Archivio | 20/02/2020

★★。¸.☆☆Buonanotte¸.☆☆


notte91

Prima dell’amore


Prima dell’amore

” Prima dell’amore viene la comprensione, la comprensione di alcune leggi psicologiche per le quali gli esseri umani agiscono come agiscono[..] [..] Potete così accedere a un’altra visione, in cui le realtà fondamentali non sono più il bene e il male, ma unicamente la sofferenza e l’amore. “

-Arnaud Desjardin –

Spesso per bisogno di essere amati, per timore di perdere attenzione, di non contare abbastanza per qualcuno,
siamo capaci di mettere in moto degli atteggiamenti e delle energia distanti dall’amare, eppure crediamo
di portare il meglio di noi stessi; le nostre intenzioni diventano persino contrapposte al comportamento.

Rabbia, paura, attaccamento ( a volte morboso) sono causati da un profondo bisogno dettato dalla volontà
di riempire un vuoto, ma non sempre si è capaci di capire che tale vuoto non si riempie, come si fa per un canestro vuoto,
attraverso oggetti o presenze esterne.

Siamo solo noi ad avere ” potere” per fare una profonda analisi, per capire che il disagio e la sofferenza
sono solo un effetto dettato dal nostro ego che non sa gestire i sentimenti.

Amare è dono, è offerta incondizionata di sè, senza aspettativa.
Siamo solo noi a creare il vuoto, nella cieca illusione di poter fagocitare gli altri, senza capire
che prima dovremmo imparare cosa sia davvero amare.

22.03.2009 Poetyca

First of love

” First love is understanding, understanding of certain psychological laws for which human beings act as they do [ ..] [.. ] You can now access another vision , in which the fundamental realities are no longer the good and evil , but only the suffering and love. “

– Arnaud Desjardin –

Often need to be loved , for fear of losing attention , not to mention enough for someone,
we are capable of setting in motion of the attitudes and energy away from love , yet we believe
to bring the best of ourselves , our intentions become even opposed to the behavior.

Anger, fear , attachment (sometimes morbid ) are caused by a deep need dictated by the desire
to fill a void , but was not always able to understand that this gap is not filled , as it makes for a canister vacuum ,
through objects or external appearances .

We are the only ones with “power” to make a deep analysis to understand that the discomfort and suffering
are only an effect dictated by our ego can not handle the feelings .

Love is a gift , it is unconditional offer of itself, without expectation .
It’s just us to create a vacuum in the blind illusion to engulf others, without understanding
we should first learn what it is really love.

22.03.2009 Poetyca

Abbracciare la sofferenza


Abbracciare la sofferenza

Quando i blocchi di dolore, di dispiacere, rabbia e disperazione si fanno più forti e più grossi, premono per salire nella coscienza mentale, nel soggiorno a reclamare la nostra attenzione. Essi desiderano emergere, ma noi non li vogliamo, perchè ci fanno stare male solo a vederli.

Non avendo nessuna voglia di affrontarli, usiamo riempire il soggiorno con altri ospiti: prendiamo in mano un libro, accendiamo la tv, andiamo a fare un giro in macchina… qualunque cosa pur di tenere occupato il soggiorno.

Abbracciare il tuo dolore e il tuo dispiacere con l’energia della presenza mentale è esattamente come massaggiare la coscienza invece che il corpo.

Quando togli l’imbargo e i blocchi di dolore affiorano ti tocca soffrire, almeno un po’, non c’è modo di evitarlo. Occorre imparare ad abbracciare questo dolore. Dopo che avrai abbracciato per qualche tempo i tuoi dolori, essi torneranno in cantina e si ritrasformeranno in semi.

Se invitiamo il seme della paura ad uscire allo scoperto, siamo anche meglio equipaggiati per prenderci cura della rabbia.

E’ la paura a generare la rabbia: quando hai paura non sei in pace e questo tuo stato diventa il terreno dove la rabbia può crescere.

La paura si fonda sull’ignoranza, mancanza di chiara comprensione.

Immergi quotidianamente la tua rabbia, la tua disperazione, la tua paura in un bagno di presenza mentale: la pratica di invitare i semi ogni giorno per abbraccaiarli è molto salutare.

Dopo svariati giorni o settimane di questa pratica, avrai generato una buona circolazione nella tua psiche. La presenza mentale lavora come un massaggio delle formazioni interne, dei tuoi blocchi di sofferenza. Questi devono poter circolare liberamente, dentro di te, possono farlo soltanto se non ne hai paura. Se impari a non avere paura dei tuoi nodi di sofferenza, puoi imparare anche ad abbracciarli con l’energia della consapevolezza e a trasformarli.”

Thich Nhat Hanh

Embracing the painWhen the blocks of pain, sorrow, anger and despair become stronger and larger,are pressing to get into the mental consciousness, in the living room to claim our attention. They want to emerge, but we do not want them, because they make us feel bad just to see them.Having no desire to face them, we fill the room with other guests: we take up a book,turn on the TV, go for a ride in the car … anything to keep busy stay.

