Archivio | 20/05/2020

Sull’Amare – On loving


7

Sull’Amare

Ci troviamo a cercare e a confrontarci con noi stessi per seminare le cose in cui crediamo. Il rapporto con gli altri,diversi da noi per consuetudini ed idee è spesso un rapporto di compromesso: Apertura e disponibilitá sono la via spianata per esperire atteggiamenti,attenzione e confronto con altri aspetti di noi stessi in altre persone,le quali a volte fungono da specchio.E’ attraverso questo confronto che possiamo mettere in atto flessibilità,accoglienza e compassione ma questo non deve farci perdere di vista il rispetto di sè,la continuità della ricerca interiore ed un mirato ascolto di quanto si manifesta,in modo spontaneo,senza farsi manipolare o piegare dall’altrui giudizio o da pressioni esterne atte a farci mutare comportamento o, soprattutto,dal nostro attaccamento alla nostra immagine o alle apparenze. Amare o partecipare alla vita degli altri deve essere un percorso spontaneo ed incondizionato. Tutti noi dovremmo lavorare per trovare la gioia di un confronto costruttivo. Senza rabbia o timore.

Esistono persone capaci di amare…malgrado tutto e senza pianificare nulla.
Non lo fanno in nome di un Dio o per guadagnarsi un lontano Paradiso, semplicemente provano una gioia profonda nell’esprimere la propria natura.Non tentano di trarre piacere ma vivono pienamente l’attimo presente. Perchė consapevoli che tutto è Amore.

Il ricevere quel che si semina è una legge naturale, qualcuno lo chiama Karma.
Anche nella Bibbia, nell’Antico Testamento, in Proverbi si afferma che ” Chi semina vento raccoglie tempesta” (Osea 8,7). Una piccola nota per comprendere che siamo responsabili delle nostre azioni. Amare non è qualcosa che si programma o si imita, accade.
La rabbia, l’odio, la vendetta, hanno una sorta di potere corrosivo che danneggia chi per primo coltiva tali semi.
Meglio dimenticare le cause di sofferenze e amare comunque ( anche se difficile) che farsi contaminare da energie corrosive e distruttive.

16.01.2014 Poetyca

On loving

We are to seek and confront ourselves to sow the things we believe . The relationship with others different from us for traditions and ideas is often a relationship of compromise : Opening and availability are clearing the way for seeking attitudes , attention and comparison with other aspects of ourselves in other people , which sometimes act as specchio.E ‘ through this comparison we can implement flexibility , warmth and compassion but this should not make us lose sight of the self-respect , the continuity of soul searching and a focused listening to what occurs in a spontaneous way , without being manipulate or bend dall’altrui judgment or by outside pressures designed to make us change behavior or , more importantly, from our attachment to our image or appearances. To love or to participate in the lives of others should be a path spontaneous and unconditional . All of us should work to find the joy of a constructive dialogue . Without anger or fear .

There are people who are able to love in spite of everything … and not planning anything.
Do not do it in the name of God or to earn a distant paradise , simply feel a deep joy in expressing their natura.Non try to get pleasure but fully live the present moment . Because they are aware that everything is Love.

The get what you sow is a natural law , some call it Karma .
Even in the Bible, in the Old Testament , Proverbs says that “He who sows the wind reaps the whirlwind .” (Osea 8,7) A small note to understand that we are responsible for our actions. Love is not something you or program imitates , it happens .
Anger , hatred , revenge, have some sort of corrosive power that harms those who first cultivated these seeds.
Better to forget the causes of suffering and still love (although difficult ) to be contaminated by corrosive and destructive energies .

