Archivio | 20/12/2019

★★。¸.☆☆Buonanotte¸.☆☆


pensieriang16

Percezione erronea


Riflettendo…

La Riflessione

La mente umana
è vuota e illuminata:
la sua essenza è profondamente chiara.

Fin dall’origine
palpita di vita:
come potrebbe essere trattenuta?

Wang Ji (1498-1583)

——————

A volte la polvere
ricopre la superficie
di uno specchio
e ne imprigiona la luce,
solo noi la possiamo soffiare
per liberarlo dall’illusione
di una visione opaca.
La nostra mente è prigioniera
come per la polvere che sottrae
tutta la luce e la purezza.
In noi la ricerca per venire a contatto
con la mente originaria
per essere liberi
da erronei concetti e da apparenze.

Poetyca

——————–

L’insegnamento

Percezione erronea

La pura natura originale è l’assoluto.
Tuttavia, quando la mente è contaminata,
la natura originale rimane celata.

Allora, l’assoluto diventa,
nella nostra percezione erronea, il relativo.

Maestro, venerabile monaca Cheng-Yen

——————-

La vera ricerca
è in seno all’assoluto,
nella sua Luce che ci illumina,
ma il nostro passo si contamina
nel fango e tra deviazioni di rotta.
In noi la bussola per riprendere
la via e ritrovare una veste candida.

Poetyca

——————

09.04.2007 Poetyca

testi tratti da:http://www.poetyca.it

Immagine ed essenza


Immagine ed essenza

Immagine ed essenza sono la medesima cosa, non è l’occhio a vedere ma l’origine del tuo essere a circumnavigare quel lembo di terra che contiene lo scrigno dell’essere che tu stai cercando. Guarda te stesso e scopri che non è che lo specchio di quel che sono, guarda in me e trovi quel che sei. Mi trovi se ascoltando il tuo silenzio, in una vibrazione o in un palpito saprai riconoscere la mia – non immagine.

E’ la mente che si aggrappa ad immagini e visioni, ma esse sono cristallizzazione di concetti. Come catturare quel che è mobilità e trasformazione?

Sono qui per essere accanto, per condividere ed essere specchio, senza essere diversa da quel che tu stesso già sei.

04.04.2009 Poetyca

Image and essence

Image and essence are the same thing, not the eye to see but
the origin of your being to circumnavigate the strip of land
contains the casket being that you’re looking for. Watch yourself and
discover that it is not that mirror what they are, see me and find
what you are. Find me if your listening silence, or a vibration
in the throb be able to recognize my own – no image.

And ‘the mind that clings to the mages and visions, but they are
crystallization of concepts. How to capture what is mobility and
transformation?

I’m here to be close, to share and be a mirror, without
be different from what you yourself already are.

04.04.2009 Poetyca

Tutto è Uno



Tutto è Uno

Il giudizio verso se stessi e verso gli altri è una traccia che spesso si percorre per sentirci migliori e sminuire gli altri, si raccoglie una visione in cui ” buono” o ” cattivo” – “giusto ” o ” sbagliato” sono i paradigmi necessari per rafforzare il nostro sentirci a posto.
Eppure amare, amarci, è accoglienza, capacità di non innescare aspettative o attaccamento al risultato. A giudicare, a frammentare la realtà è spesso la mente, il cuore non ha questi attributi, non si mette a dare giudizi, Amare non conosce attaccamento, aspettative e giudizio. La mente ha i suoi attaccamenti, il suo ego. Da questo nasce il dolore: desiderio di attenzione, attaccamento, aspettative e timore di non essere accetti dagli altri, paura di perdere l’oggetto d’amore, senso di abbandono.
Siamo immersi in una società ” giudicante”, dove piuttosto che essere costruttivi e leggersi dentro si ama sfuggire proprie responsabilità, si proiettano su altri.
Si agisce d’impulso e il rancore e la rabbia sono quella forza distruttiva che prende origine dalla frustrazione, dal sentirsi non apprezzati. Il senso di giustizia frustrato nasce dal sentirsi ” buoni” ( a volte nascondendo sotto il tappeto le proprie responsabilità) e non adeguatamente ricompensati. Ora, io non considero che si debba vivere ” a briglia sciolta”, semplicemente è importante proprio l’apprendere il valore delle responsabilità – del mettere in moto un meccanismo che non trova ” giudicanti e punizioni” ma una legge di causa ed effetto per cui se si compiono atti nocivi si è responsabili del loro effetto. Se sappiamo accogliere gli eventi senza vederli – Buoni o Cattivi per noi, ma come opportunità e guida al nostro cammino interiore, raccogliendone l’insegnamento possiamo imparare anche l’accoglienza. E’ difficile in molte situazione accettare una perdita, eppure nulla dura per sempre, non si dovrebbe provare attaccamento al passato o alle illusioni o aspettative del futuro – la vita è attimo da raccogliere ora, in questo istante. Arricchendoci con l’attenzione verso quel che ci attraversa dentro, con il ” non giudizio” ma da osservatori si impara una forma di distacco che è comunque partecipazione lucida, questo ci insegna una nuova prospettiva che allontana il timore. La Speranza è la gioia e la capacità di non temere, di avere fiducia negli eventi e nella nostra Luce interiore. Come si potrebbe vivere in un mondo ” diviso” che vede tutto come dualismo e non sa poggiare sulla Divina presenza?
Abbiamo dimenticato molte cose, tra queste che non dobbiamo temere, tutto è legato alla Presenza e non ce ne accorgiamo. Vaghiamo come bimbi smarriti e la paura ci fa separare tutto in Bene e Male, eppure tutto è Uno.


