Archivio | 22/12/2019

Per Amare


Per Amare

Amare è un’espressione umana naturale,
che si chiami attaccamento nel bambino,
che si chiamo socialità nella cultura umana,
è sempre presente questo aspetto.
Il problema nasce quando si teme di non essere amati,
ci si confronta con la spinta al possesso,
alla necessità di lottare per avere attenzione.
Allora amare diventa un’espressione malata,
soffocante, possessiva. Bisogna spogliarsi
della corazza della rabbia, della paura,
della possessività e delle aspettative
per ritornare all’origine, ad un amore incondizionato
che ci permetta di vivere in modo sano il rapporto con tutti,
in particolare con la persona che nell’ambito della coppia
condivide la propria vita con noi.

08-04-2011 Poetyca

For Loving

Love is an expression of human nature,
that is called attachment in children
that is called sociality in human culture,
this aspect is always present.
The problem arises when there is a fear of being unloved,
does it compare with the push to possession,
the need to fight for have attention.
Then an expression of love becomes ill,
smothering, possessive. We must strip
of the shell of anger, fear,
possessiveness and expectations
to return to the origin, for unconditional love
that allows us to live a healthy relationship with everyone,
in particular with the person in the couple
shares his life with us.

04/08/2011 Poetyca

Senza voltarmi


Il presente trae origine dal passato;
da un vissuto non sempre roseo, da cadute
e ferite che possano aver insegnato
a trarre insegnamenti.
Questa prosa che propongo è parte del passato;
del vissuto e di quelle sensazioni di non ” comprensione”
che un pò tutti attraversiamo.

Poetyca

Senza voltarmi 

Non dico nulla e i pensieri tacciono,non avrei più nulla da dire e la porta del cuore resta ora socchiusa,mi affaccerò alla finestra e guarderò scorrere la vita.

Non dire del mio travaglio,non dire il mio possesso,forse non comprenderesti,non importa e in fondo mai l’ho preteso,quella che comprende sono sempre io e se poi mi restano strane ferite di cui non conosci l’origine, non farci caso…

Forse si crede in cose troppo lontane e quando si cade dalle nuvole si precipita,no,non dirò nulla perchè forse questa volta non avrei nulla da dire…

Non cercare di comprendere cosa si provi,come aleggino ancora intorno vecchi fantasmi: non esistono luoghi incontaminati e non li ho trovati.

Non resta che l’unica cosa da fare nello scivolare lento di ogni storia.
Se oggi i fiori che mi regalerai li gettassi tra le acque del lago e li lasciassi macerare senza voltarmi più indietro.. Tu non comprenderai,sarò solo sagoma che nella notte scivola senza fare rumore,non ricordarmi,non servirebbe.

26.11.2002 Poetyca

This stems from the past;
from an experience not always rosy, crashes
and injuries that could have taught
Learning lessons.
I propose that this prose is part of the past;
of lived experience and those feelings of not “understanding”
all go through that a little.

Poetyca

without turning

I say nothing and remain silent thoughts, I would not have anything to say and theheart’s door remains ajar hours, I’ll look at the window and scroll affaccerò life.

Do not say of my labor, not to say I have, maybe not comprenderesti, and basically does not matter I never expected it, that always includes me and then if I still have strange wounds that do not know the origin, not us If …

Maybe you believe in things too far and when it falls from the clouds rushing, no, I will not say anything because maybe this time I would have nothing to say …

Do not try to understand what it feels like aleggino old ghosts still around: there are no wild places and not found them.

All that remains is the only thing to do in the slow slide to every story.
If today the flowers that I regalerai gettassi them through the waters of the lake andlet them marinate longer without looking back .. You do not understand, I will onlyoutline that slips quietly into the night, do not remind me, they would not.

