Archivio | aprile 2020

Libero per sempre – Free forever


🌸Libero per sempre🌸

Corri amico mio
vai a cercare un luogo
di armonia e libertà
dove guarire
i graffi d’anima
e dove la tua luce
possa trionfare
Le mura buie
della tua prigione
sono scivolose
e respingono la luce
ma tu oggi ricorda
chi sei davvero
e sarai libero per sempre

14.02.2019 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Free forever

Run my friend
go look for a place
of harmony and freedom
where to heal
the scratches of soul
and where your light is
can triumph
The dark walls
of your prison
they are slippery
and they reject the light
but today you remember
who you really are
and you will be free forever

14.02.2018 Poetyca

Attaccamenti – Attachments


Attaccamenti

Non è ribelle il cuore che cerca giustizia,
forse sogna e desidera una diversa realtà .
Non è capace di restare dove – prigioniero
è colui che non sa cogliere la vera libertà .

Non si è liberi quando facendo quel che si desidera,
si fa del male a se stessi, si sacrificano gli altri ;
ma è libero colui che – consapevolmente –
sa dirigere le proprie scelte verso la volontà
di un beneficio per tutti .
Anche con il sacrificio dei propri attaccamenti .
© Poetyca

Attachments

The heart that seeks justice is not rebellious,
perhaps he dreams and desires a different reality.
He is unable to stay where – prisoner
he is the one who cannot grasp true freedom.

You are not free when doing what you want,
you hurt yourself, you sacrifice others;
but the one who – knowingly – is free
he knows how to direct his choices towards the will
of a benefit for all.
Even with the sacrifice of one’s attachments.

© Poetyca

L’albero dell’Amore – The Tree of Love – Mikha’il Nu’ayma


L’albero dell’Amore – Mikha’il Nu’ayma

Parlo al tuo cuore Si, A TE! tu che sei il mio stesso cuore…
Viviamo per imparare ad amare..amiamo per imparare a vivere,
non abbiamo bisogno di imparare altre lezioni…Cos’e’ l’amore se non il completo assorbimento dell’amato da parte dell’amante, si’ che i due diventino UNO?
E chi e cosa si deve amare? Dobbiamo forse scegliere una certa foglia dell’albero della vita e riversare su di essa tutto il proprio cuore? Ed il ramo che porta la foglia? Ed il tronco che tiene il ramo? E la corteccia che protegge il tronco? E le radici che alimentano la corteccia e il tronco, i rami e le foglie? E la terra che cinge le radici? Ed il sole, il mare e l’aria che fertilizzano la terra? Se una piccola foglia dell’albero merita il nostro amore, non dovrebbe l’albero, nel suo insieme, meritarlo molto di piu’?

L’amore che sceglie una frazione del tutto si predestina al dolore.
Qualcuno dira’: ma su un singolo albero vi sono foglie e foglie.
Alcune sono sane, altre ammalate che talune sono belle, altre brutte
che alcune enormi, altre nane. Come possiamo evitare di scegliere e di discriminare?

Comprendendo che dal pallore dell’ammalato procede la freschezza del sano.
Che la bruttezza e’ la tavolozza, il colore e il pennello della belta’
e che il nano non sarebbe tale se non avesse ceduto
una parte della sua statura al gigante.

Noi siamo l’albero della vita!. facciamo attenzione a non frazionarci.
Non poniamo frutto contro frutto, foglia contro foglia, ramo contro ramo
e non mettiamo il tronco contro le radici ne’ l’albero contro la madre terra…
questo e’ cio che facciamo quando amiamo una parte piu’ del resto
o con l’esclusione del resto! Noi siamo l’abero della vita !.
Le nostre radici sono ovunque, i nostri rami e le nostre foglie si trovano dappertutto.
I nostri frutti sono in ogni bocca. Quali che siano i frutti, i rami e le foglie di quest’albero, quali che siano le sue radici, essi sono i nostri frutti, foglie, rami e radici.

