Archivio | 19/10/2019

★。¸-☆☆Buonanotte¸-☆☆


notte63

Ovunque io sia


Ovunque io sia

Ovunque io sia
tu mi raggiungi
e solleciti i mie voli
istanti preziosi
che come diamanti
impreziosiscono l’anima
Ovunque io respiri
sei nei miei aliti
e sovrasti il mio essere
per restare aggrappato
in un silenzio
che diviene suono
Ovunque io sogni
mi pennelli come tela
donandomi i tuoi colori
e la vita continua
sempre…
ovunque e senza abbandono

14.09.2003 Poetyca

Anywhere I am

Anywhere I am
you join me
and reminders to my flight
precious moments
that like diamonds
enhance the soul
Anywhere I breathe
you’re in my breaths
and dominates my being
to have stayed tied 
in a silence
sound that becomes
Anywhere I dream
you l painting me like canvas
giving me your colors
and life goes on
always …
anywhere and without neglect

14.09.2003 Poetyca

Verde e Viola


Verde e Viola

Non posso mettere le mani
nei tuoi grovigli,
sciogliere i nodi
di una trama
non da me tessuta.
Non posso spiegare
le tue vele
come vento
se resti nel silenzio.

Non posso attendere ancora.
La tua notte è lunga
mentre io
ho superato l’aurora.
Se ricordo
nel silenzio tremo.
Tuo il buio dove non vedi
non ascolti voce
e tieni affanno.

Puoi scegliere se restare
a pugnalarti il cuore
o prendere il volo
tra respiri limpidi
e colori accesi.

La mia porta non era chiusa
mai lo è stata
illusione ti cattura.
Non comprendo più i tuoi colori
i miei sono il verde e il viola.
Se sei nell’inganno
apri gli occhi e guardali i miei colori.

13.03.2002 Poetyca

Green and Purple

I can not get their hands
in your tangles,
loosen the knots
a plot
I have not woven.
I can not explain
your sails
like wind
if you remain silent.

I can not wait.
Your night is long
while I
I passed the aurora.
If I remember
I tremble in silence.
You do not see where the dark
not hear voice
and hold breath.

You can choose whether to stay
stab in the heart
or take flight
between breaths clear
and bright colors.

My door was not closed
it ever was
illusion catch you.
I do not understand most of your color
mine are green and purple.
If you are in deception
open your eyes and watch my favorite colors.

13.03.2002 Poetyca

Voli d’anima


Voli d’anima

Sono le ingiustizie degli uomini
che non guardano
non nutrono il cuore
e nel cammino arido
dimenticano d’amare

Sono i visi voltati nei troppi silenzi
che dimenticano
le voci che gemono
nel freddo di notti
in strade buie

Sono le tasche piene
nelle corse affannate
per il possesso
di vile denaro
a cancellare i voli d’anima

23.01.2003 Poetyca

Flights soul

These are the injustices of men
who do not look
do not feed the heart
and the road dry
forget to love

The faces are turned in too many silences
oblivious
voices moan
in cold nights
in dark streets

These are the deep pockets
racing anxious
for possession
of base money
to cancel the flights of the soul

23.01.2003 Poetyca

Meritare di essere soddisfatti


Meritare di essere soddisfatti

Se fossimo tutti uguali di carattere
e andassimo tutti sempre d’accordo,
non sarebbe forse tutto un pó noioso?
E magari scontato? Se per avere qualunque cosa,bastasse desiderarla
e oplà,come per incanto la otterremmo immediatamente…Potrebbe essere bello per un pó,ma poi? Sì,se si penasse meno sarebbe meglio. Ma le cose è meglio guadagnarsele.Siete d’accordo? Propongo una cosa: ringraziare sempre per quello che si possiede già, e darsi da fare per il resto, chiedendo di avere
l’energia per poterlo fare.

Giuseppe Bustone

Colorando il futuro


Colorando il futuro

Non hai letto mai
il coraggio
nei miei occhi
ed hai cercato
solo le paure

Non hai udito mai
i silenzi
ed hai voluto
le mie parole

Non hai cercato
il mio volto
e non ne conosco
la ragione

Le mie mani aperte
si stringono ora
in un pugno
pieno di amarezze

Non potrei mai
lasciarmi ferire
come solo tu
sai fare

Guardo il cielo
e spazzo via
le sue nubi

Soffio su
ogni domanda
che non avrà
mai risposta

Proseguo
su questo
aspro sentiero
con le mani in tasca
e libero il sole
per riscaldare ancora
tutti i miei passi

04.04.2003 Poetyca

 

Painting the future

Do not you ever read
courage
in my eyes
and you tried
only fears

Do not you ever heard
the silence
and you wanted to
my words

You have not tried
my face
and I do not know
reason

My hands open
shake hours
in a handful
full of bitterness

I could never
to be wounded
as only you
you can do

I look at the sky
and sweep away
its clouds

Blow up
each question
will not
never answer

Continuation
on this
sour path
with hands in pocket
and free sun
to heat up again
all my steps

04.04.2003 Poetyca

 

La vita


La vita

” La civiltà dell’atomo” che scientista
cerca verità dentro vetrine e provette
poi soffoca e calpesta quel vivere
che negli occhi accarezza l’attimo:
colorato, improvvisato senza pensiero

La civiltà del progresso che scalfisce
tutte le furenti ore di chi – mano tra i capelli –
non ha ancora trovato due monete
per una giornata che avesse un tozzo di pane

Corse cieche nei cunicoli di periferia
per raccogliere solo la ragione
e piedi scalzi nelle pozze – giacche troppo leggere –
di un errare senza meta inventandosi ogni giorno
il modo di condurre la vita – tra siepi o palazzi –
tra senso di ore per strada senza nulla da mangiare

Paracadutati istanti tra chi – microscopio sotto gli occhi –
cerca piccoli segni e chi per la vita ha sempre le sue lotte
sconforto e malattia latente in silenzi troppo pesanti
La vita…la vita…ma andiamola a cercare tutti quanti!

16.01.2004 Poetyca

Life

“The civilization of the atom” that scientistic
search for truth in shop windows and tubes
then smothers and tramples that live
eyes that Shakes the moment:
colorful, improvised without thought

The progress of civilization that detract
all hours of angry people – hand through his hair –
has yet to find two coins
for a day that had a crust of bread

Racing blind passages in the suburbs
to collect only reason
and barefoot in the puddles – jackets too light –
a wandering aimlessly inventing every day
how to conduct their lives – between hedges or buildings –
between sense of hours on the street with nothing to eat

Dropped between those moments – microscope under the eyes –
looking for small signs of life and who always has his struggles
latent disease and despair in silence too heavy
Life … life … but Let’s go look at all!

16.01.2004 Poetyca