26.11.2002 Poetyca

Intrinsecamente collegati


Intrinsecamente collegati

Vorrei…
Che si potesse comunicare
oltre i confini della diversità.
Riuscire a vedere tutti felici
intorno a me.Compreso me.
Comprendere la vita
per quello che è in realtà:
la forza e l’importanza
delle piccole cose.
Costruire insieme a voi
un mondo nel mondo.
Il mondo è già meraviglioso.
Ma,ognuno deve costruirne uno suo, meraviglioso…
Ricordo di avere letto
in un libro davvero illuminante
(“Il potere della Cabbala”
di Jeuda Berg),che spiegava
come vi siano due regni.
Il Regno della Luce
e Il Regno delle Tenebre.
E che questi due regni coesistono. Quindi a noi la scelta.
Vorrei che questo Natale
ormai prossimo mi faccia
commuovere ancora,dopo avere visto
veri gesti d’amore.
Tanti Auguri amici bloggers!

Giuseppe Bustone

La vera libertà – True Freedom


“Prima di agire, voi siete liberi; ma, dopo aver agito, l’effetto di quella azione vi seguirà, sia che lo vogliate o no. Quella è la legge del ‘Karma’. Voi siete un libero agente; ma, quando eseguite un certo atto, voi raccoglierete i risultati di quell’atto.”

Paramahansa Yogananda

La vera libertà

La vera libertà è scelta,
non è percorso obbligato ma opportunità.
In noi la capacità di leggere nel profondo,
di applicare la presenza mentale
per cercare le origini della nostra sofferenza.
Non è attraverso la reazione che si trova la libertà, essa fiorisce attraverso l’azione consapevole, dove il nostro disagio possa essere letto e con attenzione si possa trovare la soluzione ad esso.
Il Nobile Ottuplice Sentiero è strumento per essere capaci di risalire la corrente di un fiume, di relazionarsi con la nostra mente
e da essa sciogliere le cause della sofferenza.
Ogni effetto nuovo è fiore che conduce
ad amorevolezza e compassione verso noi stessi e tutti gli esseri senzienti.
La libertà dai condizionamenti esterni, intesi come non consapevolezza e ripetizione di credenze a volte erronee, senza riflettere se effettivamente esse sono capaci di rappresentarci, è un piccolo passo alla scoperta di Sè. L’ascolto di noi stessi, delle emozioni è il tracciato da percorrere.
In forma semplicistica Susanna Tamaro affermerebbe ” Vai dove ti porta il Cuore”, questo non significa un seguire senza regole l’impulsività a volte distruttiva e cieca, ci sfugge spesso che l’aggressività trova origine dalla paura, dal timore di non essere oggetto d’amore.
La conoscenza dei meccanismi che procurano la sofferenza conduce a svelarne l’origine nella paura, nell’attaccamento, nelle aspettative e nelle illusioni. Quando riconosciamo in noi questi atteggiamenti, perchè siamo stati capaci di osservarci senza farci trascinare, con equidistanza, allora possiamo attraversare il nostro spazio interiore con una consapevolezza nuova che ci permetta di manifestare la nostra vera natura.Sopratutto ci permette di non reagire di fronte a chi tentasse di provocarci perchè ne comprendiamo i meccanismi mentali e proviamo comprensione.
Non è facile camminare nel Mondo del tutto disarmati, trasparenti, senza maschere, ma è una sfida che ci permetta di ascoltare e manifestare il nostro vero Sè.
Quando infatti avremo fatto spazio, con l’ascolto del silenzio, delle piccole manifestazioni, siamo pronti ad essere quel che siamo. Come una freccia scoccata che possa colpire il bersaglio senza esitazione.
Le regole che ci possiamo dare diventano delle naturali inclinazioni che conoscono e manifestano il rispetto di sè e degli altri, non come ” disciplina” ma come evoluzione di quei disagi oramai tramutati in empatia, attenzione amorevole verso tutti gli altri esseri.