Se desideriamo che questo albero produca sempre dolce frutta, foglie dai mille colori , badiamo alla linfa con cui lo nutriamo. La linfa della vita e’ l’amore,
l’odio e’ il pus della morte..l’amore come il sangue deve circolare liberamente
nelle vene..reprimete il sangue, ed esso diverra’ una minaccia ed un flagello.
E che cos’e’ l’odio, se non Amore represso Amore frenato?

Amore che e’ divenuto un veleno mortale sia per il nutritore che per il nutrito,
sia per l’odiante che per l’odiato?! Una foglia gialla sull’albero della vita,
e’ solo una foglia svezzata dall’Amore, non biasimiamola……

Un ramo inaridito e’ solo un ramo affamato d’Amore…
Un frutto marcio e’ solo un frutto allattato con l’odio.

Non accusiamo il frutto marcio, ma condanniamo
la nostra cecita’ e la nostra avarizia che preferisce dare con parsimonia
la linfa della vita ai pochi e negarla ai molti, negandola in tal modo a noi stessi.

L’Amore non e’ una virtu’, e’ una necessita’ per tutti noi,
nessuno escluso! L’Amore non ha bisogno d’essere esaltato.
E’ esso che esalta il cuore che trova degno di se’!

C’e forse aquila o falco, scarabeo o pulce, gufo o passero,
leone o elefante, ciottolo o conchiglia, cedro o quercia,
oceano o lago, goccia di rugiada o stagno,montagna o stella
mendico, re o ladro che non siano Amati da Dio ?

L’amore e’ l’unica libertà dall’attaccamento.

Quando si ama tutto non si e’ attaccati a niente.
L’uomo fatto prigioniero dall’amore di una donna e una donna fatta prigioniera dall’amore di un uomo sono ugualmente inadatti alla preziosa corona della liberta’
Ma l’uomo e la donna che diventano uno attraverso l’amore,inseparabili,indistinguibili,in verita’ sono candidati al premio.

Mikhail Naimy Il Libro di Mirdad Edzioni Mediterranee

IL Libro di Mirdad Mikhail Naimy
Il pensiero e la visione di un monaco solitario, o della sua ombra, che da tanti anni si aggirava nell’antico monastero sul lontano picco dell’altare,
mi attirava irresistibilmente. Così, decisi di scalare la montagna.
Cominciai la mia ascesa con un canto nel cuore e con una ferma determinazione nell’anima. Ma la salita fu lunga e faticosa. Richiese tre lunghi, interminabili giorni. Finalmente giunsi, stremato, alla cima, dove persi i sensi. Una voce mi scosse: «Svegliati, straniero, hai raggiunto la vetta». Aprii gli occhi, e vidi che chi mi parlava era un monaco senza età . «Tu sei dunque l’uomo prescelto, l’eletto nelle cui mani io potrò deporre il sacro libro, affinchè tu possa farlo conoscere al mondo. Ecco, ti affido Il Libro di Mirdad. Esso è il libro della saggezza e della conoscenza. Leggetelo e troverete la luce!». Detto ciò, svanì nel nulla. «Una volta ogni molti decenni nasce un libro che, per l’autorità del suo potere interiore, si muove senza difficoltà , fino ad affermarsi, lentamente ma inevitabilmente, per il proprio contenuto superiore e positivo. Tale è Il Libro di Mirdad» D. Barr. «Questo libro ineguagliabile contiene una rara esposizione dei più alti principi della vita. Esso è libero da tutte quelle limitazioni che di solito sminuiscono le verità universali, apponendovi particolari distinzioni»

Sri Radmas Swami

The Tree of Love

I speak to your heart Yes, YOU! thou art my own heart …
We live to learn to love .. love to learn to live
we need not learn other lessons … What ‘love if not the full absorption of the beloved by the lover, is’ that the two become one?
And who and what to love? Should we choose a certain leaf of the Tree of Life and pour upon it all his heart? And the branch that bears the leaf? And trunk that holds the branch? And the bark protects the trunk? And the roots that feed the trunk and the bark, branches and leaves? And the land that surrounds the roots? And the sun, sea and air that fertilize the earth? If a small leafy tree deserves our love, should not the tree as a whole, deserve a lot more ‘?

