Archivio | 23/10/2019

Ci sei anche tu


ciseianchetu

Ci sei anche tu

Io non cerco più
lunghi discorsi
con cascate di parole
ma l’essenza viva
con momenti da respirare
dove ogni palpito
nella magia del silenzio
si espande e sfiora
anime libere di essere
capaci di chiamare a raccolta
ogni gesto o pensiero
solo allora io so come
in quell’essenza
 ci sei anche tu

13.01.2013 Poetyca

You’re here too

I do not seek more
long speeches
with cascades of words
but the essence of living
with moments to breathe
where every heartbeat
in the magic of silence
expands and touches
free souls to be
able to muster
every gesture or thought
only then I know how
in that essence
you’re here too

13.01.2013 Poetyca

Pensieri di Luce


Pensieri di Luce

“È naturale che vogliate attirare l’amore o l’amicizia di

qualcuno, ma non dovete mai ricorrere a mezzi di pressione come

il denaro, i regali, la seduzione o il ricatto. Anche se tanti

uomini e donne si servono in generale di questi mezzi, perché

sono ovviamente i più facili, voi, guardatevi bene

dall’utilizzarli.

Il solo mezzo di cui avete il diritto di servirvi per attirare

l’amore è la luce, ed è anche l’unico che sia veramente efficace.

Inviate all’essere dal quale volete farvi amare dei doni di luce

spirituale, dei colori che spargerete attorno a lui, sapendo che

la luce e i colori sono entità vive. Quando la sua anima sentirà

la presenza di quelle entità benefiche, penserà a voi con

riconoscenza e vi apprezzerà sempre più.”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Thoughts of Light

“It is natural that we want to attract love or friendship

someone, but you should never resort to means such as pressure

money, gifts, seduction or blackmail. Although many

men and women are in general of these vehicles, because

are obviously the easiest, you look good

from using them.

The only way that you attract the right to serve

love is the light, and is also the only one that is truly effective.

Notify me of being from which you want to make you love the gifts of light

spiritual, colors spreading around him, knowing that

the light and the colors are living entities. When his soul feel

the presence of those charitable entities, will think of you with

gratitude and appreciate you more. “

Mikhael Omraam Aïvanhov


emozioni

Dal momento che la nostra cultura ammira l’approccio più maschile e razionale verso la vita, e disprezza il lato femminile, più portato ai sentimenti, tutti hanno imparato, in qualche misura, a nascondere i propri sentimenti, persino a se stessi.

Abbiamo imparato a seppellire la maggior parte delle nostre sensazioni nel profondo di noi stessi, e a mostrare al mondo soltanto quello che sembra sicuro, e generalmente non è molto.

La maggior parte di noi si sente particolarmente a disagio con i sentimenti comunemente considerati “negativi”, come la paura, la tristezza, il dolore, la collera e la sensazione di essere feriti. In realtà non esistono sentimenti negativi.

Noi definiamo negativi le cose perché non le capiamo e quindi ne abbiamo paura. Tutti questi sentimenti sono naturali e importanti; ognuno ha una funzione significativa nell’esperienza umana. Invece di respingerli ed evitarli, abbiamo bisogno di esplorare e scoprire il dono che ogni sentimento ci offre.

I pensieri sono molto più collegati alla mente cosciente e alla volontà, mentre i sentimenti vengono da un luogo più profondo e meno razionale. In una certa misura possiamo scegliere coscientemente i nostri pensieri, ma l’unica scelta che abbiamo riguardo ai nostri sentimenti è il modo in cui affrontarli.

Per esempio, la persona che è stata licenziata potrebbe scegliere di crogiolarsi in pensieri critici o vendicativi sul suo capoufficio, oppure concentrarsi su pensieri che riguardano la ricerca di un altro lavoro.

Ma le emozioni sottostanti di rabbia e di paura rimangono lì, immutate. La persona può scegliere se affrontare queste sensazioni rimanendo seduto in casa in preda alla depressione, oppure andando in ufficio a gridare contro il capo oppure sfogandosi con un amico o un terapista, per poi andare in cerca di un nuovo lavoro.

