Verso l’equinozio


Verso l’equinozio

Testa fra le nuvole,
cuore acceso ma piedi
ben piantati in terra
Accolgo nuove conoscenze
e le coltivo
A cercare bene
v’è tanta gente di cuore
Certo le persone meschine
non mancano
ma,chi sono io
per giudicare o catalogare?
Seguo i miei sogni,
anche se rimanessero tali
e ringrazio,comunque vada
Certo,avessi più fortuna
non disdegnerei eh?
Sono tornati gli uccelli,
in questo Inverno che và esaurendosi
e al loro canto gioisco
Mitezza e serenità.

Giuseppe Bustone

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.