© Poetyca

All is One

The judgment toward themselves and toward others is a track that often go along in order to feel better and belittle others , gathers a vision in which “good” or “bad” – “right” or “wrong” are the paradigms needed to strengthen our sense of right.
Yet love , love one another , it is welcome, ability not to trigger expectations or attachment to the outcome . A judge , to fragment the reality is often the mind , the heart does not have these attributes, does not begin to make judgments , love knows no attachment, expectations and judgment. The mind has its attachments, his ego. From this comes the pain : desire for attention , attachment, expectations and fear of not being welcome by others, fear of losing the object of love , a sense of abandonment.
We are immersed in a society ” judgmental ” , where rather than be constructive and read inside you love to escape their responsibilities, are projected onto others.
It acts on impulse and resentment and anger are the destructive force that originates from the frustration, the feeling unappreciated . The frustrated sense of justice comes from feeling “good” (sometimes hiding their responsibilities under the carpet ) and not properly rewarded . Now, I do not consider that we should live ” free rein ” , but it is important just to learn the value of responsibility – the setting in motion a mechanism that is not ” judgmental and punishment ” but a law of cause and effect where if you commit acts harmful you are responsible for their effect. If we accept events without seeing them – Good or Bad for us, but as an opportunity and guidance to our inner journey , gathering his lessons can we learn also the host . It ‘ hard to accept a loss in many situations , but nothing lasts forever, you should not try attachment to the past or illusions or expectations of the future – life is moment to gather now in this moment . Enriching us with the focus on what we cross inside, with the ” non-judgment ” by observers but you learn a form of detachment that is still glossy participation , this teaches us a new perspective that removes the fear . Hope is the joy and the ability to not be afraid to have confidence in the events and in our inner Light . How could one live in a world ” divided ” who sees everything and does not know how dualism rest on the Divine presence ?
We have forgotten many things , among them that we should not be afraid , everything is related to the presence and do not realize it . We wander like lost children and fear makes us separate all in good and evil, and yet everything is One.

© Poetyca

Abisso orizzonte


Abisso orizzonte

Nella mistificazione certa
di un pluralismo vagante
dove l’equilibrismo inutile
della globalizzazione adotta
crea conflitti alle minoranze
e la voce muta …
non trova ascolto

Nel consumismo mistificato
dalle prese di posizione
di un capitalismo unificato
dove il mito è il denaro
e l’asse da attraversare
è la rinnegata origine
di terra e tradizione

Restano le masse dispari
a cercare identità basilari
tra ” tutto è compiuto”
e vivificanti speranze
che nascono dalle volontà
che esasperanti cercano allori
nell’unisono accordo di voci

Underground e metropoli
luoghi d’origine di ghetti e orpelli
identità racchiuse
in spazi di mura invisibili
tra voci del passato
e rincorse future
nel vuoto edibile che riempie tasche

Poche le coscienze deste
a cercare la ragione
di malessere e malumore
ad attraversare il filo
sospeso in cielo
tra buio abbisso
e luce d’infinito

07.01.2003 Poetyca

Abyss horizon

The degree of mystification
a plurality of wandering
where the balance useless
globalization take
creates conflicts with minority
and the voice pack …
is not listening

Consumerism mystified
from positions
a unified capitalism
where the myth is money
and the axis of cross
Renegade is the origin
land and tradition

