its place
of tremor and fear
caught between the wings of a butterfly

Everything is unconditional love
beyond appearances
in a dance without words:
humble dewdrop
that offers nothing Calls

21.11.2010 Poetyca

Oniricamente offeso


Oniricamente offeso

Ogni notte o quasi, sono invaso da incubi spesso spaventosi. E scappo, scappo sempre. A volte sono tigri feroci. Altre serpenti velenosi. Quando non sto affogando in un mare in tempesta. Mi succedono da quando ero bambino. Penso che gran parte del mio patire sia presente proprio nei miei incubi. Dicono che avere incubi faccia bene… Ma, non saprei.

Giuseppe Bustone

Il silenzio


fede_1024

Il Silenzio

    Tutti hanno paura del silenzio.
    Tutti si sforzano di uccidere il silenzio.
    Anche nei monasteri
    Spesso c’è poco silenzio.
    Perché appena l’uomo fa silenzio
    Comincia a comunicare con se stesso.
    Appena l’uomo fa silenzio
    Comincia a vedere dentro di sé.
    E vedere dentro di sé fa paura.

    Bisogna creare isole di silenzio
    Intorno a noi e nelle nostre occupazioni:
    Sono isole di difesa, sono isole di ripresa.

    Occorre creare isole di silenzio
    per non essere soli.
    Occorre creare isole di silenzio
    Nelle occupazioni più assorbenti,
    Per non essere dei travolti,
    Per dominare le cose
    E non lasciare che le cose ci travolgano.
    Dio ci vuole dominatori delle cose,
    Non fuscelli travolti dalle acque.

Anonimo

The Silence

    Everyone is afraid of silence.
    All strive to kill the silence.
    Even in the monastery
    Often there is little silence.
    Because as soon as the man is silence
    Begins to communicate with itself.
    As soon as man does silence
    Begins to see inside.
    And see within himself is scary.

    You have to create islands of silence
    Around us and in our occupations:
    Are islands of defense, are islands of recovery.

    We need to create islands of silence
    not to be alone.
    We need to create islands of silence
    Occupations more absorbent,
    In order not to be overwhelmed of,
    To dominate things
    And do not let things overwhelm us.
    God wants us to rulers of things,
    Not twigs swept away by the waters.

Anonymous

La libertà di scegliere cosa è giusto e cosa è sbagliato


La libertà di scegliere cosa è giusto e cosa è sbagliato

Per liberare le nostre menti da pregiudizi, preconcetti, stereotipi e concetti datati di bene e male, giusto e sbagliato modo di vivere, occorre andare incontro a quella che è la nostra saggezza personale, dettata dall’esperienza ma soprattutto dall’intuito e da quelle note stonate che spesso risuonano nel silenzio della nostra anima quando sappiamo, istintivamente, che c’è qualcosa che non torna, in un sentimento, in una frase piuttosto che in un comportamento nostro o degli altri.
La saggezza, ad esempio, nella filosofia buddista, racchiude un alto potenziale di scelta e di affidamento su se stessi:

Non fatevi guidare dalla tradizione, dalla consuetudine o dal sentito dire; dai testi sacri, dalla logica o dalla verosimiglianza, né dalla dialettica o dall’inclinazione per una teoria. Non fatevi convincere dall’apparente intelligenza di qualcuno o dal rispetto per un maestro… Quando capite da voi stessi che cosa è falso, stolto e cattivo, vedendo che porta danno e sofferenza, abbandonatelo … E quando capite da voi stessi che cosa è giusto … coltivatelo”.

Gotama Buddha

Ci sono ovviamente comportamenti o peggio reati che ledono la libertà altrui e che sono universalmente inaccettabili. Ma ci sono altre scelte, modi di vivere, di amare, pensieri, idee anche profonde, valori che spesso vengono etichettati come sbagliati dalla società in cui viviamo o almeno da quell’opinione collettiva che soffoca la libertà dei singoli di non rientrare negli schemi, quell’opinione, né bianca né nera, che nei sondaggi non è mai compresa.
La nostra forza, quando abbiamo capito che il nostro modo di agire e di pensare non è lesivo della libertà e dello spazio altrui anche se viene osteggiato, è quella di andare avanti con le nostre idee ben salde, soprattutto se appena tentiamo uno scarto e cerchiamo di avvicinarci a quello che viene considerato la norma, avvertiamo quella vocina dentro, quella nota stonata che ci avvisa che è sbagliato, per farsi accettare, rinunciare a quello in cui si crede e che ci rende felici.