Poetyca 25.08.2008

“Before you act, you are free, but having acted, the effect of that action will follow, whether we like it or not. That is the law of ‘Karma’. You are a free agent, but whenexecuted a certain act, you reap the results of that act. “Paramahansa Yogananda

True freedom

True freedom is choice,
path is not required, but opportunity.
In us the ability to read deeply,
to apply mindfulness
to search for the origins of our suffering.
It is through the reaction which is freedom, it blooms through the conscious action, where our hardship can be read and carefully you can find the solution to it.
The Noble Eightfold Path is a tool to be able to go against the current of a river, to relate to our mind
dissolve it and the causes of suffering.
Every effect has a new flower that leads
with loving kindness and compassion towards ourselves and all sentient beings.
Freedom from external constraints, understood as non-awareness and repetition of erroneous beliefs sometimes, without thinking whether they are actually able to represent us, is a small step to the discovery of self. Listening to ourselves, is the trace of emotion to go.
In simplistic form Susanna Tamaro would say “Go where your heart takes you”, this is not no rules to follow a signifca impulsiveness sometimes destructive and blind, often escapes us that aggression stems from fear, fear of not being the subject of ‘love.
Knowledge of the mechanisms that bring suffering leads to unravel the origin in fear, attachment, expectations and illusions. When we recognize these attitudes in us, because we were able to observe without being dragged, equidistant, then we can cross our inner space with a new awareness that allows us to express our true natura.Sopratutto allows us not to react to those who were trying to provoke us because we understand the mental mechanisms and try to understand.
It is not easy to walk around unarmed in the World, transparent, without masks, but it is a challenge that allows us to listen and show our true self.
In fact, when we made room, listening in the silence of small events, we are ready to be who we are. As an arrow that can hit the target without hesitation.
The rules that we can become the natural inclinations that they know and demonstrate respect for self and others, not as a “discipline” but as an evolution of that unease now turned into empathy, caring attention to all other beings.
Poetyca 25.08.2008

Lasciare andare


💮Lasciare andare💮

Perchè andare a cercare
tra le stelle quello che è già qui?
Ma non è la mente che deve cercare,
meglio se la disarmiamo
delle sue continue interferenze,
della necessità di mettere in ordine,
di incasellare. Meglio lasciare andare aspettative, preconcetti e quella necessità
di mettere l’etichetta giusta ad ogni cosa,
di confrontarci per vedere a che punto siamo rispetto alla meta.
Il modo migliore per cercare,
è non cercare nulla, ma lasciare che,
con il nostro lavoro di attenzione
e di armonizzazione, ogni cosa venga a noi, non si rischia assuefazione ma si resta presenti agli eventi con gioia ed entusiasmo.

05.12.2019 Poetyca
💮🌿💮#Poetycamente
💮Let go

Why go looking
among the stars what is already here?
But it is not the mind that must seek,
better if we disarm it
of his continuous interferences,
of the need to put in order,
to pigeonhole. Better to let go of expectations, preconceptions and that need
to put the right label on everything,
to compare ourselves to see where we stand compared to the goal.
The best way to search,
it’s not looking for anything, but letting it,
with our attention work
and of harmonization, everything comes to us, there is no risk of addiction but we remain present at the events with joy and enthusiasm.

05.12.2019 Poetyca

La vera libertà


rosaflor

La vera libertà

La vera libertà è scelta,
non è percorso obbligato ma opportunità.
In noi la capacità di leggere nel profondo,
di applicare la presenza mentale
per cercare le origini della nostra sofferenza.

Non è attraverso la reazione che si trova la libertà, essa fiorisce attraverso l’azione consapevole, dove il nostro disagio possa essere letto e con attenzione si possa trovare la soluzione ad esso.

Il Nobile Ottuplice Sentiero è strumento per essere capaci di risalire la corrente di un fiume, di relazionarsi con la nostra mente
e da essa sciogliere le cause della sofferenza.

Ogni effetto nuovo è fiore che conduce
ad amorevolezza e compassione verso noi stessi e tutti gli esseri senzienti.