The masses remain odd
to seek basic identity
an “all is accomplished”
and life-giving hope
that will arise from
exasperating that seek laurels
voices in unison agreement

Underground and metropolises
places of origin of ghettos and frills
identity enclosed
in spaces of invisible walls
between voices from the past
chased and future
that fills the void edible pockets

Few consciences awake
to seek the reason
of malaise and discontent
to cross the wire
suspended in the sky
between dark abyss
and light of the infinite

01/07/2003 Poetyca

Il pensiero e la guarigione


Il pensiero e la guarigione
Tratto dal libro “The Secret”, Macro edizioni

“Tutto quello che siamo è il risultato di ciò che abbiamo pensato”

“Ogni tuo pensiero è qualcosa di reale, una forza”

Prentice Mulford (1834-1891)

 

Legge di attrazione


La legge di attrazione dice che i simili si attraggono, ma in realtà si sta parlando a livello di pensiero.

“Quando lo vedi nella tua mente, ce l’hai a portata di mano”
L’effetto placebo è un esempio di legge di attrazione: quando un paziente crede veramente che la pastiglia costituisca una cura, riceve quello che crede e viene curato!
La legge di attrazione è una legge di Natura; è impersonale e non fa distinzione tra cose buone e cattive: capta i nostri pensieri e ce li trasmette come esperienze di vita.
Quello che noi pensiamo poi lo viviamo!

Quando pensiamo a cose che vogliamo veramente concentriamo su di esse tutte le nostre intenzioni, e la legge di attrazione darà esattamente quello che abbiamo desiderato. Ma quando focalizziamo la nostra attenzione sulle cose che non vogliamo (“non voglio fare tardi”, “non voglio ammalarmi”, “non voglio morire”, ecc.) la legge di attrazione non presterà ascolto al fatto che non le vogliamo, ma procurerà le cose che stiamo pensando, e infatti poi si verificheranno puntualmente.
La legge di attrazione non tiene conto dei “no”, dei “non” o qualsiasi altra negazione.

Per esempio:
“Non voglio fare tardi”        à “voglio fare tardi”
“Non voglio ammalarmi”       à “voglio ammalarmi”
“Non voglio litigare”            à “voglio litigare”

La legge di attrazione ci dà quello a cui stiamo pensando!

I pensieri


I pensieri diventano le cose che si concretizzano nella vita.

I pensieri in pratica si trasformano in cose reali!
Mentre si pensa, i pensieri vengono proiettati nell’Universo e attraggono magneticamente tutte le cose simili che si trovano sulla medesima frequenza.
Tutto quello che viene emesso fa ritorno alla sorgente, e la sorgente siamo noi!

Il processo creativo

1° passo: CHIEDI
Diamo un ordine all’Universo, facciamogli sapere che cosa vogliamo. L’Universo reagirà ai nostri pensieri, ma se non abbiamo le idee chiare la legge di attrazione non potrà portare quello che vogliamo!

2° passo: CREDI
Crediamo che ciò che vogliamo sia già nostro!

Dobbiamo credere di aver ricevuto quello che abbiamo chiesto. Dobbiamo sapere che ciò che vogliamo è nostro nel momento in cui lo chiediamo. Necessità una fede totale e assoluta.
Nel momento in cui chiediamo, e crediamo sapendo di avere già a livello invisibile quello che vogliamo, l’intero Universo si muove per portarlo anche a livello visibile, cioè  reale.
Dobbiamo agire, parlare e pensare come se lo stessimo ricevendo ora, perché l’Universo è uno specchio e la legge di attrazione ci rimanda l’immagine dei nostri pensieri dominanti.

3° passo: RICEVI
Cominciamo a sentirci meravigliosamente bene all’idea di ricevere quello che abbiamo chiesto. Immaginiamo e viviamo come ci sentiremo quando arriverà, ma immaginiamolo adesso, in questo momento!

Quando abbiamo chiesto, crediamo di averlo ricevuto e tutto quello che resta da fare per averlo è sentirsi bene. Quando stiamo bene siamo sulla frequenza dell’accoglienza, siamo sulla frequenza che fa arrivare tutte le cose buone e riceveremo quello che abbiamo chiesto.
Quando sentiamo di averlo già e la sensazione è così reale che ti sembra di esserne già in possesso, credi di averlo ricevuto e lo riceverai!
Se crediamo a qualcosa solo a livello intellettuale, ma senza il supporto di un’emozione corrispondente, è inevitabile che abbiamo abbastanza forza per attrarre ciò che vogliamo nella vita.Dobbiamo sentirlo!