In altre parole, può reprimere i suoi sentimenti, sfogarli, oppure esplorarli esprimerli, accettarli, e infine trovare un modo di agire appropriato per prendersi cura di se stesso.

Permettendoci di riconoscere e di vivere i nostri sentimenti quando si presentano, sviluppiamo gli strumenti per rimanere in contatto con essi.

È importante entrare in contatto con i bisogni che si trovano sotto le nostre emozioni e imparare a comunicarli con efficacia. Al di sotto della maggior parte delle nostre emozioni si trovano le nostre esigenze basilari di amore, accettazione, sicurezza e autoconsiderazione.

Abbiamo bisogno di conoscere il bambino vulnerabile che vive ancora nel profondo di noi, e di diventare il genitore affettuoso di cui il nostro bambino interiore ha bisogno.

I nostri sentimenti sono una parte importante della forza vitale che si muove costantemente attraverso di noi. Impedendo a se stessi di vivere appieno le proprie emozioni, si interrompe il flusso naturale della forza vitale.

L’energia viene bloccata nel corpo fisico e può rimanere così per anni o addirittura per tutta la vita, finché non viene liberata. Questo stato genera dolore emozionale e fisico, e malattie.

Sentimenti repressi = energia bloccata = malattie emozionali e fisiche.

Accettare le nostre emozioni, concederci di viverle e imparare a comunicarle in modo costruttivo e equilibrato, fa sì che scorrano facilmente e naturalmente attraverso di noi. Così la forza vitale fluisce senza impedimenti attraverso il corpo fisico, e produce la guarigione emozionale e fisica.

Vivere i sentimenti = fluire libero dell’energia = salute e benessere emozionale e fisico.

Mi piace usare l’analogia che paragona le nostre emozioni alle condizioni meteorologiche, in costante trasformazione a volte buie, a volte luminose, a volte violente e intense, altre volte calme e tranquille.

Cercare di resistere o di controllare le esperienze emotive è come cercare di controllare le condizioni atmosferiche: il massimo della futilità e della frustrazione! Inoltre, se vivessimo solo giornate di sole alla temperatura esatta di 20 gradi, la vita sarebbe piuttosto noiosa.

Quando siamo in grado di apprezzare la bellezza della pioggia, del vento e della neve come quella del sole, siamo liberi di godere della vita in tutta la sua pienezza.

sensazioni

Dopo aver represso e bloccato le nostre sensazioni non possiamo metterci in contatto con l’universo insito in noi, non possiamo prestare ascolto alla nostra voce intuitiva e non possiamo certo godere di essere vivi.

Quando sorvegliamo le nostre sensazioni impediamo all’energia vitale di fluire attraverso il nostro corpo. L’energia di queste sensazioni represse e inespresse rimane bloccata nel nostro corpo e ciò causa sconforto emotivo e fisico e, a lungo andare, malattie e disturbi fisici. Diventiamo apatici, quasi fossimo morti.

Dopo aver sperimentato e liberato emozioni del passato, prima represse, un maggiore flusso di energia e di vitalità arricchirà la vostra vita. E’ importante che impariate a essere in contatto con le vostre sensazioni non appena esse compaiono: in questo modo possono continuare a muoversi attraverso voi e il vostro canale rimarrà libero.

Le emozioni hanno una natura ciclica e, come il tempo meteorologico, cambiano costantemente. Nel corso di un’ora, di un giorno o di una settimana possiamo provare sensazioni diverse.

Se capiamo ciò, possiamo imparare ad apprezzare tutte le nostre sensazioni e permettere loro di continuare a cambiare.

Ma quando temiamo alcune sensazioni, quali la tristezza o la paura, inizieremo a usare i nostri freni emotivi non appena ne avremo la percezione. Non vogliamo percepirle completamente, così ci fermiamo a metà strada senza completare l’esperienza.

Tendiamo a considerare dolorose alcune sensazione e, quindi, vorremmo evitarle. Ho scoperto, tuttavia, che il dolore deriva realmente dalla resistenza a una sensazione.

A livello emotivo quel che ci provoca dolore è la nostra resistenza a una sensazione “negativa”. Mentre, se permettiamo a noi stessi di percepirla e di accettarla totalmente, essa diventa una sensazione intensa, non una sensazione dolorosa.

