Di fronte al bivio


 

Di fronte al bivio

Quando siamo di fronte a due possibili strade da percorrere,
ecco che ci si sente confusi, focalizzati su cosa ci aspetta,
su cosa perdiamo nell’imboccarne una piuttosto che l’altra
e iniziamo a fare mille congetture possibili. Il tempo passa,
abbiamo iniziato al mattino il nostro percorso ed ancora
a notte fonda siamo di fronte allo stesso bivio.
La mente immagina e reagisce alle idee,
l’azione aiuta nelle esperienze e nel trovare sempre risposte pratiche.

Di fronte al bivio si osserva, si annusa l’aria, si guardano i colori,
forse sappiamo già da che parte conduce quella strada, la scegliamo di proposito,
allora non temiamo. Molte sono le strada che conducono in luoghi sconosciuti,
che possiamo sperimentare e, soprattutto, crediamo essere i migliori per noi.
Se partiamo dal presupposto che spesso la scelta di una strada
si lega al percorso più facile, quello non meno ostacoli,
forse cogliamo che stiamo cercando quello che possa piacere,
he ci fa stare bene: La strada migliore. Ma quanto fa stare bene
è davvero qualcosa di adatto a noi? Noi spesso cerchiamo quello che fa stare bene
ma non è poi detto sia benefico. Se una persona ama i dolci,
abusarne non fa certamente bene. La mente si aggrappa sempre a quanto la possa placare,
al consumo di emozioni, di sensazioni creando attaccamento, brama e di conseguenza insoddisfazione.
Ma è anche vero che scelte asettiche, razionali ci impoveriscono.
La giusta via di mezzo è un percorso equidistante che ci permette di allenare la nostra capacità
di vedere le cose senza attaccamento

21.02-2011 Poetyca

 

Opposite the junction

When we are faced with two possible ways forward,
here is that you feel confused, focused on what to expect,
nell’imboccarne what we lose one rather than the other
and begin to make a thousand conjectures as possible. Time passes,
we started our journey in the morning and again
at night we are facing the same dilemma.
The mind conceives and responds to ideas,
action helps in the experiences and always find practical answers.

Opposite the junction is observed, it sniffs the air, they look at the colors,
maybe we already know which way leads to the road, we choose to respect,
So do not fear. There are many roads leading to unknown places,
we can experience and, above all, we believe to be the best for us.
If we assume that often the choice of a road
binds to the easiest path, not the least obstacles,
maybe we take what we’re trying to please,
he makes us feel good: The best way forward. But what makes me feel good
is really something for us? We often seek what feels good
but it is not said is beneficial. If a person loves sweets,
abuse is certainly not good. The mind always clings to what the can quench,
consumption emotions and feelings by creating attachment, craving and dissatisfaction result.
But it is also true that choices aseptic rational impoverish us.
The happy medium is an equidistant path that allows us to train our capacity
to see things without attachment

21.02-2011 Poetyca

2 thoughts on “Di fronte al bivio

    • Grazie di cuore, non conoscevo questo pensiero e mi ha permesso di venirne a conosce e di cercare:

      La strada non presa

      Divergevano due strade in un bosco
      Ingiallito, e spiacente di non poterle fare
      Entrambe essendo un solo, a lungo mi fermai
      Una di esse finchè potevo scrutando
      Là dove in mezzo agli arbusti svoltava.

      Poi, presi l’altra, che era buona ugualmente
      E aveva forse i titoli migliori
      Perché era erbosa e poco segnata sembrava;
      Benchè, in fondo, il passare della gente
      Le avesse davvero segnate più o meno lo stesso,

      Perché nessuna in quella mattina mostrava
      Sui fili d’erba l’impronta nera d’un passo.
      Oh, quell’altra lasciavo a un altro giorno !
      Pure, sapendo bene che strada porta a strada,
      Dubitavo se mai sarei tornato.

      Questa storia racconterò con un sospiro
      Chissà dove tra molto tempo:
      Divergevano due strade in un bosco, e io…..
      Io presi la meno battuta,
      E di qui tutta la differenza è venuta.

      Robert Frost

      Un sorriso
      Daniela

      "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.