http://www.iovalgo.com/liberta-scegliere-giusto-sbagliato-9971.html

The freedom to choose what is right and what is wrong

To free our minds of prejudices, preconceptions, stereotypes and outdated concepts of good and evil, right and wrong way of life, we need to go to that meeting which is our personal wisdom, based on experience and intuition but especially those wrong notes that often resonate in the silence of our soul when we know, instinctively, that something does not add up, in a sense, in a sentence rather than in our behavior or the other.
Wisdom, for example, in Buddhist philosophy, contains a high potential for choice and rely on themselves:

Do not be guided by tradition, by custom or by hearsay, from the sacred texts, logic or probability, or the dialectic or inclination for a theory. Do not be persuaded by the apparent intelligence of someone or respect for a teacher … When you understand yourself what is false, stupid and evil, seeing that brings harm and suffering, cast him … And when you understand yourself what is right … Cultivate “.

Gautama Buddha

There are obviously worse behaviors or offenses against the freedom of others and that are universally acceptable. But there are other choices, lifestyles, love, thoughts, ideas, even radical, values ​​that are often labeled as wrong by the society in which we live, or at least from that view collective stifle freedom of the individual that he is not in the schemes, that opinion, neither white nor black, which is never included in the polls.
Our strength, when we realized that our way of acting and thinking is not detrimental to the freedom and space of others even if it is opposed, is to go forward with our ideas firmly, especially if we try just a waste and we to approach what is considered the norm, we feel that little voice inside, that discordant note that warns us that it is wrong, to be accepted, giving up what you believe and that makes us happy.

http://www.iovalgo.com/liberta-scegliere-giusto-sbagliato-9971.html

Ashanti


Ashanti

( Rosa del deserto)

 

Nel silenzio

di un millennio

non ti ha cotto

il sole.

 

Nel vento il soffio

tra la sabbia

fine.

 

…carezze fuggevoli

 

–         Nella chiave

la risposta

nella risposta

la chiave –

 

Ashanti

piccola rosa

che del nulla

sei fiore

 

…e del nulla

sei risposta.

 

Nei ricordi incisi

Il risvegliato senso:

Onde e petali

 

12.06.2002 Poetyca

 

Ashanti
(Desert Rose) 

In the silence

a millennium

I have not cooked

the sun.

In the blowing wind

between the sand

end.

Fleeting caresses …

– In the key

response

in response

key –

Ashanti

small rose

that’s nothing

six flower

… and nothing

six response.

Engraved in the memories

The awakened sense:

Waves and petals

12.06.2002 Poetyca

 

In viaggio insieme


In viaggio…Insieme

E non sono solo
passi stanchi nella notte
con le tasche piene di nebbia
E non è solo fumo alle spalle
da lasciar correre con la mani vuote
tra le stelle di cartone
appese ad un soffitto di ricordi
E’ anche sogno che rincorre
come capelli sciolti nel vento
e fiore che si dona nel deserto
E’ anche suono di note nuove
che disegnano la mente di nostalgie
soffiate piano tra le pieghe di parole
E sei tu amico mio che cerchi occhi
e respiri piano la tua fantasia
per farle prender vita
nei silenzi allungati di una sera
E sono io – antico fascino –
che accarezza nel silenzio
tra l’incanto di parole
e viaggi lontano da tristezze amare
E continueremo sempre a sognare
tra un volo di gabbiani e il canto
di quell’ airone che riprende
il suo infinito viaggio verso il sole

17.10 .2003 Poetyca

Traveling Together …

And they are only
tired footsteps in the night
with pockets full of fog
And it’s not just smoke behind
to let go with empty hands
between the cardboard stars
hanging from a ceiling of memories
It is also chasing dream
as loose hair in the wind
and who gives himself in the desert flower
It also notes new sound
that draw the mind of nostalgia
blown plan in the folds of words
And you are my friend you are looking eyes
breaths and plan your fantasy
to give life to it
elongated in the silences of night
And I have – charm –
That Shakes the silence
between the magic of words
travel far from love and sadness
And we will always continue to dream
between flights of gulls and song
of that ‘heron that takes
its endless journey towards the sun

17.10.2003 Poetyca

Alla porta – At the door


🌸Alla porta🌸

Ineluttabile
arriva
inattesa
non bussa
neppure
alla porta
A volte
spezza catene
e rende leggeri
scompigliando
in un lampo
tutti i progetti
Nulla ti turbi
di questa sorella
venuta in silenzio
a spezzare il fiato
pareggio di conti
senza barare