The love that chooses a fraction of all is predestined to pain.
Somebody will say ‘but on a single tree there are leaves and leaves.
Some are healthy, others sick that some are good, some bad
some huge, some dwarfs. How can we avoid to choose and discriminate?

Realizing that the pallor dell’ammalato carry the freshness of sound.
That ugliness and ‘palette, color and the brush of the beauty’
and that the dwarf would not be such if it had not sold
some of its stature to the giant.

We are the tree of life!. Be careful not to divide.
Do not put the fruit against the fruit, leaf against leaf, branch against branch
and we do not root against the trunk it ‘the tree against the mother earth …
this is ‘what we do when we love some more’ of the rest
or exclusion of the rest! We are the aber life!.
Our roots are everywhere, our branches and our leaves are everywhere.
Our results are in every mouth. Whatever fruits, branches and leaves of this tree, whatever its roots, they are our fruits, leaves, branches and roots.

If we want this tree always produces sweet fruit, leaves, colorful, lets look at the sap which feeds it. The sap of life and ‘love,
hatred and ‘pus of death .. love how the blood must flow freely
suppress the blood in my veins .. and it will become ‘a menace and a scourge.
And what is’ hatred, if not repressed Love Love curbed?

Love that ‘now is a deadly poison for nurturing and for the fed
both for the hating for the hated?! A yellow leaf on the tree of life,
‘s only a leaf weaned by Love, not biasimiamola ……

A withered branch, and ‘just a branch of Love hungry …
A rotten fruit and ‘just a fruit fed with hatred.

Do not accuse the rotten fruit, but condemn
our blindness’ and our greed that prefers to give sparingly
the sap of life to the few and the many deny it, thus denying it to ourselves.

Love is not ‘a virtue’, and ‘a necessity’ for all of us,
no exceptions! Love does not need to be exalted.
And ‘it exalts the heart that is worthy of himself’!

There maybe eagle or hawk, or flea beetle, owl or sparrow,
lion or elephant, stone or shell, cedar or oak,
ocean or lake, pond or drop of dew, mountain star
beggar, thief king or not loved by God?

Love and ‘the only freedom from attachment

When you love everything and not ‘cling to anything.
The man taken prisoner by the love of a woman and a woman taken prisoner by the love of a man are equally unfit for Freedom’s precious crown ‘
But man and woman become one through love, inseparable, indistinguishable, and in truth ‘are candidates for the prize.

Mikhail Naimy Book of Mirdad Edzioni Mediterranee

The Book of Mirdad Mikhail Naimy
The thought and the vision of a solitary Monk, or his shadow, which for many years wandering in the ancient monastery on the distant peak of the altar,
irresistibly attracted me. So, I decided to climb the mountain.
I began my climb with a song in your heart and soul with a firm determination. But the climb was long and tiring. It took three long, endless days. Finally arrived, exhausted, to the summit, where he lost consciousness. A voice shook me: “Wake up, stranger, you’ve reached the summit.” I opened my eyes and saw who I was talking Monaco ageless. “You are so the man chosen, elected in whose hands I may lay the holy book, so you can make it known to the world. Here, I entrust to you the Book of Mirdad. It is the book of wisdom and knowledge. Read it and you will find the light. ” That said, vanished into thin air. “Once every several decades created a book for the authority of his inner power, moves smoothly, to assert itself, slowly but inevitably, for its superior content and positive. This is The Book of Mirdad “D. Barr. “This unique book contains a rare display of the highest principles of life. It is free from all those limitations that usually interfere with the universal truths, writing special distinctions “

Radmas Sri Swami

#Libertà di Essere – Freedom of Being


image

#Libertà di Essere

A volte essere fedeli
a se stessi significa
restare saldi
alle proprie idee;
senza mai inciampare
in vuoti compromessi
che tengono prigioniera
la #libertà di Essere.

