Vita sbagliata?


Vita sbagliata?

Sento lontani echi
di un vissuto
sterile e doloroso.
Senza quasi mai amici;
poche donne.
Accusando ingiustizie,
in certi momenti,
ma senza rancori
o rimpianti.
Se era il prezzo
da pagare
per essere oggi,
almeno psicologicamente
appagato,
non è stato
un prezzo tanto alto.
Torno a pensare che,
in questi momenti
di solitudine,
usavo il tempo
per imparare
quanto più potessi
degli esseri umani,
del mondo e di Dio
e oggi ringrazio.
Ho capito che
si soffre sempre
nella misura
di quanto si possa
sopportare.

Giuseppe Bustone

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.