11.08.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸At the door

ineluctable
arrives
on hold
it does not knock
neither
at the door
Sometimes
break up chains
and makes it light
messing
in a flash
all the projects
Nothing disturbs you
of this sister
come in silence
to break your breath
balance of accounts
without cheating

11.08.2018 Poetyca

Pietre preziose nel deserto – Precious stones in the desert


🌸Pietre preziose nel deserto🌸

Essere mescolati,con diverse sensibilità,
qui sulla terra è una scuola di vita
e una sorta di necessità per purificarsi
e mettere in pratica quanto si apprende
circa sofferenza,amore e compassione. Spesso si alimenta attaccamento
per tutto quanto sia superfluo.
È come la ricerca
di pietre preziose nel deserto.
In realtà esse vanno cercate
in noi stessi,nel nostro potenziale
e nelle esperienze maturate.

06.10.2019 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Precious stones in the desert

Being mixed, with different sensibilities,
here on earth is a school of life
and a kind of necessity to purify oneself
and put into practice what is learned
about suffering, love and compassion. It often feeds on attachment
for everything that is superfluous.
It’s like research
of precious stones in the desert.
In reality they must be sought
in ourselves, in our potential
and in the experiences gained.

06.10.2019 Poetyca

La luce nei tuoi occhi


sole3_1024

La Luce nei tuoi occhi

Nulla potrà mai spegnere
 la Luce nei tuoi occhi.
La voglia di credere,
 di combattere sino all’ultimo fiato.
Nulla ti ha fermato,
quando la strada era in salita:
Tu non ti sei arreso,
con te hai portato la Speranza
di tutti coloro che ti amano.
Voce oltre il silenzio
rinfranca il cuore
di chi segue il tuo esempio,
sussurra loro le tue parole vive
perchè quella Luce
non si spenga ed arda ancora,
con il tuo immenso amore.

26.09.2013 Poetyca

The Light in your eyes

Nothing can ever stop
  Light in your eyes.
The desire to believe,
  to fight to the last breath.
Nothing stopped you,
when the road was uphill:
You did not give up,
Hope you brought with you
of all those who love you.
Voice over silence
refreshes the heart
of those who follow your example,
your words whisper their lives
because that Light
goes not off and burn again,
with your immense love.

26.09.2013 Poetyca

Meglio non toccare l’argomento


Meglio non toccare l’argomento

Inespressivi riflessi
sopra quei volti rigati
con permanenti sorrisi
Dalla vecchiaia segnati
ora non più parleranno
non pure si sposteranno
La dipartita è per tutti
e non soltanto pei brutti
Belle che foste quel tempo
quando per voi si bramava
una carezza ad un bimbo
che non sapevi qual padre
Tornavo a chiedermi serio
se sia più giusto fra i due
morire e basta per sempre
o mille volte daccapo?
Comunque sia ringrazio
e vado sino alla fine
pagando anche il mio dazio:
l’inevitabil morire

Giuseppe Bustone

Attesa – Waiting


🌸Attesa🌸

Attesa silente
nel tremore
d’incanto
nascosto
tra le pieghe
di un sogno
fuggito
Tutto muta
e s’infrange
come onda
notturna
al bordo
di nuove
speranze

06.10.2019 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Waiting

Silent wait
in the tremor
enchanted
hidden away
between the folds
of a dream
fled
Everything changes
and shatters
as a wave
night
on the edge
of new
hopes

06.10.2019 Poetyca

Cielo e terra – Sky and earth – Laozi


🌸Cielo e terra🌸

Il cielo e la terra
perdurano nel tempo.
Essi durano perché
non vivono per se stessi:
perciò sono eterni.

Laozi
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Sky and earth

Heaven and earth
persist over time.
They last because
they don’t live for themselves:
therefore they are eternal.

Laozi

Vorrei sognare Dio


Vorrei sognare Dio

D’ora in poi, prima di addormentarmi,
chiederò di poter sognare
il mio Signore.
Non vorrò più sogni stupidi
né confusi o degli incubi.
Ma vorrei avere un assaggio
del Mondo Spirituale,del Paradiso.
Vorrei fare anche un sogno
che mi spieghi perché l’uomo
sia spesso così malvagio,
e faccia del male
solo per ottenere
cose che sarebbero
comunque temporanee.
Mi piacerebbe che tutti volessero
e riuscissero a sognare Dio!
ChiediamoGli di sognarLo:
magari ci riusciremmo,
chissà?

Giuseppe Bustone