“Tutto quello che voi chiederete pregando,
credete di averlo già ottenuto e vi avverrà”
[ Matteo 11:24 ]

La gratitudine
La gratitudine è senz’altro il sistema migliore per far arrivare più cose nella nostra vita.

La pratica della gratitudine è una delle vie attraverso le quali arriva la ricchezza, qualsiasi essa sia.
Quando ringraziamo come se avessimo già ricevuto quello che volevamo, trasmettiamo un potente segnale all’Universo. Il segnale comunica che possediamo già quella cosa, dato che proviamo gratitudine per il fatto di averla.
Ogni mattina proviamo gratitudine per la giornata che ci aspetta, come se l’avessi già vissuta!

“Realizziamo qualunque cosa pensiamo e per la quale esprimiamo gratitudine”
Dottor John Demartini

Il processo di visualizzazione
Il motivo per cui la visualizzazione è così efficace dipende dal fatto che creiamo nella mente delle immagini in cui ci vediamo già in possesso di quello che vogliamo, dando origine a pensieri e sensazioni ed emozioni che proveremo se quella cosa fosse nostra.

La visualizzazione è un pensiero focalizzato con intensità sulle immagini, e per questo produce emozioni ugualmente intense. La visualizzazione invia questa intensa frequenza all’Universo che risponde restituendo le immagini come le abbiamo viste nella mente.

“Decidi cosa vuoi avere. Credi di poterlo avere. Credi di meritartelo e di averlo a portata di mano. Poi chiudi gli occhi per qualche minuto e visualizzati in possesso di quello che vuoi, prova le sensazioni che avresti se fosse già tuo. Esci dalla visualizzazione e concentrati sulla gratitudine che già provi, e goditi davvero il possesso di quella cosa. Poi riprendi le tue attività normali e affida tutto all’Universo, confidando nel fatto che saprà come farti avere ciò che vuoi”. Jack Canfield

Neville Goddard consiglia un metodo di riflettere sugli eventi della giornata prima di andare a letto. Se un avvenimento o un momento non andato secondo i tuoi desideri, ripetilo mentalmente in un modo che ti entusiasmi. Ricreando quegli episodi nella tua mente proprio come li vuoi, ripulisci la frequenza dall’energia di quella giornata ed emetti un nuovo segnale e una nuova frequenza per l’indomani: hai così creato nuove immagini per il tuo futuro.

“L’immaginazione è tutto. E’ l’anteprima delle attrazioni che la vita ci riserva”
Albert Einstein (1879-1955)

Il segreto della salute
Il nostro corpo è il prodotto dei nostri pensieri.

Pensare alla salute perfetta è qualcosa che chiunque di noi può fare a livello interiore, indipendentemente da quello che ci succede intorno e all’esterno.
La nostra fisiologia crea la malattia per darci un feedback, per farci sapere che abbiamo una prospettiva sbilanciata o che in quel momento non proviamo amore e gratitudine.
I segnali e i sintomi fisici in questa ottica non sono così terribili.
L’amore e la gratitudine dissolvono ogni negatività nella nostra vita.
Il riso attrae la gioia, elimina la negatività e produce cure miracolose.

“Non c’è posto per la malattia in un corpo sano dal punto di vista emozionale. Il tuo corpo elimina milioni di cellule al secondo e nello stesso tempo ne crea milioni di nuove”. Bob Proctor

La scienza ha dimostrato che il nostro corpo viene completamente sostituto nel giro di pochi anni, com’è possibile allora che quella particolare degenerazione o malattia vi rimanga per anni? Può essere trattenuta nel nostro corpo solo dal pensiero, dall’osservazione della malattia e dall’attenzione che le si presta.

Formulare pensieri di protezione
Formuliamo pensieri di protezione. Non c’è posto per la malattia in un corpo dotato di pensieri armoniosi. I pensieri imperfetti sono causa di tutte le disgrazie dell’umanità, compresa la malattia, la povertà e l’infelicità.

Formulo pensieri perfetti. Vedo solo perfezione. Io sono la perfezione
Se abbiamo una malattia e ci concentriamo su di essa parlandone agli altri, finiamo per produrre altre cellule malate. Immaginiamo di vivere in un corpo perfettamente sano.
Parlare in continuazione della malattia alla gente, significa pensarci sempre.