Non vi sono molte sensazioni “negative” o “positive”: noi le rendiamo tali, a seconda che le rifiutiamo o le accettiamo. Per me, tutte le sensazioni sono parte dell’indicibile e mutevole sensazione di essere viva. Se amiamo tutte le differenti sensazioni, esse ci appaiono come i colori dell’arcobaleno della vita.

Louise Hay

http://www.suonodiluce.com/Pensiero/hay.htm

emotions

Since our culture admires the most masculine and rational approach to life, and despise the feminine side, more inclined to feelings, everyone has learned, in some measure, to hide their feelings, even to themselves.

We have learned to bury most of our feelings deep inside ourselves, and show the world just what it seems safe, and generally is not much.

Most of us feel very uncomfortable with the feelings commonly regarded as “negative”, such as fear, sadness, pain, anger and the feeling of being hurt. In reality there are no negative feelings.

We define negative things because they do not understand, and then we are afraid. All these feelings are natural and important, and each has a significant role in human experience. Instead of rejecting them and avoid them, we need to explore and discover the gift that gives us all feeling.

Thoughts are much more connected to the conscious mind and the will, and feelings come from a place deeper and less rational. To some extent we can consciously choose our thoughts, but the only choice we have about our feelings is the way the deal.

For example, the person who has been dismissed may choose to bask in critical thinking or vindictive about his boss, or focus on thoughts that relate to the search for another job.

But the underlying emotions of anger and fear are still there, unchanged. The person may choose to deal with these feelings while sitting at home in the throes of depression, or going to yell at the head office or venting to a friend or a therapist, and then go looking for a new job.

In other words, it can suppress your feelings, vent, express or explore, accept, and then find a way to act appropriately to take care of itself.

Allowing us to recognize and live our feelings when they occur, we develop the tools to stay in touch with them.

It is important to get in touch with the needs that lie beneath our emotions and learn to communicate effectively. Under most of our emotions are our basic needs of love, acceptance, security and autoconsiderazione.

We need to know the vulnerable child who still lives deep within us, and become the loving parent that our inner child needs.

Our feelings are an important part of the life force that is constantly moving through us. Preventing oneself to truly experience their emotions, it stops the natural flow of life force.

The energy is locked in the physical body and may remain so for years or even for life, until he is freed. This state creates emotional and physical pain, and disease.

Repressed feelings = energy = blocked physical and emotional illnesses.

Accepting our emotions, grant us to live and learn to communicate in a constructive and balanced, makes it flow easily and naturally through us. So the life force flows unimpeded through the physical body, and produces physical and emotional healing.

Experience the feelings flow = free energy = health and emotional well-being and physical.

I like to use the analogy that compares our emotions to the weather, constantly changing sometimes dark, sometimes bright, intense and sometimes violent, sometimes calm and quiet.

Try to resist or control the emotional experience is like trying to control the weather: the ultimate futility and frustration! Moreover, if we lived only on sunny days the exact temperature of 20 degrees, life would be pretty boring.

When we can appreciate the beauty of the rain, wind and snow as the sun, we are free to enjoy life in all its fullness.

feelings

After repressed and blocked our feelings we can not get in touch with the universe within us, we can not listen to our intuitive voice and we can not enjoy being alive.

When supervise our feelings are preventing vital energy to flow through our bodies. The energy of these feelings repressed and unexpressed get stuck in your body and this causes emotional and physical distress and, over time, disease and physical ailments. We become apathetic, if we were dead.

After experiencing the emotions of the past and freed before repressed, an increased flow of energy and vitality will enrich your life. It ‘important that you learn to be in touch with your feelings as soon as they appear: in this way they can continue to move through you and your channel will remain free.

Emotions have a cyclical nature and, like the weather, constantly changing. In the course of an hour, a day or a week we can try different sensations.

If we understand what we are learning to appreciate all our feelings and allow them to continue to change.

But when we fear some feelings such as sadness or fear, we will start to use our emotional brakes as soon as we have the perception. We will not perceive them completely, so we stopped half way without completing the experience.

We tend to consider some painful sensation, and therefore we would like to avoid them. I discovered, however, that the pain really comes from resistance to a sensation.

