Archivio | 11/01/2020

Mistero


Mistero

Io sono un gatto
e mentre la sera mi culla
vedo i topi ballare
Un movimento lieve
non sfugge il mio sguardo
plotoni di parole
che disegnano il contorno
di questo buffo percorso
dove la porta è aperta
per chi entra e chi fugge
senza neppure salutare

Io sono un sogno
che pennella lieve
fogli bianchi e rime
ancora da srotolare
colori proiettati
su pareti di cielo
dove le stelle
nel loro silenzio
racchiudono tutto
l’infinito mistero
senza bisogno di parole

26.07.2011 Poetyca

Mystery

I am a cat
and while the night rocks me
I see the dancing mice
A slight motion
does not escape my eye
platoons of words
that draw the outline
of this odd path
where the door is open
to who enters and escapes
without even say goodbye

I m a dream
that soft brush
white sheets and rhymes
yet to roll out
projected colors
walls of the sky
where the stars
in their silence
enclose all
the infinite mystery
without words

26.07.2011 Poetyca

Tempesta nel deserto


 

Tempesta del deserto

Passi sulla sabbia
fatica per andare avanti
dove tutto somiglia
ad un unico percorso
unica anche la ragione
per cercare senso
a questo deserto di voci

Non mi piego
e resta spalancato
questo umile cuore
ad accarezzare il vento
a non temere
quel che appare

Tempesta e miraggi
per capire chi resta fermo
chi ha seguito
il tuo stesso itinerario

Mi volto indietro
per accorgermi ora
di quanti si siano arresi
ai primi ostacoli
malgrado esaltanti intenti

Mancava la chiarezza
di chi fa seguire
la coerenze
a tutte le parole

Procedono
ad occhi chiusi
bandiere nella tempesta
non sanno scegliere
una vera direzione

15.03.2011 Poetyca


Desert Storm

Steps in the sand
effort to move forward
where everything looks like
a single path
also only reason
look for meaning
in this desert entries

I do not bend
and remains wide open
this humble heart
to caress wind
not to be afraid
about what appears

Storm and mirages
to see who remains still
who have followed
your same path

I look back
to realize now
how many have surrendered
to the early obstacles
despite thrilling purpose

Lacked clearness
who does follow
coherence
to all words

They proceed
eyes closed
like flags in the storm
they not choose
a real direction

15.03.2011 Poetyca

Lo stesso sentiero


Lo stesso sentiero
E poi
giorno dopo giorno
tu costruisci
un percorso nuovo
e riconosci stelle
da sogni di cartone
Punti il dito
all’immenso
per cercare
quella gioia
specchiata
in occhi
che accanto a te
scrutano
lo stesso sentiero

18.05 2017 Poetyca

The same path

And then
day after day
You build
a new route
and recognize stars
from cardboard dreams
point your finger
to the immense
to search
that joy
mirrored
in eyes
next to you
scrutinize
the same path

18.05 2017 Poetyca

Macchia di colore


Macchia di colore

Tutto è grigio intorno
nessun suono intona
il senso delle cose
io sono solo
il suono del mio passo
Ricordi ricadono
come polvere
di un tempo già percorso

Una rosa
macchia di colore
respira e regala
la sua fragranza
dove chi apre il cuore
sa essere rosso e foglia:
aurora dentro un respiro
che regala sorriso
a chi lo sa ascoltare

20.03.2011 Poetyca

Spot color

Everything is gray around
no sound sings
the sense of things
I’m just
the sound of my step
Memories fall
as dust
of a time already gone

A rose
splash of color
breathes and gives
its fragrance
where who open own heart
knows to be red and leaf:
sunrise in a breath
that gives smile
to who can listen it

20.03.2011 Poetyca

Fervido, recondito


Fervido, recondito

Lentamente
mi volgo ad osservare
cose che mai posso dire
Se di celate sembianze
paiono
Come lontane amnesie
sconosciute
Ma vissute
Tra lacrime
e nervoso
Mi getto a calpestare
livido e corroso passato
Ch’è stato
meglio scordare
ora
Sensazioni
d’inverno
freddo
E crudeli mortali
accenni
A vivere
una giovine
anzianità
Dove chi crede non aspetta
di crescere
e comunque ringrazio