16/01/2014 Poetyca

Lo sguardo della notte – The gaze of the night


Lo sguardo della notte

Nessuno mi ha insegnato
il mio viaggio a ritroso
alla ricerca della foce della notte
ed il mio ritorno di volta in volta
a catturare folgore e bellezza
a leggere sguardi nel mondo
lampo ed energia che Tutto abbraccia

Luce che dimora
nell’infinito alito
ricerca senso al Tutto
e non fugge lontano
non confonde la via
creando ombra e separazione
dimenticando la Luce
nascosta nel nostro cuore

Mappa consunta
a volte abisso della notte
in occhi di gente senza volto
che rifugge il mio sguardo
per arcaico timore

Altre volte infinito abbraccio
senza confine alcuno
dove tra le pieghe di un cielo silenzioso
si affacciano manciate di stelle
compagne che echeggiano nel mio cuore
un canto antico ma sempre nuovo

Nessuno mi ha chiesto
quale fosse il mio vero nome
mentre altri sono rimasti incisi
in pietre diverse ormai dimenticate
pesi inutili perduti lungo il percorso

Ma se resto qui seduta in attesa
tra occhi silenziosi e lacrime compagne
è solo per trovare fuori da questo mondo
la danza di luci ed ombre
perchè all’alba del nuovo giorno
non sia solitario il mio passo

Compagni d’infinito
con sguardo perso tra stelle
sanno ascoltare l’essenza
che respirando attraversa
soltanto incondizionato amore
e sarà solo questo il mio nome

26.04.2011 Poetyca

The gaze of the night

No one taught me
my journey back
looking of the estuary of the night
and my return from time to time
capture lightning and beauty
to look for insights into world
lightning and power that All embracing

Light house
infinity breath
real sense of All
and does not fly away
Do not confuse the way
creating shade and separation
forgetting the Light
hidden in our heart

Consumed map
sometimes abyss of the night
in eyes of people without a face
that escapes my gaze
cause archaic fears

Other times infinity hug
without any boundary
where among the folds of an silent sky
look out handfuls of stars
mates that echoing in my heart
an old song but always new

Nobody asked me
which was my real name
while others were engraved
in different stones almost forgotten
unnecessary weight lost along the way

But if I stay sitting here waiting
among silent eyes and tears mates
is just to find out of this world
the dance of light and shadow
because the dawn of a new day
my pace not be lonely

Companions of the infinite
with gaze lost among stars
know how to listening the essence
that breathing through
only unconditional love
and will be only it my name

26.04.2011 Poetyca

Infinito – Infinity


🌸Infinito🌸

In un antico
percorso
forse
dimenticato
ritrovo ora
l’ebbrezza
dell’infinito
dove amore
ricama il tempo
senza lancette

05.12.2018 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Infinity

In an ancient
route
perhaps
Forgot
I meet now
the thrill
infinity
where love
embroider the time
without hands

05.12.2018 Poetyca

Metamorfosi – Metamorphosis


Metamorfosi

Scrollar di dosso
peso antico
velo sugli occhi
ladro di luce
Assaporar la vita
rifuggendo
a grandi passi
inganno ed illusione
Piccole cose
di sempre
da cogliere
da valorizzare
perché sia
nella goccia
riconosciuto
oceano d’amore

27.09.2016 Poetyca

Metamorphosis

Shake off
ancient weight
veil on the eyes
thief of light

To taste life
eschewing
striding
deception and illusion
Little things
ever
to grasp
to be enhanced
because both
the drop
recognized
Ocean of love

09/27/2016 Poetyca

Resilienza – Resilience


🌸Resilienza🌸

Vecchie ferite
sono oggi
schegge
nella memoria
e sul cuore
Punto luce
per illuminare
il buio antico
dissolto
con l’amore

29.08.2018 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Resilience

Old wounds
are today
chippings
in memory
and on the heart
Light point
to illuminate
the ancient darkness
dissolved
with love

29.08.2018 Poetyca

Nel grembo della notte – In the womb of the night


🌸Nel grembo della notte🌸

È attesa
di note
armoniche
nel grembo
della notte

Muto
incanto
da troppo
tempo
perduto

Poi
è squarcio
di nubi
in sussulto
d’amore

11.05.2020 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸In the womb of the night

It is expected
of harmonic
notes
in the womb
of the night

Mute
enchantment
too long
time
lost

Then
it’s gash
of clouds
in gasp
love

11.05.2020 Poetyca