26.02.2016 Poetyca

# Freedom of Being

Sometimes being faithful
to themselves means
remain firm
to their ideas;
 without tripping
 in empty compromises
 that hold captive
 # The freedom of Being.

02/26/2016 Poetyca

~Poetyca

Discorso all’umanità – Speech humanity – Charlie Chaplin


Discorso all’umanità

Tutti noi esseri umani dovremo aiutarci sempre. Dovremo godere soltanto della felicità del prossimo, non odiarci e disprezzarci l’un l’altro. In questo mondo c’è posto per tutti, la natura è ricca, è sufficiente per tutti noi, la vita può essere felice e magnifica, ma noi lo abbiamo dimenticato.
L’avidità ha avvelenato i nostri cuori, ha precipitato il mondo nell’odio, ci ha condotti a passo d’oca a far le cose più abbiette: abbiamo i mezzi per spaziare, ma ci siamo chiusi in noi stessi. La macchina dell’abbondanza ci ha dato povertà, la scienza ci ha trasformato in cinici, l’abilità ci ha resi duri e cattivi.
Pensiamo troppo e sentiamo poco. Più che macchinari ci serve umanità, più che abilità ci serve bontà e gentilezza. Senza queste qualità la vita è violenza e tutto è perduto. L’aviazione e la radio hanno riavvicinato le genti, la natura stessa di queste invenzioni reclama la bontà nell’uomo, reclama la fratellanza universale, l’unione dell’umanità. Perfino ora la mia voce raggiunge milioni di persone nel mondo, milioni di uomini, donne e bambini disperati, vittime di un sistema che impone agli uomini di torturare e imprigionare gente innocente. A coloro che mi odono, io dico, non disperate! L’avidità che ci comanda è solo un male passeggero, l’amarezza di uomini che temono le vie del progresso umano. L’odio degli uomini scompare insieme ai dittatori e il potere che hanno tolto al popolo ritornerà al popolo e qualsiasi mezzo usino la libertà non può essere soppressa.

Soldati! Non cedete a dei bruti! Uomini che vi disprezzano e vi sfruttano, che vi dicono come vivere, cosa fare, cosa dire, cosa pensare, che vi irreggimentano, vi condizionano, vi trattano come bestie. Non vi consegnate a questa gente senza un’anima, uomini macchina, con macchine al posto del cervello e del cuore. Voi non siete macchine, voi non siete bestie, siete uomini! Voi avete l’amore dell’umanità nel cuore, voi non odiate, coloro che odiano sono quelli che non hanno l’amore altrui. Soldati! Non difendete la schiavitù, ma la libertà! Ricordate nel Vangelo di S. Luca è scritto «Il Regno di Dio è nel cuore dell’uomo». Non di un solo uomo o di un gruppo di uomini, ma di tutti gli uomini. Voi! Voi, il popolo, avete la forza di creare la macchina, la forza di creare la felicità. Voi, il popolo, avete la forza di fare che la vita sia bella e libera, di fare di questa vita una splendida avventura. Quindi in nome della democrazia uniamo questa forza, uniamoci tutti! Combattiamo per un mondo nuovo che sia migliore, che dia a tutti gli uomini lavoro, ai giovani un futuro, ai vecchi la sicurezza.
Promettendovi queste cose dei bruti sono andati al potere, mentivano! Non hanno mantenuto quelle promesse e mai lo faranno! I dittatori forse sono liberi perché rendono schiavo il popolo. Allora combattiamo per mantenere quelle promesse, combattiamo per liberare il mondo, eliminando confini e barriere, eliminando l’avidità, l’odio e l’intolleranza. Combattiamo per un mondo ragionevole, un mondo in cui la scienza e il progresso diano a tutti gli uomini il benessere.
Soldati, nel nome della democrazia siate tutti uniti!

Anna, puoi sentirmi? Dovunque tu sia, abbi fiducia, guarda in alto Anna. Le nuvole si diradano, comincia a splendere il sole. Prima o poi usciremo dall’oscurità verso la luce e vivremo in un mondo nuovo, un mondo più buono, in cui gli uomini si solleveranno al di sopra della loro avidità, del loro odio della loro brutalità. Guarda in alto Anna, l’animo umano troverà le sue ali e finalmente comincerà a volare, a volare sull’arcobaleno verso la luce della speranza, verso il futuro, il glorioso futuro che appartiene a te, a me, a tutti noi. Guarda in alto, Anna. Lassù.