La causa della malattia sta nel pensiero per cui è bene ripetere spesso: “Sto magnificamente. Mi sento proprio bene”, e senti che è davvero così.
Quando le persone si concentrano completamente su ciò che non va e sui loro sintomi, non fanno altro che perpetuare quella situazione. La guarigione non avverrà finché non avranno spostato l’attenzione della malattia alla salute. Così funziona la legge di attrazione.
Non dobbiamo lottare per liberarci dalla malattia, già il semplice lasciar andare i pensieri negativi consentirà al nostra naturale stato di salute di emergere dentro di noi. E il nostro corpo provvederà alla guarigione.

La Mente universale Unica
La meccanica quantistica lo conferma, e anche la cosmologia quantistica: L’Universo nasce dal pensiero e tutta la materia da cui siamo circondati è semplicemente pensiero precipitato. In definitiva siamo la fonte dell’Universo (…)
Quindi il tipo di corpo in termini di salute e il tipo di ambiente che creiamo dipende da come usiamo questo potere, se in modo positivo o negativo.

Sii consapevole dei tuoi pensieri
Tutto il potere risiede nella consapevolezza di esserne dotato e consiste nel continuare a esserne cosciente
Come si fa a diventare più consapevoli? Un metodo è quello di fermarti e chiederti: “Che cosa sto pensando in questo momento? Quali sono le mie sensazioni adesso?” Nell’istante in cui te lo chiedi sei consapevole, perché hai portato la tua mente al momento presente.
Ogni volta che ci pensi, fà in modo di tornare alla consapevolezza del qui e ora. Fallo centinaia di volte al giorno perché, ricordatelo bene, tutto il potere è racchiuso nel tuo esserne consapevole.

“La verità assoluta è che ‘l’Io’ è perfetto e completo;
il vero ‘Io’ è spirituale e quindi non può mai essere meno che perfetto;
non può mai soffrire di mancanze, limitazioni o malattie”
Charles Haanel (1866-1949)

Our thoughts and healing
From the book “The Secret”, Macro Issues

“All we are is the result of what we thought”
Buddha (563 BC – 483 BC)

“Your every thought is something real, a force”
Prentice Mulford (1834-1891)

Law Of Attraction

The law of attraction says that like attract, but in reality you are talking about a level of thought.
“When you see it in your mind, you’ve got to hand”
The placebo effect is an example of the law of attraction: when a patient really believes that the tablet represents a cure, he receives what he believes and is cured!
The law of attraction is a law of Nature, is impersonal and does not distinguish between good and bad things: captures our thoughts and send them to us as life experiences.
What we think then we live in!

When we think of things that we really focus on them all our intentions, and the law of attraction will give exactly what we wanted. But when we focus on the things that we do not want (“I do not want to be late,” “I will not get sick,” “I do not want to die,” etc.). The law of attraction will give ear to the fact that we do not want, but will procure the things we’re thinking, and then it will occur on time.
The law of attraction does not take into account the “no”, the “no” or any other negative.

For example:
“I do not want to be late,” à “I want to be late”
“I will not get sick” à “I want to get sick”
“I do not want to fight” à “I want to fight ‘

The Law of Attraction gives us what we’re thinking!

Thoughts

Thoughts become things that are realized in life.
The thoughts in practice turn into real things!
As you think, thoughts are projected in the Universe and magnetically attract all like things that are on the same frequency.
Everything you hear comes back to the source, and the source is us!

The creative process

Step 1: ASK
We give an order to the universe, let us know what we want. The Universe will respond to our thoughts, but if we do not have a clear idea of the law of attraction will not bring what we want!

Step 2: BELIEVE
We believe that what we want is already ours!
We must believe that he had received what we asked. We need to know that what we want is when we ask. Need a total and absolute faith.
The moment we ask, and knowing that we have already invisible at what we want, the whole universe moves also lead to visible level, that is real.
We must act, speak and think as if we were getting now, because the universe is a mirror and the Law of Attraction brings us to the image of our dominant thoughts.

Step 3: Receive
We begin to feel wonderfully good idea to get what we asked. Imagine we live and how we feel when it comes, but picture it now, at this moment!
When we asked, we believe we have received it and all that remains to be done to get it is to feel good. When we’re well on the frequency of reception, the frequency that we do get all the good things and we get what we asked.
When we feel we already have and the feeling is so real that you seem to be already in possession, you think you have received it and receive it!
If you believe in something just intellectually, but without the support of the corresponding emotion, it is inevitable that we have enough power to attract what we want to hear in vita.Dobbiamo!