La libertà dai condizionamenti esterni, intesi come non consapevolezza e ripetizione di credenze a volte erronee, senza riflettere se effettivamente esse sono capaci di rappresentarci, è un piccolo passo alla scoperta di Sè. L’ascolto di noi stessi, delle emozioni è il tracciato da percorrere.
In forma semplicistica Susanna Tamaro affermerebbe ” Vai dove ti porta il Cuore”, questo non signifca un seguire senza regole l’impulsività a volte distruttiva e cieca, ci sfugge spesso che l’aggressività trova origine dalla paura, dal timore di non essere oggetto d’amore.
La conoscenza dei meccanismi che procurano la sofferenza conduce a svelarne l’origine nella paura, nell’attaccamento, nelle aspettative e nelle illusioni. Quando riconosciamo in noi questi atteggiamenti, perchè siamo stati capaci di osservarci senza farci trascinare, con equidistanza, allora possiamo attraversare il nostro spazio interiore con una consapevolezza nuova che ci permetta di manifestare la nostra vera natura.Sopratutto ci permette di non reagire di fronte a chi tentasse di provocarci perchè ne comprendiamo i meccanismi mentali e proviamo comprensione.
Non è facile camminare nel Mondo del tutto disarmati, trasparenti, senza maschere, ma è una sfida che ci permetta di ascoltare e manifestare il nostro vero Sè.
Quando infatti avremo fatto spazio, con l’ascolto del silenzio, delle piccole manifestazioni, siamo pronti ad essere quel che siamo. Come una freccia scoccata che possa colpire il bersaglio senza esitazione.

Le regole che ci possiamo dare diventano delle naturali inclinazioni che conoscono e manifestano il rispetto di sè e degli altri, non come ” disciplina” ma come evoluzione di queli disagi oramai tramutati in empatia, attenzione amorevole verso tutti gli altri esseri.

Poetyca 25.08.2008

True freedom

True freedom is choice,
path but is not obligated opportunities.
In us the ability to read deeply,
to apply mindfulness
search for the origins of our suffering.

Not by the reaction that is freedom, it blooms through conscious action, where our discomfort can be read and carefully you can find the solution to it.

The Noble Eightfold Path is the instrument to be able to travel upstream in a river, to relate to our mind
and dissolve it causes suffering.

Each flower is a new effect that leads
with kindness and compassion towards ourselves and all sentient beings.

Freedom from external constraints, meaning no repetition of awareness and mistaken beliefs sometimes, without thinking whether they are actually able to represent us, is a small step to self-discovery. Listening to ourselves, emotion is the path ahead.
In simplistic form Susanna Tamaro would say “Go where your heart”, this is not a meaning to our follow no rules impulsiveness sometimes destructive and blind, often escapes us that aggression originates from fear, fear of not being the subject of ‘love.
Knowledge of the mechanisms that bring suffering leads to reveal the origin in fear, in attachment, expectations and illusions. When we recognize these attitudes in us, because we were able to observe without being carried away, equidistant, then we can cross our inner space with a new awareness that allows us to express our true natura.Sopratutto we can not react towho tried to provoke because we understand the mental mechanisms and try to understand.
It is not easy to walk in the World completely disarmed, transparent, without masks, but it is a challenge that allows us to listen and show our true self.
Indeed, when we made room, listening silence, small events, we are ready to be who we are. As an arrow that can hit a target without hesitation.

The rules that we can to become familiar with the natural inclinations and show respect for self and others, not as “discipline” but as an evolution of that unease now turned into empathy, loving attention to all other beings.

Poetyca 25.08.2008

Foglie – Leaves – Rabindranath Tagore


🌸Foglie🌸

“La foglia di un albero
è lo sforzo senza fine
della terra
di comunicare
con il cielo.”

Rabindranath Tagore
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Leaves

“The leaf of a tree
it’s the endless effort
of the earth
to communicate
with the sky. ”

Rabindranath Tagore

Causa ed effetto – Cause and effect


💮Causa ed effetto💮

Conoscere razionalmente
la causa di un disagio
non permette di liberare
energia imprigionata,
per forti sentimenti
come la rabbia ad esempio.
Se si attraversa la causa
con cuore aperto,
con la capacità di scendere
in profondità, allora sono davvero innumerevoli le cose
che individualmente
si possono scoprire
del proprio cammino di unicità.

05.12.2019 Poetyca
💮🌿💮#Poetycamente
💮Cause and effect

Knowing rationally
the cause of an inconvenience
does not allow to free
imprisoned energy,
for strong feelings
like anger for example.
If you go through the cause
with an open heart,
with the ability to descend
in depth, then things really are countless
than individually
you can find out
of one’s journey of uniqueness.

05.12.2019 Poetyca