Giuseppe Bustone

Il vecchio e l’asino


Il Vecchio e l’Asino
Un giorno un vecchio contadino col suo giovane nipotino intrapresero un viaggio. Come mezzo di trasporto avevano un asinello. Il vecchio fece salire il nipotino sull’animale e iniziarono a camminare. Lungo il percorso sentirono commentare delle persone: “Guardate quel ragazzo quanto è maleducato, lui sull’asino e il povero vecchio a piedi che lo tira, che vergogna!”. Udendo questo, il vecchio fece scendere il bambino dall’asino e salì lui. Dopo qualche metro però incontrarono un altro gruppo di persone che disse ad alta voce: “Guardate che sfacciato quel tipo, lascia che il ragazzino tiri l’asino mentre lui se ne sta comodamente in groppa, che vergogna!”. Il contadino allora disse al nipote di salire sull’asinello anche lui, ma poco più avanti udirono un nuovo gruppo di persone commentare: “Guardate quei due, conun asinello così piccolo gli stanno sopra entrambi, finiranno per sfiancarlo, che vergogna!”. A queste parole il vecchio scese dall’asinello e fece scendere anche il nipote, poi si incamminarono a piedi, tirando l’asino, ma non passò molto tempo che udirono nuovamente i commenti della gente:”Guardate quei due, vanno a piedi anche se hanno un asino a disposizione, che stupidi!”
Quando facciamo qualcosa facciamolo per noi, non per compiacere gli altri;
se nelle nostre scelte cercheremo l’approvazione altrui non l’otterremo mai.

Da Jean de La Fontaine

The Old Man and the Donkey
One day an old farmer with his young grandson embarked on a journey. As a means of transportation had a donkey. The old man made up his grandson on the animal and began to walk. Along the way they heard people comment: “Look at that guy because it is rude, his donkey and the old man on foot and pulls him, what a shame.” Hearing this, the old man down the boy and the donkey got him. After a few meters, however, encountered another group of people who said loudly: “Look at that cheeky kind, let the kid throws the ass while he is sitting comfortably on my back, what a shame.” The farmer then told his nephew to go sull’asinello too, but little later they heard a new group of people commenting: “Look at those two, CONUN the donkey so small they are above both, will eventually sfiancarlo, what a shame.” A these words the old man fell dall’asinello and brought down his nephew, then walked on foot, pulling the donkey, but it was not long before they heard again, people had to say: “Look at those two, go on foot, although they available to an ass, that stupid! “
When we do let’s do something for us, not to please others;
whether in our choices we will not get the approval of others never.

By Jean de La Fontaine

Ascolto – Listen


💮Ascolto💮

Ogni persona
ha qualcosa
da raccontare
da condividere
e ascoltare
è accogliere
il dono
che viene fatto
Allora è importante
anche il silenzio
tra le parole
per dare più valore
a quello che si dice
e per accogliere
con l’ascolto
quanto ci viene offerto

28.12.2019 Poetyca
💮🌿💮#Poetycamente
💮Listen

Each person
has something
to tell
to share
and listen
is to welcome
the gift
that is done
Then it’s important
even silence
between words
to give more value
to what is said
and to welcome
by listening
it is offered to us

28.12.2019 Poetyca

Frammenti di vita consapevole


Frammenti di vita consapevole

…Presto cominciai a respirare aria nuova. Ero felice per il solo fatto di esistere. Questo perché avevo finalmente imparato ad accettarmi. credo che questo sia la cosa più difficile: Accettarsi ed amarsi.

Giuseppe Bustone

Cooperazione – Cooperation – Dalai Lama


💮Cooperazione💮

Non solo le più alte
forme di vita ma
anche molti
degli insetti più piccoli
sono esseri sociali che,
senza alcuna religione,
legge o istruzione,sopravvivono
con la cooperazione reciproca
basata su un riconoscimento innato
della loro interconnessione.

Dalai Lama XIV
💮🌿💮#pensierieparole
💮Cooperation

Not only higher
forms of life but
also many of
the smallest insects
are social beings who,
without any religion,
law or education,
survive by mutual cooperation
based on an innate recognition
of their interconnectedness.

Dalai Lama XIV