“Whatever you ask in prayer,
I think I already got and you will “
[Matthew 11:24]

Gratitude
Gratitude is certainly the best system for getting more things in our lives.
The practice of gratitude is one of the ways in which the wealth comes, whatever it is.
When we thank as if we have already received what we wanted, we send a powerful signal to the Universe. The signal that we have already announced that thing, because we feel gratitude for the fact that it has.
Every morning we feel gratitude for the day ahead, as though I had already lived!

“We make everything we think and for which we express gratitude”
Dr John Demartini

The visualization process
The reason visualization is so effective is because we create in the minds of the images we see ourselves already in possession of what we want, giving rise to thoughts and feelings and emotions that we will try if that thing was ours.
Visualization is an intensely focused thought on the images, and this produces equally intense emotions. The display sends this intense frequency that the Universe responds by returning the images as we have seen in the mind.

“Decide what you want to have. I think I can have. Do you think you deserve it and have it on hand. Then close your eyes for a few minutes and displayed in possession of what you want, try the feelings that you would if it were already yours. Exit the view and focused on gratitude that already feel, and really enjoy the possession of that thing. Then resume your normal activities and commends all the Universe, trusting that you will know how to get what they want. ” Jack Canfield

Neville Goddard recommends a method to reflect on the events of the day before going to bed. If an event or a moment not go according to your wishes, mentally repeat it in a way that excites you. Recreating those episodes in your own mind how you want, clean up the frequency energy of that day and emits a new signal and a new frequency for the next day: You have now created new images for your future.

“Imagination is everything. E ‘preview of the attractions that life holds for us “
Albert Einstein (1879-1955)

The secret of health
Our body is the product of our thoughts.
Thinking about the perfect health is something that anyone of us can do in the inner level, no matter what happens around us and beyond.
Our physiology creates disease to give us feedback to let us know that we have a biased perspective or that at that time we feel love and gratitude.
The signs and physical symptoms in this context are not so terrible.
The love and gratitude dissolve all negativity in our lives.
Laughter attracts joy, eliminates negativity and produce miraculous cures.

“There is no place for the disease in a healthy body from the emotional point of view.Your body eliminates millions of cells per second and at the same time it creates millions of new “. Bob Proctor

Science has proven that our body is completely replaced within a few years, then how is it possible that the particular disease or degeneration remain there for years? May be withheld only in our bodies by thought, by observation of the disease and the attention that it pays.

Formulate thoughts protection
Formulate thoughts of protection. There is no place for the disease in a body with harmonious thoughts. Imperfect thoughts are the cause of all misfortunes of mankind, including disease, poverty and misery.
“I express thoughts perfect. I only see perfection. I am the perfection “
If we have a disease and focus on it by talking to others, we end up producing more cells. Imagine living in a perfectly healthy body.
Speaking in continuation of the disease to people, it means thinking about forever.

The cause of the disease lies in thinking it is good to repeat often: “I’m beautifully. I feel really good, “and feel that it does.
When people focus entirely on what is wrong and their symptoms, they just perpetuate that situation. The healing will not happen until they have shifted the focus of the disease to health. So does the law of attraction.
We should not fight to free us from disease, already the mere letting go of negative thoughts will allow our natural state of health to emerge within us. And will our bodies to heal.

The One Universal Mind
Quantum mechanics confirms this, and also the quantum cosmology: The universe was born from thought and from which all matter around us is just precipitated thought.Ultimately we are the source of the universe (…)
Then the body type in terms of health and the type of environment we create depends on how we use this power, if a positive or negative.

Be aware of your thoughts
All power resides in the awareness of being gifted and is to continue to be aware of
How do you become more aware? One method is to stop and ask, “What am I thinking right now what are my feelings now?” The moment you are aware you ask, why did you bring your mind at present.
Every time we think, makes sure to return to the awareness of the here and now. Do it a hundred times a day because, remember well, all power is contained in your being aware of it.

“The absolute truth is that ‘I’ is perfect and complete;
the real ‘I’ is spiritual and therefore can never be less than perfect;
can never suffer from lack, limitation or disease “
Charles Haanel (1866-1949)

Semplice non è


Semplice non è

Rivolto a consueti operati interessanti
cerco e trovo allineamenti da record
fra chi riesce e chi ci ha comunque provato.
Non rammento simili occasioni di tali ingenti unioni sociali e condivise.
Tenendomi a debite distanze da invidie e gelosie separatrici
colgo attimi in cui vince chi ha resistito
e resisto io
che titubante ma volontariamente
Ringrazio.

Giuseppe Bustone