Charlie Chaplin

Tratto dal film “Il grande dittatore”
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=KbidLa2JbVA]

Speech humanity

All of us human beings we should always help. We will only enjoy the happiness of others, do not hate us and despise one another. In this world there is room for everyone, nature is rich enough for all of us, life can be free and beautiful, but we have forgotten.
Greed has poisoned our hearts, has barricaded the world with hate, has brought us a goose-stepping to make things worst: We have developed speed but we have shut ourselves. The machine has given us abundance poverty, science has turned into cynics, the ability has made us hard and unkind.
We think too much and feel too little. More than machinery we need humanity more than cleverness we need kindness and gentleness. Without these qualities, life will be violent and all is lost. The airplane and the radio have brought us closer together, the very nature of these inventions cries out for the goodness in men, cries out for universal brotherhood, the unity of humanity. Even now my voice is reaching millions of people around the world, millions of men, women and children, victims of a system that makes men torture and imprison innocent people. To those who can hear me, I say, do not despair! The greed that hurt us is only a passenger, the bitterness of men who fear the way of human progress. The hate of men will pass and dictators and the power they took from the people return to the people and use whatever means freedom can not be deleted.

Soldiers! Do not give yourselves to brutes! Men who despise you and exploit them, telling you how to live, what to do, what to say, what to think, that regiment, will condition, treat you like cattle. Do not give yourselves to these unnatural, machine men, with machines in place of the brain and heart. You are not machines, you are not cattle, you are men! You have the love of humanity in my heart, you do not hate those who hate are those who do not have the love of others. Soldiers! Do not fight for slavery, but freedom! Remember in the Gospel of St. Luke wrote “The Kingdom of God is within man.” Not one man or group of men but of all men. You! You, the people have the power to create the machine, the power to create happiness. You, the people have the power to make life free and beautiful, to make this life a wonderful adventure. So in the name of democracy join this force, join all! We fight for a new world that is better, which gives all men work, young people a future and old age security.
Promise of these things, brutes have risen to power, they lied! Have not kept those promises, and never will! The Dictators free themselves but they enslave the people.Now let us fight to fulfill that promise, we fight to free the world, removing boundaries and barriers, eliminating greed, hatred and intolerance. We fight for a sensible world, a world where science and progress will lead to all men welfare.
Soldiers, in the name of democracy let us all unite!

Anna, can you hear me? Wherever you are, trust, look up Anna. The clouds cleared, the sun begins to shine. We are coming out of the darkness into the light and live in a new world, a world more good, where men will rise above their greed, their hate of their brutality. Look up Anna, the human spirit will find its wings and finally begin to fly, to fly over the rainbow into light of hope to the future, the glorious future that belongs to you, to me, to all of us. Look up, Anna. There.

Charlie Chaplin

Taken from the film “The Great Dictator”
http://www.youtube.com/watch?v=KbidLa2JbVA

Essere vita – To be Life


Essere Vita

Servire per conoscere
conoscere per imparare
imparare per essere
essere capace di vita
vita vera in libertà
libertà di:
conoscere
imparare
essere
vita

28.03.2011 Poetyca

To be Life

Need to know
know to learn
learn to be
be capable of life
life life in freedom
freedom:
know
learn
be
life

28.03.2011 Poetyca

Purezza dell’amore – Purity of love – Osho


Purezza dell’amore

“Se puoi amare senza gelosia,
se puoi amare senza attaccamento,
se puoi amare così tanto
una persona che la sua felicità
è la tua felicità, allora l’amore
ha raggiunto una purezza.”

Osho

Purity of love

“If you can love without jealousy,
if you can love without attachment,
if you can love so much
a person that his happiness
it is your happiness, then love
has achieved purity. ”

Osho