Embrace your grief and your sorrow with the energy of mindfulness is exactly how to massage the conscience rather than the body.

When you remove the embargo and the blocks will have to suffer pain emerge, at least a little ‘, there is no way to avoid it. We must learn to embrace this pain. Once you have embraced your sorrows for a while, they will return in the basement andback into seeds.

If we invite the seed of fear out of hiding, we are also better equipped to take care of the anger.

And ‘fear to generate rage when you’re afraid you’re not alone and this state becomes the ground where your anger can grow.

The fear is based on ignorance, lack of clear understanding.

Dip each day your anger, your despair, your fears in a bath of mindfulness: the practice of inviting the seeds every day for abbraccaiarli is very healthy.

After several days or weeks of this practice, you will have generated a good circulation in your psyche. Mindfulness works as a massage of the internal trainingof your blocks of suffering. They must circulate freely inside you can only do so if you do not fear. If you learn not to be afraid of your knots of suffering, you can also learn to embrace them with the energy of consciousness and transform them. “

Thich Nhat Hanh

Sinfonia


Sinfonia

Ascolta
il tintinnio
leggero
nella sinfonia
di cuori
Senza distanza
senza separazione
nell’armonia
capace d’illuminare
le tenebre
Osserva
il mondo confuso
tremante
aggrappato
alla paura
Prendi
le distanze
e scegli
la vera Primavera
per la tua anima

15.04.2018 Poetyca

Symphony

Listen
the jingle
light
in the symphony
of hearts
Without distance
without separation
harmony
able to illuminate
the darkness
Looks
the confused world
trembling
clinging
to fear
Take
the distances
and choose
the true Spring
for your soul

15.04.2018 Poetyca

La pace della mente


 

 

“L’esperienza sensoriale non compensa il dolore intenso o di piacere ci sentiamo a livello mentale;essa ci distoglie, ma non lpermette di superarlo. D’altra parte, se abbiamo la pace della mente, anche le esperienze negative non ci sconvolgono. La pace della mente è ottimale per la nostra salute fisica. Gli esperti medici hanno scoperto come la rabbia, l’odio e la paura corrodono nostro sistema immunitario. Essere calmi e rilassati è meglio per il nostro benessere fisico. “

 Dalai Lama

“Sensory experience does not offset the intense pain or pleasure we feel on a mental level;
 it may distract us, but doesn’t overcome it. On the other hand, if we have peace of mind, even negative experiences do not upset us. Peace of mind is also good for our physical health. Medical experts have found that anger, hatred and fear eat into our immune system. Being calm and relaxed is better for our physical well-being.”

 Dalai Lama

Parole forti


 

Parole forti

Senza preavviso
hai spalancato la porta
della tua prigione
e la posta in gioco era alta
al punto da lasciare
un segno inciso
ancora difficile da capire

Non sei un aliante
ma il vento non ti potrà
mai più strappare
quelle ali fragili
che piagava di paura
e di tremore incerto
la tua anima

Non è stato un soffio leggero
lo scuoterti nelle carni
per scopriire con stupore
che sai volare
facendo salpare
su nuove rotte
in un turbinio di colore
il senso di questo viaggio

Ed io lo so
sebbene non ho capito
non ti ho perduto
anche se ancora
non metto a fuoco
questo pensiero
che veloce
come battito di ciglia
ha reciso la tua vita

Cambi forma
e gli occhi hanno di te memoria
come di chi siede al capezzale
di una crisalide
che oggi è volo libero
dove solo lo spirito conosce
ogni battito delle ali di ribellione
di chi era prigioniero

Devo aprire la mano
non trattenere nulla
perchè tu sia cielo
che riconosce il proprio senso
nel profumo inestinguibile
di questo amore
a volte muto o con parole forti
che ora ascolto solo nella mia anima

17.06.2011 Poetyca

Strong words

without warning
you have opened the door
of your prison
and the was at stake was high
at the point of leaving
engraved sign
still difficult to understand

You are not a glider
but the wind will do not you
no more pull
those fragile wings
what wounds of fear
and uncertain trembling
your soul

It was not a soft breath
shake you the in the flesh
to discover surprised
that you can fly
by making sail
on new routes
in a swirl of color
the sense of this trip

And I know
Although I did not understand
I have not lost you
even if still
I do not put in focus
this thought
than quick
as a blink of an eye
has cut off your life

You change form
and eyes have of you memory
as someone who sits at the bedside
of a nymph
that is now free flight
where only the spirit knows
every beat of the wings of rebellion
of who was a prisoner

I have to open my hand
do not hold back anything
because you be heaven
which recognizes its own sense
in unquenchable scent
of this love
sometimes silent or with strong words
that now I only listen in my soul

17.06.2011 Poetyca