On an emotional level that hurts us is our resistance to feeling a “negative”. While, if we allow ourselves to receive it and accept it totally, it becomes an intense feeling, not a pain.

There are a lot of feeling “negative” or “positive” give us these, depending on whether we reject or accept. To me, all sensations are part of the inexpressible feeling of being alive and changing. If we love all the different sensations, they seem like the colors of the rainbow of life.

Louise Hay

http://www.suonodiluce.com/Pensiero/hay.htm

La tua esperienza – Your experience – Bhante Henepola Gunaratana


🌸 La tua esperienza🌸

La tua stessa pratica
ti può mostrare la verità.
La tua personale esperienza
è tutto ciò che conta.

Bhante Henepola Gunaratana, “Consapevolezza in parole semplici”
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Your experience

Your own practice
can show you the truth.
Your personal experience
that’s all that matters.

Bhante Henepola Gunaratana,
“Awareness in simple words”

Illusioni – Illusions


🌸Illusioni🌸

Non credere
a tutto
quel che appare
soffia via
la nebbia
in ricerca
di sole
Non aggrapparti
mai
a nulla
e non potrai
precipitare
nel mondo
delle forme
Osserva
ed ascolta
nel profondo
del tuo Essere
la verità
che armoniosa
si manifesta

14.10.2019 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Illusions

Disbelieve
at all
what appears
blows away
the fog
in research
of Sun
Don’t hold on
never
to nothing
and you can’t
precipitate
in the world
of forms
Looks
and listen
deep inside
of your Being
the truth
that harmonious
manifests

14.10.2019 Poetyca

Catarsi


image

Catarsi

Posso scegliere
di disegnare
una porta aperta
come catarsi
ed immaginare
soltanto
libertà
O lottare
per spalancare
il cuore
alla vita

25.04.2016 Poetyca

Catharsis

I can choose
to draw
an open door
as catharsis
and imagine
only
freedom
Or fight
to open wide
the heart
to life

25/04/2016 Poetyca

Prima che si chiuda il cerchio


Prima che si chiuda il cerchio

Non è finita ancora
tutta la mia forza
e devo avvolgerti
prima che tu dorma
come calda coperta
rimboccherò i tuoi pensieri

Come limone
devo spremere
l’ultima mia goccia

Solo allora potrò
riposare
di quel sonno
che non farà
mai più aprire gli occhi

Ma avrò aperto
un cuore nuovo
prima che
si chiuda il cerchio

02.11.2002 Poetyca

Before it closes the circle

Not finished yet
all my strength
and I have to wrap
before you sleep
as a warm blanket
rimboccherò your thoughts

How to lemon
I squeeze
my last drop

Only then will I
rest
of that sleep
will not
never open your eyes

But I will open
a new heart
before
closes the circle

02.11.2002 Poetyca

Strappa il velo – Tear off the veil


🌸Strappa il velo🌸

Strappa
il velo
vai oltre
le nuvole
stanche
incapaci
di abbandonare
la tua mente
e la sua visione
Guarda oltre
come gabbiano
libero
di volare
su traiettoie
prima sconosciute
– La vita
è adesso! –
Non lo dimenticare

14.10.2019 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Tear off the veil

Tear
the veil
go over
clouds
tired
incapable
to abandon
your mind
and his vision
Look over
as a seagull
free
to fly
on trappings
previously unknown
– The life
Is now! –
Do not forget it

14.10.2019 Poetyca

Interpretare la realtà diversamente


Interpretare la realtà diversamente

Per tanto tempo,ho insistito
nel richiedere una seconda
“strada” possibile,una diversa interpretazione della realtà.
Certo,finché non si comincia a vivere il cambiamento nella nuova realizzazione,i dubbi che essa
non esista,sono più “concreti”
della fede. Ma se ti capitasse,
invece, di cominciare a scorgere
dei piccoli segni,con i quali il nuovo “stato delle cose” ti comunica,
ti accorgerai finalmente che non sei solo e non sei il solo ad aver trovato un motivo in più per continuare
sul cammino. E ci si arriva indifferentemente tramite qualunque credo tu abbia e chiunque tu sia.

Giuseppe Bustone